Ateismo e libertà
Benvenuto sul forum "Ateismo e libertà"

Per partecipare alle discussioni effettua il login. Non sei ancora iscritto? Registrati per iniziare a partecipare!

L'angolo della lettura

Pagina 10 di 13 Precedente  1, 2, 3 ... 9, 10, 11, 12, 13  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: L'angolo della lettura

Messaggio Da Avalon il Gio Set 04 2014, 21:37

En ce l'ho.
E se ce l'avessi la terrei spenta per leggere mgreen


Infine iersera, esasperata dall'immane stupidezza della Nanà, l'ho accantonata e mi sono andata a prendere un libro che sette anni fa ha rischiato di cambiarmi la vita: Calore, di Bill Buford.
Un giornalista americano che partendo da un articolo da fare s'appassiona pazzamente alla cucina italiana. Delizioso da leggere, e allora mi fece pensare che ne avevo abbastanza di ufficio e volevo passare il resto della mia vita in cucina... feci il progetto di farmi un diploma da cuoca professionale alle serali, e poco prima di, mi ritrovai ammalata e amen. E però il libro è puro gusto, che delizia rileggerlo!

_________________
Adesso sono un pirata.
Un pirata è tenerezza che esplode fiera,
è giustizia incompresa, è amore sconsolato,
è lottare,
è solitudine condivisa,
è navigare senza mai porto, è perenne tormenta,
è possesso sempre insoddisfatto,
è senza riposo.

El Sup

Avalon


Messaggi : 2454
Data d'iscrizione : 30.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo della lettura

Messaggio Da Fux il Gio Set 04 2014, 22:17

Si sta benissimo senza televisione. sisi

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo della lettura

Messaggio Da Niques il Ven Set 05 2014, 15:04

@Avalon ha scritto:En ce l'ho.
E se ce l'avessi la terrei spenta per leggere mgreen


Infine iersera, esasperata dall'immane stupidezza della Nanà, l'ho accantonata e mi sono andata a prendere un libro che sette anni fa ha rischiato di cambiarmi la vita: Calore, di Bill Buford.
Un giornalista americano che partendo da un articolo da fare s'appassiona pazzamente alla cucina italiana. Delizioso da leggere, e allora mi fece pensare che ne avevo abbastanza di ufficio e volevo passare il resto della mia vita in cucina... feci il progetto di farmi un diploma da cuoca professionale alle serali, e poco prima di, mi ritrovai ammalata e amen. E però il libro è puro gusto, che delizia rileggerlo!

mh mh, guasi guasi... question

@Fux ha scritto:Si sta benissimo senza televisione. sisi
In effetti è brutto pure come soprammobile. sisi
Ma sai, cercando casa, sono capitata in un appa con un salottino che c'aveva tutta una parete bianca e poi un proiettorazzo in mezzo alle travi?! Quello forse sì, si può fare asd
(la stanza aveva anche tanti puttini dorati appesi al soffitto e fra gli angoli dei muri, un tavolo con sotto un leone di legno e un pendolo con la sabbia)

Niques

Messaggi : 1437
Data d'iscrizione : 19.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo della lettura

Messaggio Da Avalon il Ven Set 05 2014, 15:14

Osantapatata, i puttini risata
Han da esser boni fritti, direbbe il mio amico Mannaro, i puttini asd

Guarda, Calore dà un gran gusto. Anche neI strafalcioni da americano che tira con la cucina italiana... però, ecco, ti scalda proprio.

_________________
Adesso sono un pirata.
Un pirata è tenerezza che esplode fiera,
è giustizia incompresa, è amore sconsolato,
è lottare,
è solitudine condivisa,
è navigare senza mai porto, è perenne tormenta,
è possesso sempre insoddisfatto,
è senza riposo.

El Sup

Avalon


Messaggi : 2454
Data d'iscrizione : 30.12.13

Tornare in alto Andare in basso

se può interessare...

Messaggio Da alexjc il Lun Set 08 2014, 19:36

.... la mia recensione dell'ultimo dei Wu Ming: http://www.civiltalaica.it/cms/index.php/larmata-dei-sonnambuli.html

ça_va

alexjc

Messaggi : 118
Data d'iscrizione : 04.08.14

http://www.civiltalaica.it

Tornare in alto Andare in basso

pubblicità progresso...

Messaggio Da alexjc il Lun Set 08 2014, 19:40

Siamo un po' di amici con la passione di scrivere racconti brevi, abbiamo messo su questo sito: http://www.scrittorisopravvissuti.it/

Pareri, osservazioni, consigli, critiche.... tutto graditissimo! Insulti no, non ce li meritiamo! Embarassed

alexjc

Messaggi : 118
Data d'iscrizione : 04.08.14

http://www.civiltalaica.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo della lettura

Messaggio Da delfi68 il Lun Set 08 2014, 21:30

Sembra il dialogo tra berlioz e alexej, nell'inizio del romanzo di bulgakov, maestro e margjerita..bello! Sei tu l'autore?

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!

delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo della lettura

Messaggio Da SergioAD il Lun Set 08 2014, 22:20

Ciao Al,

Ho letto, sono saltato su quando ho letto "le leggi razionali e scientifiche come abbiamo fatto con il resto dell’universo"; il "Ménage à trois con Yuri a casa mia domani?" e probabilmente l'atmosfera che potrebbero creare cose così - non è una critica, erano le mie aspettative dopo che ho iniziato a leggere. Poi ah ah! Poi il fatto dei vampiri "pacifica" in effetti se gli dai una chiave di lettura (chiave non chiavata) suspensiforme.

È una raccolta di idee per scrivere più racconti, c'è del "knwo how" e la mia simpatia!

Che noi (anche io lo chiedo) si debba dire "Insulti no" è terribile!

Ma da qualche parte ci siamo mai scambiati qualche battuta noi due?

In AI, avevo aperto questo racconto che quoto sotto, poi mi hanno costretto a cucire le divagazioni, ho sentito troppo individualismo e difficoltà - i voli, i negozi, gli aeroporti di Panama, le città erano vere e vissute e non sono riuscito a dargli la dimensione giusta perché si potesse costruire o andare in un filo logico connesso tra tutti.

http://atei.forumitalian.com/t3853p10-scriviamo-un-racconto#118989

@SergioAD ha scritto:Ben aprì gli occhi ed era tutto gelato perché il suo sudore aveva bagnato le lenzuola. Lei era li vicino, Ben pensò che l'avrebbe svegliata per dirgli quanto l'amava, la guardò cambiare posizione poi si alzo ricordandosi del sogno che aveva fatto.

Faceva la pipì seduto sulla tazza del gabinetto, dalla finestra del bagno esposta ad est  poteva vedere l'alba, i raggi del sole qualche volta colpivano dal basso le nuvole illuminandole come un abat-jour. Si alzò senza fare rumore per non svegliarla.

Lupetta e Chef si erano conosciuti in una taverna a Brema, dopo essersi persi in quei vicoli dove si vedono finestre senza tende, gente sorridere e salutare. Qualcuno parlava della scultura di bronzo di Heini Holtenbeenche che somiglia a Charlot.

Ben l'aveva vista storcere la bocca davanti al pane di segale imburrato, cipolla fresca e aringa cruda per bersi una birra con qualcosa nello stomaco vuoto! Così la convinse ad assaggiare, in realtà Lupetta credeva di aver conosciuto Lo Chef tedesco!







Mentre preparava la colazione gli era parso di sentire dai vicini, "Ich habe ein Kondom", "Nein! ich keine mit kondom!" ma non era sicuro, senti dire invece, "Chef! dove sei?", "Che buon odore di caffè!". Tra poco dovevano partire per Amsterdam.

Chef doveva andare a San Juan de Puerto Rico, gli sembrava di vivere uno di quei romanzi di Emilio Salgari solo che questo non era un romanzo e di quel posto aveva ancora i ricordi di Diva sul corpo, ai tempi di "Las Caras Ocultas del Desarrollo".

Poi c'è stata della roba non mia non mi piace abusare... cucio.

@SergioAD ha scritto:Ding! Vlucht KLM KL0757 naar Panama City onmiddellijke boarding gate D02, flight KLM KL0757 to Panama City immediate boarding gate D02! “Ben! Ben! Amore svegliati stanno chiamando dobbiamo imbarcarci. Ma sei tutto sudato! Stai bene?”

Si erano seduti in un bar all'aeroporto di Amsterdam Schiphol in attesa della chiamata per il volo KLM KL0757 delle 11:50, destinazione Panama City, orario previsto 17:05. Da li sarebbero partiti alle 18:56 col volo KL3021 per la destinazione finale, San Juan.

Alle 23.15, circa mezzora dopo l'atterraggio Ben avrebbe visto Cos per i dettagli. Cos era uno di quelli che faceva le cose "per bene", andava in anticipo alle missioni critiche e preparava il campo in modo da minimizzare gli imprevisti ed i rischi.

Ben preferiva imbarcarsi con il necessario delle 48 ore direttamente in cabina per non perdere tempo al ritiro bagagli ed agli eventuali controlli doganali. Le valige le faceva  prendere dal personale dell'albergo il giorno dopo. Lupetta era nuova a queste cose.

Ben le aveva sorriso perché s'era fatta un paio di baffi col cappuccino. Erano consapevoli che non era cambiato nulla da quando si erano incontrati due anni prima, i viaggi in America Latina erano sempre andati bene e questa volta c'era Cos.

A Panama in sala transiti Ben avrebbe preso la carta telefonica con le ultime disposizioni, infatti da quel momento in poi non si sarebbe potuto tirare indietro. Sarebbe stata l'ultima missione. Poi si era addormentato ed aveva fatto quei sogni...

Ma ora dovevano correre all'uscita D02. Dal tappeto mobile aveva notato un cartellone pubblicitario su cui c'erano gli “ingredienti” per costruire una bomba fai date. Solo chi lo sapeva poteva accorgersi e la curiosità li avrebbe traditi.

Ben doveva vedere la lista dei passeggeri, aveva sognato che Lupetta era incinta e che era rimasta sola, questo gli metteva un po' d'apprensione. Guardò le carte d'imbarco del MD11 e riguardò i posti, erano soliti G ed F tra la fila 5 e 6.

Pensò che sarebbe stato meglio sedersi da un'altra parte, dopo l'ultimo controllo avrebbe scambiato i suoi biglietti world business con qualcuno della classe economica. Si sentiva uno stronzo per non aver detto nulla a Lupetta per due anni!

L'hanno uccisi! Ah ah! Non so se qui o dopo... io cucio.

@SergioAD ha scritto:"Ben! Ma il volo KL0757 non era quello nostro? O dio mi sento male! Dimmi cosa succede!".

La stessa notizia era stata ricevuta sull'autoradio della vettura presa in affitto da Ben. Stavano andando a Bruxelles e lei non capiva più il senso di questo viaggio di piacere nelle Antille Olandesi. Era la prima volta che Ben appariva schietto, intransigente ed estremamente serio.

Ben disse, "Ti fidi di me non è vero?" - non lo stava chiedendo ma era davvero una prova d'amore questa... "Prendere uscita Knooppunt Everdingen per entrare in A27/E311 verso direzione Gorinchem/Breda, Longitudine 5.09547, Latitudine 51.98112" ma Ben aveva accostato la macchina e guardava il loro futuro dentro quelli occhi bellissimi.

Lupetta rispose, "Certo ma perché me lo chiedi? Cosa mi vuoi dire? Che c'entri tu con quello che sta succedendo? Ti prego abbracciami!".

In questo modo non gli era mai riuscito di dirle nulla! Che poi con tutte le coperture che aveva almeno una gliela poteva dire! Quella della Guardia di Finanza non era possibile con tutti quei morti, che poi ancora non sapeva com'era andata d'avvero. Il lavoro sporco speso lo faceva un certo Alec, tanto amante degli animali quanto misantropo. Alec era stato legato ai Sovietici ma nemmeno loro amavano i suoi metodi perché riusciva a fare fuori perfino i vecchietti che annaffiavano il giardino.

Ma ora doveva solo mettere Lupetta al sicuro ed andare all'aeroporto della città di Panama a prendere la sua tessera al Duty free Riviera.

Quei contatti erano considerati sicuri perché le parole d'accesso erano fatte per essere usate una sola volta attraverso delle SIM card speciali in cui l'interessato, Ben in questo caso, registra la voce del contatto che risponde col proprio nome, il nome era "Francisco" ed Ben avrebbe composto un SMS col testo "al culo te lo seppellisco" - a questo punto sarebbe apparso per 20 secondi il messaggio del "Controllo" ed il cellulare sarebbe restato utile per una sola chiamata al Controllo.

Lupetta disse, "Io verrò con te ovunque tu andrai!" Chissà perché Ben avrebbe messo ben volentieri le mani sul collo di Alec! Gli ricordava il sogno in cui una ragazzina di nome Sabry gli appariva come alter ego annunciante dei casini che poi accadevano eppure in quel momento era una gradevole sensazione. Ingranò il cambio e disse a Lupetta, "Bene ti racconterò strada facendo, si fa a Bruxelles e poi...". Lui non era abituato a raccontare i suoi piani, non era la procedura.

Ora stava usando un nuovo passaporto, il suo piano era di prendere un volo della Brussels Air verso Madrid da dove doveva raggiungere Panama. Era l'ultima missione e non la conosceva ancora - non sapeva cosa dire a Lupetta e sopratutto non poteva assolutamente coinvolgerla...

@SergioAD ha scritto:Bravi! avete anche il mio verde. Io passo ah ah avevo preparato delle robe che non s'incastrano più.
afro

@SergioAD ha scritto:Sei stata l'ispiratrice e Ben diventa Chef per la carina relazione virtuale che avete messo in piedi.

Il riferimento a Salgari era per distinguere la storia dai luoghi, cose che sono reali - i voli, strade, negozi etc... esistono per d'avvero. Ah ah! ed anche gli intrighi e le trovate (più o meno stupide) sono anch'esse realizzabili.

L'idea era di tenere in vita un filo conduttore perché alla fine ogni personaggio ed ogni evento devono avere legami concreti (finché è possibile). Ora sto costruendo la scena della sim card al duty free riviera di panama che non le ha, ah ah ho una soluzione.

A dopo.

@SergioAD ha scritto:Questi erano i sogni che Ben faceva, “La perenne tentazione della vita è quella di confondere i sogni con la realtà” aveva detto Jim Morrison e Ben sapeva che era stato prescelto per la sua capacità di pianificare ed applicare soluzioni in tempo reale. Il tempo nei sogni è uguale allo spazio del mondo reale dov'è possibile tornare indietro per sistemare errori, saltare avanti ed ancora di più dove le cose devono ancora accadere.

Ben aveva sviluppato delle varianti al ciclo OODA di John Boyd. John Boyd era un pilota di aerei famoso per aver vinto col suo “Sabre” tutte le battaglie aeree “Dogfight” nella guerra di Corea e per questi successi aveva partecipato attivamente alla realizzazione del F16. Aveva fatto trasferire le operazioni meccaniche del cervello al controllo fisico del velivolo aumentando la maneggevolezza, dando vantaggi durante le manovre.

A questo concetto di strategia dell'informazione, Osservare, Orientare, Decidere ed Agire, Ben aveva mappato un sistema gerarchico tra l'osservazione e l'azione appropriata in cui l'assenza dell'emozione fosse la capacità emotiva più importane. Successivamente aveva fatto parte di un programma di apprendimento subliminale da cui attraverso il sonno si possono mescolare gli stati di coscienza con gli stati della consapevolezza.

Lupetta poteva anch'essa far parte del programma e se fosse così lo sarebbe stata non consapevolmente, il meccanismo pensante di Ben confortava questo. Lui con lei si era lasciato andare e la loro vita era immersa nella soddisfazione al punto che proprio questo lo rendeva grato verso il Controllo. Nel caso in cui fosse lei il completamento del suo modo di essere per il nuovo aspetto emozionale che aveva inondato la sua vita.

La coincidenza col volo KL0757 era quasi certamente dovuta allo lo stesso evento però senza alcuna connessione col Controllo e comunque certamente senza alcuna connessione con lui. Questo perché è garantita la totale indipendenza sulle scelte dei mezzi per raggiungere gli obbiettivi, rendendo ogni implicazione un fatto assolutamente casuale. Questo modo di procedere aveva reso il Controllo infallibile negli anni fino ad allora

In quel momento, mentre andavano verso Bruxelles, lui le teneva la mano che era fredda, le mani di lei erano spesso fredde. Se le faceva riscaldare da lui dicendo, “Chef! Sembra che c'avevi le mano nel forno!”. Lupetta usava le cadenze romanesche quando sentiva che sarebbero finiti a soddisfare il loro bisogno primario, quello di sopravvivere. Nel suo meccanismo pensante, infallibile, ora c'era emozione ed una luce nuova.

Dopo aver notato la pubblicità evocativa era riuscito a vedere la lista dei passeggeri, l'aveva trasferita in archivio per tentare di mitigare i rischi del volo KL0757, senza riuscirci. Tra qualche giorno dalle tracce elettroniche si sarebbe saputo di ogni relazione di correlazione connessa a quel volo, prenotazioni, manutenzione, catering, compresi Lupetta e lui. Perciò era uscito dalla sala d'imbarco ed era andato dolorante dritto in infermeria.

Si era inoculato i sintomi di una colica epatica poi aveva fatto vedere una foto di Lupetta ad un addetto e l'aveva fatta portare da lui, chiedendo espressamente di cercarla nella sala d'imbraco senza annunciare chiamate ai banchi. Poi aveva “bruciato” una chiamata al Controllo per restare fuori dall'aeroporto di Amsterdam Schipol ed infine con una nuova identità aveva preso un'auto a nolo facendosi aiutare dall'addetto.

“Ma perché non mi hai detto che avevi una colica epatica?”, chiese Lupetta. Ben disse che era successo nel bagno e gli inservienti l'avevano portato in infermeria da dove l'ha chiamata dopo che gli hanno dato l'antidolorifico “Baralgina”, infatti prima nessuno lo ascoltava se non per i sintomi  che aveva, forti dolori a livello della vescicola biliare e la spalla. Ora doveva ridare l'auto noleggiata ed eliminare il passaporto nuovo.

@SergioAD ha scritto:La Voce della Coscienza...

Ben sa, che lui ha una mente organizzata, che Lupetta gli da emozioni e che non è escluso che lei faccia parte del piano.

Non sa invece che lei potrebbe essere una unità superiore a lui ed in quel caso egli stesso sarebbe la parte inconsapevole.

Non c'è Consapevolezza...


@SergioAD ha scritto:Avevano lasciato l'automobile alla stazione ferroviaria di Anversa, Antwerpen-Centraal e preso il treno IC 4537 delle 15:46 direzione Charleroi-Sud, poi da Brussels-Noord il trenino IR 3515 delle 16:39 verso l'aeroporto. Situazione "normalizzata".

Lupetta e Ben erano scesi all'aeroporto alle 16.51 ed infine avevano preso il volo SN3731 delle 20:10 della Brussels Airlines per Madrid dove erano atterrati in orario alle 22:45. Dall'aeroporto uno shuttle li aveva portati al Hilton Madrid Airport hotel.

Avevano il necessario per le 48 ore, il bagaglio era stato spedito da Anversa direttamente a San Juan via corriere. Poi erano andati a cena al ristorante dell'albergo "Reserva Grill", si sentiva cantare un vecchio pezzo sempre verde.

La voce di Josè Luis Perales...

Cada vez que te beso me sabe a poco
cada vez que te tengo me vuelvo loco

encuentro una razon para seguir viviendo

cada vez es como descubrir el universo
Te quiero te quiero y eres el centro de mi corazon
Te quiero te quiero como la tierra al sol...

Lupetta disse, “Ao e mica ce lo sapevo che sai pure lo Castilione o come se dice!”. Ben pensò al ratto delle Sabine poi gli venne in mente la sorca! Ma non disse niente... le mani erano calde e labbra morbide, appassionate, infuocate ed irresistibili.

Il giorno dopo dovevano prendere il volo IB6345 delle 12:25 della Iberia che da Madrid li avrebbe portati a Ciudad de Panamá, arrivo previsto alle 17:15, non sarebbero usciti dall'aeroporto Tocumen Int. C'era del tempo per loro in quella camera.

Quella notte Ben sognò la realtà che lo attendeva perché da quello che era successo evidentemente sarebbe stata più difficile del previsto. Lui non aveva mai considerato le missioni in anticipo, ora però c'era Lupetta che l'aveva resa più difficile.

Te quiero te quiero Y eres el centro de mi corazon
Te quiero te quiero como la tierra al sol

§

Erano in volo sul Air Bus 340-600, seduti ai posti A e C della seconda fila. Il piano era prendere la sim card, leggere il messaggio, eseguire le eventuali prime istruzioni che non potevano durare più di 30 minuti ed imbarcarsi sul volo della United Airlines 7057 delle 18.56 direzione San Juan di porto Rico, atterraggio previsto alle 10:40. Li avrebbe incontrato Cos dopodichè sarebbe iniziata questa missione di cui non sapeva nulla e che già sembrava complessa con delle domande senza risposta.

Con Lupetta ogni tanto si divertivano a fare delle associazioni dialettiche in cui uno diceva una parola e l'altra doveva associarla concettualmente per sinonimi, contrari, sostituzione, aggiunta o sottrazione di una lettera oppure l'anagramma. Ben disse, “Volare”... continuarono così Volere; Valere; Valore; Due; 2K, 2K38; Regressione... Ben chiese, “Mi hai sentito parlare nel sonno?”, Lupetta rispose di no... Ben continuo a giocare, “Si”; Sa; Conoscenza; aridanghete! Ben non si fece distrarre.

Evitare questi millenium bug è molto importante per le banche perché il sincronismo degli orologi è fondamentale. Durante queste transizioni tecnologiche il tempo non è deterministico e si possono infilare i truffatori che approfittando dei grandi spostamenti di valuta penalizzando le transazioni più lente ai danni dei clienti “fidati”. La messa a punto viene svolta prima dell'evento ed i sistemi vengono provati finché non vanno a regime e ognuno naturalmente propone la propria soluzione a tutti.

Attualmente è in uso il protocollo della sincronizzazione del tempo NTP, Network Timing Protocol, che tiene conto delle latenze dovute ai ritardi delle linee di trasmissione (comunicazione) in modo che non ci siano privilegi a chi effettua l'operazione elettronica nella banca vicina rispetto ad un eventuale cliente che si trovi agli antipodi. Ben pensava che il perno del mondo è la finanza che lavora per noi e noi anche lavoriamo per lei – gli venne l'associazione e la disse, “Saprofiti”.

Lupetta, allargando le braccia e stingendo lo sguardo, disse... “S'approfitti!”.

@SergioAD ha scritto:Era stato dato l'annuncio di atterraggio all'aeroporto della città di Panama da lì a poco. Li avevano svegliati per la colazione con quei piccoli asciugamani che si erano passati sul viso e sul collo. Lupetta era seduta sul lato del finestrino, Ben intravedeva il sole del pomeriggio accarezzare e chiarire il banco di nuvole alte sulla città e sul velivolo stesso.

I colori dei raggi solari avevano tonalità arancioni sullo sfondo celeste chiaro del cielo che a sua volta era appena coperto da alcuni banchi di nuvole leggere. Tutto si muoveva mentre l'aereo  allineava sulla pista d'atterraggio 3R21/L. Sarebbero stati i primi ad uscire coi soli zainetti a sgranchirsi gambe passeggiando nell'aeroporto Internacional de Tocumen.

Sarebbero andati ai duty free e forse comprato un paio di famosi cappelli di Panama dopodiché Ben sarebbe passato al negozio Riviera e avrebbe parlato con “Francisco”. Il livello di attenzione era sulla difensiva ed aveva ben raccolte su di sé tutte le capacità decisionali, in un singolo punto focale come indicato dalle procedure però, Lupetta era un po' distante.

Circolare col cappello in testa negli aeroporti era un sistema per mettersi di più in evidenza ovvero nascondere il viso dalla visibilità dall'alto automaticamente aumentava la durata del sistema di tracciamento. Ben si accorse che neanche Lupetta si era messa in testa il Panama, lei se lo era fatto rosa rompendo con la tradizione del cappello di paglia.

Lupetta stava facendo le foto dalle vetrate e Ben si era avvicinato al signor Francisco, disse, “Francisco?” ma si sentii rispondere con un sorriso, “Marina!”. Ben stava per mettere in atto un'azione di disturbo intanto che si chiedeva come poteva “Francisco” sapere che lui era un ex Incursore della Marina, forse l'aveva visto a Spezia, quando viveva a Le Grazie.

“Marina!” disse ancora, rivolgendosi ad una signora che stava dall'altra parte del negozio, “El senor pregunta de ti!”. Marina Francisco pensò Ben. Marina aprì un tiretto vicino alla cassa, prese la simcard e sorridendo disse a Ben, “Stavo per prendere un'altra perché non ricordavo di averla lasciata qui dopo che me l'ha data il signore di ieri, ah! ora comprendo!"

“Grazie Signora! Non sarei mai riuscito a comprala... è che una volta entrati nelle sale d'imbarco ad uscire da li si rischia di perdere i voli e la sera poi molti negozi restano chiusi! Grazie ancora – senza di lei non so quanto tempo avrei perso per trovare i numeri dell'agenda telefonica!”. Gli diede 100 dollari, insistendo per il gesto cordiale che Marina gli aveva fatto e uscì.

Una volta aperto il messaggio il Capitano di Vascello Beniamino detto Chef avrebbe conosciuto i suoi ordini che sino a quel momento erano stati quasi amministrativi e questo che era il suo ultimo impegno col Controllo non poteva essere Operativo altrimenti Lupetta non sarebbe stata lì. Non aveva sentito Alec però aveva elaborato l'incidente - lui non c'entrava nulla.

... poi lasciai ma chi va continuasse magari con le connessioni.

SergioAD

Messaggi : 875
Data d'iscrizione : 06.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo della lettura

Messaggio Da alexjc il Lun Set 08 2014, 23:58

@delfi68 ha scritto:Sembra il dialogo tra berlioz e alexej, nell'inizio del romanzo di bulgakov, maestro e margjerita..bello! Sei tu l'autore?

se parli di quello in home page "scettico fino in fondo" si sono io! Però Bulgakov non l'ho mai letto giuro! asd

alexjc

Messaggi : 118
Data d'iscrizione : 04.08.14

http://www.civiltalaica.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo della lettura

Messaggio Da alexjc il Mar Set 09 2014, 00:03

@SergioAD ha scritto:Ciao Al,

Ho letto, sono saltato su quando ho letto "le leggi razionali e scientifiche come abbiamo fatto con il resto dell’universo"; il "Ménage à trois con Yuri a casa mia domani?" e probabilmente l'atmosfera che potrebbero creare cose così - non è una critica, erano le mie aspettative dopo che ho iniziato a leggere. Poi ah ah! Poi il fatto dei vampiri "pacifica" in effetti se gli dai una chiave di lettura (chiave non chiavata) suspensiforme.

È una raccolta di idee per scrivere più racconti, c'è del "knwo how" e la mia simpatia!

Che noi (anche io lo chiedo) si debba dire "Insulti no" è terribile!

Ma da qualche parte ci siamo mai scambiati qualche battuta noi due?


Guarda in AI sono stato pochissimo, sinceramente non mi ricordo con chi ho parlato (a parte Avalon e pochi altri).

Che vuoi dire con "sono saltato su"? non ti è piaciuta l'atmosfera del racconto iniziale poi è migliorata? dubbioso

alexjc

Messaggi : 118
Data d'iscrizione : 04.08.14

http://www.civiltalaica.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo della lettura

Messaggio Da SergioAD il Mar Set 09 2014, 00:51

Finché è non apparso il fatto dei vampiri mi sembrava esagerato che l’universo fosse conosciuto ed allo stesso tempo ci fosse sesso a tre con una "maiala". Quando poi hai citato i vampiri allora si perché sin dal primo film di vampiri che ho visto (1966), "Prince of Darkness" le vittime hanno sempre offerto il collo, li era Christopher Lee - i vampiri sono degli ipersessuali -

SergioAD

Messaggi : 875
Data d'iscrizione : 06.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo della lettura

Messaggio Da Fux il Sab Set 13 2014, 14:47

Perché tutti dovrebbero leggere Harry Potter (dal sito di Le Scienze). smile

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo della lettura

Messaggio Da Niques il Gio Set 18 2014, 20:47

@alexjc ha scritto:
@delfi68 ha scritto:Sembra il dialogo tra berlioz e alexej, nell'inizio del romanzo di bulgakov, maestro e margjerita..bello! Sei tu l'autore?

se parli di quello in home page "scettico fino in fondo" si sono io! Però Bulgakov non l'ho mai letto giuro! asd

Ma è te che pubblicano? Complimenti sorriso

Niques

Messaggi : 1437
Data d'iscrizione : 19.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo della lettura

Messaggio Da alexjc il Ven Set 19 2014, 07:49

@Niques ha scritto:

Ma è te che pubblicano? Complimenti sorriso

se tutto va bene si, il libro dovrebbe uscire per natale thx

alexjc

Messaggi : 118
Data d'iscrizione : 04.08.14

http://www.civiltalaica.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo della lettura

Messaggio Da Niques il Gio Set 25 2014, 19:56

Mi consiglia un libro sotto le 100 pagine?
Da leggere in un unica seduta mgreen
Tipo opere teatrali, racconti...

Niques

Messaggi : 1437
Data d'iscrizione : 19.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo della lettura

Messaggio Da Fux il Gio Set 25 2014, 20:40

La fattoria degli animali? Non so se sia sotto le 100 pagine, ma di sicuro è breve (e l'avrai anche già letto, ma si può sempre rileggere).

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo della lettura

Messaggio Da Niques il Gio Set 25 2014, 21:18

@Fux ha scritto:La fattoria degli animali? Non so se sia sotto le 100 pagine, ma di sicuro è breve (e l'avrai anche già letto, ma si può sempre rileggere).

C'ho pure visto il musical a teatro.
Esatto. Ho visto il musical.
(e ho rubato una pecora di legno della scenografia e ora la mia mamma la mette nel presepio, anche se è grande il doppio)

Niques

Messaggi : 1437
Data d'iscrizione : 19.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo della lettura

Messaggio Da Fux il Gio Set 25 2014, 21:31

Non si rubano le cose. dio

Comunque: Il visconte dimezzato?

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo della lettura

Messaggio Da Niques il Gio Set 25 2014, 21:43

Letto!

Niques

Messaggi : 1437
Data d'iscrizione : 19.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo della lettura

Messaggio Da Fux il Gio Set 25 2014, 21:50

Uff triste

Allora non so, se mi viene in mente altro te lo dico.

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo della lettura

Messaggio Da alberto il Ven Set 26 2014, 00:30

piccolo trattato sulle verità dell'esistenza, della vargas.
bartleby lo scrivano, melville
il procuratore della giudea di anatole france
in villa di maughan
bar sport di benni

alberto


Messaggi : 845
Data d'iscrizione : 31.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo della lettura

Messaggio Da Fux il Ven Set 26 2014, 11:11

Se ti piacciono i racconti di vampiri: http://it.wikipedia.org/wiki/Carmilla

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo della lettura

Messaggio Da alexjc il Sab Set 27 2014, 11:18

a proposito di medioevo....

http://www.scrittorisopravvissuti.it/index.php/i-fantasmi-di-albornoz.html


vediamo se scoprite quel che c'è di vero e di "falso" in questa mia ultima "fatica"! inchino

alexjc

Messaggi : 118
Data d'iscrizione : 04.08.14

http://www.civiltalaica.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo della lettura

Messaggio Da Fux il Sab Set 27 2014, 15:22

Di vero direi la parte storica. Di sicuro i fantasmi non esistono.mgreen

Complimenti comunque. ça_va

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo della lettura

Messaggio Da alexjc il Sab Set 27 2014, 15:26

@Fux ha scritto:Di vero direi la parte storica. Di sicuro i fantasmi non esistono.mgreen

Complimenti comunque. ça_va

grazie, però intendevo che anche nella parte storica non tutto è vero! asd

alexjc

Messaggi : 118
Data d'iscrizione : 04.08.14

http://www.civiltalaica.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'angolo della lettura

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato Oggi a 13:53


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 10 di 13 Precedente  1, 2, 3 ... 9, 10, 11, 12, 13  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum