Ateismo e libertà
Benvenuto sul forum "Ateismo e libertà"

Per partecipare alle discussioni effettua il login. Non sei ancora iscritto? Registrati per iniziare a partecipare!

Stato Islamico

Pagina 1 di 6 1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Stato Islamico

Messaggio Da Fux il Mer Ago 20 2014, 20:18

Che cos'è lo Stato Islamico, il gruppo jihadista che minaccia l'Iraq e il mondo

Esecuzioni mostruose, un leader molto carismatico, risorse finanziarie abnormi: storia dell'ex "Isis", l'organizzazione terrorista che avanza verso Bagdad, che persino Al Qaeda ha scomunicato e che in troppi hanno sottovalutato

di ANTONELLO GUERRERA

Correva l'anno 2005 e Abu Bakr Al Baghdadi, il leader del gruppo terrorista "Stato Islamico" che sta terrorizzando l'Iraq e tutto l'Occidente, era in gabbia a Camp Bucca, un avamposto americano in Iraq a Umm Qasr, sul Golfo Persico. Al Baghdadi, accusato di attività terroristiche, era stato catturato dai soldati statunitensi. Poi, nel 2009, nel passaggio di consegne degli Usa, la base è andata sotto il controllo del governo iracheno. Che ha deciso di liberare Al-Baghdadi. Poco dopo, precisamente il 16 maggio 2010, Al-Baghdadi è diventato, ufficialmente, il leader del gruppo terrorista Isi (Stato Islamico dell'Iraq, allora braccio ufficiale di Al Qaeda), poi diventato Isis (o Isil), e cioè lo Stato Islamico dell'Iraq e della grande Siria (o del Levante), e oggi, dallo scorso luglio, più semplicemente "Stato Islamico" dopo la proclamazione del "califfato" in Iraq e l'annuncio di una "nuova jihad internazionale", non solo in Iraq e Levante.

Dal 2004 a oggi. Ma la storia dello Stato Islamico, il gruppo di jihadisti sunniti che da settimane minaccia pericolosamente Bagdad e tutto l'Iraq, viene da più lontano. Il gruppo terrorista, famigerato per ferocia e crudeltà mostruose persino rispetto agli standard di Al Qaeda, è essenzialmente un prodotto della guerra in Iraq lanciata da Usa e Regno Unito nel 2003. La sua prima formazione, infatti, (seppur con un altro nome, "Jama'at al-Tawhid wal-Jihad", e cioè "l'organizzazione del monoteismo e del Jihad") risale al 2004 e si è formata, a leggere i suoi propositi, proprio in risposta all'intervento militare concepito dall'amministrazione di George W. Bush.

Le colpe del governo. Lo Stato Islamico è, oggettivamente, anche il risultato delle politiche "esclusive" e per certi versi discriminatorie del premier sciita Nouri al Maliki e del suo governo, che non si è distinto per la sua apertura verso i curdi e soprattutto verso i sunniti iracheni (Saddam Hussein era sunnita, così come tutto l'apparato militare, storicamente). E questo ha lasciato campo aperto all'azione dei terroristi, che vogliono imporre un califfato tra Iraq e Siria in base a un'interpretazione ultraradicale della sharia, la legge islamica. Per raggiungere i risultati di oggi, è indubbio che lo Stato Islamico abbia avuto l'appoggio di una parte della popolazione sunnita nel nord-ovest nel paese, come dimostrano le conquiste degli ultimi tempi.

La guerra interna ad Al Qaeda. Ma lo Stato Islamico (ex Isis o Isil) per come lo conosciamo, in realtà, nasce ufficialmente solo l'anno scorso. E nasce da uno scontro interno alla galassia di Al Qaeda, l'organizzazione di Osama bin Laden che ha perso peso nella galassia dell'estremismo islamico dopo la sua uccisione ad Abbottabad (Pakistan) e la flebilissima guida del suo vice, il medico egiziano Ayman Al Zawahiri. Negli ultimi tempi, durante la guerra civile in Siria, c'è stata una dura battaglia tra l'allora Isis e un altro gruppo jihadista, Jabhat al Nusra, il cui leader si chiama Abu Mohammed al-Golani e che è molto attivo contro Bashar Assad.

La frattura. Ma se al-Nusra è un braccio "ufficiale" di Al Qaeda, approvato ufficialmente da Al Zawahiri, lo stesso non si può dire dello Stato Islamico. Negli ultimi mesi si era parlato anche di fusione tra le due organizzazioni, su pressione soprattutto di Al Baghdadi. Poi non se n'è fatto più nulla, per incomprensioni e litigi vari, anche perché Golani, il leader di Al Nusra, non ha voluto cedere il passo al più carismatico Al Baghdadi.

La scomunica di Al Qaeda. Di lì è stato scontro aperto, con una mezza scomunica di Al Zawahiri. Che, paradossalmente, non ha approvato alcune mosse considerate troppo efferate e spietate dello Stato Islamico persino per un'organizzazione assassina come Al Qaeda. L'ordine di Al Zawahiri ad Al-Baghdadi (lasciare la Siria ad Al Nusra per concentrarsi esclusivamente sull'Iraq) è rimasto miseramente inascoltato. Perché, come dice il suo stesso nome, lo Stato Islamico vuole ricreare il grande Califfato del Levante. E questo, nei suoi piani, include anche la Siria.  

Minaccia sottovalutata. Ma lo Stato Islamico, nonostante il niet dell'erede di Bin Laden, non si è fermato. Ed ha proliferato, sempre di più, anche perché sottovalutato. Dalle autorità irachene, ma anche da quelle occidentali. Basti pensare che fino alla conquista di Mosul, che ha gettato nel terrore il Paese e il mondo intero, molti pensavano che l'allora Isis avesse "solo" tremila militanti. Anche quando lo scorso dicembre i terroristi hanno conquistato la strategica Falluja. Un errore madornale. Secondo alcune stime, oggi lo Stato Islamico può contare fino a 5mila miliziani solo in Siria, e altri 6mila in Iraq. Ben oltre le 10mila unità, dunque.

Le reclute straniere. E qui spunta un'altra caratteristica fondamentale del mostro creato da Al-Baghdadi. Perché lo Stato Islamico, a differenza della stessa Al Nusra e altri gruppi terroristi che combattono in Iraq e Siria, ha un grande appeal tra i giovani stranieri (spesso occidentali): tutti (neo)musulmani convertitisi al jihad, che ora, secondo l'Economist, sono almeno 3mila nelle file dello Stato Islamico dell'Iraq e del Levante e che sarebbero pagati poche centinaia di dollari al mese. Secondo Peter Neumann del King's College di Londra, l'80 per cento dei combattenti stranieri in Siria sono passati con Al-Baghdadi.

Chi è Al-Baghdadi. Perché Al-Baghdadi, come si diceva, è un tipo molto carismatico. Di sicuro è nato a Samarra nel 1971. Il resto è un mistero. Il suo vero nome non lo sa nessuno. Pare sia Awwad Ibrahim Ali al-Badri al-Samarrai. Le prime foto che lo ritraggono sono uscite solo un paio di anni fa. Vanta un dottorato in studi islamici, ottenuto all'università di Bagdad molti anni fa. E i suoi miliziani lo dipingono come discendente diretto del Profeta Maometto. L'ascesa di Al-Baghdadi è cominciata dopo l'uccisione per mano americana di Abu Musab al-Zarqawi, allora nemico pubblico numero uno per Washington in Iraq.

La ferocia dello Stato Islamico. Al-Baghdadi è la mente di numerose azioni terroristiche in Iraq (spesso suicide), come gli attacchi a Mosul nel 2011. Ed è famoso anche per la sua violenza e crudeltà verso i suoi nemici, come dimostrano i terribili video che circolano online da giorni ma che sono solo gli ultimi di una lunga serie: crocifissioni, decapitazioni, amputazioni. Su di lui gli Stati Uniti hanno posto una taglia da 10 milioni di dollari. Attualmente, solo la testa di un terrorista vale di più per Washington, ed è proprio quella del leader qaedista Al Zawahiri (25 milioni).

Armi e soldi. L'apparato sanguinario che dirige Al-Baghdadi è ben equipaggiato, spesso con armi rubate agli americani, e si finanzia con numerose azioni illegali, quali contrabbando e sequestri. Lo scorso febbraio l'Isis ha spodesdato Al Nusra dalla riserva di gas di Conoco, a Deir Ezzor, in Siria: solo questo giacimento, secondo alcuni analisti, frutta ai terroristi molte decine di migliaia di dollari a settimana. Ma non solo. Il premier Al Maliki ha accusato i sauditi e altri stati del Golfo come il Qatar (che sono wahabiti, cioè una branca del sunnismo radicale) di finanziare lo Stato Islamico e altri gruppi terroristi contro i governi sciiti (come in Siria, anche se Assad è alawita, una setta sciita).

"Il gruppo jihadista più ricco al mondo". A questo proposito, qualche giorno fa è passata praticamente inosservata una notizia che potrebbe rilevarsi devastante per il futuro dell'Iraq e dell'intera lotta al fondamentalismo islamico. Durante l'ultima battaglia di Mosul, ricca di pozzi di petrolio, poi conquistata dai terroristi, lo Stato Islamico ha sottratto (secondo il racconto del governatore dell'istituto e alcuni media locali) 429 milioni di dollari durante l'assalto alla sede della Banca Centrale, oltre a un gran numero di lingotti d'oro. Il solo denaro rubato, secondo alcune stime, potrebbe fornire i fondi necessari per reclutare 60mila terroristi all'alto salario di 600 dollari al mese. E lo Stato Islamico, a questo punto, rappresenterebbe l'organizzazione jihadista più ricca del mondo. Diventando davvero una minaccia globale, come lo è stata Al Qaeda. Basti pensare che Mehdi Nemmouche, l'uomo accusato del recente attentato al museo ebraico di Bruxelles, quando è stato arrestato in Francia aveva con sé proprio una bandiera dell'Isis.

Fonte: http://www.repubblica.it/esteri/2014/06/16/news/che_cos_l_isil_isis-89129521/

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stato Islamico

Messaggio Da Fux il Mer Ago 20 2014, 20:20

Questi sono veramente pericolosi. Io trovo sconvolgente che possano fare proseliti anche in occidente. wtf 
Io sono tendenzialmente contrario alla guerra, però mi chiedo come si possa essere "pacifisti" di fronte a questa gente...

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stato Islamico

Messaggio Da Ludwig von Drake il Mer Ago 20 2014, 21:42

Non si può esserlo, a meno di non essere pacifisti a prescindere.

Quelli che lo sono tirano gli errori fatti quando si è intervenuti, dimenticando tutti i disastri causati dai ritardati o mancati interventi (Hitler per citarne uno).
avatar
Ludwig von Drake

Messaggi : 1121
Data d'iscrizione : 03.01.14

http://martinedentree.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stato Islamico

Messaggio Da Fux il Lun Set 22 2014, 12:19

ANKARA - "Uccidete i miscredenti in qualunque modo" e "attaccate i civili". E' l'ultimo terrificante appello lanciato ai jihadisti dal portavoce dell'Isis Abu Muhammed Al Adnani in un lungo messaggio audio - 42 minuti - pubblicato ieri sera su Twitter e riportato dai media internazionali. E intanto, in soli tre giorni, sono circa 130mila a i curdi fuggiti dalla Siria in Turchia, al punto che Ankara oggi ha deciso di richiudere i valichi di frontiera.
http://www.repubblica.it/esteri/2014/09/22/news/siria_gi_100_000_curdi_fuggiti_in_turchia_-96374366/

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stato Islamico

Messaggio Da delfi68 il Lun Set 22 2014, 20:40

Cominciano a prudermi le mani, so che è irrazionale, ma finchè non vedrò una sollevazione del musulmano della strada contro questi dementi che si proclamano islamici, inizio a riallargare lo spettro di campo del mio mirino personale..

Sono stufo del silenzio sornione e confabulatorio del musulmano di tutti i giorni..inizio a guardare con sospetto ognuno di loro, inizio a percepire un nemico silenzioso e infame.

sono daccordo che ci sia anche un'azione mediatica dietro queste notizie ma sono anche incuriosito dalla mancata sollevazione dell'islamico del marciapiede qui sotto..

http://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/2014/notizia/isis-minaccia-roma-spezzeremo-le-croci-e-schiavizzeremo-le-donne-_2069087.shtml

"Conquisteremo la vostra Roma, spezzeremo le croci e faremo schiave le vostre donne, con il permesso di Allah": è un brano dell'audio messaggio dell'Isis. La minaccia è attribuita ad Abu Muhammed al-Adnani al-Shami, portavoce ufficiale dello Stato Islamico. Il file audio, lungo 42 minuti, contiene anche l’invito a uccidere "i miscredenti in qualunque modo"


L'Isis: "Conquisteremo la vostra Roma, spezzeremo croci"
Jihadisti lanciano nuovo messaggio: "Uccidete tutti i miscredenti"

che per ironia della sorte mi andrebbe anche bene..ma cazzo, possibile che per sradicare dei pazzi siano necessari dei pazzi ancor più feroci???

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stato Islamico

Messaggio Da Fux il Mar Set 23 2014, 10:15


_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stato Islamico

Messaggio Da Fux il Mar Set 23 2014, 11:06


_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stato Islamico

Messaggio Da Hara il Mar Set 23 2014, 12:42

Che, aldilà dei pacifismi di bandiera, qualcuno qualcosa deve pur fare. Sarebbe da vedere se ciò possa essere utile, inutile o deleterio.
avatar
Hara

Messaggi : 1107
Data d'iscrizione : 09.04.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stato Islamico

Messaggio Da Lyallii il Mar Set 23 2014, 13:14

Non lo so ma onestamente, in certi casi, la parola ' pace ' mi sa di ipocrisia.


_________________
Il mio zito virtuale è fuxino, il mio amante geloso è akka!
 cuori
avatar
Lyallii


Messaggi : 2626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stato Islamico

Messaggio Da delfi68 il Mar Set 23 2014, 14:01

io penso sia una grande occasione!
mi pare che una grande percentale di sadici, maniaci e serial killer si sia concentrata nell'area dell'isis. La scusa dell'ideologia sta dando una buona scusa a una moltitudine di malati di mente di vivere nel loro stato ideale di ammazzamenti e torture..

bene! una pioggia a grandine di cruise che li stermini il più possibile prima che rientrino nelle loro nazioni di provenienza..e sono di tutte le nazioni e cittadinanze.

io proporrei lo sgancio di una bomba all'idrogeno su Raqqua, pazienza per i sequestrati innocenti che si polverizzeranno, ma tanto hanno già il destino segnato comunque.

radere al suolo un 2000kmq e facciamola finita con un paio di decine di serial killer in un colpo solo..

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stato Islamico

Messaggio Da Fux il Mar Set 23 2014, 17:33

Ashke ha scritto:Che, aldilà dei pacifismi di bandiera,  qualcuno qualcosa deve pur fare. Sarebbe da vedere se ciò possa essere utile, inutile o deleterio.
@Lyallii ha scritto:Non lo so ma onestamente, in certi casi, la parola ' pace ' mi sa di ipocrisia.
Sono d'accordo con entrambi (soprattutto sul "non sapere" mgreen ). Io di certo non sono un fan degli interventi militari per "portare la democrazia", però in questo caso non vedo come si possa trovare una soluzione pacifica. Questi non sono certo interessati al dialogo (con buona pace di Dibba asd ), ma solo ad eliminare gli infedeli per la maggiore gloria di Allah...
Certo, magari era meglio intervenire in un altro modo prima che diventassero un grosso problema, ma è facile parlare col senno di poi...

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stato Islamico

Messaggio Da Akka il Mar Set 23 2014, 18:17

ma sono gli stessi che fino ad ieri stringevano patti con gli usa! ci sono un sacco di foto che circolano in rete tra leader americani e dell' isis!

è sempre la solita storia, i fondamentalisti sono amici fino a che ti aiutano a rompere il cazzo ai tuoi avversari, ahmadinejad, saddam e assad... poi succede che  tutto d' un tratto ti sfugge la situazione di mano e accorgi che ti sei alleato con gente ancora peggiore...

e allora ti tocca allearti perfino con assad per mettere pezze qui e là...

più o meno quello che è successo in afganistan, negli anni 80 i terroristi fondamentalisti islamici erano considerati degli eroi dagli americani(tra cui il signor osama bin laden)! perchè? perchè si opponevano ai russi... eh va be', ma allora si decidono vien da dire...

per me vige sempre l' aureo principio 'ognuno si faccia i cazzi suoi', se lo seguissimo di più sarebbe un mondo più pacifico...
avatar
Akka

Messaggi : 1525
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stato Islamico

Messaggio Da Hara il Mar Set 23 2014, 18:32

@Akka ha scritto:
per me vige sempre l' aureo principio 'ognuno si faccia i cazzi suoi', se lo seguissimo di più sarebbe un mondo più pacifico...

Applicazione della  legge di Godwin: se gli USA si fossero fatti i cazzi loro nella seconda guerra mondiale...
avatar
Hara

Messaggi : 1107
Data d'iscrizione : 09.04.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stato Islamico

Messaggio Da Akka il Mar Set 23 2014, 18:34

eh va be' dai, bisogna un po' distinguere, nella seconda guerra mondiale siamo stati noi ad andare da loro a piangere supplicandoli di venire a pararci le chiappe...

in iraq, se qualcuno invoca l' intervento degli usa, è perchè il porcaio che c'è adesso è stato causato in buona sostanza proprio dagli usa! che di farsi i cazzi loro proprio non ne vogliono sapere, specie dove c'è il petrolio...
avatar
Akka

Messaggi : 1525
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stato Islamico

Messaggio Da primaverino il Mar Set 23 2014, 18:56

@Akka ha scritto:eh va be' dai, bisogna un po' distinguere, nella seconda guerra mondiale siamo stati noi ad andare da loro a piangere supplicandoli di venire a pararci le chiappe...


Ma che cazzo stai dicendo?
avatar
primaverino


Messaggi : 1626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stato Islamico

Messaggio Da Fux il Mar Set 23 2014, 19:12

@Akka ha scritto:per me vige sempre l' aureo principio 'ognuno si faccia i cazzi suoi', se lo seguissimo di più sarebbe un mondo più pacifico...
Eh, d'accordo (fino a un certo punto), ma quelli mica vogliono lasciare che ci facciamo i cazzi nostri, mi pare... asd

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stato Islamico

Messaggio Da Akka il Mar Set 23 2014, 19:13

oh ma che ti sei bevuto troppo caffè? che toni sono? stai scialla va...

è stata l inghilterra a chiedere aiuto agli usa, che inizialmente proprio non avevano intenzione di partecipare ad una faccenda che ritenevano non li riguardasse..

l' aiuto è arrivato, e a tedeschi e giapponesi sono girate le palle, il resto si sa...

e perfortuna che sono intervenuti! altrochè! ma le cose sono diverse con l' isis.. se nessuno avesse buttato giù il governo di saddam non sarebbe successo nulla(ve be, non si può mai dire, certo è che la situazione con saddam era molto più stabile), e di chi è la colpa di ciò? di hitler? dell' isis? o degli usa?

basta aprire un po' gli occhi...
avatar
Akka

Messaggi : 1525
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stato Islamico

Messaggio Da Hara il Mar Set 23 2014, 19:19

... in pratica stai arroccandoti dietro il fatto che stavolta non tocca a noi e che, poverini, è colpa dell'occidente cattivo e quindi adesso chi se ne frega se massacrano qualche centomila persone...

avatar
Hara

Messaggi : 1107
Data d'iscrizione : 09.04.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stato Islamico

Messaggio Da Fux il Mar Set 23 2014, 19:22

Per quanto possa essere "cattivo" l'occidente, dubito che qualcuno qui vorrebbe far cambio con il fondamentalismo islamico...

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stato Islamico

Messaggio Da Akka il Mar Set 23 2014, 19:25

em no, non ho detto questo, mi pare...

io credo che occorra intervenire, ma bisogna essere consapevoli che non siamo proprio nella situazione in cui il glorioso occidente partria della libertà va a soccorrere i poveri arabi vittime della loro stessa barbarie... che è come si cerca di giustificare le situazione, basta sentire i comizi del premio nobel per la pace obama, roba che manco bush...

si va la consapevoli che una buona parte dei casini li abbiamo provocati noi, gli usa soprettutto, e quindi in qualche modo bisogna porre rimedio..

e ovviamente, nessuno avrebbe interesse a porre rimedio, e nessuno lo farebbe, se non ci fosse il petrolio!

perchè dietro a tutta questa retorica dei terroristi fondamentalisti assassini barbari trucidi, la realtà è che l' unica cosa davvero grave che hanno fatto per giustificare un intervento militare, è stato impadronirsi dei pozzi petroliferi!

figurati se gli usa si imbarcano in azioni militari per 3 teste mozzate, roba che manco i bambini ci credono..
avatar
Akka

Messaggi : 1525
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stato Islamico

Messaggio Da primaverino il Mar Set 23 2014, 19:56

@Akka ha scritto:oh ma che ti sei bevuto troppo caffè? che toni sono? stai scialla va...

è stata l inghilterra a chiedere aiuto agli usa, che inizialmente proprio non avevano intenzione di partecipare ad una faccenda che ritenevano non li riguardasse..

l' aiuto è arrivato, e a tedeschi e giapponesi sono girate le palle, il resto si sa...

Hai detto che siamo stati "noi" ad andare dagli Yankee a pietire un aiuto...
Ma "noi chi?".
L'italia mica ha cercato aiuto presso gli USA, visto che eravamo alleati del fuhrer. Non lo sapevi?
Talché mi pare del tutto legittima la mia domanda (ma che cazzo stai dicendo) pure al netto dell'indelicatezza formale, di cui mi scuso...
Tutto qui giovanotto.

Senza farla tropo lunga.
La guerra comincia il primo settembre del 1939 con l'invasione della Polonia.
Il patto Molotov-Ribbentrop è del 23 agosto dello stesso 39...
L'ingresso dell'Italia in guerra al fianco dell'alleato tedesco è del 10 giugno 40.
Mussolini pensa che Hitler avrà presto buon gioco (la Francia è sottomessa e ..."Parigi brucia") nella guerra contro la perfida Albione (detentrice di un impero coloniale vasto quanto la metà delle terre emerse, grossomodo) e pensa di poter sedere, seppure come gregario (in perfetto italian style...) al tavolo deputato alla futura spartizione dei possedimenti dell'ex-Gigante britannico.
Ma l'Imbianchino di Vienna spariglia le carte e in pieno delirio d'onnipotenza rompe il patto con Stalin aprendo il Fronte Orientale e costringendo gli italianuzzi ad andare in Russia coi cappottoni di "lanital" e con gli scarponi di cartone...
La Blitzkhrieg diventa una pia illusione. La frittata è fatta.
Poi ci pensa pure il Giappone a gettare altra benzina sul fuoco bombardando Pearl Harbour (materia comunque buona per complottismi di ogni sorta, peraltro fuori discussione in questo topic) e il resto è storia.
avatar
primaverino


Messaggi : 1626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stato Islamico

Messaggio Da primaverino il Mar Set 23 2014, 20:07

@Fux ha scritto:Per quanto possa essere "cattivo" l'occidente, dubito che qualcuno qui vorrebbe far cambio con il fondamentalismo islamico...
Qualcuno di noi no, senz'altro.
Qualcuno di loro certamente si.
E non si limiterebbero a "liberare" il loro territorio (qualsiasi cosa significhi o rappresenti) dall'invasore occidentale corrotto (secondo i loro standard, pure discutibili) bensì vorrebbero allargare il loro modus vivendi all'intero consesso mondiale.
Una visione del tutto totalitaria ed omologante al pari della nostra ("nostra" si fa per dire)...
Il Jihad si differenzia da altre ideologie nei metodi, ma non nel merito.
Il fatto è che alcuni gruppi umani (non trovo termine migliore al momento, chiedo venia) si propongono di esportare la propria cultura di riferimento in ogni dove "per il bene di tutti" si capisce...
In questo non siamo differenti da loro poiché il nostro ("nostro" si fa per dire) anelito prevede comunque una sorta di omologazione culturale che semplificherebbe ogni sorta di rapporto tra i popoli nell'illusoria convinzione di contribuire alla costruzione della Società "definitiva" che assicurerà a tutti pace, benessere e prosperità.
Una forma di "possesso mondiale" culturalmente parlando.
Ma il possesso è solo illusione.
E i fatti di cronaca che si susseguono quotidianamente mi danno (purtroppo) ragione.
O se preferisci, riformulo il mio dire con: "I fatti di cronaca non depongono a favore di mondialismo condivisibile alcuno".
Almeno sinchè un modus cogitandi non prevarrà su tutti gli altri.
avatar
primaverino


Messaggi : 1626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stato Islamico

Messaggio Da Akka il Mar Set 23 2014, 20:37

ma si, ma pure tu cerca di fare un po' di ermeneutica del testo!!(alias cerca di interpretare prima di...), quando dico 'noi' non intendo fascisti e nazisti(ti pare che i fascisti invochino l intervento usa contro loro stessi?), intendo inghilterra e francia, io mi considero implicitamente dalla parete avversa al nazi-fascismo! credo tutti in realtà..

ma il nocciolo della qustione è che l' intervento degli usa nella seconda guerra mondiale non è paragonabile con quanto accaduto e accade in afganistan, in iraq, in libia ecc

li gli usa ci vanno per imporre i loro governi! non per salvare le chiappe ai loro alleati dall' hitler di turno! perchè devono fare affari petroliferi alle condizioni che stanno bene a loro, imponendo governi filo-americani che di certo non fanno gli interessi della povera gente... le condizioni di vita degli iracheni sono regredite a quelle di 30 anni prima grazie alla democrazia americana... quindi se poi nascono le organizzazioni terroristiche che sbraitano contro l' occidente e mozzano la testa ai giornalisti tutto sommato io non mi stupisco più di tanto... è solo una conseguenza di certi comportamenti del cazzo...

invece qualcuno, che o per ingenuità o perchè gli fa comodo fare il finto tonto, si stupisce e dice 'ma guarda che criminali assassini!'

e certo! sono criminali assassini, e fino a ieri erano finanziati dagli usa! e oggi sono finanziati dagli alleati doppiogiochisti degli usa in medio oriente! non di certo da iran e siria...

non so, bravo chi se la beve tutta questa propaganda...
avatar
Akka

Messaggi : 1525
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stato Islamico

Messaggio Da Sandor il Mer Set 24 2014, 01:06

Ma qui nessuno a parte Akka riflette, nota niente, si ricorda di niente, ha il barlume di un minimo dubbio? Sembra di no, tutto è certo, chiaro come il sole, limpido come l'aria, proprio come in un fichissimo film hollywoodiano: i buoni da una parte, le bestie dall'altra. Giù bombe quindi ("intelligenti" naturalmente) e ammazziamo i "cattivi" in nome della "libertà". Mi ricordate la Fallaci.

Premetto che non ho niente di personale contro nessuno di voi, anzi: vi ho letto qua e là e mi siete simpatici, inoltre apprezzo la vostra ospitalità. Tuttavia, in un forum di atei razionalisti mi sarei aspettato qualche distinguo in più, una qualche riflessione con le palle. E invece no, basta farvi vedere una testa mozzata, raccontarvi di quanto bestie sono certi personaggi, per farvi morire di fifa, perdere la ragione e gridare vendetta. Ma che, siete degli atei part-time? Guardate che il meccanismo che innesca le cacce alle streghe è proprio questo, e il vostro è esattamente il tipo di reazione consensuale che si desidera ottenere: tanto poi, quando gli animi si saranno raffreddati e la solita, sporca verità sarà venuta a galla, non sarà più possibile tornare indietro.

Benissimo, il "diavolo" è stato identificato ufficialmente ancora una volta. Prima però stava sul libro paga ed era molto utile. Quante volte finora si è ripetuto questo schema assolutamente ipocrita? Francamente ho perso il conto. Forse ricordate Saddam Hussein. Ai "bei tempi" qualcuno, a Washington, DC, diceva di lui: "È un figlio di puttana, ma è il nostro figlio di puttana". Fino a quando cominciò a non essere più abbastanza obbediente. E allora via, al macello un intero Paese, e poi una volta ancora. L'ultima volta in base a un documento falso, fabbricato per lo scopo, il quale giustificava la "necessità" di un nuovo macello sventolando lo spauracchio di terribili (e in realtà inesistenti) "armi di distruzione di massa". Naturalmente quando il documento e i suoi artefici vennero smascherati era ormai troppo tardi.

Memoria corta? Pare proprio di sì. Ora si è trovato un nuovo modo per terrorizzare la cosiddetta "opinione pubblica", a cui di solito il mondo viene mostrato con accanto un orologio con la sola lancetta dei secondi. In questo modo qualsiasi tipo di memoria storica viene per definizione rimosso, cancellato: non deve esistere memoria. Rimane solo un indice puntato contro il "Nemico", quello attuale, e tutto il mondo non deve vedere nient'altro. Solo bianco, e nero. Ora qualcuno vi ha mostrato il nuovo diavolo, e giustifica il proprio giudizio spiattelando in giro roba scioccante, teste mozzate eccetera, e così vi mettete paura e gridate alla vendetta, perfettamente obbedienti e in linea con le reazioni previste dagli "spin doctors". Sicuri che sia tutto così chiaro, univoco, veritiero, e che non ci sia un'alternativa a ciò che il padrone ordina con tanta insistenza e sventolando terribili spauracchi? Il quale padrone, detto per inciso, ha già dimostrato molte volte di essere un bastardo doppiogiochista (scusate, ma non riesco a trovare un'espressione più calzante).

Sentiamo, cosa vorreste fare? Andare a sfondare a suon di bombe un intero Paese? Ancora un altro? Perché è esattamente quello che succede adesso, giusto? Esattamente come è successo in passato in casi perfettamente simili a questo. Prima la distruzione dei "cattivi" (dall'alto ovviamente, mica bisogna sporcarsi le mani), poi l'occupazione militare, quindi i contratti da miliardi a favore degli amici, per la "ricostruzione" e lo sfruttamento, da parte di aziende multinazionali occidentali, delle risorse appartenenti alla regione "bonificata".

E poi, che succede? A nessuno fregherà più niente della cosiddetta "libertà", e infatti sarà più che sufficiente una "stabilità" favorevole agli affari, magari assicurata da un altro dittatore "amico", ben armato e foraggiato e non importa se peggiore e più sanguinario del precedente. L'importante è che sia "amico" e che ci permetta di fare affari, tenendo a bada (cioè massacrando) i dissidenti. Abbiamo già visto qualcosa del genere in Centroamerica, nevvero? Ma fino a quando durerà, poi, la futura e ancora ipotetica "stabilità"? Ci saranno infatti montagne di nuovi morti che grideranno vendetta, e i vivi si organizzeranno, legittimamente, per giustificata rabbia o impulso di autoconservazione. E forse allora vorrete bombardare un altro Paese, magari fra cinque o sei anni, perché si additerà un nuovo "diavolo" al beneficio della vostra attenzione.

Invece di portare "giustizia", "libertà" e "democrazia", le bombe ammazzano e basta, seminando distruzione e odio che la maggior parte di noi nemmeno immagina. Possibile quindi che si debba sempre ragionare in termini hollywoodiani? Non c'è alternativa, dice ogni volta il padrone, o chi da buon valletto ha il compito di turlupinare in suo nome la volubile "opinione pubblica". E invece c'è sempre un'alternativa alla semplicistica, pavloviana e cieca vendetta, soprattutto quando si pretende di vendicare un'ingiustizia con un'altra ingiustizia, ma sproporzionata all'ennesima potenza. Che ne dite? Forse bisognerebbe riflettere, ed essere per giunta atei a tempo pieno, prima di cadere ancora una volta nel solito tranello, soprattutto quando esistono scandalosi precedenti.

Con amicizia,
Sandor
avatar
Sandor

Messaggi : 98
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stato Islamico

Messaggio Da delfi68 il Mer Set 24 2014, 08:14

caro sander, incluso akka qui molti si fanno domande..

il punto non è che stiamo parlando in modo ampio di culture o tradizioni o impianti sociali..mi pare il topic sia specificatamente dell'isis..o no?

quindi dico la mia, su tutto siamo in modalità dibattito, ma su teologie in generale e fanatismi in generale, per quanto mi riguarda avviene il crollo della ragionevolezza e di conseguenza delle possibilità di convivenza, sia pure intellettuale se non fisica.

significa che con quelli DELL'ISIS non c'è nessuna scusante: storica, ideologica o culturale.
Sono semplici assassini riuniti sotto un piano-progetto di strutturare una nazione tutta per loro.

ricordiamoci qualcosa di simile..uhm..cuba prima della rivoluzione. La mafia, come disegnava bene De Palma nel Padrino, aveva l'obiettivo di costituire uno stato indipendente, con tantp di ministeri e strutture civiche utile allo scopo mafioso. E null'altro.

in quella zona dell'isis si sono semplicemente riuniti i criminali delle ultime guerre (bosnia, cecenia, m.o., iraq..) miliziani macchiati dei peggiori crimini di guerra, rimasti senza un posto dove nascondersi..migliaia e migliaia di soldati e semplici delinquenti..quello sono le bande armate della regione nord della siria.

le crisi locali hanno svuotato una bell'area dalla presenza di uno stato costituito..qualche finanziatore pazzo l'hannoo avuto..eh! a chi non fa comodo un manipolo di assassini manovrabili?..poi si sono pentiti..i sauditi e quelli del golfo dico..si sono resi conto di aver finanziato semplici delinquenti e non dei potenziali miliziani jihadisti..

quindi c'è poco da dubitare, da volersi autocriticare..da trovare motivazioni..

I criminali del nord della siria devono essere semploicemente ammazzati tutti o il più possibile di loro..NON sono soldati o cooptati in qualche modo, sono VOLONTARI giunti li per semplice volontà di strutturarsi tra fuggiaschi e criminali delle varie guerre..

non c'è nulla di male nell'eliminare fisicamente degli assassini seriali, coscienti e senzienti che non solo non vogliono cambiare la loro vita, ma insistono a volerne sopprimere di altre.

spero che li sterminino come un formicaio con l'alluminio fuso..e visto che ce l'hanno su con le nostre donne e i nostri figli, mi auguro che crepino in modo doloroso..

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stato Islamico

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 6 1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum