Ateismo e libertà
Benvenuto sul forum "Ateismo e libertà"

Per partecipare alle discussioni effettua il login. Non sei ancora iscritto? Registrati per iniziare a partecipare!

pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da iosonoateo il Gio Giu 26 2014, 15:35

Questo è un quesito interessante, da un certo punto di vista è sbagliata perché non favorisce lo sviluppo delle arti e mette in crisi il settore culturale e dell'intrattenimento; da un altro punto di vista potrebbe essere giusto, se un individuo scarica una "copia" di un prodotto è giusto che non paghi, essendo quella una "copia" non ufficiale non vedo perché bisogna pagarla.
voi che ne pensate?
avatar
iosonoateo

Messaggi : 1067
Data d'iscrizione : 04.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Niques il Gio Giu 26 2014, 15:45

@iosonoateo ha scritto:Questo è un quesito interessante, da un certo punto di vista è sbagliata perché non favorisce lo sviluppo delle arti e mette in crisi il settore culturale e dell'intrattenimento; da un altro punto di vista potrebbe essere giusto, se un individuo scarica una "copia" di un prodotto è giusto che non paghi, essendo quella una "copia" non ufficiale non vedo perché bisogna pagarla.
voi che ne pensate?  
Queste sono cose che gli individui dicono a se stessi per sentirsi un po' meno colpevoli.
Poi vorrei sapere nell'ambito della pirateria cosa vuol dire "copia"...  lookaround
Che guardi dawsonscreek rifatto da attori diversi? Ma va va... mgreen
avatar
Niques

Messaggi : 1437
Data d'iscrizione : 19.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Mix il Gio Giu 26 2014, 16:01

Peccato => confessione (autoconfessione, è più pratico) => un padrenostro & un'avemaria frettolosi, basta una parola ogni 4, 6, 8, . . . e via a scaricare un altro film.
Ad libidum.
Molto cattolico.

Mix

Messaggi : 1974
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da iosonoateo il Gio Giu 26 2014, 16:08

non penso che qualcuno si senta in colpa se scarica qualcosa da internet, comunque per "copia" intendo tutti quei prodotti che sono una copia non ufficiale di un prodotto  sisi se mi scarico un film dalla qualità scadente e mi va bene guardarlo così è giusto che non lo paghi, quando compro un prodotto io pago sia la garanzia che il prodotto è "perfetto" sia il supporto(dvd)
avatar
iosonoateo

Messaggi : 1067
Data d'iscrizione : 04.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Mix il Gio Giu 26 2014, 16:26

Autoassoluzione preventiva. Siamo arrivati al post-cattolicesimo.
Era inevitabile una tale decomposizione, solo una questione di tempo.
È il momento buono per gli zombie, ormai.

Mix

Messaggi : 1974
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Avalon il Gio Giu 26 2014, 17:10

La mia risposta è... dipende  mgreen 

Non scarico pirateria volentieri.
Ascolto pochissima musica, e se è vero che le poche canzoni di un interesse momentaneo le ascolto da youtube, ci tengo a comprare i prodotti degli artisti che mi interessano soprattutto se non sono gente di successo ma che sbarca il lunario come può.
Che so, la Casa del Vento, musica che amo molto: i due fratelli sono operai, fanno musica nel tempo libero, mi sembrerebbe un furto non riconoscergli un equo compenso per il loro lavoro.

Ma anche Ligabue, che di certo ora non ha bisogno dei miei spicci: e però è giusto, mica andrei dal macellaio senza pagare quand'anche costui fosse più ricco di me.

Mentre ecco, i film: è vero che sono anche quelli prodotti di lavoro e di creatività, ma... un conto son le produzioni indipendenti e un conto son le major. Pagare per un filmone ammerigano mi schifisce. Mi schifisce pure il filmone di solito  mgreen 

Credo tuttavia nel contempo che sarebbe giusto provvedere all'accesso all'arte e alla cultura per chi non se lo può permettere: una persona che non ha reddito, ha la medesima necessità di arte e cultura che hanno tutti... esistono le biblioteche, direte, si vabbè... non ci sono dappertutto e dove ci sono capita magari come a me che ci entro e mi viene il pianto isterico perché ci son meno libri che a casa mia e il più nuovo è il libro Cuore...
Assolvo dunque con minimi distinguo chi approfitta della pirateria mancando di possibilità economiche.

_________________
Adesso sono un pirata.
Un pirata è tenerezza che esplode fiera,
è giustizia incompresa, è amore sconsolato,
è lottare,
è solitudine condivisa,
è navigare senza mai porto, è perenne tormenta,
è possesso sempre insoddisfatto,
è senza riposo.

El Sup
avatar
Avalon


Messaggi : 2454
Data d'iscrizione : 30.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da airava il Gio Giu 26 2014, 17:42

è un po come dire che a leggere il giornale al bar si mette si mettono in crisi gli editori...
oppure che passando un libro ad un amico si riduce alla fame il suo autore...
avatar
airava

Messaggi : 462
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Niques il Gio Giu 26 2014, 18:07

@iosonoateo ha scritto:non penso che qualcuno si senta in colpa se scarica qualcosa da internet, comunque per "copia" intendo tutti quei prodotti che sono una copia non  ufficiale di un prodotto  sisi se mi scarico un film dalla qualità scadente e mi va bene guardarlo così è giusto che non lo paghi, quando compro un prodotto io pago sia la garanzia che il prodotto è "perfetto" sia il supporto(dvd)
A parte il fatto che oramai moltissimi di questi prodotti scaricabili sono in alta qualità, quando tu "acquisti" un film (comprando il dvd oppure comprando il biglietto del cinema) non ne acquisti soltanto la qualità video/audio... Intanto c'è la proprietà intellettuale (chi scrive la storia, chi scrive la sceneggiatura) poi ci sono gli attori, e pure quelli che agli attori portano il caffè durante le pause. Ci sono i truccatori, gli addetti agli effetti speciali (te puoi guardare pure una ri-ri-ri-registrazione di un film doppiato in armeno, ma tutti i tecnici ci hanno lavorato, punto.
Questo discorso delle copie impure è una baggianata,perché non sono "copie non ufficiali di un prodotto" (la cola esselunga è la copia della coca-cola...) ma è lo stesso identico prodotto ma di qualità potenzialmente degradata. E non per colpa del produttore. E' un po' come andare al super, pestare e sputtacchiare la bottiglia di estatè e cuccarsela gratis, perché tanto è sciupata. Sì, però poi te lo bevi lo stesso...
Non vuoi fare lo scrittore? Che mi dici se pubblichi il tuo primo libro, ne vendi poche copie e non ci guadagni una mazza ma il libro è diffusissimo in forma piratata? Eh, perché il pdf è la scannerizzazione del testo originale, è tutta storta, allora chi lo legge ha il diritto di non pagare... E se poi ci fanno il film? Non dovrebbero chiederti il permesso né pagarti i diritti, perché è una copia un po' diversa dall'originale, quindi ok...
Non dico che se ti scarichi il film di Angelina Jolie la poretta muore di fame, ok, ma il principio di autoassoluzione che propini è del tutto contestabile... E lo sai.
Se permetti: puro ragionamento italiota  ça_va 

La gente non si sente in colpa quando scarica? Tu forse, ma dubito: quando leggi sul giornale di quello che s'è beccato millemila euri di multa non ti scende il rivolino di sudore freddo sulla nuca? Dubbi...
avatar
Niques

Messaggi : 1437
Data d'iscrizione : 19.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Niques il Gio Giu 26 2014, 18:12

@Avalon ha scritto:Credo tuttavia nel contempo che sarebbe giusto provvedere all'accesso all'arte e alla cultura per chi non se lo può permettere: una persona che non ha reddito, ha la medesima necessità di arte e cultura che hanno tutti... esistono le biblioteche, direte, si vabbè... non ci sono dappertutto e dove ci sono capita magari come a me che ci entro e mi viene il pianto isterico perché ci son meno libri che a casa mia e il più nuovo è il libro Cuore...
Assolvo dunque con minimi distinguo chi approfitta della pirateria mancando di possibilità economiche.
 quoto
Nella biblioteca della mia zona di film ce ne saranno meno di un centinaio, metà per bambini, gli altri sul genere Alberto Sordi, qualcosa di autore e stop

La musica: su youtube tanti "artisti" le canzoni se le mettono da soli... I vari canali Vevo sono ufficiali. Non c'è bisogno di scaricarli...
avatar
Niques

Messaggi : 1437
Data d'iscrizione : 19.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Fux il Gio Giu 26 2014, 18:24

Quoto Nikka.
Per la musica ci sono anche servizi di streaming gratuito come Spotify.

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Mix il Gio Giu 26 2014, 18:28

@Avalon ha scritto:La mia risposta è... dipende  mgreen 
Devi pagarmi le royalties. Devo farti contattare dal mio avvocato?  clown   mgreen   risata   risata   risata 
Spoiler:
Se rispondi *dipende*®️ avvierai automaticamente le procedure

Credo tuttavia nel contempo che sarebbe giusto provvedere all'accesso all'arte e alla cultura
Spoiler:
Ma che arte, che cultura? Che Politica, che cultura?
Sono solo canzonette

per chi non se lo può permettere: una persona che non ha reddito, ha la medesima necessità di arte e cultura che hanno tutti... esistono le biblioteche, direte, si vabbè... non ci sono dappertutto e dove ci sono capita magari come a me che ci entro e mi viene il pianto isterico perché ci son meno libri che a casa mia e il più nuovo è il libro Cuore...
Assolvo dunque con minimi distinguo chi approfitta della pirateria mancando di possibilità economiche.
Assolvi, in pura logica post-cattolica . . .  clown mgreen risata buahahah 
SCHERZO. SO cosa vuoi dire e naturalmente sono della stessa opinione. Chi non ha risorse è comunque inutile per chi fa mercato di arte e cultura.
Si aprirebbe ora l'argomento di cos'è arte, cosa cultura. Tutto quello che è al top del download illegale si può onestamente far entrare nelle categorie di arte e cultura? O piuttosto in quello dell'intrattenimento di bassissima lega?


Ultima modifica di Mix il Gio Giu 26 2014, 18:57, modificato 1 volta

Mix

Messaggi : 1974
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Hara il Gio Giu 26 2014, 18:31

@Niques ha scritto:
Se permetti: puro ragionamento italiota  ça_va 

Beh, non direi proprio che è un fenomeno esclusivamente italiano...

La gente non si sente in colpa quando scarica? Tu forse, ma dubito: quando leggi sul giornale di quello che s'è beccato millemila euri di multa non ti scende il rivolino di sudore freddo sulla nuca? Dubbi...

Streaming
(for your consideration  jail ) blues
avatar
Hara

Messaggi : 1107
Data d'iscrizione : 09.04.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Niques il Gio Giu 26 2014, 18:40

Ashke ha scritto:
@Niques ha scritto:
Se permetti: puro ragionamento italiota  ça_va 

Beh, non direi proprio che è un fenomeno esclusivamente italiano...

Non ho detto questo.
Sottolineavo il fantastico stile italiota.
Si fa qualcosa di scorretto e poi ci si inventa una scusa per cercare di essere nel giusto.
Se dicesse "son dei ricconi e non voglio dare loro i miei soldi, tanto non li danneggio" capirei... se dicesse "sono indigente, non posso davvero permettermelo" capirei pure... ma se mi viene a dire che è giusto non pagare perché in realtà è una copia non ufficiale e poi non è di buona qualità... dai, è una scusa ridicola...
avatar
Niques

Messaggi : 1437
Data d'iscrizione : 19.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Hara il Gio Giu 26 2014, 18:47

Ridicola o no o non fanno edizioni digitali(e son campati benissimo anche senza) o il prezzo che devono pagare è questo.


avatar
Hara

Messaggi : 1107
Data d'iscrizione : 09.04.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Niques il Gio Giu 26 2014, 19:00

Ashke ha scritto:Ridicola o no o non fanno edizioni digitali(e son campati benissimo anche senza) o il prezzo che devono pagare è questo.


Ah, ma io discutevo solo della scusa di Isa, mica delle edizioni digitali...
Su quello anzi sono un po' complottista  lookaround
Se tutte ste aziende plurimilionarie ci rimettessero davvero stai sicuro che la pirateria non esisterebbe.
Che poi le magliette Bazinga le vendono lo stesso, e pure meglio...
avatar
Niques

Messaggi : 1437
Data d'iscrizione : 19.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Avalon il Gio Giu 26 2014, 19:02

@Mix ha scritto:Devi pagarmi le royalties. Devo farti contattare dal mio avvocato?  clown   mgreen   risata   risata   risata 

...posso pagarle in torte e birra di quella buona?  mgreen 



Assolvi, in pura logica post-cattolica . . .  clown mgreen risata buahahah 
SCHERZO. SO cosa vuoi dire e naturalmente sono della stessa opinione. Chi non ha risorse è comunque inutile per chi fa mercato di arte e cultura.
Si aprirebbe ora l'argomento di cos'è arte, cosa cultura. Tutto quello che è al top del download illegale si può onestamente far entrare nelle categorie di arte e cultura? O piuttosto in quello dell'intrattenimento di bassissima lega?

... clown clown clown 

Ecco, l'intrattenimento di bassissima lega... beh, non sono senza peccato: l'anno scorso, durante il Lungo Inverno sul monte ho guardato due film. Uno era 'Thor'.
Ma non sono pentita, il giovine era godevole alla vista e quivi si era a -22°...  risata 

_________________
Adesso sono un pirata.
Un pirata è tenerezza che esplode fiera,
è giustizia incompresa, è amore sconsolato,
è lottare,
è solitudine condivisa,
è navigare senza mai porto, è perenne tormenta,
è possesso sempre insoddisfatto,
è senza riposo.

El Sup
avatar
Avalon


Messaggi : 2454
Data d'iscrizione : 30.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Tommy the Cat il Gio Giu 26 2014, 19:05

non favorisce lo sviluppo delle arti e mette in crisi il settore culturale e dell'intrattenimento
Non credo. Penso che la maggior parte di chi pirata musica o film se veramente non potesse più farlo si limiterebbe a non acquistare un bel niente.
Certi CD o i biglietti del cinema, al momento, semplicemente costano troppo.
Al contempo però è anche vero che online la musica la si paga poco, e infatti molte persone sono comunque invogliate a pagare per gli artisti che ritengono meritevoli(io ad esempio ho comprato due album degli Ulver anche se potevo tranquillamente ascoltarli su youtube o spotify).
Inoltre anche per il cinema/tv a quanto ho capito stanno nascendo servizi online del genere che a prezzi accessibili permettono la visione legale.
avatar
Tommy the Cat


Messaggi : 1566
Data d'iscrizione : 30.12.13

http://ateismoeliberta.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Mix il Gio Giu 26 2014, 19:11

@Avalon ha scritto:
@Mix ha scritto:Devi pagarmi le royalties. Devo farti contattare dal mio avvocato?  clown   mgreen   risata   risata   risata 

...posso pagarle in torte e birra di quella buona?  mgreen 
CertocheSI.

Assolvi, in pura logica post-cattolica . . .  clown mgreen risata buahahah 
SCHERZO. SO cosa vuoi dire e naturalmente sono della stessa opinione. Chi non ha risorse è comunque inutile per chi fa mercato di arte e cultura.
Si aprirebbe ora l'argomento di cos'è arte, cosa cultura. Tutto quello che è al top del download illegale si può onestamente far entrare nelle categorie di arte e cultura? O piuttosto in quello dell'intrattenimento di bassissima lega?

... clown clown clown 

Ecco, l'intrattenimento di bassissima lega... beh, non sono senza peccato: l'anno scorso, durante il Lungo Inverno sul monte ho guardato due film. Uno era 'Thor'.  
Ma non sono pentita, il giovine era godevole alla vista e quivi si era a -22°...  risata 
Ma anche la tipina di quel film era stuzzicante.
Proprio una bella coppietta.
Certo che lei, quella della parte nel film, aveva di che sollazzarsi assieme al dio col martello . . . (pneumatico? pig ): uno che le sue amiche, con la sua mazza, *le fa volare* alte.  clown mgreen risata buahahah

Mix

Messaggi : 1974
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da iosonoateo il Gio Giu 26 2014, 19:28

avatar
iosonoateo

Messaggi : 1067
Data d'iscrizione : 04.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Mix il Gio Giu 26 2014, 19:33

@Niques ha scritto:
Ashke ha scritto:
@Niques ha scritto:
Se permetti: puro ragionamento italiota  ça_va 

Beh, non direi proprio che è un fenomeno esclusivamente italiano...

Non ho detto questo.
Sottolineavo il fantastico stile italiota.
Il cattolicesimo elevato al berlusconismo o il berlusconismo elevato al cattolicesimo?
CCARB&B oppure B&BCCAR ?
Si fa qualcosa di scorretto e poi ci si inventa una scusa per cercare di essere nel giusto.
Se dicesse "son dei ricconi e non voglio dare loro i miei soldi, tanto non li danneggio" capirei... se dicesse "sono indigente, non posso davvero permettermelo" capirei pure... ma se mi viene a dire che è giusto non pagare perché in realtà è una copia non ufficiale e poi non è di buona qualità... dai, è una scusa ridicola...
SE si dicesse: "trasgredisco con il gusto di trasgredire, consapevole di fare cosa illecita" sarebbe più onesto.

Mix

Messaggi : 1974
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Mazda il Gio Giu 26 2014, 20:33

@iosonoateo ha scritto:Questo è un quesito interessante, da un certo punto di vista è sbagliata perché non favorisce lo sviluppo delle arti e mette in crisi il settore culturale e dell'intrattenimento; da un altro punto di vista potrebbe essere giusto, se un individuo scarica una "copia" di un prodotto è giusto che non paghi, essendo quella una "copia" non ufficiale non vedo perché bisogna pagarla.
voi che ne pensate?  

copia o non copia?
crisi dell'arte... o di chi ci mangia miliardi sull'arte senza fare mai arte???

ci sono opere artistiche le cui copie non hanno valore, vale solo l'originale, che sia una statua, un dipinto, ... le loro foto non valgono nulla...

ma poi ci sono opere che vengono prodotte per essere diffuse in copie dello stesso valore: film, musica, libri...
le loro copie hanno valore perchè son fatti per essere distribuiti in copie e usufruiti a casa... e l'opera ha valore anche in funzione delle copie vendute...


si sta come d'autunno
sugli alberi le foglie


ha forse meno valore artistico perchè è corto, facilmente riproducibile e trovabile su mille antologie e circuiti biochimici?
o non è forse il fatto che sia conosciuto da tutti a manifestare meglio lo splendore della sua bellezza?


sinceramente credo che un vero gruppo musicale sarebbe in grado di mantenere la propria arte solo facendo pagare i concerti e diffondendo gratis la propria musica.
certo, c'è più "lavoro" duro dietro a fare una serie di 30 concerti in un anno...

per il cinema... ci sono i cinema... e i diritti tv...


quindi... non so...
vivere di arte si può, certo, la selezione sarebbe spietata, ne girerebbe meno, ma sarebbe più arte e meno intrattenimento artigianale.
e poi quanti artisti raggiunti guadagni da capogiro hanno abbandonato le loro vite vere, disagiata di origine, la vera fonte del loro disagio esistenziale e della loro arte, e si son poi spenti come artisti non dicendo più nulla?

non credo sarebbe un male.

non è la quantità la cifra dell'arte, ma la qualità, l'unicità.

a me sembra giunta l'ora di non credere più alle balle degli azzeccagarbugli che autogiustificano il loro esistere strutturando prassi nefaste che li fanno essere necessari, quando l'arte, in sè, dovrebbe essere solo manifestazione di un bisogno, ispirazione dell'artista, e non progetto studiato a tavolino per un business...


la qualità di un film, la qualità artistica dico, l'emozione vera, il restarti dentro per mesi, magari persino cambiare una tua abitudine o modo di essere... o spiegarti un lato di te a te stesso... dipende davvero dagli effetti speciali?
se considero il genio che mosse l'inconscio di un comico come benigni ad ardire di far ridere usando come tema la tragedia tabù, l'olocausto, e di farlo senza offendere, facendo riflettere e piangere... mi rendo conto che quella è arte, genio, unicità, mentre l'ennesimo film sui campi di concentramento è la solita spremuta di sentimenti e compassioni da pop corn...


ovviamente non voglio esagerare: non è che non servono soldi, ma magari altre vie basterebbero senza bloccare la fruizione, ora che col web è possibile in immediato. una componente dell'arte è la techne, e per quelle forme speciali di arte in equipe, che nascono come progetti concertati, come il cinema, è chiaro che quella techne costa ed è fondamentale...


ma il principio che spinge lo stato a esporre in un museo una gioconda è quello di renderla fruibile a tutti, proteggendola.

potessero averne tutti una originale a casa, quell'originale perderebbe valore... non esistendo più come unico originale della mano dell'artista... e allora cosa è arte? e come se ne fruisce?


col web possiamo usufruire ora molti, di moltissimo.


perchè impedirlo e non regolamentarlo?

per una elite che ci guadagna sopra da decenni e vorrebbe continuare a farlo con i medesimi meccanismi perchè preferiscono fare quel lavoro che uno di merda e sottopagato o sbattersi ad inventarsi vie nuove?
 wtf 


alla fine ci perderebbe molto solo l'intorno.
e quanta arte vera non emerge, non viene selezionata, proprio per l'esistenza di quell'intorno troppo concentrato sul business omologante, con componenti più di "artigianale" e pur "industriale" che di artistico...?


ma vediamo le conseguenze ipotetiche a lasciar fruire di tutto a tutti:

+/- forse l'arte non ci perderebbe poi molto, anche solo per il cambio d'aria,...
++ e noi tutti di certo ci guadagneremmo tanto usufruendo di tutto.
- tuttavia poche centinaia di migliaia di persone nel mondo, poche in fondo, si troverebbero invece a dover trovare un secondo lavoro... o a non potersi comprare il quarto suv...

niente tragedie direi...


si sta peggio in africa...



oh...
pensieri alla cazzo..
non fateci punte che tanto non le spunto...
piuttosto dateci sputi, o spunti...





avatar
Mazda

Messaggi : 513
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da delfi68 il Gio Giu 26 2014, 23:05

@iosonoateo ha scritto:non penso che qualcuno si senta in colpa se scarica qualcosa da internet, comunque per "copia" intendo tutti quei prodotti che sono una copia non  ufficiale di un prodotto  sisi se mi scarico un film dalla qualità scadente e mi va bene guardarlo così è giusto che non lo paghi, quando compro un prodotto io pago sia la garanzia che il prodotto è "perfetto" sia il supporto(dvd)

Me ne strafotto il cazzo..

scusa se faccio polemica eh..ma certe volte stiamo li a sottilizzare il puntadelcazzo cavillo del copiright quando un ex ministro ti si incula 50 milioni di euro mettendo paperelle galleggianti al lido di Venezia..(galan-mose) ..un truffatore sconta 22 gioni di pene alternative su un furto all'erario di 7 milioni accertati e un centinaio sfumati in prescrizioni..

ma io me strafotto il cazzo delle microleggine fatte per tenerci tutti al guinzaglio, illusi che le regole e leggi esistano perche' ne sentiamo il peso nella quotidianita' delle nostre lurkate piu' o meno porno di film d'autore..
La stragrande maggioranza delle leggi serve solo a farci credere che esistano le leggi e che viviamo in un sistema egualitario, dove ti tassano persino il citofono se c'ha il monitor, ma un Matacena e' latitante a Dubai con i soldi di Scajola che li ha guadaganti grazie a una casa vendutagli e intestatagli a sua insaputa..

MA SCARRICATE senza troppo star li a farsi prendere per il culo dai copyright di sto cazzo..i soldi li fanno con le pubblicita', sia in rete che no..volgiono farmi pagare un dvd a prezzo pieno? MELOPORTASSEROACASA!

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da delfi68 il Gio Giu 26 2014, 23:10

comunque un verde perche' hai scritto un post (l'ultimo) davvero ben fatto..mi ha persino fatto sorridere un po.. yessir 

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Lyallii il Ven Giu 27 2014, 12:33

Ragazzi....
Che ve lo dico a fare?? Io pecco, pecco e pecco.
E senza nemmeno pentirmi...

Una sola giustificazione, il costo.
Sì, per altre stronzate li esci i soldi? Potreste dirmi questo... Ma non è così perché è diventato rarissimo spender soldi per cavolate!

ne spendo tanti per i libri di mio figlio ma io compro solo se dopo aver letto, quel particolare libro lo voglio avere a casa.

Per il resto, quoto Delfi!


_________________
Il mio zito virtuale è fuxino, il mio amante geloso è akka!
 cuori
avatar
Lyallii


Messaggi : 2626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Psyre il Ven Giu 27 2014, 13:22

presente: anch'io, a volte, scarico o vedo in streaming
comunque, a che so, se è per uso privato non è reato
indipendentemente da ciò, tra il mercato che c'è dietro e i problemi reali, scarico; se pur l'idea di fondo del copyright è corretta, mi sembra tanto un propinarci di finti ideali quando chi vuole fa comunque quel che cavolo gli pare, e di molta ben più rilevanza
si potrebbe parlare dell'instaurarsi di una piattaforma dove vi sia un incrocio tra streaming/noleggio/vendita con un rapporto qualità prezzo a vantaggio dell'utenza (mi spiace chi sta nel mondo dell'arte, una volta era il contrario con vhs e musicassette aventi cifre da capogiro, ora, il vento cambia, eeee è così che va il mondo)
la rete ha cambiato il modo di vedere il copyright dell'utente medio, è ora che l'offerta si adegui di conseguenza
avatar
Psyre

Messaggi : 403
Data d'iscrizione : 26.06.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: pirateria informatica, giusta o sbagliata?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum