Ateismo e libertà
Benvenuto sul forum "Ateismo e libertà"

Per partecipare alle discussioni effettua il login. Non sei ancora iscritto? Registrati per iniziare a partecipare!

la Sony ha paura degli hacker??

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

la Sony ha paura degli hacker??

Messaggio Da delfi68 il Lun Dic 22 2014, 17:40

..mumble mumble..

strana sta cosa..

http://trovacinema.repubblica.it/news/dettaglio/george-clooney-hollywood-vigliacca-non-difende-il-film-per-paura-degli-hacker/461065[/mention] ha scritto:
cyberattacco terroristico ad opera di un Paese straniero, nessuno ha preso le difese dei vertici, Amy Pascal e Michael Lynton, messi in difficoltà dalla pubblicazione delle email che davano credibilità alle minacce degli hacker. George Clooney denuncia che i potenti di Hollywood, per timore di entrare nel mirino degli hacker, si sono rifiutati di firmare una petizione di solidarietà che l'attore e il suo agente hanno fatto circolare ai massimi livelli del settore.
Com'è successo che i terroristi siano riusciti a far cancellare la programmazione del film prodotto da una major? Quanti hanno capito che la Sony era sotto attacco?
"Buona parte della stampa ha abdicato al suo vero compito. Bastava un minimo sforzo per far emergere che c'era di mezzo la Corea del Nord. È un paese che mette bocca sui nostri contenuti, non solo sui film, ma su qualunque attività. Cosa succede se un notiziario tv sceglie di mandare in onda un servizio e un individuo o una società decidono che non è di loro gradimento? Lasciamo stare gli attacchi informatici. Qualcuno minaccia di far saltare in aria degli edifici e tutti devono chinare la testa. La Sony non ha ritirato il film perché aveva paura, ma perché i cinema hanno rifiutato di proiettarlo, per paura della responsabilità civile in caso di incidente. Se qualcuno dovesse morire, sarebbero imputabili".
In che modo i terroristi sono riusciti a isolare la Sony rendendola vulnerabile?
"È stata questa la mossa geniale. Prima creare imbarazzo, in modo che nessuno si schieri dalla tua parte. Dopo la battuta su Obama nessuno avrebbe preso le parti di Amy, tutti si sono dileguati. La battuta non ha scuse, è stata un terribile errore. Ma non è stata usata solo per allontanare tutti da Amy, ma perché tutti provassero paura. Sanno bene cosa c'è scritto nelle loro email e sono spaventati".
A chi ha inviato la petizione?
"A moltissime persone, in pratica ai vertici del settore. Hanno risposto che non potevano firmarla. Non voglio far nomi ma nessuno ha firmato la lettera".
Quante persone si sono rifiutate di firmare?
"Un bel numero. Come dimostra l'esperienza dei telethon, dopo che uno o due hanno aderito salgono a bordo tutti. Anche in questo caso bisognava trovare i primi due e nessuno voleva firmare per primo. Questa è la dimostrazione del punto cui siamo arrivati, quanta paura c'è".
Che limitazioni può subire uno sceneggiatore che ha intenzione, per esempio, di portare sullo schermo la vicenda di Alexander Litvinenko, l'ex agente del Kgb avvelenato col polonio radioattivo?
"Si avranno problemi di distribuzione. Un film così, apertamente critico, non viene prodotto da una major. La maggior parte dei film problematici sono finanziati indipendentemente, ma per la distribuzione serve una casa cinematografica. Oggi come oggi è molto più difficile trovare un distributore. Dovremmo essere in grado di reagire. Ho parlato con Amy, lei vuole far uscire il film. Mettilo online. Fai il possibile per farlo uscire. Non perché lo debbano vedere tutti, ma perché non mi sta bene che qualcuno mi vieti di vederlo".
C'è chi ha criticato i media per essersi lanciati come squali sulle email divulgate. Hanno dato una mano ai terroristi?
"Conosco l'ambiente dei media, l'ho bazzicato da quando avevo sette anni. Capisco che si voglia pubblicare una notizia che coinvolge personaggi famosi. Il problema è che c'era una notizia importantissima e nessuno è andato fino in fondo. Tutti dietro alle sciocchezze piccanti e nessuno che si chiedesse: davvero c'entra la Corea del Nord? E sul serio abbiamo intenzione di calarci le braghe? Si può rimproverare alla Sony di aver ritirato il film, ma non hanno sale cinematografiche di loro proprietà. Le altre case probabilmente sono ben felici che il film non esca, perché hanno i loro in programmazione negli stessi multisala. È un circolo vizioso. La mia preoccupazione sono i contenuti. Mi preoccupa che ormai vengano sempre valutati su basi diverse. Di tutto abbiamo bisogno, meno che di censura nel nostro settore".
Che obblighi ha ora lo stato nei confronti della Sony?
"La verità è che ci muoviamo su un terreno nuovo e nessuno sa come gestire le cose. Credo che nessuno fosse preparato. Speriamo di esserlo ora. Tutti facevano il loro lavoro ma in qualche modo abbiamo permesso che la Corea del Nord dettasse i contenuti, ed è una follia". Qual è il suo interesse in questa vicenda? "Mi preoccupo per i contenuti. Alla mia età non faccio film d'azione o d'amore. Facciamo film dal contenuto stimolante e non voglio che sullo schermo vadano solo film di supereroi. Non ho nulla contro quel genere, ma è bello che la gente possa vedere altro"

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: la Sony ha paura degli hacker??

Messaggio Da airava il Lun Dic 22 2014, 22:53

l'ufficio disinformazione a Langley ha fatto gli straordinari mgreen
inventarsi oppure amplificare delle pseudonotizie di minaccia di dubbia ed incerta provvenienza è stata una genialata sisi
niente di meglio per monopolizzare l'attenzione dei mass media e fomentare le paure della ggggente per distrarli dalle vicende interne (piuttosto incasinate) e ricompattare la nazione di fronte a delle minacce esterne.
avatar
airava

Messaggi : 462
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: la Sony ha paura degli hacker??

Messaggio Da delfi68 il Lun Dic 22 2014, 23:40

quoto.

dannato stratega della strategia della tensione..

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: la Sony ha paura degli hacker??

Messaggio Da airava il Mar Dic 23 2014, 00:05

220 CA asd
avatar
airava

Messaggi : 462
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: la Sony ha paura degli hacker??

Messaggio Da delfi68 il Mar Dic 23 2014, 00:07

..occhio alla digos!

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: la Sony ha paura degli hacker??

Messaggio Da airava il Mar Dic 23 2014, 22:29

ho degli agganci...
sono raccomandato mgreen
avatar
airava

Messaggi : 462
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: la Sony ha paura degli hacker??

Messaggio Da Hara il Mer Dic 24 2014, 00:22

avatar
Hara

Messaggi : 1107
Data d'iscrizione : 09.04.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: la Sony ha paura degli hacker??

Messaggio Da SergioAD il Mer Dic 24 2014, 09:03

Avevo preparato un tema sulla Corea de nord, un po' iniziato già qui, ma ho avuto la sensazione di non coinvolgere i forumisti dei siti che frequento e mi sono stato zitto dio mandolino.

SergioAD

Messaggi : 881
Data d'iscrizione : 06.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: la Sony ha paura degli hacker??

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum