Ateismo e libertà
Benvenuto sul forum "Ateismo e libertà"

Per partecipare alle discussioni effettua il login. Non sei ancora iscritto? Registrati per iniziare a partecipare!

Il destino di Ateismo e Libertà

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Il destino di Ateismo e Libertà

Messaggio Da qwerty il Lun Gen 11 2016, 20:42

elima ha scritto:
Al contrario, la parola stessa Forum:piazza (in greco Agorà) è l'espressione stessa della democrazia dove tutti possono parlare ed esprimere le proprie opinioni e i "giudici" sono eletti e non calati dall'alto.

@ Mi: non mi è mai sembrato che ci fosse una cattiva accoglienza su A&L , anzi, mi sembrava che fossi tu a voler tenere le distanze...
Cmq, ben tornato, se vuoi tornare, e grazie per gli auguri su UAAR che però non ho potuto leggere 'che tanto per cambiare mi sono incasinata io e le passwords e non riesco più ad accedere.

Si ma io mi riferivo ai forum in internet, che io sappia non hanno nulla di democratico, semplicemente perché non è un ambito in cui funziona. Anche qui mi sembra di capire che la democrazia sia stata limitata alla moderazione e non alla gestione vera e propria del forum. question

qwerty

Messaggi : 16
Data d'iscrizione : 08.07.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il destino di Ateismo e Libertà

Messaggio Da Sandor il Lun Gen 11 2016, 20:51

Hai forse qualche suggerimento, qwerty? Non ti piace come viene gestito questo forum? Se invece ti interessi di teoria dell'interazione umana su Internet potresti aprire una discussione in tema. Può darsi che interessi anche ad altri.

Sandor

Messaggi : 92
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il destino di Ateismo e Libertà

Messaggio Da elima il Lun Gen 11 2016, 22:01

qwerty ha scritto:

Si ma io mi riferivo ai forum in internet, che io sappia non hanno nulla di democratico, semplicemente perché non è un ambito in cui funziona. Anche qui mi sembra di capire che la democrazia sia stata limitata alla moderazione e non alla gestione vera e propria del forum. question
Scusa, non capisco.... dubbioso Gli amministratori hanno le "chiavi" del forum e in quanto fondatori decidono loro il taglio da dare allo stesso, gli altri leggono e accettano le condizioni richieste per partecipare. I moderatori insieme agli amministratori gestiscono il forum. Cosa di tutto questo non sarebbe democratico?
Mix ha scritto:
Ho scritto su AI , Atei Italiani, NON su A&L dell'accoglienza spigolosa, ma a cui mi sono adattato.
NON so SE TU abbia seguito quelle vicende, del tutto trascurabili.


facepalm
Chiedo venia. Evidentemente oggi al lavoro ero più che distratta. Vale anche x l'MP.

_________________
"Primo di tutti fu il Caos" Esiodo (Theog. 116)

Jesus promised the end of all wicked people
Odin promised the end of all Ice Giants
I don't see many Ice Giants around ....
avatar
elima


Messaggi : 1316
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il destino di Ateismo e Libertà

Messaggio Da qwerty il Lun Gen 11 2016, 22:35

Scusa, non capisco.... Gli amministratori hanno le "chiavi" del forum e in quanto fondatori decidono loro il taglio da dare allo stesso, gli altri leggono e accettano le condizioni richieste per partecipare. I moderatori insieme agli amministratori gestiscono il forum. Cosa di tutto questo non sarebbe democratico?

Cavoli! Se non lo vedi tu. Poi Ssandor, io ho fatto solo delle domande, non capisco questa reazione. Se ho toccato un tasto che non dovevo me lo dite, democraticamente yessir

Non è importante, era solo una mia curiosità.

qwerty

Messaggi : 16
Data d'iscrizione : 08.07.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il destino di Ateismo e Libertà

Messaggio Da SergioAD il Lun Gen 11 2016, 23:49

Che curiosità quertin? In realtà democraticamente prendiamo alcune decisioni anche al ristorante - il senso è che un gruppo di amici ha deciso di passare un po' di tempo libero insieme. Vuol dire anche che eventualmente comanda la maggioranza sulle minoranze, se vuoi come farebbero le dittature della maggioranza. S'è fatto e noi stessi siamo stati espulsi da qualche sito da dove qualche volta vengono qui per giocare o scherzare e giù di li.

Del sito non importa nulla a nessuno altrimenti avremmo pianificato qualcosa - se sarà lo faremo.

Tu cosa fai nella vita? dove vivi? Credi che la vita abbia uno scopo? Qual è la tua fascia di età? Seguivi David Bowie? E Gary Moore?

SergioAD

Messaggi : 875
Data d'iscrizione : 06.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il destino di Ateismo e Libertà

Messaggio Da Sandor il Mar Gen 12 2016, 00:49

@qwerty. Naturalmente sei libero di fare tutte le domande che vuoi, sei il benvenuto. Il fatto è che non capivo dove tu volessi arrivare, visto che non ci hai ancora detto niente di te: sei ateo, credente, a metà strada, quali sono i tuoi interessi a parte il modellismo? Per questo mi interessava sapere se il tuo interesse nella democraticità di questo forum fosse accademico oppure no, visto che hai fatto molte domande in proposito.

Se un gruppo di persone decide di dar vita a un forum, mi sembra naturale che lo gestisca anche. Fondare e gestire un forum implica, tra le altre cose, l'essere responsabili di almeno una password che gli utenti normali non conoscono. Mettila così: un gruppo di amici decide di organizzare dei gruppi di discussione, come attività senza scopo di lucro. Trova una sala, paga l'affitto, gestisce la parte tecnica, è responsabile delle chiavi. Chiunque è libero di entrare quando gli pare, dire quello che gli pare entro i limiti della legalità e del rispetto reciproco, di uscire quando gli pare. Il tutto gratuitamente. I moderatori delle discussioni non sono imposti dall'alto, ma eletti da e tra gli utenti.

Mi sembra che uno scenario come quello appena descritto trovi una buona corrispondenza nei chiarimenti che hai ricevuto da Diva. In particolare:

Diva ha scritto:Come vedi l'idea era quella di mantenere questo posto il piu' democratico possibile proprio in virtu' dei valori su cui e' stato fondato...

La gestione amministrativa del forum non sarà democratica in senso stretto, ma è collegiale: in questo modo si evita che tutto il peso decisionale sia nelle mani di un singolo. Inoltre è attenta alle voci degli utenti, il che rende praticamente irrilevante e accademica la questione della democraticità in senso stretto, almeno nel contesto di un forum come questo.

Sandor

Messaggi : 92
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il destino di Ateismo e Libertà

Messaggio Da qwerty il Mar Gen 12 2016, 13:26

SergioAD ha scritto:Che curiosità quertin? In realtà democraticamente prendiamo alcune decisioni anche al ristorante - il senso è che un gruppo di amici ha deciso di passare un po' di tempo libero insieme. Vuol dire anche che eventualmente comanda la maggioranza sulle minoranze, se vuoi come farebbero le dittature della maggioranza. S'è fatto e noi stessi siamo stati espulsi da qualche sito da dove qualche volta vengono qui per giocare o scherzare e giù di li.

Del sito non importa nulla a nessuno altrimenti avremmo pianificato qualcosa - se sarà lo faremo.

Tu cosa fai nella vita? dove vivi? Credi che la vita abbia uno scopo? Qual è la tua fascia di età? Seguivi David Bowie? E Gary Moore?

Sono riuscito ad usare il multiquote, SergioAD capisco poco di quello che mi dici e soprattutto non capisco il senso di alcune delle domande, alle prime però risponderò nella presentazione .

Ma da quali situi siete stati espulsi, e perché?

Sandor ha scritto:@qwerty. Naturalmente sei libero di fare tutte le domande che vuoi, sei il benvenuto. Il fatto è che non capivo dove tu volessi arrivare, visto che non ci hai ancora detto niente di te: sei ateo, credente, a metà strada, quali sono i tuoi interessi a parte il modellismo? Per questo mi interessava sapere se il tuo interesse nella democraticità di questo forum fosse accademico oppure no, visto che hai fatto molte domande in proposito.

Se un gruppo di persone decide di dar vita a un forum, mi sembra naturale che lo gestisca anche. Fondare e gestire un forum implica, tra le altre cose, l'essere responsabili di almeno una password che gli utenti normali non conoscono. Mettila così: un gruppo di amici decide di organizzare dei gruppi di discussione, come attività senza scopo di lucro. Trova una sala, paga l'affitto, gestisce la parte tecnica, è responsabile delle chiavi. Chiunque è libero di entrare quando gli pare, dire quello che gli pare entro i limiti della legalità e del rispetto reciproco, di uscire quando gli pare. Il tutto gratuitamente. I moderatori delle discussioni non sono imposti dall'alto, ma eletti da e tra gli utenti.

Mi sembra che uno scenario come quello appena descritto trovi una buona corrispondenza nei chiarimenti che hai ricevuto da Diva. In particolare:

Diva ha scritto:Come vedi l'idea era quella di mantenere questo posto il piu' democratico possibile proprio in virtu' dei valori su cui e' stato fondato...

La gestione amministrativa del forum non sarà democratica in senso stretto, ma è collegiale: in questo modo si evita che tutto il peso decisionale sia nelle mani di un singolo. Inoltre è attenta alle voci degli utenti, il che rende praticamente irrilevante e accademica la questione della democraticità in senso stretto, almeno nel contesto di un forum come questo.

Grazie, mi pare di aver capito: si tratta di un forum come molti altri. Il fatto è che sull'unico altro forum che frequento non si pone il problema, perché é un forum tecnico e non di discussione.
Adesso vado a rispondere in presentazione yessir

qwerty

Messaggi : 16
Data d'iscrizione : 08.07.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il destino di Ateismo e Libertà

Messaggio Da Sandor il Mer Nov 16 2016, 11:12

Ho pensato di riportare in superfice questo thread: vedo che negli ultimi mesi non sono stato l'unico assente. Nei prossimi giorni proverò a riavviare qualche discussione.

Ciao
Sandor

Sandor

Messaggi : 92
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il destino di Ateismo e Libertà

Messaggio Da Sandor il Dom Gen 29 2017, 22:23

Forse possiamo ripartire direttamente da questo thread, aperto e visibile a tutti, e utilizzarlo come una sorta di blocco per appunti, per fissare idee, possibili contenuti da proporre e sviluppare e, in generale, per discutere di tutto ciò che è finalizzato alla continuità di questo spazio.

Nel frattempo segnalo a chi fosse interessato il saggio di Isaac Asimov "Gli eserciti della notte", che ho deciso di inserire nella sezione "Scienza e Tecnologia":

http://ateismoeliberta.forumattivo.eu/t982-isaac-asimov-gli-eserciti-della-notte-1983

Sandor

Messaggi : 92
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il destino di Ateismo e Libertà

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum