Ateismo e libertà
Benvenuto sul forum "Ateismo e libertà"

Per partecipare alle discussioni effettua il login. Non sei ancora iscritto? Registrati per iniziare a partecipare!

il thread di nessuno

Pagina 7 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7

Andare in basso

Re: il thread di nessuno

Messaggio Da nemo il Dom Dic 14 2014, 14:12

CORREVA LA PAGINA NUMERO 5 DEL THREAD DI NESSUNO (IN LATINO NEMO, LEGGI THREAD DI NEMO)
QUANDO POSTAI DOPO L'ESAURIRSI DELLA DISCUSSIONE PRECEDENTE CODESTO  POST:
http://ateismoeliberta.forumattivo.eu/t812p60-il-thread-di-nessuno#38867

A CUI RISPOSE AVALON
DA PAGINA 7 UN FUORI TOPIC CHE CONTINUA TUTT'ORA
SICCOME PREFERISCO VEDERE LANGUIRE IL MIO THREAD PIUTTOSTO CHE ANDARE FUORI TOPIC (COSA LO E' LO DECIDO IO VISTO CHE COME HO SPECIFICATO NEL POST D'APERTURA DEL THREAD
"qua non so come è messa la situazione
ma una volta c'era gente che aveva voglia di discutere (sarebbe meglio solo conversare)
per cui posterò delle cose in questo thread e verrò a dare un'occhiata, di tanto in tanto, per vedere se interesserà a qualcuno"
IL THREAD E' AD PERSONAM, PER NON SVACCARE GLI ALTRI EVITO DI INSERIRMI IN QUELLI GIA' PRESENTI O DI CREARNE DEGLI ALTRI

ALLA LUCE DI CIO' MI SAREBBE COSA GRADITA SE DA PAGINA 7 IN POI SPOSTASTE IN ALTRO LUOGO, VISTO xxxxxxxxx DEI CREDENTI, DEL LIBERO ARBITRIO, ECC... NON MI INTERESSA DISCUTERE

GRAZIE


P.S.: DELLE COSE DI CUI NON SO, NON PARLO... SE DICO CHE I CREDENTI SONO IMBECILLI LO FACCIO SEMPLICEMENTE PER ESPERIENZA PERSONALE, NON PER AVER CONDOTTO DEGLI ESAMI SCIENTIFICI, DA 40 ANNI E OLTRE HO SPERIMENTATO EMPIRICAMENTE CHE PRIMA O POI SE UNO E' CREDENTE (RELIGIONE O MENO) DIMOSTRERA' DI ESSERE UN IMBECILLE. NON SI SCAPPA!


Ultima modifica di nemo il Dom Dic 14 2014, 14:17, modificato 1 volta

nemo

Messaggi : 1866
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: il thread di nessuno

Messaggio Da nemo il Dom Dic 14 2014, 14:14

RIPARTIREI DA QUA
Argomento: RIVOLUZIONI DI POPOLO

Nel passato ci sono stati alcuni esempi in cui la partecipazione delle masse popolari ha contribuito in maniera decisiva al cambiamento delle élite al potere
a) perché a volte il popolo "funziona" e a volte no? La ricchezza diffusa (ora diremmo aumento del PIL) è a mio parere il fattore decisivo, se non c'è trippa per gatti, le masse si rivoltano, sorgono insurrezioni, sollevazioni e ribellioni che prima o poi vengono soffocate nel sangue,
se invece
c'è un benessere in fase espansiva, la nascita di nuove classi sociali permette un disimpegno di menti che possono prendere le redini delle masse e dirigere le ribellioni tramutandole in rivoluzioni (colonie americane, lotte indipendentiste ottocentesche, Francia, Russia, suffragette, diritti civili negli USA)

b) il sistema funziona sempre e comunque? NO
Perché un metodo di lotta ha funzionato una volta non vuol dire che ciò accada ogni volta, anche perché le elite di potere, nel frattempo, provvederanno a prendere le opportune contromisure
esempi:
- lotte operaie/studentesche anni '60, fra le più estese a livello mondiale e terminate con un clamoroso nulla di fatto, unici obiettivi raggiunti (ma erano obiettivi?) maggior diffusione/accettazione di droghe e pornografia
- anti-global: parabola che parte da Seattle, raggiunge l'acme a Davos e sprofonda a Genova. Una violenta porta in faccia a chi credeva "un altro mondo possibile"... forse, ma non con quei metodi.
- occupy wall street e primavere arabe: l'illusione che i social network avessero cambiato le modalità e ciò si tramutasse magicamente in opportunità, in realtà anche questa volte le élite si sono fatte trovare pronte e hanno o ripristinato lo status quo o agevolato cambiamenti inevitabili e senza nessuna ricaduta positiva per i "rivoluzionari"

c) i social network e internet come nuova possibilità? Scordiamocelo!
- quattro hacker (anonymous) sospetti hanno una capacità destabilizzante pari a zero. Purtroppo le rivoluzioni vogliono leader non maschere, bello il proposito di rendere protagonista il popolo, ma non funziona... Le masse seguono, non ragionano e se nessuno ragiona le masse si arenano in un nulla di fatto (la pecca originaria dell'anarchia tout court)
- internet è un mezzo che è completamente in mano a chi ce lo ha gentilmente offerto, cioè le élite di potere. Non esiste che lo si riesca a sovvertire usandolo a vantaggio dell’antagonista naturale delle stesse élite (cioè le masse). Il web in realtà, sta facendo il suo lavoro in maniera egregia sostituendosi in maniera ancora più perniciosa ai “vecchi” mass media come giornali, cinema, tv nella sua capacità di rincoglionimento mediante una sottile e devastante delegittimazione di qualsiasi informazione attraverso il metodo del soffocamento del buono con la “montagna di merda”.
- social network: sostituisce il ciclostile con un telefonino, cambia la sostanza ma gli effetti non mutano.

E AGGIUNGO
questo articolo da LE SCIENZE on line su morale e religioni, che illustra il modello energy capture, a cui io ritengo si debbano le spinte politiche verso miglioramenti della sfera individuale e collettiva in termini di diritti e libertà e non solo la nascita delle religioni moraleggianti. In pratica il benessere e le migliorie tecnico-scientifiche hanno spostato l'asse da una morale di tipo religioso, perchè non supportata da altri dati disponibili, ad una di tipo etico e sociale (diritti umani) svincolata dall'ambito spirituale, ma il meccanismo scatenante è il medesimo, a mio parere.

L'etica delle grandi religioni moraleggianti nasce dalla ricchezza. E' così che si potrebbe riassumere la tesi di un gruppo di ricercatori dell'Ecole Normale Supérieure di Parigi, dell'Università della Pennsylvania a Filadelfia, della Stanford University e dell'Università di Lione, secondo i quali la nascita e la diffusione delle grandi religioni che pongono l'accento sui comportamenti morali sono il frutto del miglioramento delle condizioni di vita e di una maggiore “capacità energetica” delle società.

Nicolas Baumard e colleghi, che pubblicano i loro risultati su “Current Biology”, hanno cercato di dare una risposta dotata di qualche supporto sperimentale a un quesito che ha assillato molti storici: perché le religioni moraleggianti sono tutte sorte in un arco di tempo ben definito che va dal 500 a.C. al 300 a.C.? (E' in questo periodo –che gli autori indicano come “Periodo Assiale”, riprendendo un termine introdotto dal filosofo Karl Jaspers – che nascono buddismo, giainismo, brahmanesimo, taoismo, giudaismo del secondo tempio e stoicismo, di cui altre religioni, come cristianesimo, manicheismo e islam, sono storicamente filiazioni).

Oggi diamo per scontato che le preoccupazioni spirituali e morali siano un elemento essenziale delle religioni, ma in realtà per lunga parte della storia dell'umanità non è stato così. Nelle società di cacciatori-raccoglitori, ma non solo, la tradizione religiosa si concentrava sui rituali, sulle offerte sacrificali e su tabù progettati per allontanare la sfortuna e il male. Senza contare che - osserva Baumard, alludendo all'antico Egitto, all'impero romano e agli Aztechi - L'etica delle grandi religioni moraleggianti nasce dalla ricchezza. E' così che si potrebbe riassumere la tesi di un gruppo di ricercatori dell'Ecole Normale Supérieure di Parigi, dell'Università della Pennsylvania a Filadelfia, della Stanford University e dell'Università di Lione, secondo i quali la nascita e la diffusione delle grandi religioni che pongono l'accento sui comportamenti morali sono il frutto del miglioramento delle condizioni di vita e di una maggiore “capacità energetica” delle società.

Nicolas Baumard e colleghi, che pubblicano i loro risultati su “Current Biology”, hanno cercato di dare una risposta dotata di qualche supporto sperimentale a un quesito che ha assillato molti storici: perché le religioni moraleggianti sono tutte sorte in un arco di tempo ben definito che va dal 500 a.C. al 300 a.C.? (E' in questo periodo –che gli autori indicano come “Periodo Assiale”, riprendendo un termine introdotto dal filosofo Karl Jaspers – che nascono buddismo, giainismo, brahmanesimo, taoismo, giudaismo del secondo tempio e stoicismo, di cui altre religioni, come cristianesimo, manicheismo e islam, sono storicamente filiazioni).

Oggi diamo per scontato che le preoccupazioni spirituali e morali siano un elemento essenziale delle religioni, ma in realtà per lunga parte della storia dell'umanità non è stato così. Nelle società di cacciatori-raccoglitori, ma non solo, la tradizione religiosa si concentrava sui rituali, sulle offerte sacrificali e su tabù progettati per allontanare la sfortuna e il male. Senza contare che - osserva Baumard, alludendo all'antico Egitto, all'impero romano e agli Aztechi - "anche antichi imperi di grande successo avevano divinità dotate di un senso morale sorprendentemente ridotto".

E' soltanto dal Periodo Assiale – scrivono gli autori - che le religioni iniziano a “sottolineare il valore della trascendenza personale, l'idea che l'esistenza umana ha uno scopo, distinto dal successo materiale, che si trova in una vita morale e che richiede il controllo dei propri desideri materiali, attraverso la moderazione (rispetto a cibo, sesso, ambizione, eccetera), l'ascetismo (digiuno, astinenza, distacco), e la compassione (aiutare, soffrire con gli altri)”.

Baumard e colleghi hanno testato varie teorie, combinando modelli statistici con le teorie psicologiche basate su approcci sperimentali, e sono giunti a una conclusione differente da quelle attualmente più accreditate, secondo le quali a determinare i cambiamenti del fenomeno religioso sarebbero la complessità politica o le dimensioni demografiche delle società.

Dalle loro analisi è infatti emerso che il modello di sviluppo più rispondente alla realtà storica è quello che vede al proprio centro il concetto di energy capture, che misura la disponibilità energetica complessiva di una persona, sotto forma di cibo, combustibili, e materiali vari (manufatti, costruzioni, vestiti).

Il modello energy capture mostra una brusca transizione verso le religioni moraleggianti quando gli individui hanno iniziato ad avere una disponibilità complessiva di 20.000 chilocalorie al giorno, corrispondente a un buon livello di benessere, tale cioè da garantire una certa sicurezza, un tetto sulla testa e cibo sufficiente non solo per l'immediato ma anche per il prossimo futuro.

La transizione alle religioni moraleggianti – dicono i ricercatori - è coerente con il passaggio da strategie di vita a breve termine (basate sull'acquisizione delle risorse e su interazioni coercitive) a strategie di lungo periodo, che puntano sull'autocontrollo e su interazioni cooperative).

"Una conseguenza di questa conclusione - dice Nicolas Baumard - è che le religioni mondiali e le spiritualità secolari probabilmente condividono più di quanto pensiamo. Al di là delle dottrine molto diverse, probabilmente tutte attingono agli stessi sistemi di ricompensa [nel cervello umano]."

Ora i ricercatori vorrebbero verificare se anche altre caratteristiche della società umana moderna, come l'elevato investimento parentale di entrambi i genitori o la monogamia a lungo termine, possano derivare dallo stesso tipo di cambiamento storico.

nemo

Messaggi : 1866
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: il thread di nessuno

Messaggio Da Ludwig von Drake il Dom Dic 14 2014, 14:48

Ahahah siccome lo hai chiamato "il tuo thread" tutte le risposte che non lo aggradano dovrebbero essere spostate!
Circa il tuo giudicare gli altri imbecilli (più del 99% dell'umanità e tutti i credenti) - da tale pulpito, non ti viene il dubbio che sia il tuo metro a essere sbagliato? Ah, scusa, è il thread di nemo, quindi magari non si deve criticare quanto afferma nemo (forse non ti è chiara la differenza tra blog e forum?).
PS sai la cosa di cui non ti rendi conto qual è? Con le tue stesse parole (quelle del paragrafo conclusivo) si potrebbe fare qualunque affermazione razzista, che i neri sono sporchi, che i napoletani sono ladri o qualsiasi altra puttanata del genere (prova, basta sostituire i termini e vedrai che nulla cambia).
avatar
Ludwig von Drake

Messaggi : 1121
Data d'iscrizione : 03.01.14

http://martinedentree.wordpress.com/

Torna in alto Andare in basso

Re: il thread di nessuno

Messaggio Da nemo il Dom Dic 14 2014, 14:55

@Ludwig von Drake ha scritto:Ahahah siccome lo hai chiamato "il tuo thread" tutte le risposte che non lo aggradano dovrebbero essere spostate!
Circa il tuo giudicare gli altri imbecilli (più del 99% dell'umanità e tutti i credenti) - da tale pulpito, non ti viene il dubbio che sia il tuo metro a essere sbagliato? Ah, scusa, è il thread di nemo, quindi magari non si deve criticare quanto afferma nemo (forse non ti è chiara la differenza tra blog e forum?).

Non mi viene il dubbio perchè credenti o meno, ottengo sempre conferme, come adesso grazie a te, che il mio metro è giustissimo

Procediamo con lo schemino per minus habens:
c'è una regola nei forum "non andare OT"
come si fa a rispettarla? rimanendo IT
come si decide se si è IT? seguendo l'argomento del thread

Ora, Ludwig von Drake, tu stai seguendo l'argomento del "Thread di nemo"? NO

te ne vai a cagare il cazzo da un'altra parte con i tuoi argomenti OT? SI, se ci fosse un moderatore che facesse rispettare le cazzo di regole

nemo

Messaggi : 1866
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: il thread di nessuno

Messaggio Da nemo il Dom Dic 14 2014, 14:59

(se preferite che me ne vada via di nuovo, basta notificarlo a chiare lettere, senza fare 'sti giochetti da deficienti, me ne vado tranquillamente)

nemo

Messaggi : 1866
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: il thread di nessuno

Messaggio Da Tommy the Cat il Dom Dic 14 2014, 15:09

Scusa nemo ma la risposta di Lud a questo tuo messaggio mi sembra contigua allo svolgimento del topic fino a quel punto(hai fatto una affermazione sui credenti e ti si è risposto).

Puoi essere più preciso su dove è iniziato l'off topic?
avatar
Tommy the Cat


Messaggi : 1566
Data d'iscrizione : 30.12.13

http://ateismoeliberta.forumattivo.eu

Torna in alto Andare in basso

Re: il thread di nessuno

Messaggio Da nemo il Dom Dic 14 2014, 15:17

da qua:
http://ateismoeliberta.forumattivo.eu/t812p90-il-thread-di-nessuno#38971

il mio messaggio precedente era una nota a margine a cui non ho dato seguito non rispondendo a Lud fino a quando ormai era andato a farsi  benedire il topic, sono intervenuto per troncare quella deriva, con scarsissimo successo, non dando peso all'argomento... fino a OT irrimediabile totale.

nemo

Messaggi : 1866
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: il thread di nessuno

Messaggio Da nemo il Dom Dic 14 2014, 15:22

ora che ci penso
ma chi me lo fa fare di stare qua a spiegare 'ste cose... va là... ho fatto bene fino a due settimane fa standomene via
si prosegue

good bye e arrivederci alle prossime lune
ciao

nemo

Messaggi : 1866
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: il thread di nessuno

Messaggio Da Lyallii il Dom Dic 14 2014, 15:31

Ok, stavo cercando l intervento di Avalon per eventualmente dividere il topic ma se nn ti interessa....

Cmq nessuno vuole che tu te ne vada.
Perchè nn riparti da dove è it e semplicemente, quando la discussione va OT fai un rapporto.
Forse nn era chiaro per tutti il tema del topic, io ammetto di aver seguito poco e niente ma tu, piuttosto, ripeto, invece di andartene o altro, segnala o spiega di nuovo bene il tema del thread.
Casomai si può sempre dividere la discussione o creare un nuovo thread... Insomma dai è una sciocchezza, nn hai motivo di andartene.

_________________
Il mio zito virtuale è fuxino, il mio amante geloso è akka!
 cuori
avatar
Lyallii


Messaggi : 2626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: il thread di nessuno

Messaggio Da Ludwig von Drake il Dom Dic 14 2014, 15:40

@nemo ha scritto:da qua:
http://ateismoeliberta.forumattivo.eu/t812p90-il-thread-di-nessuno#38971

il mio messaggio precedente era una nota a margine a cui non ho dato seguito non rispondendo a Lud fino a quando ormai era andato a farsi  benedire il topic, sono intervenuto per troncare quella deriva, con scarsissimo successo, non dando peso all'argomento... fino a OT irrimediabile totale.
Ma per cortesia... volevi chiudere? Bastava dire "parliamone altrove, quella era una nota a margine" - che in realtà costituiva il tuo intero ultimo post. Invece, hai contribuito all'argomento con risposte che non stavano in piedi e ad personam cui non ti è stato replicato (se non con una richiesta, che rinnovo, di smetterla). Tutto questo finché non è stato evidente anche a te la poca sostanza di quanto affermavi. Ora, se vuoi parlare di altro fallo pure, ma evita di scrivere frasi di cui non vuoi parlare, e se - invece di un confronto sano - preferisci l'insulto e poi la fuga (dal forum), ti saluto.
avatar
Ludwig von Drake

Messaggi : 1121
Data d'iscrizione : 03.01.14

http://martinedentree.wordpress.com/

Torna in alto Andare in basso

Re: il thread di nessuno

Messaggio Da Fux il Dom Dic 14 2014, 16:03

Se si vogliono evitare gli OT, basta indicarlo chiaramente (come da apposita disposizione) e poi segnalare gli OT con gli appositi strumenti, come ricordato giustamente da Lya, quando la moderazione non interviene spontaneamente.
Mi pare che qui non manchi affatto la possibilità di comunicare con lo staff, sfruttatela, no? smile

È possibile evitare di continuare con le polemiche, che non interessano a nessuno?

Avevo scritto un post più lungo ma sono un coglione e mi si è cancellato (e non ho voglia di riscriverlo), vaffanculo. :/

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Torna in alto Andare in basso

Re: il thread di nessuno

Messaggio Da Mazda il Dom Dic 14 2014, 16:19

@nemo ha scritto:CORREVA LA PAGINA NUMERO 5 DEL THREAD DI NESSUNO (IN LATINO NEMO, LEGGI THREAD DI NEMO)
QUANDO POSTAI DOPO L'ESAURIRSI DELLA DISCUSSIONE PRECEDENTE CODESTO  POST:
http://ateismoeliberta.forumattivo.eu/t812p60-il-thread-di-nessuno#38867

A CUI RISPOSE AVALON
DA PAGINA 7 UN FUORI TOPIC CHE CONTINUA TUTT'ORA
SICCOME PREFERISCO VEDERE LANGUIRE IL MIO THREAD PIUTTOSTO CHE ANDARE FUORI TOPIC (COSA LO E' LO DECIDO IO VISTO CHE COME HO SPECIFICATO NEL POST D'APERTURA DEL THREAD
"qua non so come è messa la situazione
ma una volta c'era gente che aveva voglia di discutere (sarebbe meglio solo conversare)
per cui posterò delle cose in questo thread e verrò a dare un'occhiata, di tanto in tanto, per vedere se interesserà a qualcuno"
IL THREAD E' AD PERSONAM, PER NON SVACCARE GLI ALTRI EVITO DI INSERIRMI IN QUELLI GIA' PRESENTI O DI CREARNE DEGLI ALTRI

ALLA LUCE DI CIO' MI SAREBBE COSA GRADITA SE DA PAGINA 7 IN POI SPOSTASTE IN ALTRO LUOGO, VISTO xxxxxxxxx DEI CREDENTI, DEL LIBERO ARBITRIO, ECC... NON MI INTERESSA DISCUTERE

GRAZIE


P.S.: DELLE COSE DI CUI NON SO, NON PARLO... SE DICO CHE I CREDENTI SONO IMBECILLI LO FACCIO SEMPLICEMENTE PER ESPERIENZA PERSONALE, NON PER AVER CONDOTTO DEGLI ESAMI SCIENTIFICI, DA 40 ANNI E OLTRE HO SPERIMENTATO EMPIRICAMENTE CHE PRIMA O POI SE UNO E' CREDENTE (RELIGIONE O MENO) DIMOSTRERA' DI ESSERE UN IMBECILLE. NON SI SCAPPA!


ho riletto il tuo primo post sulla coscienza... c'era una prospettiva materialista, detrminista... si parlava di corteccia prefrontale... evvia... ho riletto altri post del 3d...

non mi sembra che il mio post come quelli di altri fossero veramente OT... stavamo riprendendo il solito nodo che arriccia le solite questioni che discutiamo da molto...


mi sembra piuttosto che tu non abbia reale volontà di discutere... ma al massimo di farci sapere quello che pensi...

poi, come dici tu, da adhd,... quello che scrivo io non lo capisci... quindi addirittura rifiuti lo sforzo o il tentativo ulteriore di discutere con me...
e allora...
mi sa che anche te c'hai le tue colpe... e non è sempre e solo il resto del mondo a essere tutto merda, ignoranza, incomprensione, mancanza di buon senso...
n'est pas?

... anche a me avrebbe fatto piacere che riprendessi anche solo un concetto del mio post che ho impiegato un ora a scrivere sul tuo 3d... e non senza difficoltà di concentrazione... visto che ho passato la notte insonne...
e invece no...
ritieni più importante litigare con chi non ha capito ciò che volevi trattare nel 3d e ribadire come qlcn ti abbia offeso in qualche modo rispondendo alla eterna catena di offese che poi alla fine nn si sa mai chi ha cominciato...



dai... nemo... andiamo su...
siamo tutti stronzi...
tu ed io per primi...
e basta sconvolgersi che la gente possa essere stronza o ignorante o avere la luna storta un giorno, o essere irrazionale e persino strafalsa...
siam mica in pochi a cercare di sopravvivere alla vita...
che credi, di soffrire solo tu?
di essere solo tu incompreso?
di sentirti solo tu un alieno nel mondo o nel forum?

tutti nemo, quasi tutti, abbiamo una tale valanga di dolori e insoddisfazioni e scacchi... che io a volte piango quando scopro nella vita delle persone che cazzo succede...
e mi sento piccolo...


piccolo davanti al dolore, rabbioso o passivo, degli altri...

davanti al tuo...
davanti al mio...

e allora...
andiamo oltre.


preoccupiamoci di costruire piccole felicità e dare e riconoscere e raccogliere piccole soddisfazioni...
che siam sul forum per rilassarci...
non per lavoro...
avatar
Mazda

Messaggi : 513
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: il thread di nessuno

Messaggio Da Mazda il Dom Dic 14 2014, 16:31

@SergioAD ha scritto:Ok, un paio di riflessioni le metto per passione, io per fortuna senza passione nemmeno evacuo e non mi sono mai stancato di fare le cose che mi piacciono, tutte scientifiche e... compatibili con quello che dice Mazda.

La seconda cosa è sull'affermazione che la verità la si conosceva prima della scienza e la si conoscerà dopo di essa, ecco, per come la vedo io la verità la si può percepire prima della scienza e dopo l'intervento di essa avere una maggiore consapevolezza della percezione stessa. Degli effetti di queste verità sull'uomo si ha forse un maggiore stato di coscienza che poi è il senso dell'osservazione scientifica e non scientifica, attraverso il nostro complesso sensoriale.

La terza la dico per ricordare che è meglio applicare regole multidisciplinari come specializzazione che quelle delle singole discipline.


ecco... questa è una piccola grande soddisfazione da forum...

sergio... che come me e te spesso si sente un po' un alieno, almeno sul forum,... credo abbia consapevolmente scelto di leggermi quando vede che compaio e penso anche di rispondermi brevemente quando può solo perchè sa la frustrazione di scrivere e non ricevere risposte e non veder iniziare reali conversazioni...

io apprezzo questo suo gesto di simpatia, questa sua attenzione alla mia persona.

la riconosco.

ne sono grato.


in questo caso mi ha quasi dato ragione senza quindi aprire spunti di replica ulteriori...


ma bisogna imparare a gioire di queste piccole cose... altrimenti si vede solo la merda tutto il giorno... e pian piano si diventa merda anche noi...

tutto diventa insopportabile...
e noi diventiamo insopportabili per tutti...

avatar
Mazda

Messaggi : 513
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: il thread di nessuno

Messaggio Da Ludwig von Drake il Dom Dic 14 2014, 16:57

Mazda, che devo dire, son d'accordo con quasi tutto quello che affermi, ma dove mai avrei detto che pensavo di aver scoperto il termine passione? Nell'introdurlo mi sembra di aver chiarito che avevo ben poco da aggiungere se non quanto già risposto agli albori del razionalismo. È passato il tempo in cui pensavo che qualche mio pensiero potesse essere originale. Oggi, mi rendo conto che se credo che qualcosa sia originale è solo perché non conosco quelli che l'hanno già pensata. Il fatto è che la stessa base del razionalismo è fallace, poiché non tiene in conto i limiti della ragione, che nulla è senza esperienza (come già detto). Prova a leggere tutti i libri del mondo sulla pesca, poi ad andare una volta a pescare e dimmi se quella singola esperienza non ti ha donato un modo di conoscere la pesca che nessun libro avrebbe potuto darti.
avatar
Ludwig von Drake

Messaggi : 1121
Data d'iscrizione : 03.01.14

http://martinedentree.wordpress.com/

Torna in alto Andare in basso

Re: il thread di nessuno

Messaggio Da Mazda il Dom Dic 14 2014, 17:11

@Ludwig von Drake ha scritto:Mazda, che devo dire, son d'accordo con quasi tutto quello che affermi, ma dove mai avrei detto che pensavo di aver scoperto il termine passione? Nell'introdurlo mi sembra di aver chiarito che avevo ben poco da aggiungere se non quanto già risposto agli albori del razionalismo. È passato il tempo in cui pensavo che qualche mio pensiero potesse essere originale. Oggi, mi rendo conto che se credo che qualcosa sia originale è solo perché non conosco quelli che l'hanno già pensata. Il fatto è che la stessa base del razionalismo è fallace, poiché non tiene in conto i limiti della ragione, che nulla è senza esperienza (come già detto).  Prova a leggere tutti i libri del mondo sulla pesca, poi ad andare una volta a pescare e dimmi se quella singola esperienza non ti ha donato un modo di conoscere la pesca che nessun libro avrebbe potuto darti.


ça_va
avatar
Mazda

Messaggi : 513
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: il thread di nessuno

Messaggio Da primaverino il Dom Dic 14 2014, 17:23

@Fux ha scritto:

È possibile evitare di continuare con le polemiche, che non interessano a nessuno?


Certo! Basta che quando ti danno dell'imbecille a causa del tuo orientamento filosofico (parere supportato dall'esperienza personale, però! Nientepopodimeno!...) te ne stai a cuccia e vedi che non succede niente.
Quindi il razzista intellettuale di turno può sproloquiare delle tare altrui (ironia della sorte... Senti chi parla!) e il "presunto tarato" deve tacere, per amor di buona pace?
Ma quando mai?
Si invoca l'intervento moderatorio per OT nel mentre che si interviene "sull'uomo e non sulla palla"?
Un conto è (legittimamente) dire: "Per me le credenze religiose sono tutte stronzate".
Altro paio di maniche è dire: "tutti i credenti sono imbecilli".
Imbecille sarà sto psicolabile conclamato, piuttosto.
Psicolabile e pure egocentrico ("se volete che me ne vada, ditelo" o stronzata equivalente).
Ma chi si crede di essere? Ma ti pare che ci si possa far cruccio della sua permanenza o meno qui sul forum?
Se vuole rimanere, rimanga (ed eviti di offendere le persone, che ribadisco che l'unico che ci fa la figura dell'imbecille è proprio lui) sennò smetta di loggarsi e dispensi pure la sua sapienza laddove lo sapranno apprezzare i plaudenti che tanto auspica e di cui evidentemente abbisogna.
Quello che maggiormente mi ha dato sui nervi è la risposta a Lud (ateo quanto lui, se non erro) bollato come "cacacazzo" solo perché non allineato col "Loonar/darrow/mr. Spock/finta donna [se non sbaglio si era pure finto donna in passato]/salcazzo/Nemo/vattelapesca/chicazzosei" pensiero.

p.s.: se usare le maiuscole equivale a gridare, usare il maiuscolo grassettato a cosa equivale? A gridare più forte?
Per me può urlare quanto gli pare, ma ti sembra giusto accettare supinamente lo strepitìo di sto pagliaccio solo per "amor di tranquilità"?
Guarda che si stava tranquilli anche quando non c'era e non ricordo che nessuno ne avvertisse la mancanza...
Ma il nostro "pluriNick" a fasi alterne è fatto così: sparisce per un po', torna e scrive post pieni di cose interessanti e poi... Se la fa nei pantaloni da bravo incontinente verboso e offensivo tal quale la sua natura di prepotente gli impone.
Ma pensi alle tare sue, piuttosto, anziché dar del "tarato" agli altri...
Rimane il solito sclerato soggetto conosciuto da tempo anche altrove, tuttora in preda ad una crisi di nervi.

E poi fa tanto il razionalista... Ma fammi il piacere...
avatar
primaverino


Messaggi : 1626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: il thread di nessuno

Messaggio Da SergioAD il Dom Dic 14 2014, 17:24

Nemo, io per continuare un tema da dove pensavo che fosse stato interrotto mettevo un collegamento per dare la continuità a ritroso sul punto di interruzione e andavo avanti.

Direi che se ci tieni a sperare in un seguito relativamente al tema con l'utenza di AL potresti fare così... Ah! Io so che quando si prendono posizioni estreme è per passione ed esagerazione, ricordi l'anti ebraismo in AI.

SergioAD

Messaggi : 881
Data d'iscrizione : 06.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: il thread di nessuno

Messaggio Da Lyallii il Dom Dic 14 2014, 17:32

@mazda io il tuo post l ho letto due volte, una senza occhiali e una con, dovrei rileggerlo un altra suppongo per capire tutto ma ho capito lo stesso molto di quello che hai scritto ( spero, in realtà non è affatto detto visto che è tanto e che son molto ignorante ) cmq, mi trovi particolarmente d'accordo su questo :


se quindi una cosa complessa come l'uomo viene vivisezionata dall'analisi di una scienza specifica come la neurobiologia è chiaro che con i suoi strumenti inevitabilmente miopi e parziali non potrà mai trovare lo iato della libertà nel tessuto dell'esistere...
perchè la scienza ferma l'esistere nella sua complessità e si focalizza su un suo particolare, lo fotografa, lo isola... e non ci trova la complessità dell'effervescenza della mia vita... perchè la scienza è riportare tutto al predittibile, all'universale...
ma la "mia" vita non è predittibile... e non è universale
...

_________________
Il mio zito virtuale è fuxino, il mio amante geloso è akka!
 cuori
avatar
Lyallii


Messaggi : 2626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: il thread di nessuno

Messaggio Da Fux il Dom Dic 14 2014, 17:56

Come non detto, continuate pure ad insultarvi. Tanto io non devo nemmeno più fare il moderatore, quindi che mi preoccupo a fare... popcorn

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Torna in alto Andare in basso

Re: il thread di nessuno

Messaggio Da Lyallii il Dom Dic 14 2014, 17:57

@SergioAD ha scritto:Nemo, io per continuare un tema da dove pensavo che fosse stato interrotto mettevo un collegamento per dare la continuità a ritroso sul punto di interruzione e andavo avanti.

Direi che se ci tieni a sperare in un seguito relativamente al tema con l'utenza di AL potresti fare così... Ah! Io so che quando si prendono posizioni estreme è per passione ed esagerazione, ricordi l'anti ebraismo in AI.
Sergio basterebbe fare rapporto al primo OT, se invece l autore stesso del thread alimenta l OT, io moderatrice penso che gli vada piu che bene o che il tema principale si sia esaurito e si parli d altro in quanto la discussione nuova che si è venuta a sviluppare interessa di piu tutti...


Nessuna critica, solo un consiglio.

_________________
Il mio zito virtuale è fuxino, il mio amante geloso è akka!
 cuori
avatar
Lyallii


Messaggi : 2626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: il thread di nessuno

Messaggio Da Lyallii il Dom Dic 14 2014, 18:05

@Fux ha scritto:Come non detto, continuate pure ad insultarvi. Tanto io non devo nemmeno più fare il moderatore, quindi che mi preoccupo a fare... popcorn
Direi invece che nn cè nessun bisogno di insultarsi, direi pure che non è rispettoso nei confronti di chi ha voglia di discutere, direi pure che se qualcuno vuole litigare lo faccia in privato.

Se ci son problemi basta segnalarli facendo rapporto, parlate... Anzi scrivete in modo civile, senza ad personam, maiuscole e cazzi vari, grazie.

Se nemo torna e vuole riproporre il tema del suo thread non alimenti gli OT.

Anzi, nemo, tu nel primo post dici di voler parlare qui delle tue idee.

Non c'è un ' tema ' definito.

Perciò ti consiglio, la prossima volta, di aprire un topic con un tema ben chiaro e di aggiungere che non vuoi OT.

Se qualcuno vuole prender spunto per aprire un nuovo topic dalle varie ' idee 'e discussioni che ne son nate... bene.

Basta con le polemiche.

_________________
Il mio zito virtuale è fuxino, il mio amante geloso è akka!
 cuori
avatar
Lyallii


Messaggi : 2626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: il thread di nessuno

Messaggio Da Ludwig von Drake il Dom Dic 14 2014, 18:41

In ordine, sui tre punti esposti da nemo sull'avvio di un nuovo argomento:
a. Certo, la fame è probabilmente la spinta alla rivolta più potente che ci possa essere.
b. Le primavere arabe ci sono state e hanno modificato lo status quo dei relativi paesi. Parlare di fallimento o di capacità dei potenti di limitarne l'effetto credo sia sbagliato. Semplicemente, se ci si aspettava una conseguenza illuminata di quelle rivoluzioni, non si aveva bene in mente cosa fossero.
c. Internet può funzionare come carburante del cambiamento. De Benedetti, Berlusconi e gli amici romani sono rimasti scottati dalla sottovalutazione del mezzo. Oggi, grazie a quello strumento, in Parlamento siedono persone che ci dicono ciò che accade dietro le quinte.
avatar
Ludwig von Drake

Messaggi : 1121
Data d'iscrizione : 03.01.14

http://martinedentree.wordpress.com/

Torna in alto Andare in basso

Re: il thread di nessuno

Messaggio Da delfi68 il Dom Dic 14 2014, 21:19

ça_va

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Torna in alto Andare in basso

Re: il thread di nessuno

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 7 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum