Ateismo e libertà
Benvenuto sul forum "Ateismo e libertà"

Per partecipare alle discussioni effettua il login. Non sei ancora iscritto? Registrati per iniziare a partecipare!

Ode a Friedrich

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Ode a Friedrich

Messaggio Da Psyre il Mar Ago 05 2014, 12:20

Tu,
omuncolo egocentrico e mediocre
di
originalità che, in termini politicamente scorretti, è made in china
Tu,
con evidenti segni di disadattamento psichico nelle relazioni sociali
e nel tuo status stesso d’uomo
Tu,
vagabondo baffone sparamezzeperle, che nuota sul proprio mare di merda

Non solo studiosi della psiche si occupano di pazzi,
anche filosofi e storici
Soprattutto i filosofi, si occupano di lui,
convinti che il suo blaterare a random sia brillante, calcolato, innovativo
Tutto e il contrario di tutto
Ma scherziamo! I suoi scritti sono solo il grido penoso e capriccioso di un bambino mal cresciuto
E’, se vogliamo, un grido d’aiuto destinato a rimanere limitato, troppo limitato
Superuomo lui? Uno dipendente ancora dalla poccia materna?
Anche il mondo militare e universitario hanno rigettato i suoi “servigi” con la scusa di una malattia non meglio identificata
Ma i desideri, a volte, si amplificano e, in fine, s’avverano

Ottuso nella sua posizione se le suona e se le canta,
con i paraocchi della solitudine che fa finta di essersela creata lui stesso, di sua volontà. Ma per piacere!
Volontà di deficienza e autoproclamatore del nulla, ecco cos è

Innovative le sue idee, un par di palle!
Idee ben presenti nel suo tempo, così come era prima e così come sarà, tra l’altro
Brillanti? Pfu
Archimede ,Einstein, Ramachadran e molti altri hanno avuto idee brillanti
Lui ha solo prodotto immondizia
Un fannullone e un buono a nulla del suo tempo
Una mela marcia riverberante della società

I suoi unici prodotti significativi e che varrebbe veramente la pena studiare di lui sono
le sue dinamiche mal funzionanti interne ed extra personali:
sarebbero esaltanti da analizzare

Ma no, l’accademia non vuole questo, facciamo finta che sia brillante, innovativo, unico

Psyre

Messaggi : 403
Data d'iscrizione : 26.06.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ode a Friedrich

Messaggio Da Niques il Mar Ago 05 2014, 15:05

Vedo che hai già un'idea per la tesi  hihihihihi 

Niques

Messaggi : 1437
Data d'iscrizione : 19.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ode a Friedrich

Messaggio Da Mazda il Mar Ago 05 2014, 17:30

@Psyre ha scritto:Tu,
omuncolo egocentrico e mediocre
di
originalità che, in termini politicamente scorretti, è made in china
Tu,
con evidenti segni di disadattamento psichico nelle relazioni sociali
e nel tuo status stesso d’uomo
Tu,
vagabondo baffone sparamezzeperle, che nuota sul proprio mare di merda

Non solo studiosi della psiche si occupano di pazzi,
anche filosofi e storici
Soprattutto i filosofi, si occupano di lui,
convinti che il suo blaterare a random sia brillante, calcolato, innovativo
Tutto e il contrario di tutto
Ma scherziamo! I suoi scritti sono solo il grido penoso e capriccioso di un bambino mal cresciuto
E’, se vogliamo, un grido d’aiuto destinato a rimanere limitato, troppo limitato
Superuomo lui? Uno dipendente ancora dalla poccia materna?
Anche il mondo militare e universitario hanno rigettato i suoi “servigi” con la scusa di una malattia non meglio identificata
Ma i desideri, a volte, si amplificano e, in fine, s’avverano

Ottuso nella sua posizione se le suona e se le canta,
con i paraocchi della solitudine che fa finta di essersela creata lui stesso, di sua volontà. Ma per piacere!
Volontà di deficienza e autoproclamatore del nulla, ecco cos è

Innovative le sue idee, un par di palle!
Idee ben presenti nel suo tempo, così come era prima e così come sarà, tra l’altro
Brillanti? Pfu
Archimede ,Einstein, Ramachadran e molti altri hanno avuto idee brillanti
Lui ha solo prodotto immondizia
Un fannullone e un buono a nulla del suo tempo
Una mela marcia riverberante della società

I suoi unici prodotti significativi e che varrebbe veramente la pena studiare di lui sono
le sue dinamiche mal funzionanti interne ed extra personali:
sarebbero esaltanti da analizzare

Ma no, l’accademia non vuole questo, facciamo finta che sia brillante, innovativo, unico

bellissimo!!
tanti anni fa avrei scritto la stessa cosa!!!
forse non così bene e simpaticamente.


è che per capire nice si deve pensare come si pensava prima di lui.

impossibile.

perchè c'è stato nice...

a me però è successo: ho capito nice alla terza volta che lo studiavo, ma lo ho capito non perchè era la terza... ma perchè mi ero convertito, ero entrato in un noviziato, e stavo respirando a pieni polmoni la mentalità religiosa pre morte di dio...


allora nice è geniale.


nessun filosofo arriva a disintegrare "l'uomo vecchio", la morale tradizionale, come lui.
e poichè rifugge la sistematicità degli altri filosofi e usa spesso, come nello zarathustra, il linguaggio "poetico", la metafora, la allegoria,... nessun filosofo può poi più attaccarlo.

per distruggere il mito, ne crea un altro, ma genio come è, usa il linguaggio del mito!!

non è l'unico!!!
è importante notare che anche platone proprio quando cerca di fondare la distinzione fra doxa e episteme!! proprio per uscire dai vincoli del mito e della tradizione... usa un mito: quello della caverna.


nice era troppo intelligente per non notare tutte queste cose e non lasciare quintali di merda irremovibili sui posteri.




questa estate ho letto le sue lettere private!!

sono rimasto sconvolto dalla sua personalità.

negli ultimi anni, quando lo squilibrio mentale si fa sentire, è incredibile notare come lui sia pienamente consapevole che quello che ha scritto spaccherà la storia in due.



c'è una tracotanza nel suo descriversi che gli è perdonata solo dal fatto di...
aver avuto ragione...



però si, credo sia stato un uomo di merda...
è che ha sofferto moltissimo.










Mazda

Messaggi : 513
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ode a Friedrich

Messaggio Da Angelica il Mar Ago 05 2014, 17:43

Lui sì che l'ha proposta la formula della nostra felicità:

"La formula della nostra felicità: un sì, un no, una linea retta, una meta…"

Angelica

Messaggi : 75
Data d'iscrizione : 09.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ode a Friedrich

Messaggio Da Mazda il Mar Ago 05 2014, 18:04

@Angelica ha scritto:Lui sì che l'ha proposta la formula della nostra felicità:

"La formula della nostra felicità: un sì, un no, una linea retta, una meta…"

direi piuttosto:
un si un, no, una linea circolare, l'assenza di una meta ultima...

che poi porti alla felicità, non so.

Mazda

Messaggi : 513
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ode a Friedrich

Messaggio Da Angelica il Mar Ago 05 2014, 19:06

Sono solo apparentemente differenti, la retta e il circolo. ;)

Angelica

Messaggi : 75
Data d'iscrizione : 09.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ode a Friedrich

Messaggio Da primaverino il Mar Ago 05 2014, 19:09

La felicità, semplicemente, non esiste.
Non come condizione definitiva.
Un mito come altri...

primaverino


Messaggi : 1626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ode a Friedrich

Messaggio Da Angelica il Mar Ago 05 2014, 19:17

Sì concordo, si svolta sul mito.
In ogni caso a me può star bene pure come stato transitorio, non definitivo. :)

Angelica

Messaggi : 75
Data d'iscrizione : 09.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ode a Friedrich

Messaggio Da Mazda il Mar Ago 05 2014, 19:26

@Angelica ha scritto:Sì concordo, si svolta sul mito.
In ogni caso a me può star bene pure come stato transitorio, non definitivo. :)

basta che si transiti spesso di lì...

Mazda

Messaggi : 513
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ode a Friedrich

Messaggio Da Angelica il Mar Ago 05 2014, 19:43

Vale come il discorso sulla libertá, ti ostini a entificarle e porle fuor di processo che le fa "essere", emergono debolmente dal procedere, dal transitare.

Angelica

Messaggi : 75
Data d'iscrizione : 09.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ode a Friedrich

Messaggio Da primaverino il Mar Ago 05 2014, 20:19

Comunque (correggetemi se sbaglio) fior di filosofi e pensatori a vario titolo (scientisti e riduzionisti inclusi) tentano (invano a parer mio) di definire una condizione stabile in merito all'essere umano il quale, nella sua complicata semplicità, è e rimane "un corpo che sente"... Ovvero ciascuno percepisce ed è auto-cosciente per sé medesimo.
La collettivizzazione dei vari sentori può far propendere taluni verso un determinato orientamento filosofico relativamente ad un altro (oppure negarlo concettualmente "in toto", punto di vista altrettanto legittimo, a mio sommesso avviso e che comunque denota una scelta di campo a sua volta soggettivamente/collettivamente esprimibile).
E naturalmente (cosa altrettanto umana) tentano di portar acqua al proprio mulino sulla base di considerazioni oggettivabili (perdonate il termine scivolosissimo) e comunque basate sulle esperienza pregresse (nel caso dei ridusionist-scientist-eccetera magari corroborate da dati "oggettivi" valevoli sino a prova contraria ovvero "oggettivi" un par di di ciuffoli, dato l'approccio asintotico alla verità di preclaro stampo scientifico, ovvero non definitivo per sua stessa auto-definizione).
Se a qualcuno venisse il sospetto che questo mio confuso dire rappresenti una sorta di circolarità di ragionamento, permettetemi di dissipare ogni dubbio: lo è.
Il ragionamento nella fattispecie è (purtroppo?) per sua stessa natura di tipo circolare. Abituiamoci all'idea.
All'uopo permettetemi di citare a memoria i versi (è il ritornello) di una canzone in inglese... (il che, postato da me, è tutto dire...)  mgreen 
You can choose a ready guide in some celestial voice...
If you choose not to decide, you still have made a choice...
You can choose from phantom fears and kindness that can kill...
I will choose a path that's clear...
I will choose freewill.

p.s.: considerate che è martedi sera... (serata di chiusura e con anticipo alcoolico di sacrosanto merito)

primaverino


Messaggi : 1626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ode a Friedrich

Messaggio Da Akka il Gio Ago 07 2014, 13:32

nooo ma quanto ce l' hai col nice!!!  risata 

ok, mi odierai ma devo proprio chiedertelo, non è che infondo infondo, ma forse neanche così infondo, tutto sta antipatia nasconde una certa attrazione??  ekk 

comunque evviva la psicologgia spiccia!!  risata

Akka

Messaggi : 1525
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ode a Friedrich

Messaggio Da Psyre il Gio Ago 07 2014, 14:45

@Akka ha scritto:...ok, mi odierai ma devo proprio chiedertelo, non è che infondo infondo, ma forse neanche così infondo, tutto sta antipatia nasconde una certa attrazione??  ekk 
...
Spoiler:
ultimamente il mio pensiero ricorrente è fare un bel falò di mezza estate con i libri di nietzsche (ce ne ho uno particolarmente ciccio, prenderebbe molto bene)
è un'antipatia che nasconde un profondo AMORE BRUCIANTE  asd 

Psyre

Messaggi : 403
Data d'iscrizione : 26.06.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ode a Friedrich

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato Oggi a 01:19


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum