Ateismo e libertà
Benvenuto sul forum "Ateismo e libertà"

Per partecipare alle discussioni effettua il login. Non sei ancora iscritto? Registrati per iniziare a partecipare!

Israele a un passo da guerra. Abu Mazen, "e' genocidio"

Pagina 1 di 20 1, 2, 3 ... 10 ... 20  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Israele a un passo da guerra. Abu Mazen, "e' genocidio"

Messaggio Da Psyre il Gio Lug 10 2014, 11:11

Se i razzi non cesseranno, Israele estendera' l'intervento e l'operazione terrestre potrebbe essere inevitabile. Il primo ministro Benyamin Netanyahu, cosi' come il presidente Shimon Peres, non ha nascosto le intenzioni dello stato ebraico mentre il presidente palestinese Abu Mazen ha definito la situazione a Gaza ''un massacro e un genocidio''. Il secondo giorno di confronto tra Hamas e Israele ha sempre piu' il contorno di una guerra vera e propria.

Le vittime nella Striscia secondo alcune fonti sono saliti a una sessantina, di cui piu' di venti oggi (compresi donne e 8 bambini) e centinaia di feriti. Fra le vittime si conta anche un giornalista locale, ucciso in un raid che ha centrato il veicolo su cui viaggiava con la sua troupe (almeno tre i feriti), mentre nella notte due ulteriori raid hanno causato in totale almeno sei morti e una quindicina di feriti. Su Israele in due giorni - secondo il portavoce militare - sono stati intanto lanciati piu' razzi che in tutto lo scontro del 2012: 220 dall'inizio delle operazioni, di cui solo oggi oltre 70 (anche su Tel Aviv e la sua area metropolitana).

Compresi i temibili M302 a lunga gittata: una novita' che Israele imputa alle forniture dell'Iran alla fazione islamica. Quelli lanciati oggi sono arrivati a 130 chilometri di distanza, verso Zichron Yaacov poco distante da Cesarea. Se per ora non ci sono vittime - gli ultimi tre ordigni, caduti in nottata, hanno ucciso solo una decina di mucche secondo il sito Ynet - lo si deve al sistema antimissili Iron Dome che ha riportato un 90% di successo. Ma nessun posto del paese sembra essere al sicuro: sette razzi sono stati scagliati anche contro Dimona, dove e' accreditata la presenza del sito nucleare israeliano, anche questi intercettati dalla 'Cupola di Ferro'.

Mentre sulla costa due 'uomini-rana' infiltratisi dalla Striscia di Gaza sono stati intercettati e uccisi dalle pattuglie israeliane - riferiscono fonti militari - nel secondo episodio del genere in due giorni. E l'aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv ha annunciato una riduzione dei voli di linea per dar spazio alle rotte di quelli militari. Il Fronte del Comando interno ha dato ordine di aprire i rifugi a Haifa e sul Carmelo, a circa 160 chilometri da Gaza. Nella Striscia, dove la realta' e' drammatica, la popolazione (2 milioni di persone) ha praticamente passato la notte in bianco: i 160 raid si sono susseguiti uno dopo l'altro. Dall'avvio dell'operazione, l'esercito ha annunciato di aver centrato oltre 550 siti di Hamas - tra questi la casa di un comandante che rapi' il soldato israeliano Gilad Shalit - inclusi 31 tunnel e 60 lanciatori di razzo. "L'operazione sarà estesa e proseguirà fino a quando - ha ammonito Netanyahu che sembra aver ritrovato l'unita' del suo governo e del paese - gli spari verso le nostre città non cesseranno del tutto e la calma ritornerà". Anche il presidente Shimon Peres - in carica ancora per pochi giorni- ha messo in guardia Hamas che l'offensiva di terra potrebbe cominciare ''a breve''. ''Li abbiamo avvisati. Gli abbiamo chiesto di fermarsi - ha ricordato Peres - abbiamo atteso un giorno, due, tre e loro hanno continuato. Ed hanno sparso il loro fuoco su molte aeree di Israele''. Il leader palestinese - che ha detto di essere in contatto con l'Onu e l'Egitto - ha attaccato duramente Israele minacciando il ricorso alle agenzie internazionali, compresa la Corte penale dell'Aja. ''Gli eventi di queste ore non sono una guerra contro Hamas, ma una guerra contro il popolo palestinese. Partita da Hebron, passata a Shufat e adesso a Gaza'', ha sottolineato, riferendosi sia alle operazioni israeliani in Cisgiordania, dopo il rapimento e l'uccisione dei tre ragazzi israeliani, sia al ragazzo palestinese arso vivo nel sobborgo di Gerusalemme ad opera di estremisti ebrei. E Khaled Maashal, leader in esilio di Hamas ha denunciato che ''le cose sono state in pace finche' Netanyahu non ha commesso ogni possibile tipo di terrorismo contro il nostro popolo''.

Di fronte ad uno scenario dagli esiti ancora piu' distruttivi, la diplomazia internazionale si sta muovendo. Angela Merkel e Francois Hollande hanno avuto colloqui telefonici con Benyamin Netanyahu, condannando entrambi i lanci di razzi da Gaza, mentre il segretario di Stato Usa, John Kerry, ha sentito sia il premier israeliano sia il presiedente palestinese Abu Mazen. Il ministro degli esteri italiano Federica Mogherini da Mosca insieme al collega Serghiei Lavrov ha raccomandato moderazione a tutte le parti e ha notato che "e' urgente evitare una spirale di violenza in Medio Oriente che rischierebbe di sfuggire al controllo e di infiammare una regione attraversata da conflitti drammatici". "La prima preoccupazione, umana prima ancora che politica - ha aggiunto - è la protezione dei civili" e ''riprendere i negoziati di pace". L'Egitto - che ha mediato il cessate il fuoco tra le parti nel 2012 - starebbe scendendo in campo mentre la Lega Araba ha chiesto agli Usa di obbligare Israele a fermarsi. Ma per ora la nuova leadership dell'ex generale Sisi si limita a contatti informali. Mentre fonti di Hamas riprese da Haaretz affermano stasera che Israele in questa fase "si rifiuta di negoziare un accordo" di tregua.

Fonte: http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2014/07/09/mo-160-raid-a-gaza-sirene-a-tel-aviv_eb0022a3-c468-4b7c-8e0b-61c2f9efe021.html
avatar
Psyre

Messaggi : 403
Data d'iscrizione : 26.06.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele a un passo da guerra. Abu Mazen, "e' genocidio"

Messaggio Da Fux il Gio Lug 10 2014, 12:22

Non so cosa pensare di tutta la questione israeliana e palestinese, sicuramente è una situazione molto complessa e difficile da risolvere...

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele a un passo da guerra. Abu Mazen, "e' genocidio"

Messaggio Da delfi68 il Ven Lug 11 2014, 01:04

secondo me sono come due teste di minchia che si devono sopportare nello stesso condominio..

certo, gli intellettuali ci sono da una parte che dall'altra..ma la maggioranza, sia gli ebrei che i palestinesi sono delle gran teste di cazzo..non puo' che finire a colpi di machete, e' una legge della natura..troppi idioti tutti in cosi poco spazio finiscono per ammazzarsi a vicenda..

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele a un passo da guerra. Abu Mazen, "e' genocidio"

Messaggio Da Hara il Ven Lug 11 2014, 01:40

Ti reputo una persona intelligente e considero la tua affermazione come un pregiudizio  che a sinistra ci hanno sempre venduto la favoletta  del cattivo sionista che si nutre di fanciullini palestinesi.  Faceva parte del gioco propagandistico della guerra fredda.
Non esistono,  e lo sai bene popoli testa di cazzo e popoli non testa di cazzo, vi è una popolazione ( NON È UN POPOLO) che è tenuta in ostaggio da una .minoranza di teste di cazzo finanziate per ovvi motivi economici e geopolitici da ricchi paesi islamici che proclamano anch'essi la divina volontà di distruggere l'entità sionista la quale, semplicemente,  si difende,  compiendo, come ogni altro stato democratico (e no) errori anche gravissimi ma comprensibili
avatar
Hara

Messaggi : 1107
Data d'iscrizione : 09.04.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele a un passo da guerra. Abu Mazen, "e' genocidio"

Messaggio Da SergioAD il Ven Lug 11 2014, 09:59

Ieri ho sentito il dialogo inutile tra Gideon Meir, ex ambasciatore israeliano in italia e Mai al Kaila, ambasciatrice palestinese italia.

Pregressi e colpevolezze da ambe due le parti che conosciamo tutti.

La sostanza è il diritto a difendersi dai razzi Palestinesi contro la perdita di civili che è stata assimilata ad un genocidio.

Ecco la mia opinione.

Umanamente come umanista sono coi Palestinesi per le questioni, a) dei coloni, b) di Gerusalemme, e c) dell'integrazione.

Oggettivamente sono un occidentale e non posso tollerare il lancio dei razzi nelle città e nemmeno il terrorismo - quello permette ognuno di noi a reagire e qui mi dovete seguire -

Lo scontro delle due tecnologie ha evitato tra razzi e colpi di mortaio circa 400 esplosioni letali in Israele!

Lo scontro delle due tecnologie ha permesso di bombardare 550 siti controllati da Hamas provocando 90 morti molti di cui civili e bambini.

Certo se le cose fossero andate con più equità avremmo avuto un inferno pari se non superiore in Israele - e capite il senso di quello che dico.

La disparità delle due tecnologie è destinata ad accorciarsi e non è molto brillante aspettare che superi il punto di catastrofe (che è una teoria scientifica e quindi valida per definizione) per risolvere le questioni, a) dei coloni, b) di Gerusalemme, e c) dell'integrazione.

Però andrebbe ascoltato Gideon Meir quando dice che Israele vuole risolvere i problemi senza che ci sia Hama in mezzo - capitemi anche qui che un Hamas può sparire ed apparire e secondo me deve sparire.

Questo perché ai guerrafondai delle due parti (tre parti) non importa nulla dei ne dei Palestinesi, ne degli Israeliani.

SergioAD

Messaggi : 875
Data d'iscrizione : 06.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele a un passo da guerra. Abu Mazen, "e' genocidio"

Messaggio Da joker il Ven Lug 11 2014, 10:34

SergioAD ha scritto:Ieri ho sentito il dialogo inutile tra Gideon Meir, ex ambasciatore israeliano in italia e Mai al Kaila, ambasciatrice palestinese italia.

Pregressi e colpevolezze da ambe due le parti che conosciamo tutti.

La sostanza è il diritto a difendersi dai razzi Palestinesi contro la perdita di civili che è stata assimilata ad un genocidio.

Ecco la mia opinione.

Umanamente come umanista sono coi Palestinesi per le questioni, a) dei coloni, b) di Gerusalemme, e c) dell'integrazione.

Oggettivamente sono un occidentale e non posso tollerare il lancio dei razzi nelle città e nemmeno il terrorismo - quello permette ognuno di noi a reagire e qui mi dovete seguire -

Lo scontro delle due tecnologie ha evitato tra razzi e colpi di mortaio circa 400 esplosioni letali in Israele!

Lo scontro delle due tecnologie ha permesso di bombardare 550 siti controllati da Hamas provocando 90 morti molti di cui civili e bambini.

Certo se le cose fossero andate con più equità avremmo avuto un inferno pari se non superiore in Israele - e capite il senso di quello che dico.

La disparità delle due tecnologie è destinata ad accorciarsi e non è molto brillante aspettare che superi il punto di catastrofe (che è una teoria scientifica e quindi valida per definizione) per risolvere le questioni, a) dei coloni, b) di Gerusalemme, e c) dell'integrazione.

Però andrebbe ascoltato Gideon Meir quando dice che Israele vuole risolvere i problemi senza che ci sia Hama in mezzo - capitemi anche qui che un Hamas può sparire ed apparire e secondo me deve sparire.

Questo perché ai guerrafondai delle due parti (tre parti) non importa nulla dei ne dei Palestinesi, ne degli Israeliani.

Ai guerrafondai di tutto il mondo non importa e non è mai importato nulla delle persone in generale e le usano a proprio piacimento per i loro sporchi scopi.
Se le persone, palestinesi, israeliane o di qualsiasi altra parte del mondo dove risiedono interessi politico/economici, riuscissero a capire quanto e come vengono usate, ma soprattutto da chi... ma che te lo dico a fa'...
avatar
joker

Messaggi : 410
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele a un passo da guerra. Abu Mazen, "e' genocidio"

Messaggio Da Hara il Ven Lug 11 2014, 10:40

joker ha scritto:
Se le persone, palestinesi, israeliane o di qualsiasi altra parte del mondo dove risiedono interessi politico/economici, riuscissero a capire quanto e come vengono usate, ma soprattutto da chi... ma che te lo dico a fa'...

Tutti siamo usati e quasi tutti ne siamo coscienti e non è che "loro" son più cretini, anzi, e per quanto riguarda gli israeliani sono anche meglio informati di noi.

E' che, come si dice, la faccenda è più grande di noi.
avatar
Hara

Messaggi : 1107
Data d'iscrizione : 09.04.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele a un passo da guerra. Abu Mazen, "e' genocidio"

Messaggio Da jessica il Ven Lug 11 2014, 10:45

Ashke ha scritto:Ti reputo una persona intelligente e considero la tua affermazione come un pregiudizio  che a sinistra ci hanno sempre venduto la favoletta  del cattivo sionista che si nutre di fanciullini palestinesi.  Faceva parte del gioco propagandistico della guerra fredda.
Non esistono,  e lo sai bene popoli testa di cazzo e popoli non testa di cazzo, vi è una popolazione ( NON È UN POPOLO) che è tenuta in ostaggio da una .minoranza di teste di cazzo finanziate per ovvi motivi economici e geopolitici da ricchi paesi islamici che proclamano anch'essi la divina volontà di distruggere l'entità sionista la quale, semplicemente,  si difende,  compiendo,  come ogni altro stato democratico (e no) errori anche gravissimi ma comprensibili
cazzo, ero quasi basita, quando ho iniziato a leggere l'intervento mi sono per la prima volta sentita d'accordo con te su una questione palestinese! ma è passato subito, mi è bastato arrivare alla quarta riga...
 ekk ekk ekk 

cioè hai davvero scritto che sarebbe israele ad essere ostaggio dei palestinesi???
 risata risata risata 
avatar
jessica

Messaggi : 616
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele a un passo da guerra. Abu Mazen, "e' genocidio"

Messaggio Da joker il Ven Lug 11 2014, 10:48

Ashke ha scritto:
joker ha scritto:
Se le persone, palestinesi, israeliane o di qualsiasi altra parte del mondo dove risiedono interessi politico/economici, riuscissero a capire quanto e come vengono usate, ma soprattutto da chi... ma che te lo dico a fa'...

Tutti siamo usati e quasi tutti ne siamo coscienti e non è che "loro" son più cretini, anzi, e per quanto riguarda gli israeliani sono anche meglio informati di noi.  

E' che, come si dice, la faccenda è più grande di noi.

Va bene Ashke, lo so anche io che faccio parte di un meccanismo becero e che sono usato, che il mio lavoro serve si per far campare me e i miei cari ma soprattutto per mantenere un sistema bacato, lo so... però nessuno mi ordina di imbottirmi di esplosivo per vendicare un torto o di sparare missili su un paese e sterminare civili... è diverso no?
avatar
joker

Messaggi : 410
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele a un passo da guerra. Abu Mazen, "e' genocidio"

Messaggio Da Hara il Ven Lug 11 2014, 10:55

joker ha scritto:
Ashke ha scritto:
joker ha scritto:
Se le persone, palestinesi, israeliane o di qualsiasi altra parte del mondo dove risiedono interessi politico/economici, riuscissero a capire quanto e come vengono usate, ma soprattutto da chi... ma che te lo dico a fa'...

Tutti siamo usati e quasi tutti ne siamo coscienti e non è che "loro" son più cretini, anzi, e per quanto riguarda gli israeliani sono anche meglio informati di noi.  

E' che, come si dice, la faccenda è più grande di noi.

Va bene Ashke, lo so anche io che faccio parte di un meccanismo becero e che sono usato, che il mio lavoro serve si per far campare me e i miei cari ma soprattutto per mantenere un sistema bacato, lo so... però nessuno mi ordina di imbottirmi di esplosivo per vendicare un torto o di sparare missili su un paese e sterminare civili... è diverso no?

Sì, è qualitativamente diverso, era una riflessione su "riuscissero a capire quanto e come vengono usate, ma soprattutto da chi", e sull'implicazione che "loro" sono diversi da noi. Israele è in tutto e per tutto Occidente (con le enormi contraddizioni del caso) la Palestina è il fronte che l'Islam ha interesse, vuole, tenere aperto.
Il fatto che nessuno ti ordini di sparare da un elicottero è casuale e momentaneo.
avatar
Hara

Messaggi : 1107
Data d'iscrizione : 09.04.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele a un passo da guerra. Abu Mazen, "e' genocidio"

Messaggio Da joker il Ven Lug 11 2014, 11:12

Ashke ha scritto:
Il fatto che nessuno ti ordini di sparare da un elicottero è casuale e momentaneo.

 ekk  vuoi spaventarmi?
Si, so anche che possono verificarsi, non a caso, situazioni in cui la volontà del singolo conta 'na sega. Anche qui da noi.
E anche che la possibilità di rifiutarsi viene prevista con largo anticipo e contrastata con mezzi estremamente efficaci.
Eppure a volte è successo, in passato, che il volere ed il potere di pochi potenti sia stato contrastato e vinto da molti deboli.
Lasciami almeno la speranza che possa accadere di nuovo in futuro.
avatar
joker

Messaggi : 410
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele a un passo da guerra. Abu Mazen, "e' genocidio"

Messaggio Da Hara il Ven Lug 11 2014, 11:38

jessica ha scritto:
Ashke ha scritto:Ti reputo una persona intelligente e considero la tua affermazione come un pregiudizio  che a sinistra ci hanno sempre venduto la favoletta  del cattivo sionista che si nutre di fanciullini palestinesi.  Faceva parte del gioco propagandistico della guerra fredda.
Non esistono,  e lo sai bene popoli testa di cazzo e popoli non testa di cazzo, vi è una popolazione ( NON È UN POPOLO) che è tenuta in ostaggio da una .minoranza di teste di cazzo finanziate per ovvi motivi economici e geopolitici da ricchi paesi islamici che proclamano anch'essi la divina volontà di distruggere l'entità sionista la quale, semplicemente,  si difende,  compiendo,  come ogni altro stato democratico (e no) errori anche gravissimi ma comprensibili
cazzo, ero quasi basita, quando ho iniziato a leggere l'intervento mi sono per la prima volta sentita d'accordo con te su una questione palestinese! ma è passato subito, mi è bastato arrivare alla quarta riga...
 ekk ekk ekk 

cioè hai davvero scritto che sarebbe israele ad essere ostaggio dei palestinesi???
 risata risata risata 
Ni, non l' ho scritto, quando ti si asciugano gli occhi dalle lacrime finisci di leggere il periodo. ..
avatar
Hara

Messaggi : 1107
Data d'iscrizione : 09.04.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele a un passo da guerra. Abu Mazen, "e' genocidio"

Messaggio Da jessica il Ven Lug 11 2014, 13:02

vi è una popolazione che è tenuta in ostaggio da una minoranza di teste di cazzo finanziate per ovvi motivi economici e geopolitici da ricchi paesi islamici che proclamano anch'essi la divina volontà di distruggere l'entità sionista la quale, semplicemente,  si difende,  compiendo,
questa è roba tua o no? la popolazione-ostaggio, quale sarebbe?
avatar
jessica

Messaggi : 616
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele a un passo da guerra. Abu Mazen, "e' genocidio"

Messaggio Da Akka il Ven Lug 11 2014, 13:36

ma di chi è la colpa di tutta questa situazione? no perchè di solito le cose accadono per dei motivi...

forse, dico forse, non è che la colpa(almeno in origine) delle politiche odiose dei mandati? il mandato britannico sulla palestina, il mandato francese su non so che minchia...

ma perchè francia e inghilterra si sentono in diritto di colonizzare terre non loro? ma cosa ci si aspettava? che le popolazioni locali facessero festa?

da lì in poi solo casini... ma era naturale, poi quando l' inghilterra si è resa conto di non essere più in grado di gestire la situazione che aveva creato ha rimesso tutto in mano all' onu... ma l' onu che può fare? dall' on al massimo ti arriva la condanna per crimini di guerra, ma tutti se ne fregano... e allora avanti così!


Ultima modifica di Akka il Ven Lug 11 2014, 13:59, modificato 1 volta
avatar
Akka

Messaggi : 1525
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele a un passo da guerra. Abu Mazen, "e' genocidio"

Messaggio Da Hara il Ven Lug 11 2014, 13:57

SergioAD ha scritto:

Umanamente come umanista sono coi Palestinesi per le questioni, a) dei coloni, b) di Gerusalemme, e c) dell'integrazione.

Velocissimamente ti dico come IO ( mgreen )la vedo:  i cittadini e politici sanno che quasi tutti gli insediamenti sono da disimpegnare, che va rinnovato ampliandolo  l'Israel's disengagement ,fosse solo per il rapporto costi/benefici, (tranne il golan per ragioni strategiche e in parte gerusalemme) E' che ci vuole la forza e il coraggio politico di dare di nuovo inizio a uno scontro interno,  forze di sicurezza e ruspe. E il fatto che vi sia un pericolo esterno di certo non aiuta.
L'integrazione c'è sia sul piano formale sia su quello materiale, restano zone grigie sul piano giudiziario, deprecabili malfunzionamenti che troviamo però pure in italia o negli usa



jessica ha scritto:
vi è una popolazione che è tenuta in ostaggio da una minoranza di teste di cazzo finanziate per ovvi motivi economici e geopolitici da ricchi paesi islamici che proclamano anch'essi la divina volontà di distruggere l'entità sionista la quale, semplicemente,  si difende,  compiendo,
questa è roba tua o no? la popolazione-ostaggio, quale sarebbe?

Vorrà dire il periodo mi è uscito male, volevo dire che la stragrande maggioranza dei palestinesi (quanti?Boh, famo almeno il 95%?) sono ostaggi di interessi che vanno ben oltre le loro più o meno legittime rivendicazioni. Che ai loro fratelli islamici fa comodo che restino li, come carnefici e come vittime, depredano sfruttano e violentano in ogni modo donne uomini e bambini, che starebbero senz'altro di gran lunga meglio senza  imam, tribunali coranici e sharie varie, e  bambini soldati, donne kamikaze e blablabla, e lo sanno che,  paradossalmente, il conflitto li ha occidentalizzati
avatar
Hara

Messaggi : 1107
Data d'iscrizione : 09.04.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele a un passo da guerra. Abu Mazen, "e' genocidio"

Messaggio Da Hara il Ven Lug 11 2014, 14:00

Akka ha scritto: ma l' onu che può fare? dall' on al massimo ti arriva la condanna per crimini di guerra, ma tutti se ne fregano... e allora avanti così!


Potrebbe mandare un fottio di caschi blu, appoggiati magari da un paio di graziose formazioni navali USA a fare da forza di interdizione, a bloccare i lanci di razzi e gli attentati, ad impedire ad israele azioni di cielo e di terra, a fare lo sporco lavoro di controllo dei posti di blocco ecc.
avatar
Hara

Messaggi : 1107
Data d'iscrizione : 09.04.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele a un passo da guerra. Abu Mazen, "e' genocidio"

Messaggio Da Akka il Ven Lug 11 2014, 14:04

ma guarda che io sarei daccordissimo!!! oramai i casino sono fatti, e restano, che si può fare? si fa gestire la situazione all' onu! ma si sta a quello che dice l' onu senza se e senza ma, e senza fare i furbi! ma l' onu non conta nulla, quello che dice l' onu è continuamente disatteso, ma mica solo da israele, da usa, francia...

quindi? quindi ormai le cose sono così, è per quello che bisogna stare attenti a non farle fin dal principio ste cazzate, perchè poi non te la cavi più...
avatar
Akka

Messaggi : 1525
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele a un passo da guerra. Abu Mazen, "e' genocidio"

Messaggio Da jessica il Ven Lug 11 2014, 19:03

Ashke ha scritto:Vorrà dire il periodo mi è uscito male, volevo dire che la stragrande maggioranza dei palestinesi (quanti?Boh, famo almeno il 95%?) sono ostaggi di interessi che vanno ben oltre le loro più o meno legittime rivendicazioni. Che ai loro fratelli islamici fa comodo che restino li, come carnefici e come vittime,  depredano sfruttano e violentano in ogni modo donne uomini e bambini, che starebbero senz'altro di gran lunga meglio senza  imam, tribunali coranici e sharie varie, e  bambini soldati, donne kamikaze e blablabla, e lo sanno che,  paradossalmente, il conflitto li ha occidentalizzati
ah ecco. e fa comodo non solo a quelli...
avatar
jessica

Messaggi : 616
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele a un passo da guerra. Abu Mazen, "e' genocidio"

Messaggio Da Hara il Ven Lug 11 2014, 19:20

A Israele non mi risulta. Agli USA neanche, all'Europa non mi pare. Alla Cina, all'India, al Cile o al Sudafrica?
avatar
Hara

Messaggi : 1107
Data d'iscrizione : 09.04.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele a un passo da guerra. Abu Mazen, "e' genocidio"

Messaggio Da silvio il Ven Lug 11 2014, 23:25

Questa è una guerra che non finirà mai, per colpa di un 30 per cento di intolleranti e psicotici da ambo le parti, il resto vorrebbe la pace oggi, ma è intimidita dai fondamentalisti arabi ed ebrei.
avatar
silvio


Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele a un passo da guerra. Abu Mazen, "e' genocidio"

Messaggio Da jessica il Sab Lug 12 2014, 12:19

Ashke ha scritto:A Israele non mi risulta. Agli USA neanche, all'Europa non mi pare. Alla Cina, all'India, al Cile o al Sudafrica?
non ti risulta???
senza razzi che arrivano dall'altra parte, l'occupazione suonerebbe all'opinione pubblica come quello che è, cioè una mera guerra di conquista territoriale. siccome invece ci sono i cattivi islamici antisionisti razzisti infoiati dalla jihad, per il 50% delle persone, prevalentemente su base di orientamenti politici e consimili, diventa magicamente legittima difesa. "quello che farebbe qualsiasi democrazioa occidentale", magari con molti sbagli si però, vabbè, ma...
avatar
jessica

Messaggi : 616
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele a un passo da guerra. Abu Mazen, "e' genocidio"

Messaggio Da Hara il Sab Lug 12 2014, 12:33

Bon, a me risulta che son stati conquistati e in gran parte restituiti dopo vittorie in guerre difensive.
Se non ci fossero notizie all'opinione pubblica fotterebbesega di un minuscolo lembo di terra "occupato", che vi sono motivi strategici per alcune di tali occupazioni e blablabla, comunque qualcuno(forse tu) mi disse che se non mi piace parlar del mare non devo discutere sull'acqua (o qualcosa del genere). Quindi provo a chiuderla qui.
avatar
Hara

Messaggi : 1107
Data d'iscrizione : 09.04.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele a un passo da guerra. Abu Mazen, "e' genocidio"

Messaggio Da jessica il Sab Lug 12 2014, 13:26

Ashke ha scritto:Bon, a me risulta che son stati conquistati e in gran parte restituiti dopo vittorie in guerre difensive.
 risata  risata  risata 
si appunto, le ben note guerre difensive di conquista. anche i cowboy si difendevano dagli indiani...
i cattivi mi tirano le frecce, io ho il diritto di difendermi e guardacaso alla fine dei conti mi trovo con uno stato mio in più. ma erano vittorie in guerre difensive, eh.

Se non ci fossero notizie all'opinione pubblica fotterebbesega di un minuscolo lembo di terra "occupato", che vi sono motivi strategici per alcune di tali occupazioni e blablabla, comunque qualcuno(forse tu) mi disse che se non mi piace parlar del mare non devo discutere sull'acqua (o qualcosa del genere). Quindi provo a chiuderla qui.
tu sei ovviamente liberissimo di parlare e partecipare a quello che ti pare e anche di tentare queste difese "o la va o la spacca" fino a sopraggiunte difficoltà, non si sa bene per quale motivo. io altrettanto libera di dire quello che penso riguardo il topic.
avatar
jessica

Messaggi : 616
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele a un passo da guerra. Abu Mazen, "e' genocidio"

Messaggio Da delfi68 il Sab Lug 12 2014, 16:10

Molto piu' banalmente, gli istaeliano hanno i soldi e una diaspora inchiavardata nei nodi economici occidentali, trasversalmente in ogni nazione. Pero' hanno anche necessita strayegico territoriali (acqua, vie di comunicazione, presidi agricoli e via discorrendo)

Tutt'intorno a loro popoli di cui nkn hanno nessun bisogno o interesse commerciale.

Semplicemente si vanno a prendere terre e risorse..il come e' sommerso da decenni di manipolazione dell'informazione occidentale. L'ingarbugliamento delle cose giova solo ad israele..una cortina fumogena che serve solo a non chiarire mai lw cause prime del problema..

Se israele non fosse una potenza politica ed economica metastizzata nel mondo occidentale col cazzo che non si arrivava a dirimere le ragioni e i torti..

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele a un passo da guerra. Abu Mazen, "e' genocidio"

Messaggio Da Hara il Sab Lug 12 2014, 16:31

Per la serie compilation dei luoghi comuni
avatar
Hara

Messaggi : 1107
Data d'iscrizione : 09.04.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Israele a un passo da guerra. Abu Mazen, "e' genocidio"

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 20 1, 2, 3 ... 10 ... 20  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum