Ateismo e libertà
Benvenuto sul forum "Ateismo e libertà"

Per partecipare alle discussioni effettua il login. Non sei ancora iscritto? Registrati per iniziare a partecipare!

strage in nome dio

Pagina 4 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: strage in nome dio

Messaggio Da JoJo il Mar Gen 13 2015, 09:47

@primaverino ha scritto:Non è un delirio inconcludente.
E' un ottimo spunto di riflessione per argomenti diversi, ancorché interdipendenti, che meritano tempo e modo per essere ulteriormente approfonditi.
Bel post fratello.
Verde mio. ça_va
bene, quello era lo scopo principale  sisi  (cioè, dare spunti di riflessione, non il verde  no! )

Quello che mi dà fastidio non è la presa di coscienza dell'ateo di turno relativamente alle assurdità religiose (latu sensu) comunque classificabili, bensì la supponenza derivante dall'accrocchio confusionario elevato a premessa ed incistato nel consesso civile/sociale in guisa di dogma "civile" in contrapposizione con quello religioso da estirpare "per il bene di tutti".
riguardo al grassettato... versione breve: eeeeeeeeeeeeeeeh?!?!?!? question
versione lunga: la mia comprensione si ferma a "la supponenza derivante da..."... cioè, di che accrocchio stiamo parlando? e davvero l'ateo di turno (alcuni? tutti? la maggior parte?) gli fa tutte quello cose (lo eleva, lo incista... nel consesso... in guisa?!?  affraid , lo contrappone)? dai prim, non fare il criptico! ricordati dio Mt 5,37  asd

Ammetto (non mi costa fatica, basta avere un minimo di infarinatura relativa alla Storia) che l'assolutismo religioso si sia proposto/imposto in modo assolutistico e senza possibilità di dissenso nel merito, ma la pretesa "libertaria" di stampo fascista seppur "alla rovescia" perorata da alcuni, mi perplime allo stesso modo.
va bè, su questo poco da aggiungere
mi piacerebbe solo che ci mettessimo d'accordo su quando una "pretesa liberitaria" diventa fascista: volere uno stato realmente laico è una pretesa di stampo fascista? secondo me no ma secondo alcuni altri sì (tu mi pare sia per il no, giusto?)
quali sono secondo te le pretese di stampo fascista? fai qualche esempio, magari riferendoti a cose che accadono in italia o in altri stati cosiddetti occidentali (lasciamo stare i regimi "atei", che mi pare siamo d'accordo sul fatto che quello è un'altra ideologia che non ha granchè a che fare con il non-credere di per sè, no?).. o anche cose dette qua su AL
giusto per capire se i paletti che abbiamo sono più o meno gli stessi yessir
avatar
JoJo

Messaggi : 838
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: strage in nome dio

Messaggio Da delfi68 il Mar Gen 13 2015, 11:34

il punto è di una semplicità oscena:

i laici vogliono che TUTTI possano liberamente esprimersi.

i religiosi, nella loro libertà di esprimersi includono il loro desiderio-dovere di limitare alcune libertà di altri.

se cerchi di porre i religiosi fuori dal contesto civile per questa loro inclinazione censoria, loro dicono che SEI TU UN CENSORE FASCISTA che vuoi impedire loro la libertà di impedire!!!

un assurdo classico della schizofrenia teologica e delle religioni..

loro devono essere liberi di dire che non si può abortire per via di una convinzione sull'invio dell'anima dentro gli ovuli da parte di dio, cercano di convincere la gente che li ascolta a votare in quel senso. OSSIA VIETARE un diritto laico che si basa su principi scientifici.

se li contesti di danno del fascista!! ..che vuoi bloccare la loro libertà di bloccare e censurare!

..roba da matti..quasi come credere in un dio onnipotente..

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: strage in nome dio

Messaggio Da JoJo il Mar Gen 13 2015, 11:41

@delfi68 ha scritto:il punto è di una semplicità oscena:

i laici vogliono che TUTTI possano liberamente esprimersi.

i religiosi, nella loro libertà di esprimersi includono il loro desiderio-dovere di limitare alcune libertà di altri.

se cerchi di porre i religiosi fuori dal contesto civile per questa loro inclinazione censoria, loro dicono che SEI TU UN CENSORE FASCISTA che vuoi impedire loro la libertà di impedire!!!

un assurdo classico della schizofrenia teologica e delle religioni..

loro devono essere liberi di dire che non si può abortire per via di una convinzione sull'invio dell'anima dentro gli ovuli da parte di dio, cercano di convincere la gente che li ascolta a votare in quel senso. OSSIA VIETARE un diritto laico che si basa su principi scientifici.

se li contesti di danno del fascista!! ..che vuoi bloccare la loro libertà di bloccare e censurare!

..roba da matti..quasi come credere in un dio onnipotente..
@delfi68, tutto vero, se parliamo di 'credenti' come categoria sociale/politica all'interno di uno stato.
io però stavo parlando con primaverino di primaverino, persona credente, non categoria wink

spesso il problema è proprio quello che ci si dimentica che dentro le categorie (i cristiani, gli atei, i musulmani, i clandestini...) ci sono le persone...
la statistica non vuol dire niente per il caso singolo sorriso
avatar
JoJo

Messaggi : 838
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: strage in nome dio

Messaggio Da primaverino il Mar Gen 13 2015, 15:49

@delfi68 ha scritto:1) cmq, primaverino, cosi come i religiosi hanno diritto di sacralizzare le loro fantasia, permetterai anche ad altri di dissacrarle con lo stesso volume?

2) ai credenti può dar fastidio la bestemmia, all'ateo può girar un coglione se le chiese insistono a pervadere le società con le loro pretese. Dai crocifissi, alle ore di religione, alle intromissioni del prelato di turno su questioni di etica medica eccetera eccetera..

3) per me è una bestemmia quando si ringrazia dio di uno scampato pericolo ad esempio..

4) per me è un'aggressione infarcire le scuole elementari con cenni religiosi inframmischiati alle lezioni di storia..

5) io devo lottare per difendere mia figlia dai tentativi di persuasione che arrivano da ogni lato in questa comunità..se permetti, non è perchè siete convinti dell'esistenza di dio che dovete continuamente far accettare come normale i tentativi di indottrinamento in ogni occasione e su ogni canale..

come vedi sono due fronti opposti..

6) i credenti vogliono sacralizzare, gli atei per resistenza tendono a dissacrare..

7) sarebbe bene che ognuno, per lo meno, facesse ciò che gli pare..senza che voi credenti vi sentiate offesi per lesa maestà divina..

1) Certamente: ma sinché si rimane sul piano meramente teorico-filosofico il dileggio di un credo purchessia è solo un attacco al quale si può reagire facendo spallucce (come me) oppure a mano armata. (tralasciando le possibili vie di mezzo, per semplice ragion di sintesi).
Possibile che tu non lo comprenda?
Io non vengo a casa tua a chiederti perché tua figlia non prega o non è credente o a romperti i coglioni sul tuo modus operandi, talché nel mentre che tu mi sbeffeggi solo a causa del mio orientamento filosofico ho a mia volta il diritto di pensare che sei solo un povero pirla che non accetta il "diverso da sé".

2) Sono due cose diverse. La prima è meramente filosofica, la seconda è di carattere politico e mi meraviglio ancora una volta della tua totale incapacità di uscire dalla "mentalità dicotomica" che contraddistingue parecchi atei.
Io (lo ribadisco per la centesima volta, sommando a spanne gli interventi nei 3 forum ove partecipo assiduamente) sono assolutamente a favore dell'abolizione dell'ora di religione (e della doppiamente e male organizzata c.d. "ora alternativa", prevista per legge(*) e spesso disattesa per ragioni di carattere pratico-economico) e da laico (che spiace doverlo ribadire ma NON è sinonimo di ATEO) auspico una netta separazione tra Stato e Chiesa con reciproco diritto d'asilo sul patrio suolo (un po' tipo Cavour, giusto per la precisione).

3) Solo che nessun credente, qualora tu dicessi: "Che culo!" anziché "Grazie a Dio" (ma, poniamo, anche "grazie alla Scienza" qualora si trattasse di festeggiare la buona riuscita di un'operazione difficile andata a buon fine) farebbe mai una vignetta o pianterebbe un casino a detrimento della tua posizione.

4) Non conosco il programma "di Storia" delle elementari (sono vecchio, quando andavo a scuola io, alle elementari neppure c'era l'ora di religione, al pari delle "ore" latu sensu: c'era ancora la maestra unica... O tempora... O mores...).
La Storia mi pare di averla cominciata a studiare con un certo metodo solo alle medie e non ricordo nessun prete che facesse lezioni in proposito (anzi il mio prof. di Italiano e Storia era pure iscritto al PCI, pensa un po'... Idem alle superiori).
D'altro canto e per soprammercato va pur detto che la religione è parte della Storia.
Negarlo o tentare di nasconderlo mi pare ipocrita e tendenzioso, oltreché del tutto inesatto.

5) Guarda che io non voglio far accettare un bel niente.

6) Detta così pare persino che l'ateismo sia una corrente filosofica in piena regola... Com'era quella storia sul "non collezionare francobolli"?...

7) Non mi offende la "lesa maestà divina" (concetto che esiste solo nella testa dei "contrari per forza") ma la crassa e a volte greve oltracotanza degli iconoclasti di maniera autoproclamatisi "libertari".
Ciò detto, non mi armo e non li ammazzo.
Starnazzino pure (ne hanno diritto) ma almeno il vittimismo del cazzo ci venga risparmiato.

Domani col Fatto Quotidiano cartaceo (il quotidiano che compero regolarmente sin dal secondo numero [il primo l'ho lasciato ai feticisti "dell'Anno 1 Numero 1"] vi sarà in allegato una copia di Charlie Hebdo (con sovrapprezzo, se non ho capito male)
il cui ricavato andrà alle famiglie delle vittime del vile attentato di Parigi.
Domani NON comprerò il Fatto Quotidiano, perché di risarcire le famiglie delle vittime non mi passa nemmeno per l'anticamera del cervello, dato che NON HO nessuna responsabilità né obbligo in tal senso.

(*) Sul forum UAAR un utente ha postato una tabella comparativa relativamente alla gestione dell'ora di religione nei vari Stati membri UE.
L'unico Paese d'Europa che prevede l'ora di religione (facoltativa peraltro) controbilanciata "obbligatoriamente" da un'alternativa purchessia (ma a totale discrezione dell'organo collegiale competente, per cui ci va bene l'ora di cucito, piuttosto che educazione musicale o figologia e piciocoltura o storia del cinema o corso di Origami o apologia di Walt Disney o quant'altro possa essere frutto dell'umana creatività didattica) sai qual è?...
Spoiler:
La Cialtronia, ça va sans dire...
avatar
primaverino


Messaggi : 1626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: strage in nome dio

Messaggio Da random il Mar Gen 13 2015, 16:40

@don alberto ha scritto:no,
bisogna metterlo in culo ai ricchi
che usano la religione
per ingannare i "semplici" di cui parli

Sono d’accordo. Ma bisognerebbe definire cosa vuol dire e chi sono i “ricchi”. Qui sotto c’è una breve selezione (che potrebbe essere molto più vasta) di ricchi&potenti che stanno usando la religione per “inc… gannare” i semplici. E i semplici abboccano, lasciandosi “servire” dal circo mass-mediatico che solo raramente trova il coraggio di denunciare con forza cosa bolle nel fumoso e fumante pentolone in cui siamo immersi.

avatar
random

Messaggi : 167
Data d'iscrizione : 19.11.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: strage in nome dio

Messaggio Da primaverino il Mar Gen 13 2015, 16:47

@JoJo ha scritto:
@primaverino ha scritto:

Quello che mi dà fastidio non è la presa di coscienza dell'ateo di turno relativamente alle assurdità religiose (latu sensu) comunque classificabili, bensì la supponenza derivante dall'accrocchio confusionario elevato a premessa ed incistato nel consesso civile/sociale in guisa di dogma "civile" in contrapposizione con quello religioso da estirpare "per il bene di tutti".
riguardo al grassettato... versione breve: eeeeeeeeeeeeeeeh?!?!?!? question
versione lunga: la mia comprensione si ferma a "la supponenza derivante da..."... cioè, di che accrocchio stiamo parlando? e davvero l'ateo di turno (alcuni? tutti? la maggior parte?) gli fa tutte quello cose (lo eleva, lo incista... nel consesso... in guisa?!?  affraid , lo contrappone)? dai prim, non fare il criptico! ricordati dio Mt 5,37  asd

Ammetto (non mi costa fatica, basta avere un minimo di infarinatura relativa alla Storia) che l'assolutismo religioso si sia proposto/imposto in modo assolutistico e senza possibilità di dissenso nel merito, ma la pretesa "libertaria" di stampo fascista seppur "alla rovescia" perorata da alcuni, mi perplime allo stesso modo.
va bè, su questo poco da aggiungere
mi piacerebbe solo che ci mettessimo d'accordo su quando una "pretesa libertaria" diventa fascista: volere uno stato realmente laico è una pretesa di stampo fascista? secondo me no ma secondo alcuni altri sì (tu mi pare sia per il no, giusto?)
quali sono secondo te le pretese di stampo fascista? fai qualche esempio, magari riferendoti a cose che accadono in italia o in altri stati cosiddetti occidentali (lasciamo stare i regimi "atei", che mi pare siamo d'accordo sul fatto che quello è un'altra ideologia che non ha granchè a che fare con il non-credere di per sè, no?).. o anche cose dette qua su AL
giusto per capire se i paletti che abbiamo sono più o meno gli stessi yessir

Mi scuso per lo stile "criptico"... sorriso
Intendo dire che uno Stato laico non può sostituire assolutismi religiosi con altri assolutismi purchessiano...
Non si può passare dallo Stato "etico-religioso" allo Stato "etico-antireligioso" con pretese assurde di divieto di manifestazione pubblica del proprio sentimento filosoficamente orientato.
Come ho già avuto modo di dire rispondendo a Delfi, non puoi sentirti "offeso" dalla processione che intasa il traffico in onore della Beata Vergine di Stocazzo, ma poi pretendere che piazza s. Giovanni a Roma DEBBA essere concessa per la celebrazione del concerto del Primo Maggio, oppure che l'autostrada "Sergozzzate-Colbrino" venga legittimamente (legittimamente?) occupata da manifestanti a vario titolo senza battere ciglio...
O che il Circo Massimo DEBBA essere concesso all'Orgoglio Gay o che la piazza del mio paesetto ospiti la Sagra del porco arrosto...
Tempo addietro lessi (sul forum UAAR) un entusiastico post che salutava con favore l'abolizione dell'ora di IRC in Francia sostituita con l'ora di "Morale laica" (su proposta di tale Villepin, alla quale non so se poi si sia dato seguito pratico).
Ai giovani francesi si sarebbe insegnato il rispetto per valori quali la tolleranza, la solidarietà, l'abnegazione e il blablabla conseguente derivante in un minestrone buonista ma rigorosamente deprivato di qualsiasi connotato religioso.
Nel mentre facevo osservare l'ipocrisia di fondo di un tale proposito, considerando che la Ragion di Stato francese nel contempo mandava i Mirage a bombardare Gheddafi...
Ma nelle scuole bisogna insegnare la "morale laica"...
Ma che cazzo è la "morale laica"?
Vedi, carissimo, che come al solito il sentimento di preminenza tipicamente euro-occidentale tendente all'omologazione "di tutti e per il bene di tutti" ancora una volta non viene meno, solo che si rinnova nella propria proposta, semplicemente cambiando "di segno" ma senza variare di una virgola il proprio costrutto culturale.
Al massimo cambiano i suonatori, ma la musica rimane la stessa.
Ogni cultura è depositaria di determinate "tare" (da intendersi pure in senso neutro e non necessariamente "negative" a priori) le quali possono essere oggetto di discussione qualora si intenda esaminarle (e applicarle) in divenire, ovvero adattandosi alle necessità (storico?)contemporanee in un'ottica di progresso, dato il fatto che la Civiltà Occidentale comunque intesa ha scelto di addivenire ad un dinamismo del tutto sconosciuto altrove o diversamente praticato e prema (giusto per esempio) verso una globalizzazione data troppo frettolosamente (parere mio) per scontata ed ineluttabile...
Comprenderai facilmente, a questo punto, che pure tale orientamento socio-politico (se vogliamo escludere qualsiasi riferimento filosofico dall'oggetto del contendere) rappresenta un assolutismo di maniera a propria volta.
Tale assolutismo riflette una mentalità fascista "tout court" nel senso omologativo del termine, al netto dei significati storici attribuiti sin qui.
La teorizzazione di un "mondo perfetto" laddove tutto funzionerà come meglio non si possa eccepire, è tipica dell'occidentale medio... Ma pure del musulmano-arabo medio... (e NON del musulmano o del cristiano o del buddista o dell'ateo o del salcazzo sic et simpliciter estrapolato da tale meccanismo).
Religioni ed ideologie (comprese le più raffinate utopie, vedi l'Anarchia, tanto per dirti) di stampo Occidentale otto-novecentesco presumono un'adesione totale al "principio" espresso per via filosofico-ideologica al fine di addivenire ad un mondo in cui tutti "staremo bene" in quanto del tutto consenzienti (chi per forza, chi per amore, perdona la frasetta del cazzo) consapevoli e quindi comunque "appecorati" magari pure col consenso nostro all'Ideale Supremo di riferimento.
Che tale Ideale Supremo sia di matrice religiosa o meno, non fa differenza, data l'universalità implicita nel messaggio.

Cero amico, spero di aver meglio chiarito il mio sentore.

Rileggendomi, mi accorgo comunque che il mio modesto pensare lascia ancora dei punti "scoperti"...
A disposizione (tua e di tutti i convenuti) per ulteriori approfondimenti nel merito.
avatar
primaverino


Messaggi : 1626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: strage in nome dio

Messaggio Da SergioAD il Mar Gen 13 2015, 17:27

@Primaverino ha scritto:...non puoi sentirti "offeso" dalla processione che intasa il traffico in onore della Beata Vergine..., ma poi pretendere che piazza s. Giovanni a Roma DEBBA essere concessa per la celebrazione del concerto del Primo Maggio...
È la differenza tra le preoccupazioni per i conflitti e controversie del medio oriente e quello del nord est asiatico.

Avevo un tema sul potere militare della Corea del nord che pur potendo preoccupare l'occidente non poco, compresi gli USA nessuno di noi sente la minaccia cosa che non vale per il medio oriente dove tutti si arrendono al potere della religione - tu ragioni da secolarista e sei "corrotto" spiritualmente (tutti noi occidentali lo siamo) dei modi e maniere secolariste come cristiano evoluto. Come abbandonando il paradiso tu ed io ci siamo conquistati questo mondo e lo difenderemo contro tutto - in fondo la religione è mutata ad ogni Concilio per restare "valida", è successo e succederà.

Accidenti, stiamo parlando di due cose, una superficiale che fa colore ed una profonda che fa la differenza.

Il potere del Papa all'Angelus sui cristiani ogni domenica è molto più forte della festa di primo maggio! Lo sanno tutti i potenti del mondo. afro

SergioAD

Messaggi : 881
Data d'iscrizione : 06.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: strage in nome dio

Messaggio Da Fux il Mar Gen 13 2015, 18:23


_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: strage in nome dio

Messaggio Da JoJo il Mar Gen 13 2015, 18:39

@primaverino, sulla prima parte mi trovi fortemente d'accordo, è quello che dicevo anche io (sebbene, lo riconosco senza fatica, meno elegantemente ed esaustivamente)

riguardo al secondo pezzo (questo, tanto per intenderci)

Comprenderai facilmente, a questo punto, che pure tale orientamento socio-politico (se vogliamo escludere qualsiasi riferimento filosofico dall'oggetto del contendere) rappresenta un assolutismo di maniera a propria volta.
Tale assolutismo riflette una mentalità fascista "tout court" nel senso omologativo del termine, al netto dei significati storici attribuiti sin qui.
La teorizzazione di un "mondo perfetto" laddove tutto funzionerà come meglio non si possa eccepire, è tipica dell'occidentale medio... Ma pure del musulmano-arabo medio... (e NON del musulmano o del cristiano o del buddista o dell'ateo o del salcazzo sic et simpliciter estrapolato da tale meccanismo).
Religioni ed ideologie (comprese le più raffinate utopie, vedi l'Anarchia, tanto per dirti) di stampo Occidentale otto-novecentesco presumono un'adesione totale al "principio" espresso per via filosofico-ideologica al fine di addivenire ad un mondo in cui tutti "staremo bene" in quanto del tutto consenzienti (chi per forza, chi per amore, perdona la frasetta del cazzo) consapevoli e quindi comunque "appecorati" magari pure col consenso nostro all'Ideale Supremo di riferimento.
Che tale Ideale Supremo sia di matrice religiosa o meno, non fa differenza, data l'universalità implicita nel messaggio.
qua invece... mi trovi d'accordo lo stesso.
in fondo è una specie di "gioco" (se una cosa così importante la si può chiamare gioco): una società dove nessuna libertà è limitata non può esistere (non sarebe una società, è la condizione che si trova "in natura" dove gli animali devono rispondere solo ai propri istinti e alle leggi fisiche); quindi la società migliore è quella che usa il minor numero di paletti (leggi, regole) in modo che siano garantite e "difese" altre libertà in numero maggiore possibile; bisogna quindi decidere e mettersi d'accordo su quali libertà bisogna limitare e quali devono essere invece garantite a prescindere.
ed è qui che cominciano ad inacidirsi i cazzi...


@sergioAD, ça_va molto bella ed esplicativa (e a mio avviso anche veritiera) questa frase
Il potere del Papa all'Angelus sui cristiani ogni domenica è molto più forte della festa di primo maggio


@fux, è la copertina del numero di domani?
avatar
JoJo

Messaggi : 838
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: strage in nome dio

Messaggio Da Fux il Mar Gen 13 2015, 18:39

@JoJo ha scritto:@fux, è la copertina del numero di domani?
sisi

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: strage in nome dio

Messaggio Da Niques il Mar Gen 13 2015, 18:40

@Fux ha scritto:
@JoJo ha scritto:@fux, è la copertina del numero di domani?
sisi

Molto conciliante.
avatar
Niques

Messaggi : 1437
Data d'iscrizione : 19.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: strage in nome dio

Messaggio Da JoJo il Mar Gen 13 2015, 19:25

@Niques ha scritto:
@Fux ha scritto:
@JoJo ha scritto:@fux, è la copertina del numero di domani?
sisi
Molto conciliante.
sì.. davvero un bel modo per calmare le acque e 'tendere la mano' in segno di pace... speriamo che sia da esempio per i cittadini e i legislatori (non so se sapete che cameron ha proposto di chiudere tutti i canali di comunicazione criptati, compresi quindi i vari whatsapp facepalm viva la privacy!)
avatar
JoJo

Messaggi : 838
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: strage in nome dio

Messaggio Da Fux il Mar Gen 13 2015, 19:31

@JoJo ha scritto:(non so se sapete che cameron ha proposto di chiudere tutti i canali di comunicazione criptati, compresi quindi i vari whatsapp  facepalm viva la privacy!)
Il che non è solo osceno, è proprio idiota: http://attivissimo.blogspot.it/2015/01/primo-ministro-britannico-adotta-la.html

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: strage in nome dio

Messaggio Da Fux il Mar Gen 13 2015, 19:33

Oltre al populismo e alla stupidità, comunque, questi avvenimenti risvegliano sempre anche una buona dose di ipocrisia: http://www.corriere.it/esteri/15_gennaio_13/marcia-parigi-quegli-improbabili-campioni-liberta-536745a0-9aed-11e4-bf95-3f0a8339dd35.shtml

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: strage in nome dio

Messaggio Da JoJo il Mar Gen 13 2015, 19:47

@Fux ha scritto:
Il che non è solo osceno, è proprio idiota: http://attivissimo.blogspot.it/2015/01/primo-ministro-britannico-adotta-la.html
eh sì, avevo visto no!

@Fux ha scritto:Oltre al populismo e alla stupidità, comunque, questi avvenimenti risvegliano sempre anche una buona dose di ipocrisia: http://www.corriere.it/esteri/15_gennaio_13/marcia-parigi-quegli-improbabili-campioni-liberta-536745a0-9aed-11e4-bf95-3f0a8339dd35.shtml
bell'articolo, hai fatto bene a postarlo yessir
avatar
JoJo

Messaggi : 838
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: strage in nome dio

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum