Ateismo e libertà
Benvenuto sul forum "Ateismo e libertà"

Per partecipare alle discussioni effettua il login. Non sei ancora iscritto? Registrati per iniziare a partecipare!

pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da iosonoateo il Ven Giu 27 2014, 13:31

@Psyre ha scritto:presente: anch'io, a volte, scarico o vedo in streaming
comunque, a che so, se è per uso privato non è reato
indipendentemente da ciò, tra il mercato che c'è dietro e i problemi reali, scarico; se pur l'idea di fondo del copyright è corretta, mi sembra tanto un propinarci di finti ideali quando chi vuole fa comunque quel che cavolo gli pare, e di molta ben più rilevanza
si potrebbe parlare dell'instaurarsi di una piattaforma dove vi sia un incrocio tra streaming/noleggio/vendita con un rapporto qualità prezzo a vantaggio dell'utenza (mi spiace chi sta nel mondo dell'arte, una volta era il contrario con vhs e musicassette aventi cifre da capogiro, ora, il vento cambia, eeee è così che va il mondo)
la rete ha cambiato il modo di vedere il copyright dell'utente medio, è ora che l'offerta si adegui di conseguenza
sul fatto dell'uso privato la cosa è un po complicata, che io sappia (se qualcuno è più informato mi corregga) la legge sull'uso privato vale se qualcuno si fa una copia dal'prodotto originale, se uno lo scarica da internet mi sa che la cosa non vale  sisi 
avatar
iosonoateo

Messaggi : 1067
Data d'iscrizione : 04.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da JoJo il Ven Giu 27 2014, 14:21

mi pare che le cose in Italia stiano così:
fino a qualche anno fa non era illegale copiare/scaricare per uso privato o cmq non a fini di lucro (fare le copie e vendere non si può);
ora mi pare che sia illegale anche copiare/scaricare.

inoltre, per quanto riguarda lo scaricamento, c'è il problema che usando sistemi torrent, tu mentre scarichi anche "condividi" con altri il file che hai su computer, e quello è SICURAMENTE illegale (l'upload, non il download)

non sono sicurissimo però



per il giusto o sbagliato scaricare: se è illegale è illegale, non vale la scusa "sì, ma c'è gente che ruba di più", quella è una cazzata (al max si può discutere sul problema di come vengano perseguiti i reati, in termini di impegno e pena, ma questa, ripeto, non può essere una scusa).
dire che se scarico rubo la proprietà intellettuale (cit. la Niqua) è sbagliato: la proprietà intellettuale la si ruba quando metto il mio nome su un'opera non mia.
se scarico non pago i diritti d'autore, che è un'altra cosa (questo era tanto per fare i precisini).

in ogni caso, penso che se mai dovessi produrre un'opera d'arte di qualunque genere, non avrei problemi di sorta a "darla via gratis", usando una licenza creative commons, per esempio (che dà la possibilità di proteggere solo la proprietà intellettuale, appunto).
credo infatti che se faccessi arte, lo farei perchè ho il bisogno di comunicare qualcosa ad altri in un certo modo, per cui vorrei che il "messaggio" (che può essere anche semplicemente la ricerca del "bello") raggiunga più persone possibili, dall'industriale al muratore, dall'ereditiera alla nullatenente, dal professore universitario ai ragazzini che vanno ancora a scuola.
ma questo sono io; e solo a livello di ipotesi, perchè il mio lato artistico è assai poco sviluppato.

in ogni caso, una piccola nota a margine: finchè ci si masterizzava i cd/dvd, su ogni cd/dvd vuoto che si comprava c'era una tassa imposta dalla siae per i diritti d'autore che, secondo la siae stessa, avresti infranto masterizzando quel cd/dvd (l'idea di fare un backup di informazioni private su cd/dvd non era contemplata), per cui i diritti d'autore erano pagati (ed infatti la copia per uso privato era legale).
ora invece, con l'arrivo dei lettori mp3, mp4, tv che leggono gli hard disk esterni, smart tv ecc, questa tassa viene evitata, visto che cd/dvd e anche i blue-ray non è che vengano utilizzati tantissimo...
avatar
JoJo

Messaggi : 838
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Akka il Ven Giu 27 2014, 14:23

be' nzomma dai... il principio di rubacchiare(o se non vogliamo dire rubacciare diciamo almeno usufruire in modo non proprio legale) la proprietà intellettuale non è che sia molto simpatico

si può dire 'eh ma le idee sono di tutti', si ok, son di tutti, ma quelli che stanno a perderci tempo per farsele venire non è che siano molto contenti che venga meno la loro fonte di guadagno...

eh ma quelli tanto quadagnano stesso... anche qui nzomma... non è detto, non sempre...

cioè, è giusto che io possa guadagnare, per esempio aprendo un locale di quelli fighetti alla moda, dove c'è il dj pettinato strano che mette su la musica di non so chi, senza che questo non so chi guadagni alcunchè dal suo lavoro?

no perchè in tutto questo circolo economico quello che ha veramente prodotto qualcosa è proprio questo non so chi...

quindi è giusto che si paghino i diritti alla siae ecc...

ma l' uso personale è diverso perchè non danneggio nessuno, e se non avessi modo si scaricare allora di certo non spenderei di sicuro 8 euro per il biglietto al cinema o 15 per il cd...

si anche qui nzomma... forse, volendo essere pragmatici, potremmo constatare che effettivamente tra chi scarica vi è sia chi non comprerebbe comunque(cioè neppure se non potesse scaricare), sia chi comprerebbe comunque, cioè chi un certa cifra per questo genere di prodotti la spende abitualmente, e magari scarica così, per farsi un' idea, ma poi tanto compra

e in tutto questo trantran intanto il prodotto gira, si pubblicizza, più gente ne parla, ecc...

bisognerebbe fare indagini costi/benefici, secondo me alla fine non ci perdono(ammesso ci perdano,) poi molto, non di meno il principio resta antipatico! sarebbe giusto che si sottoscrivesse sempre un contratto quando si acquista o usufruisce di qualcosa, nel quale entrambe le parti siano informate e daccordo...

così è un po' na roba selvaggia... uno lavora, produce qualcosa, e poi chiunque può appropriarsene liberamente, così si è costretti a cercare di guadagnare in modo indiretto(per esempio nei siti dove si ascolta la musica gratuitamente ma ti cucchi la pubblicità)

bene o male che sia però non sembra un fenomeno reversibile, come fai a impedire che la gente scarichi?
avatar
Akka

Messaggi : 1525
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da JoJo il Ven Giu 27 2014, 14:28

@Akka ha scritto:be' nzomma dai... il principio di rubacchiare(o se non vogliamo dire rubacciare diciamo almeno usufruirne in modo non proprio legale) la proprietà intellettuale non è che sia molto simpatico

si può dire 'eh ma le idee sono di tutti', si ok, son di tutti, ma quelli che stanno a perderci tempo per farsele venire non è che siano molto contenti che venga meno la loro fonte di guadagno...

eh ma quelli tanto quadagnano stesso... anche qui nzomma... non è detto, non sempre...

cioè, è giusto che io possa guadagnare, per esempio aprendo un locale di quelli fighetti alla moda, dove c'è il dj pettinato strano che mette su la musica di non so chi, senza che questo non so chi guadagni alcunchè dal suo lavoro?

no perchè in tutto questo circolo economico quello che ha veramente prodotto qualcosa è proprio questo non so chi...

OVVIAMENTE hai ragione
mi sono dimenticato di specificare che stavo ragionando solo riguardo l'uso privato, non all'uso pubblico.
se qualcuno fa soldi sfruttando l'opera di qualcun'altro è sacrosanto che paghi una parte a chi quel guadagno l'ha reso possibile (dopotutto è come se l'artista avesse lavorato per).
avatar
JoJo

Messaggi : 838
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Psyre il Ven Giu 27 2014, 14:40

@Akka ha scritto:...
bene o male che sia però non sembra un fenomeno reversibile, come fai a impedire che la gente scarichi?
difatti, l'offerta dovrebbe fare i conti su questo e lavorare di conseguenza, ad esempio:
. nel pubblico, apri una discoteca, etc. puoi continuare a far pagare (magari alzando un pò il prezzo) la SIAE, diritti e licenze varie
. nel privato, più che impedire che si scarichi materiale coperto da copyright, lo si può far ascoltare/vedere gratis con la pubblicità o dietro un pagamento che, ovviamente, dovrà mantenersi basso (non come ora; parlo soprattutto per i video), ma in compenso dare più pubblicità al prodotto stesso (con tutto il mercato che c'è dietro)
non mi sembra sia una cosa così improponibile nè per l'una nè per l'altra parte, in compenso entrambi ne gioverebbero
avatar
Psyre

Messaggi : 403
Data d'iscrizione : 26.06.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Psyre il Ven Giu 27 2014, 14:44

@JoJo ha scritto:... in ogni caso, una piccola nota a margine: finchè ci si masterizzava i cd/dvd, su ogni cd/dvd vuoto che si comprava c'era una tassa imposta dalla siae per i diritti d'autore che, secondo la siae stessa, avresti infranto masterizzando quel cd/dvd (l'idea di fare un backup di informazioni private su cd/dvd non era contemplata), per cui i diritti d'autore erano pagati (ed infatti la copia per uso privato era legale).
ora invece, con l'arrivo dei lettori mp3, mp4, tv che leggono gli hard disk esterni, smart tv ecc, questa tassa viene evitata, visto che cd/dvd e anche i blue-ray non è che vengano utilizzati tantissimo...
oddio, quanto c'era il periodo che compravi il film/telefilm e ti dovevi assorbire quell'orrenda pubblicità che la pirateria era un fatto gravissimo! <- per me un sacco di gente ha iniziato a scaricare, perchè odiava quella pubblicità

ps. io utilizzo più i b.ray che mp3/4, è grave? a mia discolpa però vedo anche programmi on demand (adoro i telefilm ;P)
avatar
Psyre

Messaggi : 403
Data d'iscrizione : 26.06.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Akka il Ven Giu 27 2014, 14:47

@Psyre ha scritto:
@Akka ha scritto:...
bene o male che sia però non sembra un fenomeno reversibile, come fai a impedire che la gente scarichi?
difatti, l'offerta dovrebbe fare i conti su questo e lavorare di conseguenza, ad esempio:
. nel pubblico, apri una discoteca, etc. puoi continuare a far pagare (magari alzando un pò il prezzo) la SIAE, diritti e licenze varie
. nel privato, più che impedire che si scarichi materiale coperto da copyright, lo si può far ascoltare/vedere gratis con la pubblicità o dietro un pagamento che, ovviamente, dovrà mantenersi basso (non come ora; parlo soprattutto per i video), ma in compenso dare più pubblicità al prodotto stesso (con tutto il mercato che c'è dietro)
non mi sembra sia una cosa così improponibile nè per l'una nè per l'altra parte, in compenso entrambi ne gioverebbero

si l' ideale sarebbe che si verificasse una cosa del genere(e io infatti non sarei contrario)! ma sai... molti nutrono più di qualche dubbio sulle capacità autoregolative del mercato!

chissà chi c' ha regione...
avatar
Akka

Messaggi : 1525
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Psyre il Ven Giu 27 2014, 15:03

@Akka ha scritto:
@Psyre ha scritto:
@Akka ha scritto:...
bene o male che sia però non sembra un fenomeno reversibile, come fai a impedire che la gente scarichi?
difatti, l'offerta dovrebbe fare i conti su questo e lavorare di conseguenza, ad esempio:
. nel pubblico, apri una discoteca, etc. puoi continuare a far pagare (magari alzando un pò il prezzo) la SIAE, diritti e licenze varie
. nel privato, più che impedire che si scarichi materiale coperto da copyright, lo si può far ascoltare/vedere gratis con la pubblicità o dietro un pagamento che, ovviamente, dovrà mantenersi basso (non come ora; parlo soprattutto per i video), ma in compenso dare più pubblicità al prodotto stesso (con tutto il mercato che c'è dietro)
non mi sembra sia una cosa così improponibile nè per l'una nè per l'altra parte, in compenso entrambi ne gioverebbero

si l' ideale sarebbe che si verificasse una cosa del genere(e io infatti non sarei contrario)! ma sai... molti nutrono più di qualche dubbio sulle capacità autoregolative del mercato!

chissà chi c' ha regione...

il mercato, ovviamente  tacch: 

le strade penso comunque sian solo due:
continuare a non fare niente continuando a sguazzare nella melma, alimentando l'inevitabile crollo definitivo (se la domanda segue uno schema e l'offerta un'altra, ma dov è il mercato?)
o
provare ad intraprendere una nuova strada, rivedendo e ridimensionando le regole di gioco
avatar
Psyre

Messaggi : 403
Data d'iscrizione : 26.06.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Akka il Ven Giu 27 2014, 15:19

allah 
avatar
Akka

Messaggi : 1525
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Fux il Ven Giu 27 2014, 21:37

@Akka ha scritto:si anche qui nzomma... forse, volendo essere pragmatici, potremmo constatare che effettivamente tra chi scarica vi è sia chi non comprerebbe comunque(cioè neppure se non potesse scaricare), sia chi comprerebbe comunque, cioè chi un certa cifra per questo genere di prodotti la spende abitualmente, e magari scarica così, per farsi un' idea, ma poi tanto compra
Ecco, questo discorso è interessante. Io un po' di anni fa scaricavo abbastanza musica, e "paradossalmente" (?) questo mi ha spinto a comprare di più. Il fatto è che avendo una grande disponibilità di roba da scaricare e ascoltare gratuitamente è più facile scoprire cose interessanti ed essere poi invogliati a comprare. Senza la possibilità di scaricare roba magari conoscerei 10 album e me ne comprerei tre, scaricando di album ne conosco 100 e me ne compro trenta. È però vero che questo discorso può valere per uno che è appassionato di musica, di un genere o di un artista, mentre quello che ascolta le hit del momento e le cestina dopo un paio di settimane o poco più magari non ha interesse a spendere soldi per comprare i CD.
Comunque, oggi esistono altri modi per ascoltare gratuitamente (e legalmente) la musica, tipo Spotify, e a meno che uno non cerchi roba ultra underground è facile trovare quasi tutto. sorriso

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Psyre il Sab Giu 28 2014, 17:48

ma infatti il punto forte del download (ma anche il semplice ascolto/visione in streaming) è essere sinonimo di pubblicità; sembra che si stiano svegliando (mi riferisco ai video su youtube tipo vevo, tanto per dire), ma oste se non son lenti
e, posto l'assunto (che più che assunto è un dato di fatto) che i soggetti che compravano tenderanno a comprare ancora, il mercato non crollerà affatto, anzi

uno dei problemi (ovvero la causa del fatto che il cambio rotta sia ancora così lento) è, credo, che fa gola, per chi produce robetta, ma anche le produzioni in genere, un mercato improntato sul vecchio sistema,
difatti la tipologia di mercato che si potrebbe prospettare come nuova, non avrebbe la caratteristica di lasciare chissà che spazio a questo genere di produzione e gli artisti (e tutto il mondo che c'è dietro) dovranno essere particolarmente bravi per utilizzare la propria arte come lavoro
questo almeno è il mio pensiero  popcorn 
avatar
Psyre

Messaggi : 403
Data d'iscrizione : 26.06.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Niques il Sab Giu 28 2014, 20:32

@Psyre ha scritto:ma infatti il punto forte del download (ma anche il semplice ascolto/visione in streaming) è essere sinonimo di pubblicità; sembra che si stiano svegliando (mi riferisco ai video su youtube tipo vevo, tanto per dire), ma oste se non son lenti
e, posto l'assunto (che più che assunto è un dato di fatto) che i soggetti che compravano tenderanno a comprare ancora, il mercato non crollerà affatto, anzi

uno dei problemi (ovvero la causa del fatto che il cambio rotta sia ancora così lento) è, credo, che fa gola, per chi produce robetta, ma anche le produzioni in genere, un mercato improntato sul vecchio sistema,
difatti la tipologia di mercato che si potrebbe prospettare come nuova, non avrebbe la caratteristica di lasciare chissà che spazio a questo genere di produzione e gli artisti (e tutto il mondo che c'è dietro) dovranno essere particolarmente bravi per utilizzare la propria arte come lavoro
questo almeno è il mio pensiero  popcorn 

Uh, quanta roba colerebbe a picco...
avatar
Niques

Messaggi : 1437
Data d'iscrizione : 19.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Niques il Sab Giu 28 2014, 20:34

Vi immaginate robe tipo sarabanda in streaming?!?  risata 
avatar
Niques

Messaggi : 1437
Data d'iscrizione : 19.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum