Ateismo e libertà
Benvenuto sul forum "Ateismo e libertà"

Per partecipare alle discussioni effettua il login. Non sei ancora iscritto? Registrati per iniziare a partecipare!

Che ne pensate di Landini ?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Che ne pensate di Landini ?

Messaggio Da silvio il Mar Giu 09 2015, 23:26

"Fanno bene ad avere paura di quello che stiamo facendo, lo devono proprio avere il timore". Così Maurizio Landini nel suo intervento all'assemblea della Coesione sociale. "Erano tutti più contenti se si fosse usciti da qui con una forza politica, proprio perchè di questo non ne abbiamo parlato, aumenterà il fatto che non capiscono cosa sta succedendo", ha aggiunto.

"Il premier e anche segretario fa bene a preoccuparsi di cosa c'è fuori dal Pd ma mi permetto di suggerigli di preoccuparsi anche di quelli che stanno dentro il Pd". Così Maurizio Landini all'assemblea di Coesione sociale. Landini ha chiamo in causa il "comportamento delle persone" e la "corruzione ormai un sistema in questo paese". "C'è una degenerazione sociale e di comportamenti che comporta una crisi della democrazia di cui il governo dovrebbe preoccuparsi", ha aggiunto.

"Qui non si parla di sinistra e di destra. Questa cosa di cosa succede a sinistra del Pd è una menata di Renzi per descrivere il mondo come vorrebbe lui. Basta, non si può descrivere il mondo che non c'è come gli piace a lui. Noi non siamo a sinistra del Pd e non siamo a sinistra di nessuno". Così Mauruzio Landini a margine dell'assemblea della Coesione sociale. "Siamo persone che vogliono cambiare il paese, riaffermare dei diritti e che pensano che le cose che sta facendo il governo Renzi sono contro i lavoratori, contro i precari e a favore solo di una parte del Paese", ha aggiunto.

"Siamo di fronte ad un problema nuovo, sono messi in discussione radicalmente i diritti delle persone, gli spazi di democrazia". E' uno dei passaggi dell'intervento di Maurizio Landini all'assemblea della Coesione sociale. "Questo peso della finanza e questa evoluzione della politica che mette al centro impresa e finanza sta riducendo la vita delle persone ad una condizione non accettabile", ha sottolineato.
avatar
silvio


Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che ne pensate di Landini ?

Messaggio Da SergioAD il Mer Giu 10 2015, 10:18

Lì ho capito una cosa: il sindacato deve rappresentare le condizioni di chi lavora e non deve guardare in faccia nessuno


Questo è Landini.

Nei problemi sociali ci sono delle vittime. Tutte le vittime sono rappresentate da qualcuno nell'ambito della richiesta e offerta.

C'è anche un senso di giustizia, di libertà o equità e allora io penso bene di Landini e non perché indebolisce Renzi ma anche per quello.

Significa che nella politica c'è la costruzione e la gestione di potere, chi invece fa politica per aiutare i deboli può fare quelle dichiarazioni.

Il PD coinvolge il centro e la sinistra, raccoglie consensi per il potere ma, il suo centro doveva essere sinistra non collocabile altrove.

Per quello che ho scritto sopra sostanzialmente io sono con Landini, più che per essere iscritto alla CGIL e FIOM.

SergioAD

Messaggi : 875
Data d'iscrizione : 06.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che ne pensate di Landini ?

Messaggio Da silvio il Mer Giu 10 2015, 21:35

Oggi il problema dell'aiutare le fasce deboli è di grande importanza, ma noto anche l'allargarsi delle fascie deboli, mi chiedo se il sindacato sia in grado di comprendere questa nuova evenienza.
avatar
silvio


Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che ne pensate di Landini ?

Messaggio Da SergioAD il Gio Giu 11 2015, 05:29

Tutte le cose si evolvono ma non può accadere di aspettarsi dei paracaduti sociali dalle forse reazionarie, da quelli che mirano il proprio guadagno sulle debolezze, compresa quella della forza del lavoro.

Alcune organizzazioni sociali nascono per difendere qualcosa. Landini viene da una di quelle dei lavoratori e porta con se quella distinzione - se un sindacato deve diventare un partito politico perché la politica non si occupa della fascia dei deboli che si allarga sempre di più allora ci sono due segnali:

1. Il sistema sociale non ha avuto ritorni di investimento per le forze deboli, anzi queste sono aumentate -

avrebbero dovuto lavorare di più, guadagnare di meno e avere meno benefici? È colpa loro e/o di quelli di essi stessi che li hanno rappresentati durante la contrattazione?

se non è colpa loro;

2. Il sistema sociale deve cambiare -

- o accettando la riduzione della qualità della vita dei deboli al minimo per esempio, favorendo l'industria alimentare multinazionale (scadente ma utile per sopravvivere);

- o accettando la riduzione del ritorno degli investimenti, la qualità della vita dei non deboli ridotta al minimo per esempio, annullando l'evasione fiscale, i benefici d'appartenenza, gli enti fittizi ed il malcostume costruito ad hoc;

Ora devo dire che non sono un politico allora come per molti devo dare la mia fiducia a qualcuno che mi dovrà rappresentare.

Devo anche dire che i risultati di una scelta politica si vedono nel lungo termine - Craxi togliendo la Scala Mobile NON ha ottenuto quello che diceva però di fatto ha tolto un paracadute sociale che non si è mai ripristinato.

Dunque NON un partito o una coalizione politica ma l'ideale che c'è dietro e la messa in opera dei relativi piani.

SergioAD

Messaggi : 875
Data d'iscrizione : 06.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che ne pensate di Landini ?

Messaggio Da silvio il Gio Giu 11 2015, 22:04

Il problema del sindacato e del sistema economico che noi abbiamo è che le parti deboli non sono più solo i suoi rappresentati ma è l'intera società che è andata in crisi.
Il barile è stato raschiato fino al fondo almeno per quanto riguarda la parte migliore, i produttori, quindi non ci sono più risorse disponibili, ma questa realtà viene taciuta perchè se riconosciuta pubblicamente bisognerebbe prendere decisioni che nessuno ha il potere di prendere, ne il coraggio.
Il motivo è semplice la società costruita in decenni di concordia sociale di fondo tra destra e sinistra è diventata fonte di sostentamento di milioni di italiani, una cifra troppo grande per poter veramente razionalizzare e ridurre.
Il mostro costruito  nel passato, cioè la pubblica amministrazione non è un istituzione astratta, ma è fatta di esseri umani che non possono essere abbandonati e mandati a casa senza lavoro.
Landini potrebbe operare una svolta, cioè dire che il problema si è spostato e allargato a varie categorie, passando dalla lotta di classe, alla concordia di quei gruppi sociali che sia pur apparentemente contrapposti possono collaborare in nome del lavoro, salvare il lavoro.
Il ritorno dell'investimento presuppone l'investimento stesso, ma questo manca sia nel privato che nel pubblico, mancanza di liquidità, i soldi sono stati e vengono facocitati dal mostro, mostro umano che non può essere modificato.
avatar
silvio


Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che ne pensate di Landini ?

Messaggio Da SergioAD il Ven Giu 12 2015, 09:10

Dicevo che il sindacato si occupa e preoccupa dei suoi iscritti, nasce nell'ambito dei lavoratori e per il tipo di offerta si trova d'accordo con questioni di carattere generale, forse oltre la propria capacità ma dentro i propri interessi.

Chi è d'accordo con ciò che propone, che a mio avviso è coerente con gli ideali di equità, compassione e umanesimo diviene favorevole a questi progetti allargati.

Si tratta di non vedere gli imprenditori come avversari ma nemmeno accettare di essere l'anello debole in caso di dismissioni, fallimenti o operazioni intenzionali al margine della legalità - quello che è successo coi monopoli, sopra parlavo di industria dell'alimentazione non a caso. Ora è chiaro che ci sono obbiettivi comuni tra dirigenti e impiegati; impiegati e operai; e una fascia imprenditoriale e tutti questi.

Esiste uno stato di coscienza che è accresciuto anche solo guardando l'evoluzione rispetto ai fatti delle torri gemelle 911 che presenta una frattura con chi rappresenta poteri forti - un po' come la perdita della fede per diventare poi atei.

SergioAD

Messaggi : 875
Data d'iscrizione : 06.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che ne pensate di Landini ?

Messaggio Da silvio il Sab Giu 13 2015, 00:15

Si ma il caso di fallimento il sindacato non può fare nulla, essere coscienti di questo è un must di ogni persona sensata.
avatar
silvio


Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che ne pensate di Landini ?

Messaggio Da SergioAD il Sab Giu 13 2015, 00:57

Quando parlo di fallimento mi riferisco agli appalti presi per clientelismo, le pianificazioni aleatorie, l'uso improprio dei soldi pubblici - non parlo delle cause di forza maggiore Silvio se sono un umanista sarò anche cosciente dell'ideale libertario di equità e fraternità - ma qui pare che la percentuale del mal costume sia alta e se è così allora è il sistema che non va come dicevo è il modello sociale e noi siamo anche peggio rispetto agli europei del nord come Svezia, Danimarca, la stessa Germania e altre società anglosassoni come la Nuova Zelanda o perfino l'Australia.

C'è un legame in tutto quello che ho scritto in questo tema.

SergioAD

Messaggi : 875
Data d'iscrizione : 06.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che ne pensate di Landini ?

Messaggio Da silvio il Sab Giu 13 2015, 01:31

Il punto è che è giusto quello che dici, ma credo che sia il tempo di creare un alleanza tra chi vede impossibilitato il proprio lavoro e la sopravvivenza in Italia e ci si unisca operai e imprenditori per la rinascita di questo paese.
avatar
silvio


Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che ne pensate di Landini ?

Messaggio Da SergioAD il Sab Giu 13 2015, 10:54

C'è un problema.

Le cose andrebbero meglio se la società decidesse per stato di coscienza di essere equa, come intendo sopra; altrimenti

Decidesse democraticamente ma, con la politica che c'è non è possibile in quanto è pilotata dalla finanza, gli utili in borsa; altrimenti

Decidesse dopo l'ennesimo fallimento generale la ricerca di nuove opportunità di sfruttamento, come sta accadendo adesso;

Lo vedi che la politica è un fatto emozionale pilotato dai poteri, si colpevolizza gli ideali come se i problemi sono identificati e risolvibili subito. In questo modo la scelta del voto è isterica come se i problemi che per essere risolti necessitano degli anni votando per le opposizioni si risolvano l'indomani e così, chi va all'opposizione gioca quella carta e vince le elezioni sapendo di gestire potere.

Ieri mio figlio ha medicato una ferita suturata e ha messo i guanti, ha usato una siringa con ago per spruzzare una soluzione igienizzante, ha usato tante garze e io ho pensato che a me sarebbe costato meno di un decimo fare la stessa cosa. Non c'è la percezione dei costi in regime di obbligo di risparmio.

Questo è solo in esempio ma se la società degli italiani avesse uno stato di coscienza adatto sino ai minimi particolari allora la spesa pubblica diminuirebbe sensibilmente.

Credo che stia accadendo nella società anglosassone.

Sto seguendo questi http://www.collective-evolution.com/

e questo film ultimamente, che ho iniziato a vedere e no so quando lo vedrò tutto  - certo che ci sono delle esagerazione ed anche delle cazzate secondo me ma lo stato di coscienza è diverso.


SergioAD

Messaggi : 875
Data d'iscrizione : 06.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che ne pensate di Landini ?

Messaggio Da silvio il Sab Giu 13 2015, 15:08

Quoto tutto quello che dici !
avatar
silvio


Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Che ne pensate di Landini ?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum