Ateismo e libertà
Benvenuto sul forum "Ateismo e libertà"

Per partecipare alle discussioni effettua il login. Non sei ancora iscritto? Registrati per iniziare a partecipare!

appunti di storia recente per capire il presente

Pagina 2 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: appunti di storia recente per capire il presente

Messaggio Da primaverino il Dom Apr 20 2014, 18:38

@airava ha scritto:no non riconosco proprio  che  non ci fosse nulla di democratico
il movimento del 68 e quello che  ne è seguito...che  sono da tenere separati, avevano delle basi democratiche molto forti.
non rispondevano a colonnelli  o commissari.
che al loro interno ci fossero degli infiltrati lo sanno anche i bambini delle elementari ma le decisioni erano prese a maggioranza.
e poi non credere che fosse una  minoranza a bloccare le  fabbriche....hanno sempre voluto farlo credere ma era pura e semplice disinformazione.
un picchetto non ha  mai spaventato una  maggioranza
anzi fare il picchetto comportava il rischio di sospensione dal lavoro  o addirittura  il licenziamento e tanto per gradire le attenzioni della "squadra politica"

Airava, carissimo...
Ma se hai appena detto che lo scazzo è nato perché alcuni avrebbero preferito la "repubblica popolare" anziché "democratica" la contraddizione è evidente.
Nella c.d. Repubblica popolare la democrazia è del tutto assente.
Il Comunismo avrà anche degli indubbi vantaggi, non lo nego.
Ma è del tutto antitetico alla democrazia.
avatar
primaverino


Messaggi : 1626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: appunti di storia recente per capire il presente

Messaggio Da primaverino il Dom Apr 20 2014, 18:40

@delfi68 ha scritto:eh..si infatti le conquiste sociali le dobbiamo alla catechesi, a CL e Don Mazzi..

i diritti dei lavoratori poi..il famoso statuto dei lavoratori e' un lascito di Ordine Nuovo..lo sanno tutti! mgreen 

Ma che cazzo c'entra?
Perché stai mandando in vacca il discorso?
avatar
primaverino


Messaggi : 1626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: appunti di storia recente per capire il presente

Messaggio Da delfi68 il Dom Apr 20 2014, 18:42

Mod. OT di rilassamento

 wink airava!! ho trovato il tuo vecchio avatar!


_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: appunti di storia recente per capire il presente

Messaggio Da delfi68 il Dom Apr 20 2014, 18:44

@primaverino ha scritto:
@delfi68 ha scritto:eh..si infatti le conquiste sociali le dobbiamo alla catechesi, a CL e Don Mazzi..

i diritti dei lavoratori poi..il famoso statuto dei lavoratori e' un lascito di Ordine Nuovo..lo sanno tutti! mgreen 

Ma che cazzo c'entra?
Perché stai mandando in vacca il discorso?

come cosa centra!! ..tu ti sei messo a dire che quelle conquiste sociali sono retorica, come a sottindendere che non cetra un cazzo il 68 e gli anni 70 con quelle conquiste..eddai..hara dice che sono figlie del movimento, tu gli dici che e' retorica..

quindi di chi sono figlie quelle conquiste..non e' che resta molto oltre CL, la catechesi e il MSI..oppure dimmi tu..

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: appunti di storia recente per capire il presente

Messaggio Da primaverino il Dom Apr 20 2014, 18:50

@delfi68 ha scritto:
@primaverino ha scritto:
@delfi68 ha scritto:eh..si infatti le conquiste sociali le dobbiamo alla catechesi, a CL e Don Mazzi..

i diritti dei lavoratori poi..il famoso statuto dei lavoratori e' un lascito di Ordine Nuovo..lo sanno tutti! mgreen 

Ma che cazzo c'entra?
Perché stai mandando in vacca il discorso?

come cosa centra!! ..tu ti sei messo a dire che quelle conquiste sociali sono retorica, come a sottindendere che non cetra un cazzo il 68 e gli anni 70 con quelle conquiste..eddai..hara dice che sono figlie del movimento, tu gli dici che e' retorica..

quindi di chi sono figlie quelle conquiste..non e' che resta molto oltre CL, la catechesi e il MSI..oppure dimmi tu..

No. Io ho detto che i sessantottini sono una manica di pezzi di merda rottinculo e approfittatori (dato che si sono riciclati in quei ruoli di potere che dicevano di voler combattere).
Ho contestato la retorica sessantottina (gli unici "veri" democratici, secondo loro) e non ho detto nient'altro.
Poi se non leggi quello che scrivo o leggi quello che vuoi leggere fa' pure, ma non cagarmi il cazzo per favore che lezioni di democrazia da quattro stronzi comunisti non le accetto, dato che il Comunismo è ANTITETICO alla democrazia, in quanto totalitario "in nuce". Sono stato più chiaro, adesso?
avatar
primaverino


Messaggi : 1626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: appunti di storia recente per capire il presente

Messaggio Da iosonoateo il Dom Apr 20 2014, 18:52

le conquiste sociali sono state fatte da persone che dopo lo stato pontificio, la monarchia e il fascismo hanno voluto la democrazia e hanno fatto di tutto per mantenerla, il problema è che negli ultimi 20 anni tutti i buoni propositi sono andati a farsi fottere, e per la mia generazione e un altro paio più piccole ci rimetteranno  sisi 
avatar
iosonoateo

Messaggi : 1067
Data d'iscrizione : 04.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: appunti di storia recente per capire il presente

Messaggio Da delfi68 il Dom Apr 20 2014, 18:56

quoto!

..anch'io non capisco bene dove sia iniziata la merda!..oh, noi siamo partiti con gramsci e degasperi..come cazzo siamo finiti con berlusconi, alfano e renzi??????

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: appunti di storia recente per capire il presente

Messaggio Da Hara il Dom Apr 20 2014, 18:56

@primaverino ha scritto:
No. Faccio l'indemoniato solo su UAAR...  mgreen 
Mi confermi quindi che senza i movimenti USA e francesi sti quattro annoiati figli di borghesi che sostanzialmente contestavano solo i loro genitori, (della serie: non sappiamo cosa vogliamo, ma lo vogliamo subito) non sarebbero approdati a nulla.

Non posso confermare, posso dire che con l'inserimento delle riforme scolastiche dei primi anni 60 i figli dei "proletari" intravidero la possibilità di mutare la propria condizione sociale, che nel '68 la situazione universitaria era vergognosa.Il '68 italiano, che fu straordinario, venne innescato da questa e altre concause ma la scintilla veniva dal fuoco del movimento per i diritti civili negli USA e poi dal maggio francese

Quaqquaraqquà elevati a ruolo di "maestri del pensiero" che giocavano a fare i rivoluzionari ispirandosi ora al "Che" ora a Mao, ora a Lenin e talvolta al "modello cecoslovacco" (ma per la Cecoslovacchia non partiva mai nessuno... Chissà perché?) colla panza piena e il portafogli gonfio dei soldini dal "papi" che però era scemo perché votava la DC e che a "guerra" finita


Pasolini si scagliava contro quello che oggi chiameremmo il "pensiero unico" e affermava che il '68 non era rivolta bensì guerra civile, e che questa avrebbe portato a un comunismo riformista. Questo è il contesto del suo pensiero nel quale va inserito il famoso brano


Il Pci ai giovani!!,:

.
È triste. La polemica contro
il PCI andava fatta nella prima metà
del decennio passato. Siete in ritardo, figli.
E non ha nessuna importanza se allora non eravate ancora nati...
Adesso i giornalisti di tutto il mondo (compresi
quelli delle televisioni)
vi leccano (come credo ancora si dica nel linguaggio
delle Università) il culo. Io no, amici.
Avete facce di figli di papà.
Buona razza non mente.
Avete lo stesso occhio cattivo.
Siete paurosi, incerti, disperati
(benissimo) ma sapete anche come essere
prepotenti, ricattatori e sicuri:
prerogative piccoloborghesi, amici.
Quando ieri a Valle Giulia avete fatto a botte
coi poliziotti,
io simpatizzavo coi poliziotti!
Perché i poliziotti sono figli di poveri.
Vengono da periferie, contadine o urbane che siano.
Quanto a me, conosco assai bene
il loro modo di esser stati bambini e ragazzi,
le preziose mille lire, il padre rimasto ragazzo anche lui,
a causa della miseria, che non dà autorità.
La madre incallita come un facchino, o tenera,
per qualche malattia, come un uccellino;
i tanti fratelli, la casupola
tra gli orti con la salvia rossa (in terreni
altrui, lottizzati); i bassi
sulle cloache; o gli appartamenti nei grandi
caseggiati popolari, ecc. ecc.
E poi, guardateli come li vestono: come pagliacci,
con quella stoffa ruvida che puzza di rancio
fureria e popolo. Peggio di tutto, naturalmente,
e lo stato psicologico cui sono ridotti
(per una quarantina di mille lire al mese):
senza più sorriso,
senza più amicizia col mondo,
separati,
esclusi (in una esclusione che non ha uguali);
umiliati dalla perdita della qualità di uomini
per quella di poliziotti (l’essere odiati fa odiare).
Hanno vent’anni, la vostra età, cari e care.
Siamo ovviamente d’accordo contro l’istituzione della polizia.
Ma prendetevela contro la Magistratura, e vedrete!
I ragazzi poliziotti
che voi per sacro teppismo (di eletta tradizione
risorgimentale)
di figli di papà, avete bastonato,
appartengono all’altra classe sociale.
A Valle Giulia, ieri, si è cosi avuto un frammento
di lotta di classe: e voi, amici (benché dalla parte
della ragione) eravate i ricchi,
mentre i poliziotti (che erano dalla parte
del torto) erano i poveri. Bella vittoria, dunque,
la vostra! In questi casi,
ai poliziotti si danno i fiori, amici.

, ora si fanno chiamare "dottore"

Beh, le teste di cazzo non mancavano certo neanche nel  '68


Ultima modifica di Ashke il Dom Apr 20 2014, 19:02, modificato 1 volta
avatar
Hara

Messaggi : 1107
Data d'iscrizione : 09.04.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: appunti di storia recente per capire il presente

Messaggio Da iosonoateo il Dom Apr 20 2014, 19:00

@delfi68 ha scritto:quoto!

..anch'io non capisco bene dove sia iniziata la merda!..oh, noi siamo partiti con gramsci e degasperi..come cazzo siamo finiti con berlusconi, alfano e renzi??????
è successo quando si è scoperto che quella cosa dove si alza il braccio destro, si tiene la mano aperta ed il palmo in basso si può fare anche in più di una persona  sisi no vabbè, è successo quando ad un certo punto tutti hanno iniziato a fare quello che cazzo volevano pensando che tanto essendo in democrazia qualcuno più avanti avrebbe risolto le cazzate che facevano. Ma purtroppo non è stato così, e adesso moriamo di fame  sisi
avatar
iosonoateo

Messaggi : 1067
Data d'iscrizione : 04.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: appunti di storia recente per capire il presente

Messaggio Da airava il Dom Apr 20 2014, 19:08

a parte il fatto  che il discorso repubblica popolare o  democratico era  uno scazzo del 1945 e non certo  del 68

poi qui stiamo parlando di un'epoca posteriore  "all'immaginazione al potere" stiamo parlando di "P38 al potere"
che alcuni elementi  provenienti da Potere Operaio, Lotta Continua o Avanguardia Operaia siano confluiti in A.O. è un dato di fatto incontestabile.
dire però che il movimento post 68 fosse eversivo è sbagliato
lo erano sicuramente certe frange.
il passaggio in clandestinità fu  il discrimine.


edit
a volte il passaggio in clandestinità era l'unica alternativa al carcere
erano tempi in cui bastava avere in tasca un volantino per beccarsi 5 anni.
avatar
airava

Messaggi : 462
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: appunti di storia recente per capire il presente

Messaggio Da Mix il Dom Apr 20 2014, 20:00

Vedo riproporsi nella discussione la polarizzazione ed i metodi prevaricatori già visti all'epoca.
Da una parte si generalizza indebitamente (non tutti erano figli di papà col culo ben coperto; c'era di tutto; anche tanti altri che mascheravano dietro il fanatismo politico istanze di autopromozione, sociale o sessuale; anche alcuni che ci hanno creduto onestamente; una distribuzione classica a curva a campana gaussiana. Puntare l'attenzione sugli estremi, pur esistenti, lascia poco considerata la parte numericamente più consistente della popolazione dell'insieme considerato).
Dall'altra si mistifica & mitifica.
Credo che l'ottenimento dello Statuto dei Lavoratori sia stato un successo del sindacalismo italiano, prima che di altri attori. Ufficialmente il sindacalismo italiano s'è schierato CONTRO la lotta armata. Quell' *ufficialmente* la dice lunga sulla complessità dell'argomento.
Che non può certo essere spiegato con un paragrafo come ho visto fare da Ashke: se vogliamo dire la battuta si può ben fare. IO ti rispondo a quel punto con altrettanta semplificazione: con la battuta che quelli con la P38 erano delinquenti & fascisti rossi o, se preferisci, fascisti rossi & delinquenti.
In entrambi i casi da fermare, con alta priorità e metodi opportuni conseguenti.

Quando parlo di 2 errori, delfi68, chi sono i soggetti che fanno i due errori nel mio discorso?
Quale logica razionale permette di attribuire ad un discorso una valenza difensiva dei fascisti neri o dei fascisti di stato, quando si depreca il comportamento delle BR?
Nessuna. Ma è il frutto velenoso dei modi di pensare messi in campo in quegli anni: SE non sei con noi allora sei contro di noi. (Con la postilla implicita: SE sei con noi ti metti a fare quello che ordiniamo noi che siamo portatori della linea, senza discutere. Democraticissimamente, vero?)

Apprezzo una frase scritta da Airava:
pensammo che fosse arrivato il momento di chiudere finalmente i conti,cosa che non era riuscita nel 1945.
fu un errore, col senno del poi è facile evidenziarlo, sprecammo un sacco di energie positive in entrambi gli schieramenti, scavammo un solco profondo nella società, causammo un sacco di lutti.
che prosegue dicendo che prima di sparare a zero bisogna rifarsi a quell'epoca.
Innanzitutto utilizzare l'accezione *sparare a zero* è un uso curioso del linguaggio. E significativo.
Comunque, a perte i dettagli, per quanto mi riguarda ho reagito focalizzando il discorso su chi ha ammazzato persone, discorso che è già di riflesso, avendo parlato IO dei figli delle vittime (tutti i figli, non solo Calabresi, anche Tobagi, Rossa, per dire quelli che prima vengono in mente; ma anche e soprattutto tutti gli altri. SE poi la sofferenza dei figli non è un argomento valido, c'è una risposta classica sintetica, per chiudere ogni discorso estremamente inutile).

Quindi, SE si vuole fare un discorso costruttivo, consapevole, pacato e onesto sono disponibile.
SE si vogliono riproporre i discorsi velleitari già fatti mille volte all'epoca, grazie ho già dato, mi posso tranquillamente accontentare di sapere nella realtà come è andata a finire per le frange estremiste, violente ed assassine: fallimento totale su tutta la linea. Con mia immensa gioia.

Mix

Messaggi : 1974
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: appunti di storia recente per capire il presente

Messaggio Da delfi68 il Dom Apr 20 2014, 20:40

@mix ha scritto:di sapere nella realtà come è andata a finire per le frange estremiste, violente ed assassine: fallimento totale su tutta la linea. Con mia immensa gioia.

mi ricorda un po la vittoria di Pirro..
sostanzialmente hai ragione, ma cio' che ha vinto sugli estremismi non e' stata la democrazia o l'onesta'..la nazione se vogliamo.
Hanno vinto gli uomini grigi che occupavano e occupano i poteri dello stato, oscuri funzionari ndei servizi, dirigenti e politici collusi sopratutto con l'alta borghesia e l'industria, i; capital;ismo massonico e loggista..

..se pensi che gli estremisti siano morti per mano dello Stato, io ti vorrei suggerire un pensiero critico su cosa sia e cosa era quello Stato..

per me e' una sconfitta doppia, da una parte il popolo che non seppe cogliere l'occasione di rivolta e pulizia democratica, e ancora la sconfitta di qualunque ideale rivoluzionario da parte del nemico pubblico numero uno: lo Stato..questo stato farlocco e finto, parvenza di democrazia e verminaio mafioso loggista..

NON ha vinto lo stato, hanno vinto dei porci delinquenti..e noi siamo semplicemente finiti nella brace dopo una leggera rosolatura in padella..

quindi parlare di immensa gioia per me e' davvero un po fuoriluogo..

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: appunti di storia recente per capire il presente

Messaggio Da Mix il Dom Apr 20 2014, 20:57

La cosa comincia ad essere di leggero disturbo.
Ho parlato in qualche mio post che sono contento che abbia vinto una qualsiasi entità?
Ho scritto, se vuoi vai a rileggertelo fino a che lo metabolizzi, che sono contentissimo di come è andata a finire per le frange estremistiche.

Nulla vieta che contemporaneamente mi dispiaccia per quelle che sono state le prevedibilissime conseguenze a carico degli abitanti di questo paese, tra cui sono compreso nel novero anch'io, purtroppo, e persone che mi stanno care. Anche senza essere direttamente coinvolto nelle questioni di terrorismo.

Di chi ha usato a proprio vantaggio la polarizzazione determinata dall'esasperazione della lotta non ho MAI detto una parola.
Per ora.
Ma se lo dovessi fare vorrei essere IO a scrivere la mia posizione al riguardo.
NON vedo perché se ne deve occupare qualcun altro.

Mix

Messaggi : 1974
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: appunti di storia recente per capire il presente

Messaggio Da delfi68 il Dom Apr 20 2014, 21:17

Ho parlato in qualche mio post che sono contento che abbia vinto una qualsiasi entità?

slaccia il casco che stringe troppo la vena del colloo.. mgreen 

mica ti ho attribuito quella frase! ..ho solo segnalato che quell'immensa gioia di come sono finite le frange estremiste fa il paio con chi in realta' abbia poi vinto..tutto li.

quindi e' dell'immensa gioia che ti consiglio una rivisitazione..diciamo allora bene come sono finiteb l e frange, ma l'immensa gioia e' offuscata sul vincitore malefico che comunque ha portato a casa il risultato..

ti suona meglio, rompiballe!?? clown 

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: appunti di storia recente per capire il presente

Messaggio Da Mix il Dom Apr 20 2014, 21:21

@delfi68 ha scritto:
Ho parlato in qualche mio post che sono contento che abbia vinto una qualsiasi entità?

slaccia il casco che stringe troppo la vena del colloo.. mgreen 

mica ti ho attribuito quella frase! ..ho solo segnalato che quell'immensa gioia di come sono finite le frange estremiste fa il paio con chi in realta' abbia poi vinto..tutto li.

quindi e' dell'immensa gioia che ti consiglio una rivisitazione..diciamo allora bene come sono finiteb l e frange, ma l'immensa gioia e' offuscata sul vincitore malefico che comunque ha portato a casa il risultato..

ti suona meglio, rompiballe!?? clown 
Molto meglio, così.  ça_va 

Mix

Messaggi : 1974
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: appunti di storia recente per capire il presente

Messaggio Da delfi68 il Dom Apr 20 2014, 21:29

cuori 

secondo me l'utente E e' Nemo!!! ..si accettano scommesse!!! auguri 

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: appunti di storia recente per capire il presente

Messaggio Da airava il Dom Apr 20 2014, 21:38

io a distanza di tanti anni continuo a pensare che la faccenda delle BR sia tutta una messa in scena.
non che non abbiano fatto, detto, o architettato....
ma ho come la sensazione che non fosse tutto farina del sacco di Franceschini, Cagol, Curcio e compagni.

ma il fenomeno brigatista è praticamente all'estremo opposto del sessantottismo....in mezzo c'è il vissuto della maggioranza di quelli che a quei tempi facevano politica attiva
avatar
airava

Messaggi : 462
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: appunti di storia recente per capire il presente

Messaggio Da Mix il Dom Apr 20 2014, 21:41

Comunque il risultato complessivo di come è finita la vicenda è argomento interessante. Forse uno di quelli interessanti in questo tema.

Spostare la contesa sul campo dell'assassinio è stata una (tragica) coglionata col botto. Come andare a sparare con una pistoletta contro un reparto di carri armati, vestendo una maschera.
Ha fatto perfettamente il gioco di chi voleva legittimarsi nella sua azione repressiva violenta. Ha garantito 50 anni di impunità per tutti gli psicolabili (una ristretta minoranza) che usano la divisa come scudo per perpretare sevizie verso malcapitati.

Spostare il confronto sul piano della lotta armata ha determinato inevitabilmente una polarizzazione delle posizioni. È diventato presto ineludibile schierarsi da una delle due parti. Forse qualche imbecille accecato stupidamente dal fanatismo politico ha pure ipotizzato che una fetta consistente di popolazione si schierasse dalla sua parte.
Calcolo totalmente sbagliato.
Perché si dovrebbe cambiare da un regime che usa abbastanza disinvoltamente la violenza per spostarsi verso un'offerta alternativa, in cui l'unico elemento certo è la scelta dell'uso della violenza per dirimere le questioni con i suoi oppositori?
Solo per la bellezza estetica del colore rosso?
O per la retorica delirante dei comunicati?
Quelli passati in clandestinità erano totalmente fuori da ogni comprensione della realtà: fanatici politici assimilabili abbastanza comodamente a fanatici religiosi (tanto per stare in tema con il forum).

Mix

Messaggi : 1974
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: appunti di storia recente per capire il presente

Messaggio Da Mix il Dom Apr 20 2014, 21:43

@delfi68 ha scritto:cuori 

secondo me l'utente E e' Nemo!!! ..si accettano scommesse!!! auguri 
Perché QUI questo post?  boh 
Uno dei pochi thread non votato all'OT sistematico . . .

Mix

Messaggi : 1974
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: appunti di storia recente per capire il presente

Messaggio Da delfi68 il Dom Apr 20 2014, 21:45

mix..una domanda del tutto astratta che vuole una risposta che non deve soddisfare requisiti di fattibilita' reali..

tu come faresti contro uno stato/sistema marcio e loggista? ..chi puo' aiutarti se i giornali e le tv sono loro, se nel tuon organizzarti qiuesti piazzano le bombe per autolegittimarsi a reprimere marzialmente..

..come penseresti di sconfiggere uno stato malato e canceroso come questo? ..sempre se pensi di poterlo fare eh..

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: appunti di storia recente per capire il presente

Messaggio Da delfi68 il Dom Apr 20 2014, 21:48

@Mix ha scritto:
@delfi68 ha scritto:cuori 

secondo me l'utente E e' Nemo!!! ..si accettano scommesse!!! auguri 
Perché QUI questo post?    boh 
Uno dei pochi thread non votato all'OT sistematico . . .
ehh..hai ragione sorry..comunque anche a voler allentare un po la seriosita' di questo 3D non e' che fa proprio male eh..mi pari nervosetto anzicheno'..comunque vuoi giustizia?..e giustizia sia.. bat  ..appena fai un ot del cazzo non manchero' di spianarti il culo signor perfettino! cook 

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: appunti di storia recente per capire il presente

Messaggio Da silvio il Dom Apr 20 2014, 21:58

@delfi68 ha scritto:
le ideologie brigatiste rosse io le sintetizzo più o meno cosi: di fronte a uno stato disonesto, loggista, mafioso e assassino, che oltretutto è capace di intimorire e dissuadere il popolo affinchè non venga rovesciato democraticamente; si attua la lotta armata. A morte e violenza si risponde con morte e violenza.

Secondo me il problema è abbastanza semplice, le rivoluzioni o vincono e giustificano il loro ricorso alla violenza con un nuovo corso per l'umanità, oppure se falliscono rimangono un fatto criminale.
Cono questo non voglio dire che siano stati dei semplici assassini, no sono stati dei grandi idealisti, all'estremo se vogliamo, ma pieni di passione ideologica e politica.
Ma la storia non perdona se non vinci e sei vinto sei considerato un criminale.
avatar
silvio


Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: appunti di storia recente per capire il presente

Messaggio Da airava il Dom Apr 20 2014, 21:59

io ho provato a spiegare come, dal mio punto di vista si è arrivati alla lotta armata.
forse mi son spiegato male, perchè per me è di una semplicità disarmante.
anche la persona più riflessiva quando vede che lo stato non interviene in difesa delle istituzioni pensa all'autodifesa.
dal servizio d'ordine a mani nude all'uso delle aste delle bandiere "maggiorate" il passo è breve.
poi è tutto un susseguirsi di piccoli passi...
il vero "salto di qualità" si ha con la clandestinità, allora il gioco si fa duro, servono soldi per garantirsi la sopravvivenza e si passa alle rapine di autofinanziamento, li le armi cominciano a girare davvero, li chi è più spregiudicato fa carriera.
ma come ho detto fu una minoranza a prendere quella strada e spesso quelli che la prendevano venivano già da esperienze di malavita comune oppure erano indottrinati nelle carceri dove "poveri coglioncelli" subivano la vicinanza e l'influenza di elementi molto affascinanti.
avatar
airava

Messaggi : 462
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: appunti di storia recente per capire il presente

Messaggio Da airava il Dom Apr 20 2014, 22:00

la storia la scrivono i vincitori
avatar
airava

Messaggi : 462
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: appunti di storia recente per capire il presente

Messaggio Da delfi68 il Dom Apr 20 2014, 22:05

@silvio ha scritto:
@delfi68 ha scritto:
le ideologie brigatiste rosse io le sintetizzo più o meno cosi: di fronte a uno stato disonesto, loggista, mafioso e assassino, che oltretutto è capace di intimorire e dissuadere il popolo affinchè non venga rovesciato democraticamente; si attua la lotta armata. A morte e violenza si risponde con morte e violenza.

Secondo me il problema è abbastanza semplice, le rivoluzioni o vincono e giustificano il loro ricorso alla violenza con un nuovo corso per l'umanità, oppure se falliscono rimangono un fatto criminale.
Cono questo non voglio dire che siano stati dei semplici assassini, no sono stati dei grandi idealisti, all'estremo se vogliamo, ma pieni di passione ideologica e politica.
Ma la storia non perdona se non vinci e sei vinto sei considerato un criminale.

porcavacca!
 allah  allah  allah  allah  allah  allah  allah  allah  allah  allah 


_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: appunti di storia recente per capire il presente

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum