Ateismo e libertà
Benvenuto sul forum "Ateismo e libertà"

Per partecipare alle discussioni effettua il login. Non sei ancora iscritto? Registrati per iniziare a partecipare!

Rivoluzione fiscale o fare i furbi col culo degli altri?

Pagina 4 di 13 Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 11, 12, 13  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Rivoluzione fiscale o fare i furbi col culo degli altri?

Messaggio Da Tommy the Cat il Mar Mar 10 2015, 15:09

Nessuno, non è mai accaduto.
E' ragione per discreditare l'idea? Secondo me no ed ho fatto pure l'esempio di come la laicità dello stato, oggi idea pressoché indiscussa, qualche centinaio di anni fa era una idea completamente nuova e mai tentata.

Comunque un consiglio è non focalizzarsi troppo sul minarchismo di per se, sono i principi libertari quelli principali a cui mi sto rifacendo. Secondo alcuni questi implicano necessariamente l'anarco-capitalismo, secondo altri il minarchismo ci rientra, secondo altri ancora il libertarismo di sinistra è la giusta conseguenza e così via.

Fin dall'inizio, da quando mi è stata chiesta un opinione sulle tasse, il mio discorso è stato sostanzialmente morale e non basato su avvenimenti storici(certi avvenimenti storici possono influenzare o meno l'assunzione di certi principi, ma non bastano per "dimostrarli").
avatar
Tommy the Cat


Messaggi : 1566
Data d'iscrizione : 30.12.13

http://ateismoeliberta.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rivoluzione fiscale o fare i furbi col culo degli altri?

Messaggio Da JoJo il Mar Mar 10 2015, 15:15

@delfi68, in breve:
se reputo che il costo del biglietto dell'autobus o del treno sia spropositato rispetto al livello del servizio offerto (troppi ritardi, treni regionali fatiscenti e poco frequenti ecc.) io NON prendo l'autobus o il treno ma uso un altro mezzo, magari più costoso o più scomodo, ma con un rapporto qualità/prezzo da me reputato migliore; non è che prendo lo stesso il treno (o l'autobus) ma senza pagare il biglietto! e poi, magari, mi lamento chiamo ladri farabutti e strozzini i controllori che mi danno la multa!
oppure se so che i palloni della 'nike' vengono cuciti dai bambini, prendo il pallone della 'marcascrausa', che magari costa di più o ha una qualità inferiore ma sicuramente non è fatto sfruttando i bambini; ciò che NON faccio è che rubare 'prendere senza pagare per protesta' il pallone della nike, che tanto loro sono disonesti e sfruttano i bambini!

se io reputo che il in italia le cose non funzionino, ho 3 possibilità:
1- continuo a stare in italia, pagando le tasse (perchè comunque usufruisco dei servizi che lo stato, nel bene e nel male, fornisce) e cerco di far cambiare con il mio voto alle urne;
se invece credo che le urne non siano la soluzione giusta (per mancanza di alternative) allora posso decidere che:
2- continuo a stare in italia, pagando le tasse (perchè comunque usufruisco dei servizi che lo stato, nel bene e nel male, fornisce) e intanto mi attivo, cercando di organizzare una rivolta per fare la rivoluzione;
infine, se penso che cercare di cambiare il mio paese sia una lotta contro i mulini a vento (perchè i miei concittadini si limitano a seguire il messia di turno pensando che per risolvere tutti i problemi basti uralre 'vaffa' su internet, mandare scimmiette ammaestrate (male) in parlamento che seguono quello che 3000 persone, via internet (in modo non controllato, tra l'altro), comandano loro di fare e dire sempre no a tutto, perchè i 'cattivi' la 'kasta' i 'ladri' sono sempre e solo gli altri) allora:
3- vado via dall'italia.

Io ho scelto la terza opzione, sacrificando tanto: so che vivrò senza mai sentirmi a casa, parlando una lingua che non padroneggerò mai come la mia, tra usi e costumi che spesso mi sembrano assurdi e senza senso ma che qui sono la normalità, ecc. In cambio spero di poter vivere in una società degna di tal nome, dove lo stato utilizza i soldi dei cittadini per migliorare la vita dei suoi cittadini in termini di servizi, pensioni, permessi parentali ecc ecc ecc... Di tutti i cittadini, ricchi e poveri, autoctoni e stranieri, bianchi e non bianchi, credenti e non cerdenti, dipendenti e lavoratori autonomi...

Altre opzioni intellettualmente oneste sinceramente non ne vedo, mi sembrano tutti modi per avere tutto senza mettersi in gioco in prima persona, senza metterci niente di proprio, e, come ho già detto, è una mentalità che in italia mi pare abbastanza diffusa ed è il motivo per cui credo che cercare di cambiare qualcosa sia solo una lotta tristemente 'donchisciottiana'
avatar
JoJo

Messaggi : 838
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rivoluzione fiscale o fare i furbi col culo degli altri?

Messaggio Da nemo il Mar Mar 10 2015, 15:44

@Tommy the Cat ha scritto:Che poi, anche per ammorbidire l'ambiente, io testo delle idee senza necessariamente fare dei patti di sangue o abbonamenti al giornale del libertarismo.
Uno può leggere e farsi un idea sua su vari argomenti filosofici ma per me finché non li testa parlandone e discutendone non può essere sicuro della validità di queste. E' molto facile crearsi una camera a risonanza e convincersi da soli che qualcosa è giusto, ma solo testando queste idee con altre si capisce quanto sono valide.

Vale anche per la filosofia una certa versione del falsificazionismo. Uno assume delle cose e vede dove portano.
Ecco, un creazionista che butta via l'evoluzione perché secondo lui non sta nel piano divino, non è esattamente una falsificazione dell'evoluzione, non so se rendo l'idea.
io dico quello che penso, non propagando/testo idee di società utopiche o reali, vedo le storture e dico come pensano vada raddrizzate
a me il miniarchismo sembra una cacata, perchè? Perchè è basato sul concetto che l'uomo è autosufficiente individualmente, che può sopravvivere senza l'aiuto di nessun'altro e che per questo non deve niente a nessuno, ma anzi tutto gli sia dovuto, se è in grado di prenderselo.
E' un tipo di filosofia che mi repelle. La mia esperienza di vita e quanto ho studiato mi hanno fatto capire che su questa filosofia si creano società basate sullo sfruttamento reciproco, per cui se devo scegliere un utopia, o meglio dei principi sui quali camminare e intravedere un sentiero giusto per me e per l'umanità, li cerco altrove, li cerco dove si educhi alla solidarietà e all'altruismo, come base per una società felice.
(Penso che un uomo felice in una società infelice, stia peggio di un uomo felice in una società felice)

nemo

Messaggi : 1866
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rivoluzione fiscale o fare i furbi col culo degli altri?

Messaggio Da Tommy the Cat il Mar Mar 10 2015, 15:59

E' assolutamente legittimo che non ti piacciano i principi del libertarismo, non c'è niente di male. Dopotutto i principi sono appunto il punto di partenza. Li si accetta o meno.
Diverso è screditare le conseguenze di questi principi senza fornire un argomento vero e proprio.

In ogni caso, ad ognuno il suo.
A me la tua idea di società mi sembra basata sulla violenza e sulla coercizione alle fondamenta mascherata da paradiso terrestre in facciata.
Una base per una società felice per me è basata su cose che fondamentalmente si insegnano all'asilo: non rubare, non far del male. Semplicemente li rendo effettivamente universali come principi, in quanto mi hanno insegnato che tutti gli esseri umani sono uguali, e non creo categorie privilegiate moralmente autorizzate a rubare e a rapire innocenti se questi non si allineano al volere della maggioranza, pur non avendo fatto nulla se non gustarsi pacificamente i frutti del proprio lavoro e si, anche la loro indipendenza se tanto la vogliono.
avatar
Tommy the Cat


Messaggi : 1566
Data d'iscrizione : 30.12.13

http://ateismoeliberta.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rivoluzione fiscale o fare i furbi col culo degli altri?

Messaggio Da primaverino il Mar Mar 10 2015, 16:40

@Tommy the Cat ha scritto:Nessuno, non è mai accaduto.
E' ragione per discreditare l'idea? Secondo me no ed ho fatto pure l'esempio di come la laicità dello stato, oggi idea pressoché indiscussa, qualche centinaio di anni fa era una idea completamente nuova e mai tentata.

Comunque un consiglio è non focalizzarsi troppo sul minarchismo di per se, sono i principi libertari quelli principali a cui mi sto rifacendo. Secondo alcuni questi implicano necessariamente l'anarco-capitalismo, secondo altri il minarchismo ci rientra, secondo altri ancora il libertarismo di sinistra è la giusta conseguenza e così via.

Fin dall'inizio, da quando mi è stata chiesta un opinione sulle tasse, il mio discorso è stato sostanzialmente morale e non basato su avvenimenti storici(certi avvenimenti storici possono influenzare o meno l'assunzione di certi principi, ma non bastano per "dimostrarli").

E chissà come mai, eh? (s.o.b. mode...)
Quello che intendevo chiederti è come si potrebbe (visto che tu stesso mi comunichi che trattasi di cosa inedita) gestire uno stato col sistema scolasticamente in esame.
Perché vedi che in ambito teorico qualsiasi utopia può funzionare ma poi è proprio contro l'effettiva organizzazione che si va a sbatterci il muso (perdona l'eccesso di tecnicismi a mia volta).
Relativamente al discorso morale, peraltro, non ci si può limitare ad un solo aspetto dell'organizzazione sociale (le tasse, nello specifico) senza considerare la complessità dell'organizzazione sociale nel suo insieme.
Altrimenti (senza polemica) si ritorna a quanto ha detto Elima a proposito della deducibilità fiscale di ogni spesa sostenuta in qualità di valido deterrente all'evasione fiscale: ottima e geniale idea (in teoria) che coll'attuale sistema impositivo italiota si tradurrebbe in una repentina morìa di qualsiasi attività commerciale o artigianale in "tempo zero".
Mi ricorda quella vecchia battutina... L'operazione è riuscita; il paziente è morto...
avatar
primaverino


Messaggi : 1626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rivoluzione fiscale o fare i furbi col culo degli altri?

Messaggio Da Tommy the Cat il Mar Mar 10 2015, 17:11

Mah guarda il tuo spirito generale non è sbagliato, anzi, tutt'altro. La pratica è ben diversa dalla teoria, ma questo vale per tutte le idee della filosofia politica alla fine, sinistre o destre che siano. E' per questo che si discute, nessuno ha il manuale di funzionamento della specie umana dopotutto.

La gestione sinceramente non mi sembra così inarrivabile. E' vero che il passaggio intermedio potrebbe non essere facile, visto che il protagonista principale in certi servizi importanti come la sanità e l'educazione, lo stato, passerebbe in seconda fila non avendo un vantaggio automatico sul privato dato dalla tassazione, però "a regime", non vedo sinceramente grossi problemi al libero mercato in queste faccende. Grossi privati entrano in competizione e cercano di fornire il miglior servizio al prezzo più accessibile.
Liberi cittadini decidono di mettersi d'accordo e formare un assicurazione sanitaria mutua in stile odierno tra di loro, ecc...

Con i mezzi che abbiamo al giorno d'oggi per trasferire beni e risorse in generale, non mi sembra così utopico.
Ma magari mi sbaglio, sinceramente non so.

A me sinceramente non sembra così lontana come idea. Quello che mi sembra lontano è che milioni, se non miliardi, di animali la cui socialità durante la loro evoluzione è sempre stata ristretta a piccoli gruppi separati in un ambiente in cui la sopravvivenza è la preoccupazione principale possano facilmente convivere in sincronia in una società che non è ancora post-scarsità e che pullula di idee e filosofie diverse.

Quello che secondo me è più "pauroso" in queste idee è la prospettiva di poter scoprire che, dopotutto, l'uomo non è così buono alla fin fine.
Se lo è, dovrebbe implementare diritti umani in stile DUDU in automatico no? Se veramente questi DUDU sono importanti, non credo ci sia bisogno della forza per implementarli no? Se si vuole garantire la sanità a tutti, che bisogno c'è della polizia? Dov'è che esattamente le tasse diventano strettamente necessarie per implementare un cuscino sociale? Non è che servono perché altrimenti la gente farebbe le cose diversamente? Non è che fondamentalmente si ritiene di sapere meglio degli altri come utilizzare le risorse degli altri?
avatar
Tommy the Cat


Messaggi : 1566
Data d'iscrizione : 30.12.13

http://ateismoeliberta.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rivoluzione fiscale o fare i furbi col culo degli altri?

Messaggio Da nemo il Mar Mar 10 2015, 18:37

@Tommy the Cat ha scritto:E' assolutamente legittimo che non ti piacciano i principi del libertarismo, non c'è niente di male. Dopotutto i principi sono appunto il punto di partenza. Li si accetta o meno.
Diverso è screditare le conseguenze di questi principi senza fornire un argomento vero e proprio.

In ogni caso, ad ognuno il suo.
A me la tua idea di società mi sembra basata sulla violenza e sulla coercizione alle fondamenta mascherata da paradiso terrestre in facciata.
Una base per una società felice per me è basata su cose che fondamentalmente si insegnano all'asilo: non rubare, non far del male. Semplicemente li rendo effettivamente universali come principi, in quanto mi hanno insegnato che tutti gli esseri umani sono uguali, e non creo categorie privilegiate moralmente autorizzate a rubare e a rapire innocenti se questi non si allineano al volere della maggioranza, pur non avendo fatto nulla se non gustarsi pacificamente i frutti del proprio lavoro e si, anche la loro indipendenza se tanto la vogliono.

dove sarebbe violenta una società fondata su libertà, uguaglianza e solidarietà?
quando ho parlato di categorie privilegiate autorizzate a rubare?
perchè mi metti in bocca cose che non ho detto?

p.s.: mi spieghi a che tipo di lavoro ti riferisci quando parli di innocenti che gustano i frutti del proprio lavoro?

nemo

Messaggi : 1866
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rivoluzione fiscale o fare i furbi col culo degli altri?

Messaggio Da nemo il Mar Mar 10 2015, 18:53

@Tommy the Cat ha scritto:
Quello che secondo me è più "pauroso" in queste idee è la prospettiva di poter scoprire che, dopotutto, l'uomo non è così buono alla fin fine.
Se lo è, dovrebbe implementare diritti umani in stile DUDU in automatico no? Se veramente questi DUDU sono importanti, non credo ci sia bisogno della forza per implementarli no? Se si vuole garantire la sanità a tutti, che bisogno c'è della polizia? Dov'è che esattamente le tasse diventano strettamente necessarie per implementare un cuscino sociale? Non è che servono perché altrimenti la gente farebbe le cose diversamente? Non è che fondamentalmente si ritiene di sapere meglio degli altri come utilizzare le risorse degli altri?
l'uomo non è buono, è un animale
la DUDU è il frutto del meglio che l'uomo abbia saputo ideare per contenere la parte cattiva di se.
le tasse servono per racimolare il necessario, dal punto di vista economico, per costruire e gestire quei servizi che possano garantire a tutti: sicurezza, trasporti, istruzione, sanità. Sono servizi che accrescono il benessere di una società. quando le società sono state lasciate a sè stesse, nelle mani dei privati, da questi servizi si è cercato di ricavare denaro per i singoli (Rockfeller direbbe "è solo il frutto del mio lavoro") e povertà e sfruttamento per la massa.
Io non voglio uno stato di polizia dove poveri contadini vengano depredati dei loro raccolti, ma uno stato che promulghi leggi che non permettano ai grossi conglomerati aziendali di arricchirsi in modo sproporzionato rispetto al resto (maggioranza assoluta) della popolazione.

nemo

Messaggi : 1866
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rivoluzione fiscale o fare i furbi col culo degli altri?

Messaggio Da Tommy the Cat il Mar Mar 10 2015, 20:31

dove sarebbe violenta una società fondata su libertà, uguaglianza e solidarietà?
quando ho parlato di categorie privilegiate autorizzate a rubare?
perchè mi metti in bocca cose che non ho detto?

p.s.: mi spieghi a che tipo di lavoro ti riferisci quando parli di innocenti che gustano i frutti del proprio lavoro?

Non ti metto in bocca cose che non hai detto, perché non le hai dette.
Lo sostengo io. Stavo mostrando come, partendo da un punto di vista diverso(quello che sto sostenendo in questo thread), così come tu percepisci le mie idee dannose, io percepisco le tue dannose.

La violenza, in questo contesto assiomatico, sta nel definire obbiettivi collettivi come libertà, uguaglianza e solidarietà e tralasciare l'individuo e i suoi diritti.
Cioè, se per raggiungere uguaglianza e solidarietà usi la forza su un individuo(es: tasse per servizi non richiesti o a cui non si vuole partecipare) e non la cooperazione volontaria, stai commettendo un atto di violenza.
Come ho detto, questo partendo dal mio punto di vista.

Una categoria privilegiata autorizzata a rubare si crea quando, per raggiungere i sopracitati obbiettivi collettivi, si legittima un piccolo gruppo di persone nel compiere atti del genere.
Se io sono un mafioso e mi prendo il pizzo con la forza perché "t'abbisogna protezione", vado in galera(giustamente).
Se un tizio in costume detto "esattore delle tasse" fa la stessa cosa, non va in galera perché viene legittimato dal resto delle persone, in quanto "è per il bene comune".

Qui sta la differenza tra un approccio collettivista e individualista.
Il grosso della differenza secondo me è che mentre il secondo può essere una base per il primo, se c'è la volontà, il primo entra in contraddizione con i principi del secondo, se si vogliono mischiare le cose i.e garantire la liberta ed il resto.

Un esempio di innocente che si gusta i frutti del proprio lavoro è un benzinaio calabrese a cui si presentano i carabinieri a casa perché non ha pagato una tassa su, che so, i mezzi pubblici, che lui non usa e non è interessato a finanziare.

Sono d'accordo sullo spirito per cui bisogna cercare di controllare la parte animale con dei principi.

Sul resto: che male c'è se uno si arricchisce in maniera sproporzionata finché lo fa moralmente?

Prendi Markus Persson ad esempio. Il tizio in pochi anni è diventato miliardario, e lo ha fatto in questo modo: ha creato un videogame, ha fatto un prezzo, la gente ha volontariamente scelto che il prezzo era buono ed ha comprato il suo gioco, ha fondato un azienda, si è arricchito ancora grazie al suo gioco, ha venduto a microsoft per 2.5 miliardi e adesso se la spassa da qualche parte.

Cosa c'è di immorale in questo e perché una persona come lui non dovrebbe esistere?
Porto questo esempio perché il tizio è rimasto lontano dal governo e sostanzialmente si è arricchito con un meccanismo di puro mercato libero, mentre gente come Rockfeller e altri ricconi spesso utilizzano il potere del governo tramite attività lobbystiche, e quindi sono già in territorio immorale per quanto mi riguarda.
avatar
Tommy the Cat


Messaggi : 1566
Data d'iscrizione : 30.12.13

http://ateismoeliberta.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rivoluzione fiscale o fare i furbi col culo degli altri?

Messaggio Da delfi68 il Mar Mar 10 2015, 20:54

io continuo a non capire..

siamo daccordo che le tasse vengono grandemente rubate, con distrazioni, finanziamenti a filmetti di quart'ordine, bucando la val di susa e altro..

bon.

siamo grosso modo daccordo che alla comparsa di un movimento balengo come il 5 stelle abbiamo visto una maggioranza allargata da destra a sinistra?
secondo me significa che la democrazia fin ora paventata è esplicitamente un falso.

ne consegue che è in atto una costante rapina ai danni del popolo.

è vero che con quel poco di tasse che non si fottono, un sistema pubblico esiste. C'è da rilevare che la scarsa funzionalità del sistema pubblico è sopportabile solo da chi si può permettere conguagli di servizio privato.

ora, siccome i poveracci, che evidentemente non conoscete e non siete, a causa dei disservizi CREPANO, quel furto di denaro e di disservizio non sono solo una rapina, sono anche una rapina col morto.

ne consegue che gli amministratori pubblici sono veri e propri criminali.

io, personalmente, a prescindere dalle morali che vorreste universali, faccio una scelta: non pago denaro affinchè gli amminitratori continuino ad elargire un servizio pubblico al limite della sopportazione senza farlo definitivamente crollare ed evitando cosi una rivolta. Quel poco che ci danno è sufficiente a dividerci e sopratutto a farci accontentare: senza contare i veri poveracci che invece crepano proprio per l'inerzia e il menefreghismo di chi può conguagliare con i servizi privati e  LASCIARCI le penne, comunque istruire i figli e farli andare a nuoto o a judo..

Se invece tutti smettessero di versare le tasse, poichè è palese che se ne rubano gran parte, il sistema crollerebbe subito! ..i papponi verrebbero linciati, il sistema pubblico ripristinato e la povera gente potrebbe vivere meglio.

Siccome il medioborghese se ne fotte di che servizio sanitario arriv al poveraccio, io me ne fotto se il medioborghese s'è rotto il cazzo di pagare tasse cosi alte. Finirete i soldi prima o poi no?

Tu accusi me (nemo) di egoismo, io accuso te di vivere in una bolla di benessere che ti distrae dalla disperazione causata dagli amministratori che continui a foraggiare.

Abbiamo punti di vista differenti.

Approposito del non stare in italia, JoJo, apri una porta aperta, negli ultimi dieci anni sono in italia a malapena da due..e me ne andrò a fine anno, di nuovo. Ho lasciato un paese di merda e lo ritrovo sempre tale e quale..troppi che stanno ancora bene per scendere con i forconi, quando anche la classe media e i piccoloborghesi avranno il coraggio di guardarsi attorno e comprendere che metà del popolo soffre  a causa delle truffe di stato, fordse..e dico forse, comprenderà che si può far cadere il sistema AFFAMANDOLO, e non continuando a nutrirlo.

probabilmente siamo di due mondi diversi io e alcuni di voi. Io sono davvero delle case popolari, io sono davvero cresciuto tra gli espedienti di famiglie che dovevano tirare a campare, ma per davvero porcoddio, io so davvero cosa significa essere poveri! ..non avere materialmente denaro, sopportare genitori consumati da 12 ore di lavoro che si scannano la sera, più d'un parente morto in corridoio (mia cugina al cardarelli è morta cosi, dopo aver partorito) ..io per affrancarmi dalla vera miseria e dalle umiliazioni che ti costringe a ingoiare questo stato bastardo ho imbracciato le armi, e con i soldi mi son dovuto e potuto pagare quello che mi serviva. Oggi lavoro molto, sono un fior di professionista e ancora mi PAGO TUTTO quello che mi serve, dai denti allo studio alle visite mediche private..

ora cpsa sento?..che dovrei pure io dare l'obolo ai criminali che ci governano con l'abilità del'equilibrista, che NON fanno incazzare anche la classe medio e piccoloborghese elargendo bricciole??

io sarei egoista? ..io rendo quel che ricevo, in ogni occasione.
Lo stato a me mi lascia solo, m'ha lasciato crescere da solo, in case occupate, decadenti e con la bombola del gas, le mie scuole erano e ancora sono quelle dove non impari un cazzo se non a fare a mazzate, il mio ospedale devi avere culo che non è intasato..ma sono a milano, i miei parenti di giù devono solo pregare la madonna..
Io non ho nessun debito morale con i criminali che m'hanno cresciuto criminale, questi sono affari tra diversamente banditi.
Voi siete brave persone, non sapete cosa sono i criminali se non dalle notizie di cronaca, pensate che esista una morale da rispettare con questa gente?..fatelo, cazzi vostri, come sono sempre stati cazzi miei.

Quando ci hanno sfrattato, quando abbiamo occupato le case, quando eravamo in 30 in classe, quando ho pagato 7200 euro per mia nonna agli "anni azzurri" voi, e tu nemo, dove cazzo eravate?? ..davate e date un pozzo di soldi a quei magnaccia e io dovrei fare altrettanto?

..no mi spiace, siamo di due razze differenti. Io e i criminali che vi governano siamo una cosa, voi un'altra..

L'unica cosa che ti può  rassenare è che quella miseria delle tue tasse che arriva fino alla gente, io personalmente non la uso. A me dal dentista della mutua non mi ci vedi..dal medico condotto nemmeno, e mia figlia alla scuola dell'obbligo ci va, è vero, ma pago in proporzione più di quello pagherei di tasse per le stesse spese scolastiche. Non so da te, ma qui da noi c'è l'autotassazione dei genitori..forse nelle belle città o nei quartieri migliori no?

..e comunque, a monte di tutto, se io sono un egoista tu sei un complice, non accetto morali. Io dal sistema che vuoi difendere "per principio" mi ci son sempre dovuto difendere..figurati se mi faccio estorcere o rapinare.

Mi sa che non ci siamo mai capiti fino in fondo io e molti di voi..io sono davvero di un'altra razza, non è un sceneggiatura. A questo mondo esistono gruppi omogenei di persone davvero diverse come razze a se stanti. Oggi dopo anni e anni alle volte somiglio a un piccolonorghese, c'ho due lire di merda, non sparo più alle guardie giurate e non mi insegue più la polizia, ma sono geneticamente diverso dai veri e autentici piccoloboghesi che sfiorano solo la merda di noialtri, che invece ci sanno nuotare..

no grazie, il sistema non è mio amico, non lo è mai stato e non lo è tutt'ora, soldi, a meno che sia impossibile evitarlo, non ne mollo, non è giusto. e non lo faccio per voi che questo sistema è accettabile..

Se uso i mezzi pubblici senza biglietto è perchè cosi vanno le cose..c'è chi si fa le ville e le megabarche amministrando l'azienda di trasporti, il problema non è il mio biglietto..io sono diversamente fuorilegge, perchè è vero come è vero che non pago il biglietto, ma è anche vero che la Silvia è morta in corsia, certe volte dal sistema prendo altre, purtroppo dò..ci siete voi piccoliborghesi tra me, il sistema  e la giustizia sociale..non mi fate ne pena e ne sentire in colpa, le cose sono cosi grazie a voi, non grazie  a me.


Ultima modifica di delfi68 il Mar Mar 10 2015, 21:13, modificato 1 volta

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rivoluzione fiscale o fare i furbi col culo degli altri?

Messaggio Da delfi68 il Mar Mar 10 2015, 20:56

..e mi pare che come su Uaar, le cose prendono quella piega per cui le diversità iniziano a emergere, e la bollicina d'acqua nell'olio sono io..è normale, in genere la gente della mia razza non scrive sui forum ideologici..in questo ambiente, quelli come me sono sempre fuoriluogo.

ma non sono qui quelli delle "diversità"? ..eccoti servito nemo e altri, questa è diversità vera. Questo è il motivo per cui le cose non vanno come vorresti tu o come vorrei io, questo è quello che si prova quando si scopre che siamo stati un po distratti dai particolari e dentro la nostra stessa comunità covano rancori differenti, aspettative o realtà diverse..
C'è gente che quando vede una macchina dei carabinieri gli vengono i brividi sulla schiena, ma davvero, non per dire..io vedo dei gangster autorizzati da una mafia potente. Delle persone armate che solo apparentemente salvano la vecchietta dal borseggiatore, sono le guardie dei criminali che quella vecchietta la abbandonano a se stessa dopo averle rapinato una vita di contributi..sono i cani che manganellano lavoratori che sono stati fottuti da imprenditori collusi con lo stato, protetti da leggi e da picchiatori in divisa. Sembra che i carabinieri difendono la banca dai rapinatori, vero, i rapinatori NON autorizzati però! ..perchè la stessa banca fotte voialtri e usa la forza pubblica per essere protetta. le leggi per fregarvi nei tribunali.. E' un gioco di luci e di prestigio, tu vedi agenti per la tua sicurezza, io vedo picchiatori, esattori, protettori prezzolati e appartenenti alla più grande famiglia mafiosa italiana..armati e ben organizzati.

C'è gente che se gli parli dello stato si mette a ridere, io nel mio mondo discorsi come quello che stiamo facendo qui nemmeno potrei lontanamente accennarli, penserebbero che sono impazzito..tu se venissi a dire cose come quelle che mi puoi dire qui, nel tuo mondo, verresti come minimo insultato..poco dopo, se l'occasione è propizia, derubato della macchina e dell'orologio. Cosa che non capita certamente a me, che tra la mia gente ci sto come acqua con l'acqua.

La morale sui doveri verso lo stato non la puoi fare ai pezzenti che davvero USANO i servizi dello stato.

Uno sceneggiato già visto.


Ultima modifica di delfi68 il Mar Mar 10 2015, 21:20, modificato 1 volta

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rivoluzione fiscale o fare i furbi col culo degli altri?

Messaggio Da delfi68 il Mar Mar 10 2015, 21:10

tommy ha scritto:mentre gente come Rockfeller e altri ricconi spesso utilizzano il potere del governo tramite attività lobbystiche, e quindi sono già in territorio immorale per quanto mi riguarda.
verde

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rivoluzione fiscale o fare i furbi col culo degli altri?

Messaggio Da silvio il Mar Mar 10 2015, 21:16

@delfi68 ha scritto:

@ silvio.

Quoto la tua osservazione sulla questione della sinistra..m'ero forse fatto prendere la mano da un mio sogno ricorrente..per me sinistra era (sob!) un amministrazione al servizio dei cittadini..come penso sia pure il sogno di destra, sebbene con altri punti di vista..ma vabbè siamo nell'utopia.

Quoto anche che è doveroso togliersi del proprio per la collettività, ma ci mancherebbe, è alla base della convivenza civile e della cooperazione..

Detto questo ci troviamo in una dittatura. Non abbiamo un solo dittatore e desposta ma abbiamo un coagulo di malfattori, una sorta di giuta golpista che si è insediata lentamente ma sempre più diffusamente in tutti gli ambiti del'amministrazione pubblica.

abbiamo un parlamento votato per simboli e non per nominativi, una volta, per lo meno, si sapeva quanto peso e quanti voti aveva preso un certo deputato, si votava questo o quello!..se facevi cazzate, al prossimo giro, spesse volte, saltavi.

Anche quello era un sistema partitico, ma questo aspetto della personalizzazione dell'azione politica era almeno più garante e responsabile della forma attuale (INCOSTITUZIONALE! cit. corte costituz.)

Abbiamo quindi un parlamento incostituzionale da anni! ..abbiamo assistito a rimpasti incredibili e a una maggioranza pressochè generale ch coinvolge tutto l'emiciclo (TRANNE, e ridi quanto ti pare in faccia a sto cazzo, il M5S, SOLO il M5S..per adesso, ripeto, poi vedremo)

Leggi fiscali che sono solo il frutto di una logica di conservazione di un sistema di TRUFFE. (solo la Madia s'è inculata 1,2 milioni di euro tramite la casa cinematografica del marito = sovvenzionato dallo stato x 1,2 milioni per una manciata di filmettini di merda, di cui nessuno sa nulla..)

E affaracci come quello della Madia è strapieno zeppo il sistema, arraffano tutto, ovunque e con una fantasia sfrenata..leggi appropriate, escamotagè e crimini veri e propri. (corruzione ecc.)

Quel coglione di Antonio Albanese ha fatto un film che praticamente è passato inosservato: tutto tutto niente niente.  ..ha disegnato con matita felliniana un perfetto quadretto della situazione..riuscendo perfino a far passare il suo film nelle sale di molte città. Un novello Bulgakov, che sotto la commedia e l'eccesso scenografico ha fatto la chiara presentazione dello stato dei fatti.


Il termine sinistra è molto ampio e include tante cose, lo abbiamo visto, a sinistra ci sono persone e movimenti che sono agli antipodi.
Questa sinistra di governo è il frutto di una serie di inciuci non democratici che hanno visto il passaggio di mano da Berlusconi a Renzi, sotto la direzione di Napolitano, chiaramente senza il voto od il parere degli Italiani.
Italiani però che pur di sopravvivere sono dispoti a tutto e davanti alla cartella di Equitalia si cacano sotto e non ci dormono la notte.
In effetti siamo difronte ad un dilemma serio, seguire la propria indole sostanzialmente onesta e pagare le tasse perchè in qualche modo vanno alla scuola, alla sanità, alle pensioni, oppure opporsi costi quel che costi e non collaborare con un sistema molto ambiguo che abbiamo.
Tu hai fatto una scelta precisa, forse anche dettata dalla tua anarchia della strada e credo che ne paghi anche le conseguenza, ma penso a me che ho sempre fatturato, denunciato, mai omesso, sono in ginocchio !
avatar
silvio


Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rivoluzione fiscale o fare i furbi col culo degli altri?

Messaggio Da delfi68 il Mar Mar 10 2015, 21:22

..è stata una mia illusione..non so nemmeno io come ho fatto a confondere la sinistra con un ideale che m'è affiorato nella mente tra una giornata e l'altra ai tempi delle superiori..

non esiste nessuna sinistra..lo so bene, era un modo di dire di cui non riesco ancora a liberarmi. Ma non ci credo assolutamente più.

credevo persino in gesù una volta..ora non più eppure bestemmio come un turco..


Ultima modifica di delfi68 il Mar Mar 10 2015, 21:24, modificato 1 volta

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rivoluzione fiscale o fare i furbi col culo degli altri?

Messaggio Da nemo il Mar Mar 10 2015, 21:24

@Tommy the Cat ha scritto:
dove sarebbe violenta una società fondata su libertà, uguaglianza e solidarietà?
quando ho parlato di categorie privilegiate autorizzate a rubare?
perchè mi metti in bocca cose che non ho detto?

p.s.: mi spieghi a che tipo di lavoro ti riferisci quando parli di innocenti che gustano i frutti del proprio lavoro?

Non ti metto in bocca cose che non hai detto, perché non le hai dette.
Lo sostengo io. Stavo mostrando come, partendo da un punto di vista diverso(quello che sto sostenendo in questo thread), così come tu percepisci le mie idee dannose, io percepisco le tue dannose.

La violenza, in questo contesto assiomatico, sta nel definire obbiettivi collettivi come libertà, uguaglianza e solidarietà e tralasciare l'individuo e i suoi diritti.
Cioè, se per raggiungere uguaglianza e solidarietà usi la forza su un individuo(es: tasse per servizi non richiesti o a cui non si vuole partecipare) e non la cooperazione volontaria, stai commettendo un atto di violenza.
Come ho detto, questo partendo dal mio punto di vista.

Punto di vista che ti fa prendere un abbaglio, spiegami come puoi esercitare una violenza rispettando tutte e tre quei principi.
Basta seguire il primo (libertà) ed ecco che non c'è possibilità di essere violenti (invaderesti la libertà altrui, venendo meno a quel principio)


Una categoria privilegiata autorizzata a rubare si crea quando, per raggiungere i sopracitati obbiettivi collettivi, si legittima un piccolo gruppo di persone nel compiere atti del genere.
Se io sono un mafioso e mi prendo il pizzo con la forza perché "t'abbisogna protezione", vado in galera(giustamente).
Se un tizio in costume detto "esattore delle tasse" fa la stessa cosa, non va in galera perché viene legittimato dal resto delle persone, in quanto "è per il bene comune".
ok, ma ribaltiamo la frittata, mi spieghi perchè un grosso imprenditore che usufruisce del lavoro altrui (operai) e quindi la sua ricchezza non se la guadagna con il sudore della sua fronte, ma con quella di una grossa fetta della collettività, non dovrebbe poi contribuire alla collettività? A me sembro che quello che sta venendo meno al "contratto sociale" sia l'imprenditore, che si appropria della forza lavora e del tempo di molti individui e in cambio non restituisce nulla (lo stipendio è il corrispettivo da dare al singolo, ma alla collettività cosa arriva? Perchè quei singoli operai lasciano a casa figli, parenti, ecc... e anche loro hanno dei bisogni, o preferisci che i bambini e gli anziani vadano a lavorare anche loro?)
la società, la collettività è fatta da una fitta rete di interelazioni, dove è difficile definire quanto di quel lavoro è frutto di tizio o di caio, ognuno contribuisce e ognuno dovrebbe avere in cambio. Se un operaio si spacca una gamba e non può più lavorare, cosa si fa? lo si lascia morire di fame? Le donne che sono gravide? le si lascia a casa senza stipendio? e gli anziani? anche loro a morire lentamente di inedia?


Qui sta la differenza tra un approccio collettivista e individualista.
Il grosso della differenza secondo me è che mentre il secondo può essere una base per il primo, se c'è la volontà, il primo entra in contraddizione con i principi del secondo, se si vogliono mischiare le cose i.e garantire la liberta ed il resto.

Un esempio di innocente che si gusta i frutti del proprio lavoro è un benzinaio calabrese a cui si presentano i carabinieri a casa perché non ha pagato una tassa su, che so, i mezzi pubblici, che lui non usa e non è interessato a finanziare.
quindi tu proponi di lasciar decidere al benzinaio cosa finanziare e cosa no, tipo un questionario. Ovviamente per usufruire dei vari servizi ognuno dovrebbe girare con una targhetta per poter decidere (nel caso il soggetto sia incosciente o impossibilitato a dirlo) di quali servizi potrà usufruire. Il benzinaio non ha pagato la sanità, si ustiona una mano se la cura con impacchi di acqua fredda. Il benzinaio non ha pagato per la cura delle strade non gli viene permesso di passare sulle strade, solo per i campi... ma ciò in una società libertaria è impossibile, perchè non si può obbligarlo a non usufruire delle strade, così il benzinaio non paga le strade, ma le usa lo stesso, ben presto tutti faranno così, non le paga più nessuno e le strade diventeranno carrettiere, per cui le auto non serviranno più e il benzinaio perderà il suo lavoro non avendo più clienti., ecc...

Sul resto: che male c'è se uno si arricchisce in maniera sproporzionata finché lo fa moralmente?
Qua mi devi fare un esempio di persona che si arricchisce MORALMENTE in maniera sproporzionata, per moralmente intendo (spero anche tu lo faccia) non sfruttare altri individui)

Prendi Markus Persson ad esempio. Il tizio in pochi anni è diventato miliardario, e lo ha fatto in questo modo: ha creato un videogame, ha fatto un prezzo, la gente ha volontariamente scelto che il prezzo era buono ed ha comprato il suo gioco, ha fondato un azienda, si è arricchito ancora grazie al suo gioco, ha venduto a microsoft per 2.5 miliardi e adesso se la spassa da qualche parte.

Cosa c'è di immorale in questo e perché una persona come lui non dovrebbe esistere?
direttamente Persson sembra non aver fatto nulla di male, peccato per il piccolo particolare che 2.5 miliardi della sua ricchezza provengano da microsoft, che in quanto a moralità (come ogni corporation purtroppo) non se la passa benissimo, sai il piccolo particolare di usare manodopera in paesi poveri, norme lavorative e sindacali precarie e tutta quella roba là... be' non è proprio il massimo della moralità, sai quegli operai non credo proprio che si sentano appertenenti ad una società miniarchista o miniarcaica o come cazzo si dice sorriso si sentono magari un pochettino schiavi... e chissà che non lo siano davvero. Quindi indirettamente, usufruendo del capitale e del sistema messo su da una corporation immorale (microsoft) è complice e non si può definirlo imprenditore moralmente integerrimo.

Porto questo esempio perché il tizio è rimasto lontano dal governo e sostanzialmente si è arricchito con un meccanismo di puro mercato libero, mentre gente come Rockfeller e altri ricconi spesso utilizzano il potere del governo tramite attività lobbystiche, e quindi sono già in territorio immorale per quanto mi riguarda
ma il mercato libero è un utopia come l'anarchia, mio caro! lo sanno tutti! Non è mai esistito! Suvvia caro, non diciamo sciocchezze, su su... wink

nemo

Messaggi : 1866
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rivoluzione fiscale o fare i furbi col culo degli altri?

Messaggio Da delfi68 il Mar Mar 10 2015, 21:28

@nemo ha scritto:perchè un grosso imprenditore che usufruisce del lavoro altrui (operai) e quindi la sua ricchezza non se la guadagna con il sudore della sua fronte, ma con quella di una grossa fetta della collettività, non dovrebbe poi contribuire alla collettività?

ma di che evasori stiamo parlando??? ..tu metti sullo stesso piano i reduci della vita di trincea con i compartecipi del sistema!

Quello NON contribuisce perchè è il sistema che glielo permette!

A dubai, uno che evade lo mettono in carcere e lo FRUSTANO! ..però a dubai un amministratore che ruba le tasse lo mettono a morte eh!

Qui invece fa comodo agli imprenditori evasori e agli amministratori che ci sia un sistema farraginoso ed eludibile..

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rivoluzione fiscale o fare i furbi col culo degli altri?

Messaggio Da nemo il Mar Mar 10 2015, 21:57

@delfi68 ha scritto:
Se invece tutti smettessero di versare le tasse, poichè è palese che se ne rubano gran parte, il sistema crollerebbe subito! ..i papponi verrebbero linciati, il sistema pubblico ripristinato e la povera gente potrebbe vivere meglio.
.
quanta fantasia!!! in che film l'hai visto?


Siccome il medioborghese se ne fotte di che servizio sanitario arriv al poveraccio, io me ne fotto se il medioborghese s'è rotto il cazzo di pagare tasse cosi alte. Finirete i soldi prima o poi no?

Tu accusi me (nemo) di egoismo, io accuso te di vivere in una bolla di benessere che ti distrae dalla disperazione causata dagli amministratori che continui a foraggiare.
dovresti smettere di drogarti (che fra l'altro foraggi la mafia, quei farabutti lì ti stanno bene vero?) perchè dici delle cose che non stanno da nessuna parte.
il servizio sanitario nazionale (lo sai che ci lavoro, no?) viene erogato a tutti, sia al medio borghese che al poveraccio, allo stesso identico modo. Non chiediamo la dichiarazione delle tasse all'entrata in ospedale, quindi stai dicendo delle stronzate.
io vivo in una bolla di benessere? Io con il mio stipendio di 1500 euro? Ma che cazzo dici? Io che mi faccio 11 ore di notte in piedi? Ma che cazzo dici? Io foraggio gli amministratori, ma foraggio anche il mio stipendio e quello dei forestali, dei pompieri, dei professori di scuola, i pensionati, gli assistenti sociali, gli orfanotrofi, la protezione civile, ecc... che non mi sembra campino con i lasciti volontari tuoi o di altri come te.
I 500 euro mensili che mi ritirano direttamente alla fonte dalla mia busta paga vanno 100 a quelle categorie sopre e 400 ai magnaccia, bisognerebbe lottare per far sì che le cose si invertano e io penso che la lotta non si faccia creando il caos sociale, di cui si avvantaggiano sempre i magnaccia, ma creando una cultura di partecipazione volontaria alla collettività e all'altruismo sociale.


Approposito del non stare in italia, JoJo, apri una porta aperta, negli ultimi dieci anni sono in italia a malapena da due..e me ne andrò a fine anno, di nuovo. Ho lasciato un paese di merda e lo ritrovo sempre tale e quale..troppi che stanno ancora bene per scendere con i forconi, quando anche la classe media e i piccoloborghesi avranno il coraggio di guardarsi attorno e comprendere che metà del popolo soffre  a causa delle truffe di stato, fordse..e dico forse, comprenderà che si può far cadere il sistema AFFAMANDOLO, e non continuando a nutrirlo.
qua siamo al delirio puro
in quale nazione e in quale epoca storica è avvenuta una cosa simile, dimmelo!!!!



probabilmente siamo di due mondi diversi io e alcuni di voi. Io sono davvero delle case popolari, io sono davvero cresciuto tra gli espedienti di famiglie che dovevano tirare a campare, ma per davvero porcoddio, io so davvero cosa significa essere poveri! ..non avere materialmente denaro, sopportare genitori consumati da 12 ore di lavoro che si scannano la sera, più d'un parente morto in corridoio (mia cugina al cardarelli è morta cosi, dopo aver partorito) ..io per affrancarmi dalla vera miseria e dalle umiliazioni che ti costringe a ingoiare questo stato bastardo ho imbracciato le armi, e con i soldi mi son dovuto e potuto pagare quello che mi serviva. Oggi lavoro molto, sono un fior di professionista e ancora mi PAGO TUTTO quello che mi serve, dai denti allo studio alle visite mediche private..

ora cpsa sento?..che dovrei pure io dare l'obolo ai criminali che ci governano con l'abilità del'equilibrista, che NON fanno incazzare anche la classe medio e piccoloborghese elargendo bricciole??

io sarei egoista? ..io rendo quel che ricevo, in ogni occasione.
Lo stato a me mi lascia solo, m'ha lasciato crescere da solo, in case occupate, decadenti e con la bombola del gas, le mie scuole erano e ancora sono quelle dove non impari un cazzo se non a fare a mazzate, il mio ospedale devi avere culo che non è intasato..ma sono a milano, i miei parenti di giù devono solo pregare la madonna..
Io non ho nessun debito morale con i criminali che m'hanno cresciuto criminale, questi sono affari tra diversamente banditi.
Voi siete brave persone, non sapete cosa sono i criminali se non dalle notizie di cronaca, pensate che esista una morale da rispettare con questa gente?..fatelo, cazzi vostri, come sono sempre stati cazzi miei.
ok finita qua con l'epica dell'avventuriero? non pensare di avere l'esclusiva della povertà in italia. Io sono nipote di contadini e figlio di un operaio, puro e semplice proletariato. Ogni cosa che ho l'ho guadagnata da solo lavorando, così come mio padre e i miei nonni. Nessuno di noi ha mai posseduto una casa, sempre in affitto. Quindi smettila con sta storia che te sei povero doc e chi non la pensa come te è un piccolo borghese. L'unica differenza è che te hai fatto il criminale, ragioni da criminale e imposti le relazioni sociali come se fossero tutti scontri fra criminali. Io invece penso che prima che criminali, pe persone sono persone. Poi qualcuno di loro è criminale e va trattato per tale. La tua scuola di sopravvivenza ha fatto di te un lupo, una belva feroce e quindi per te l'egoismo è normale. Ma una società basata su gente come te sarebbe solo un inferno e infatti auspichi il caos e il lavacro di sangue palingenetico.



Quando ci hanno sfrattato, quando abbiamo occupato le case, quando eravamo in 30 in classe, quando ho pagato 7200 euro per mia nonna agli "anni azzurri" voi, e tu nemo, dove cazzo eravate?? ..davate e date un pozzo di soldi a quei magnaccia e io dovrei fare altrettanto?

..no mi spiace, siamo di due razze differenti. Io e i criminali che vi governano siamo una cosa, voi un'altra..
dov'ero? dov'eri tu quando ero io in classe in 30? o quando mio nonno lo badavamo a casa noialtri? te dov'eri?
mio padre dava quel 1/100 che andava anche al professore scarso che insegnava a quei 29 che erano in classe con te e a quell'altro professore che insegnava a noi 30 e il tuo 1/100 dov'era?

Certo che siamo differenti! Tu sei uno squalo, un lupo. Io sono una scimmia.


L'unica cosa che ti può  rassenare è che quella miseria delle tue tasse che arriva fino alla gente, io personalmente non la uso. A me dal dentista della mutua non mi ci vedi..dal medico condotto nemmeno, e mia figlia alla scuola dell'obbligo ci va, è vero, ma pago in proporzione più di quello pagherei di tasse per le stesse spese scolastiche. Non so da te, ma qui da noi c'è l'autotassazione dei genitori..forse nelle belle città o nei quartieri migliori no?
la scuola dell'obbligo è finanziata anche dalle mie tasse. Se vai in pronto soccorso quello scalza cane che ti sutura il taglio l'ho pagato anche io. L'acqua che ti arriva in casa marrone e quella che ci cucini al ristorante piena di colibatteri passa dentro tubi alla cui manutenzione contribuisco io, la metropolitana che prendi senza pagare il biglietto idem come sopra, le strade che consumi con la tua auto, idem, l'autobus, idem... ecc... ecc... Che poi a me non frega questo, mica ti rimprovero di fregare le tasse a me, ti rimprovero di avere una mentalità egoista, di essere uno sciacallo e non un animale sociale, ma se lo sei cazzi tuoi! Ora lo so, bona l'è... ti ho conosciuto meglio, finora mi ero sbagliato.


Mi sa che non ci siamo mai capiti fino in fondo io e molti di voi..io sono davvero di un'altra razza, non è un sceneggiatura. A questo mondo esistono gruppi omogenei di persone davvero diverse come razze a se stanti. Oggi dopo anni e anni alle volte somiglio a un piccolonorghese, c'ho due lire di merda, non sparo più alle guardie giurate e non mi insegue più la polizia, ma sono geneticamente diverso dai veri e autentici piccoloboghesi che sfiorano solo la merda di noialtri, che invece ci sanno nuotare..

no grazie, il sistema non è mio amico, non lo è mai stato e non lo è tutt'ora, soldi, a meno che sia impossibile evitarlo, non ne mollo, non è giusto. e non lo faccio per voi che questo sistema è accettabile..

Se uso i mezzi pubblici senza biglietto è perchè cosi vanno le cose..c'è chi si fa le ville e le megabarche amministrando l'azienda di trasporti, il problema non è il mio biglietto..io sono diversamente fuorilegge, perchè è vero come è vero che non pago il biglietto, ma è anche vero che la Silvia è morta in corsia, certe volte dal sistema prendo altre, purtroppo dò..ci siete voi piccoliborghesi tra me, il sistema  e la giustizia sociale..non mi fate ne pena e ne sentire in colpa, le cose sono cosi grazie a voi, non grazie  a me
ecco appunto, sei uno stronzo esattamente come gli amministratori e i politici, sei della stessa pasta criminale, solo che te sei nato sfigato e lo sei rimasto.
Ora lo so. Non t'invidio e mi spiace che di persone come te ce ne siano fin troppe, siete voi la rovina del mondo.

nemo

Messaggi : 1866
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rivoluzione fiscale o fare i furbi col culo degli altri?

Messaggio Da nemo il Mar Mar 10 2015, 21:59

@delfi68 ha scritto:..e mi pare che come su Uaar, le cose prendono quella piega per cui le diversità iniziano a emergere, e la bollicina d'acqua nell'olio sono io..è normale, in genere la gente della mia razza non scrive sui forum ideologici..in questo ambiente, quelli come me sono sempre fuoriluogo.

ma non sono qui quelli delle "diversità"? ..eccoti servito nemo e altri, questa è diversità vera. Questo è il motivo per cui le cose non vanno come vorresti tu o come vorrei io, questo è quello che si prova quando si scopre che siamo stati un po distratti dai particolari e dentro la nostra stessa comunità covano rancori differenti, aspettative o realtà diverse..
C'è gente che quando vede una macchina dei carabinieri gli vengono i brividi sulla schiena, ma davvero, non per dire..io vedo dei gangster autorizzati da una mafia potente. Delle persone armate che solo apparentemente salvano la vecchietta dal borseggiatore, sono le guardie dei criminali che quella vecchietta la abbandonano a se stessa dopo averle rapinato una vita di contributi..sono i cani che manganellano lavoratori che sono stati fottuti da imprenditori collusi con lo stato, protetti da leggi e da picchiatori in divisa. Sembra che i carabinieri difendono la banca dai rapinatori, vero, i rapinatori NON autorizzati però! ..perchè la stessa banca fotte voialtri e usa la forza pubblica per essere protetta. le leggi per fregarvi nei tribunali.. E' un gioco di luci e di prestigio, tu vedi agenti per la tua sicurezza, io vedo picchiatori, esattori, protettori prezzolati e appartenenti alla più grande famiglia mafiosa italiana..armati e ben organizzati.

C'è gente che se gli parli dello stato si mette a ridere, io nel mio mondo discorsi come quello che stiamo facendo qui nemmeno potrei lontanamente accennarli, penserebbero che sono impazzito..tu se venissi a dire cose come quelle che mi puoi dire qui, nel tuo mondo, verresti come minimo insultato..poco dopo, se l'occasione è propizia, derubato della macchina e dell'orologio. Cosa che non capita certamente a me, che tra la mia gente ci sto come acqua con l'acqua.

La morale sui doveri verso lo stato non la puoi fare ai pezzenti che davvero USANO i servizi dello stato.

Uno sceneggiato già visto.

giuro che 'sto delirio non l'ho capito... cos'è una minaccia?

nemo

Messaggi : 1866
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rivoluzione fiscale o fare i furbi col culo degli altri?

Messaggio Da nemo il Mar Mar 10 2015, 22:01

@delfi68 ha scritto:..è stata una mia illusione..non so nemmeno io come ho fatto a confondere la sinistra con un ideale che m'è affiorato nella mente tra una giornata e l'altra ai tempi delle superiori..

non esiste nessuna sinistra..lo so bene, era un modo di dire di cui non riesco ancora a liberarmi. Ma non ci credo assolutamente più.

credevo persino in gesù una volta..ora non più eppure bestemmio come un turco..
ah ecco spiegato...alla fine voi (ex)credenti siete solo all'apparenza atei e non credenti... ma finite sempre col credere a qualche cazzata


Ultima modifica di nemo il Mar Mar 10 2015, 22:04, modificato 1 volta

nemo

Messaggi : 1866
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rivoluzione fiscale o fare i furbi col culo degli altri?

Messaggio Da nemo il Mar Mar 10 2015, 22:04

@silvio ha scritto:
Tu hai fatto una scelta precisa, forse anche dettata dalla tua anarchia della strada e credo che ne paghi anche le conseguenza, ma penso a me che ho sempre fatturato, denunciato, mai omesso, sono in ginocchio !
non nobilitiamo le cose, quale anarchia!?
è semplice delinquenza, come ci tiene a farci sapere delfi stesso.
lui è un essere superiore perchè è stato in galera, perchè ha fatto il criminale, perchè ha ammazzato persone e lo farebbe anche con noi se non fossimo in un forum ma in una stanza...

nemo

Messaggi : 1866
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rivoluzione fiscale o fare i furbi col culo degli altri?

Messaggio Da delfi68 il Mar Mar 10 2015, 22:39

è inutile che ti incazzi..per me sei un povero coglione che cerca solo di far infilare nel sacco anche altri, cosi da sentirsi meno scemo..tutto li.

visto che usiamo tranquillamente gli epiteti, e chiedo che non intervengano mod visto che siamo daccordo, ti dico solo che siamo in tanti a fotterci il cazzo con i tuoi soldi, anzi con la tua codardia! le due lire che pervengono possono pure tenersele..

tu hai paura di perdere il sistema, te ne fotti che il sistema sia comodo solo per quelli con il culo coperto come te, e quindi ti sta bene se il sistema ti si incula a sangue.

sei un piccoloborghese con il posto assicurato, al coperto in una regione a bassa crisi sociale e credi che tutto sia come li da te..invece in giro il tuo sistema di merda che a te piace tanto, tanto da andare in giro a fare l'esattore delle tasse mendicando sensi di colpa e anatemi moralizzatori, è un sistema di merda che fa crepare la gente!!
deve crollare il sistema!..il tuo bel sistema va bene solo per le mezzemaniche che giocano a fare i comunisti con le sciarpette da anarchico, ma poi sei schiavo e complice del sistema.
Io non pago per farmi estorcere da un sistema che va bene solo per chi può accedere anche al servizio privato, ovvero i microborghesi del tuo stampo con l'eskimo e che però prima leccano le scarpe dei ladri di regime perchè state benino rispetto ai veri poveracci..

cazzi tuoi nemo, paga e stai zitto almeno, non rompere i coglioni perchè ti brucia il culo e vorresti che bruciasse anche a me..io me ne infischio di te, del tuo ospedale di merda, dei tuoi sbirri e dei tuoi principi regalati ai porci del governo.

io ho i miei di principi, principi che pseudoproletari di sinistra come te non avrebbero mai il coraggio di sostenere. Tu hai il principio di pagare i miei carnefici solo perchè tu ti affranchi dal lato più infame del sistema, mavaffanculo..ti piace stare al calduccio e fottertene della povera gente che avrebbe davvero bisogno dei tuo 1000 euro di tasse? ..ecco, allora paga.

Te ne infischi se ti rapinano 900 euro su 1000?..sai perchè?..erchè sei un cagasotto del cazzo! ..hai più coraggio a guardare in basso ed esortare a pagare piuttosto che guardare in alto e sfidarli per davvero..

ma vai a fare la morale a quattro vecchiette in corsia..prima di parlare sui marciapiedi devi saperci vivere..


Ultima modifica di delfi68 il Mar Mar 10 2015, 23:04, modificato 2 volte

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rivoluzione fiscale o fare i furbi col culo degli altri?

Messaggio Da delfi68 il Mar Mar 10 2015, 22:46

Se vai in pronto soccorso quello scalza cane che ti sutura il taglio l'ho pagato anche io. L'acqua che ti arriva in casa marrone e quella che ci cucini al ristorante piena di colibatteri passa dentro tubi alla cui manutenzione contribuisco io, la metropolitana che prendi senza pagare il biglietto idem come sopra, le strade che consumi con la tua auto, idem, l'autobus, idem... ecc... ecc... Che poi a me non frega questo, mica ti rimprovero di fregare le tasse a me, ti rimprovero di avere una mentalità egoista, di essere uno sciacallo e non un animale sociale, ma se lo sei cazzi tuoi! Ora lo so, bona l'è... ti ho conosciuto meglio, finora mi ero sbagliato.

bravo ti eri sbagliato.

e non ti ringrazio se c'ho lo scalzacani in pronto soccorso, se l'acqua è marrone, se i servizi pubblici per la povera gente fanno cagare. Non è un merito contribuire con 100 euro alla comunità e 900 ai politici che con i tuoi servizi pubblici ci accoppano la gente..

te lo ripeto, il mio non è egoismo, è che so stare contro il sistema bastardo, non c'ho la caghetta di perdermi la tredicesima e la gita con la punto a sanmarino..tu invece che sai solo parlare ma non fare, resti zitto e schiavo a cagare metà del tuo salario a degli strozzini, in cambio del posto sicuro (??) delle tue piccole sicurezze di merda..

e io sarei l'egoista? ..ma io mica vengo a rinfacciarti di pagare 1000 a gente che se ne tiene 900. sono cazzi tuoi..contento tu..peccato che sei complice del sistema dei farabutti del governo..ma vabbè, non si può chiedere a un infermiere di mettersi a fare le guerre di principio allo stato..ti viene meglio fare il moralizzatore di sto cazzo e andar in giro a dire alla gente di abbassare la testa e pagare gli estorsori, cosi a te nessuno tocca il posticino al sole..


Ultima modifica di delfi68 il Mar Mar 10 2015, 22:52, modificato 1 volta

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rivoluzione fiscale o fare i furbi col culo degli altri?

Messaggio Da delfi68 il Mar Mar 10 2015, 22:50

ecco appunto, sei uno stronzo esattamente come gli amministratori e i politici, sei della stessa pasta criminale, solo che te sei nato sfigato e lo sei rimasto.

se lo dici tu..

io mi sono girato il mondo, tre continenti e decine di nazioni, non ho mai un orario di inizio o fine turno da molti anni.. posso sputare in faccia a chi mi pare, cambiarmi e andare via da qualunque posto di lavoro.., guadagno dalle 3 alle 6 volte il tuo stipendio, non ho padroni che mi dicono quale culo pulire, cambio tre posti di lavoro l'anno e se mi gira il cazzo me ne sto a casa..non mi serve ne un sindacato ne il tuo stato fantoccio per stare al sicuro..anzi..

ma sopratutto faccio a meno dei servizi pubblici per tua informazione e se ne uso con cautela qualcosina, lo faccio con immensa soddisfazione pensando che uno come te, caghetta molle me lo paga per tenersi buono il suo posticino..ma comunque non ti gasare tanto, il tuo sistema pubblico è una merda..non ti vantare tanto, ti fai solo fotetre i soldi, non rinfacciare quel granchè di servizio pubblico..

sfigato io? ..se lo dici tu, infilacateteri.


Ultima modifica di delfi68 il Mar Mar 10 2015, 23:01, modificato 2 volte

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rivoluzione fiscale o fare i furbi col culo degli altri?

Messaggio Da delfi68 il Mar Mar 10 2015, 22:56

giuro che 'sto delirio non l'ho capito... cos'è una minaccia?

fatti vedere da un medico bravo domattina..
E PIGLIAT O CAZZ PA BANC E L'ACQUA.. risata

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rivoluzione fiscale o fare i furbi col culo degli altri?

Messaggio Da nemo il Mar Mar 10 2015, 23:03

@delfi68 ha scritto:è inutile che ti incazzi..per me sei un povero coglione che cerca solo di far infilare nel sacco anche altri, cosi da sentirsi meno scemo..tutto li.

visto che usiamo tranquillamente gli epiteti, e chiedo che non intervengano mod visto che siamo daccordo, ti dico solo che siamo in tanti a fotterci il cazzo con i tuoi soldi, ma meglio con la tua codardia!

tu hai paura di perdere il sistema, te ne fotti che il sistema sia comodo solo per quelli con il culo coperto come te, e quindi ti sta bene se il sistema ti si incula a sangue.
grazie per gli epiteti, incazzato non lo sono affatto, deluso sì, quello sì, sapevo fossi un criminale, ma che avessi una morale, invece sei identico alle merde che ci comandano, stessa amoralità... come un criminale qualunque.

io il sistema lo vorrei perdere anche domani, non certo però a favore del tuo sistema, cioè una specie di mafiolandia dove vince quello che spara meglio, quella ti dirò, non è il mio ideale di società anzi mi fa anche un po' schifo.


sei un piccoloborghese con il posto assicurato, al coperto in una regione a bassa crisi sociale e credi che tutto sia come li da te..invece in giro il tuo sistema di merda che a te piace tanto, tanto da andare in giro a fare l'esattore delle tasse mendicando sensi di colpa e anatemi moralizzatori, è un sistema di merda che fa crepare la gente!!
se io sono un piccolo borghese, te con il tuo stipendio al netto delle tasse sei un borghese fatto e finito! Tanto per mettere in chiaro le cose!
Poi come ti capita spesso NON HAI CAPITO UN CAZZO!!!!  A me non frega un cazzo se tu paghi le tasse o meno, a me dispiace che una persona che pensavo vicina al mio modo di pensare, in realtà è agli antipodi. A me del sistema non frega un cazzo, spero che crolli fra 5 minuti, se proprio lo vuoi sapere! Non ho figli, non ho nulla, non sono attaccato a nulla se non agli affetti che mi sono creato nella mia vita, e della loro vita m importa. Io non ho mai posseduto nulla, quello che ho avuto l'ho spendo per vivere e avere un tetto, ho messo in conto anche di fare il barbone. Mi spiace solo per le persone a cui tengo, a quelle vorrei badare finchè posso. Tutto qua. Per cui il sistema non mi interessa per nulla! E nemmeno delle tue tasse, di te mi interessa (relativamente a queste chiacchiere da forum) il fatto che ti credevo uno dalla parte della gente, che avesse i principi giusti (cioè altruismo sociale), ma ora che ci penso chi cazzo me l'ha fatto pensare? Te ragioni da animale da branco, ovvio che la gente la vedi solo come potenziale vittima, non come appartenente ad una comunità. E' talmente fuori dalla tua portata mentale un simile ragionamento, che credi che io abbia come ideale il pagamento delle tasse, mentre per me pagare le tasse è solo un corollario, una conseguenza di un modus operandi ispirato ad un senso civico più alto. Ovvio che mi sta sul cazzo il governo, equitalia, la finanza, ecc... e lo sai bene se avessi letto quanto ho scritto in altre occasioni, ma siccome sei un tossico criminale, probabilmente il tuo cervello è in pappa e non capisci e non ricordi un cazzo e scrivi menate come queste qua su questo thread solo per insultarmi per partito preso, se ti diverti così, accomodati...
Ormai ho capito il soggetto.

deve crollare il sistema!..il tuo bel sistema va bene solo per le mezzemaniche che giocano a fare i comunisti con le sciarpette da anarchico, ma poi sei schiavo e complice del sistema.
Io non pago per farmi estorcere da un sistema che va bene solo per chi può accedere anche la privato, ovvero i microborghesi del tuo stampo con l'eskimo e che però prima leccano le scarpe dei ladri di regime perchè state benino rispetto ai veri poveracci..

cazzi tuoi nemo, paga e stai zitto almeno, non rompere i coglioni perchè ti brucia il culo e vorresti che bruciasse anche a me..io me ne infischio di te, del tuo ospedale di merda, dei tuoi sbirri e dei tuoi principi regalati ai porci del governo.

io ho i miei di principi, principi che pseudoproletari di sinistra come te non avrebbero mai il coraggio di sostenere. Tu hai il principio di pagare i miei carnefici solo perchè tu ti affranchi dal lato più infame del sistema, mavaffanculo..ti piace stare al calduccio e fottertene della povera gente che avrebbe davvero bisogno dei tuo 1000 euro di tasse? ..ecco, allora paga.

Te ne infischi se ti rapinano 900 euro su 1000?..sai perchè?..erchè sei un cagasotto del cazzo! ..hai più coraggio a guardare in basso ed esortare a pagare piuttosto che guardare in alto e sfidarli per davvero..

ma vai a fare la morale a quattro vecchiette in corsia..prima di parlare sui marciapiedi devi saperci vivere..
ça_va
tutte ripetizioni del solito argomento... sfogati pure... se ti fa star bene. Delle tue cazzate non me ne frega un cazzo, wink


Ultima modifica di nemo il Mar Mar 10 2015, 23:10, modificato 1 volta

nemo

Messaggi : 1866
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rivoluzione fiscale o fare i furbi col culo degli altri?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 13 Precedente  1, 2, 3, 4, 5 ... 11, 12, 13  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum