Ateismo e libertà
Benvenuto sul forum "Ateismo e libertà"

Per partecipare alle discussioni effettua il login. Non sei ancora iscritto? Registrati per iniziare a partecipare!

Omofobia

Pagina 1 di 7 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Omofobia

Messaggio Da Fux il Mer Apr 16 2014, 15:57

Omofobia: a scuola la Chiesa censura
Essere gay in classe è un calvario
Ma non eravamo uno Stato laico?


Migliaia di ragazzi presi di mira perché omosessuali. Anche tra i banchi. E quando gli insegnanti provano ad affrontare il tema vengono attaccati dalle reti cattoliche. Nel silenzio delle istituzioni. Che, anzi, stanno per fare dietrofront davanti alla prima iniziativa contro il bullismo. Accettando le censure del Vaticano

http://espresso.repubblica.it/inchieste/2014/04/07/news/omofobia-a-scuola-1.160104

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Omofobia

Messaggio Da Hara il Mer Apr 16 2014, 16:41

Fratelli nel Signore, non fatevi mettere nel sacco da questi filosofi, non glielo dovete permettere, perché tutte queste parole sulle suddivisioni ed esame del profondo del cuore dell’omosessuale non devono esistere, semplicemente perché IDDIO CONDANNA nella Bibbia TUTTE LE RELAZIONI CARNALI TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO, punto e basta. La cosa è fuori discussione, non è opinabile, non è modificabile per il Signore, quindi la discussione sul fatto che bisogna vedere e valutare se l’omosessualità sia peccato, non è conforme alla volontà di Dio.......
Ribadisco il concetto, perché voglio essere ancora più chiaro, senza lasciare adito a nessun dubbio circa la posizione che viene espressa dalla Parola di Dio, ripeto che la relazione carnale tra persone dello stesso sesso è peccato, come anche è peccato la relazione carnale tra persone e bestie, sono entrambe condannate dalle sacre Scritture nella stessa maniera.......

Se la Parola di Dio condanna il peccatore impenitente dichiarando che sarà scaraventato all’inferno quando muore, e il vero cristiano ammonisce un peccatore, esortandolo ad abbandonare il peccato per avere salva la propria anima, lo fa per il suo male o per il suo bene?

E chi invece rincuora il peccatore e gli fa capire che va tutto bene, che è libero di fare quello che vuole, nascondendogli che sta andando all’inferno, ha forse un tal uomo manifestato amore nei confronti di quel peccatore?

Giudicate voi da persone intelligenti qual è dei due citati sopra il comportamento amorevole verso il peccatore.

A Dio, che siede sovrano nel cielo, siano la gloria, l’onore e la lode, nei secoli dei secoli. Amen!

Giuseppe Piredda, salvato per grazia mediante la fede in Cristo Gesù.

 hhh 
avatar
Hara

Messaggi : 1107
Data d'iscrizione : 09.04.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Omofobia

Messaggio Da Fux il Mer Apr 16 2014, 16:46

vomito 

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Omofobia

Messaggio Da Fux il Gio Apr 24 2014, 16:49


_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Omofobia

Messaggio Da Niques il Gio Apr 24 2014, 17:28

@Fux ha scritto:Il vescovo ugandese: "Faremo pulizia dei gay anche con il sangue"

Quando si dice "l'amore cristiano"...
Con il neutro roberts forse ottengono risultati migliori
avatar
Niques

Messaggi : 1437
Data d'iscrizione : 19.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Omofobia

Messaggio Da Hara il Dom Apr 27 2014, 22:43

@Fux ha scritto:Il vescovo ugandese: "Faremo pulizia dei gay anche con il sangue"

Quando si dice "l'amore cristiano"...

Don Seppia al telefono: “Li voglio più piccoli, trovami madri a cui piaccia la cocaina”
di Dario Ferri - 19/05/2011 - Il sacerdote accusato di pedofilia al telefono con un amico: “Ho merce tenera, ci divertiamo?” Iniziano a trapelare indiscrezioni dalle indagini: come le intercettazioni che hanno dato il via all’inchiesta sul parroco, ascoltato durante la sua conversazione con un pusher

Il sacerdote accusato di pedofilia al telefono con un amico: “Ho merce tenera, ci divertiamo?”
Iniziano a trapelare indiscrezioni dalle indagini: come le intercettazioni che hanno dato il via all’inchiesta sul parroco, ascoltato durante la sua conversazione con un pusher africano, soprannominato Franky.
INTERCETTAZIONI CHOC -Ecco la telefonata: “Ah… niente…senti…. non trovi nessun bambino…?” chiede don Riccardo Seppia a Franky. E’ il 22 ottobre. Don Seppia, nella stessa conversazione aggiunge: “… eh che mi piace… non hai tuoi amici che mi vogliono fare di tutto…?”. Gli inquirenti si precipitano in procura e aprono un fascicolo sul prete genovese. Scrive don Seppia a Franky in un sms: “Mi trovi bambini?”. Sono le 21 del 22 ottobre. Alle 21 e 26 un altro messaggio: “Hai trovato uomini negri?”. Il 23 ottobre altro traffico telefonico tra il parroco e Franky: “Senti, ti chiamo perche’ ieri avevi parlato che avevi trovato un ragazzo…” dice il prete. “Si’… io ho trovato pero’ lui e’ andato in galera… hai capito?” risponde. “Ma ha meno di 15 anni?” chiede don Seppia. “Eh, magari 18…” replica Francy. “E no a me mi serve… mi piace… con meno di 14 anni io li cerco” dice il prete. Alle 22 dello stesso giorno diventa evidente che Franky ha dei contatti con altre persone in grado di fornirgli bambini per pedofili: “Adesso quando ti interessa dimmi… io chiamo a loro subito uomo: ho capito… se vuoi uno o due… io prendo… capito?” dice Francy al parroco. “Pero’ ragazzo probelma…” aggiunge. Il 29 ottobre don Seppia scrive in un sms: “Trova un bambino 10 anni”. L’ossessione cresce, fino a dicembre, quando Franky sembra abbia trovato la ‘preda’ giusta. E’ il 13 dicembre: “Ti volevo dire, sei riuscito a trovare qualche bambino?” chiede Seppia. Franky dice che, si’, lo ha trovato: “Si trovato pero’ ancora non c’e'”. “Quanti anni?” chiede Seppia. “11, 12…” risponde Franky. “Bene bene – dice Seppia – senti, guardo, guarda se ce l’hai.. che… posso prenderlo”. E aggiunge: “Ah bene, me li trovi piu’ piccoli?”. La sera del 22 dicembre 2010 Seppia vuole un bambino, e chiama un amico invitandolo ad abusarne insieme: “Stai a sentire, ti volevo dire questo… Ho avuto modo di trovare qualcosa di tenero eh… per noi… quando vengo in su… eh… e cazzo, cosi’ ci divertiamo”. La cosa non va in porto, il parroco e’ furioso e parla con Francy: “Ma puoi trovare qualche madre che ha un bambino… che ha bisogno di coca no?!
LA VITTIMA AMMETTE – Non era solo la canonica della chiesa Santo Spirito, in via Calda a Sestri Ponente, il luogo dove don Riccardo Seppia, il parroco arrestato venerdi’ scorso con l’accusa di abuso sessuale su minore e cessione di stupefacenti, incontrava le sue vittime. Il prete, secondo l’accusa degli investigatori, vedeva i ragazzini anche in appartamenti a Milano, case ‘prestate’ da complici che consegnavano le chiavi degli appartamenti, lasciando via libera al parroco. E intanto e’ emerso che, proprio nel capoluogo lombardo, una prima vittima ha confermato le accuse. ‘Si’, ho avuto rapporti sessuali con don Riccardo in cambio di cocaina’. L’ammissione e’ contenuta nel fascicolo trasmesso dalla procura milanese al pm Stefano Puppo. Ammissione che pero’ gli investigatori genovesi devono ancora appurare. Nelle prossime ore, infatti, sara’ sentita proprio la vittima, un ragazzo di 17 anni di origini slave, per vedere se il rapporto sia stato consumato davvero. Intanto un ex seminarista è stato fermato per induzione alla prostituzione minorile continuata e favoreggiamento della prostituzione minorile. Per queste ipotesi di reato e’ stato fermato Emanuele Alfano, l’ex seminarista di 40 anni, amico e confidente di don Riccardo Seppia, il sacerdote 51enne arrestato per pedofilia e cessione di stupefacenti venerdi’ scorso a Genova. Alfano si stava imbarcando su una nave MSC dove avrebbe fatto il croupier nel casino’ di bordo.
avatar
Hara

Messaggi : 1107
Data d'iscrizione : 09.04.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Omofobia

Messaggio Da delfi68 il Dom Apr 27 2014, 23:34

me la ricordo quella porcheria..orribile..

posso darti un consiglio?

metti un link con la fonte, cosi se qualcuno pensa che hai scritto di tuo può controllare la citazione..

_________________

la consapevolezza della normalità della follia è una cosa che mi fa impazzire!
avatar
delfi68


Messaggi : 3240
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Omofobia

Messaggio Da paperjack il Lun Apr 28 2014, 14:21

Ashke ha scritto:Fratelli nel Signore, non fatevi mettere nel sacco da questi filosofi, non glielo dovete permettere, perché tutte queste parole sulle suddivisioni ed esame del profondo del cuore dell’omosessuale non devono esistere, semplicemente perché IDDIO CONDANNA nella Bibbia TUTTE LE RELAZIONI CARNALI TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO, punto e basta. La cosa è fuori discussione, non è opinabile, non è modificabile per il Signore, quindi la discussione sul fatto che bisogna vedere e valutare se l’omosessualità sia peccato, non è conforme alla volontà di Dio.......
Ribadisco il concetto, perché voglio essere ancora più chiaro, senza lasciare adito a nessun dubbio circa la posizione che viene espressa dalla Parola di Dio, ripeto che la relazione carnale tra persone dello stesso sesso è peccato, come anche è peccato la relazione carnale tra persone e bestie, sono entrambe condannate dalle sacre Scritture nella stessa maniera....... 

Se è per questo, nella stessa sezione la bibbia chiaramente condanna mangiare crostacei, maiali, cozze, grassi (Levitico) , indossare vestiti fatti da due tessuti diversi (Levitico 19:19, Deuteronomio 22:11), ecc ecc ecc...
avatar
paperjack

Messaggi : 50
Data d'iscrizione : 11.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Omofobia

Messaggio Da Hara il Lun Apr 28 2014, 14:33

Il principio di non contraddizione decisamente non è nelle loro corde...
avatar
Hara

Messaggi : 1107
Data d'iscrizione : 09.04.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Omofobia

Messaggio Da Fux il Lun Apr 28 2014, 22:02

Giulio Cesare, protesta omofoba nel liceo romano contro un libro sull'amore gay

Striscioni discriminatori e offensivi dell'organizzazione Lotta studentesca, vicina a Forza Nuova, e del movimento studentesco di estrema destra Rotta di collisione. Denunciati alcuni docenti. L'autrice Melania Mazzucco: "Sbigottita". La preside: "Una storia narrata con delicatezza". In rivolta le associazioni Lgbt

di VIOLA GIANNOLI e SARA GRATTOGGI

Blitz omofobo al liceo Giulio Cesare. Questa mattina, all'ingresso del celebre liceo classico romano a Corso Trieste, i militanti di Lotta studentesca, organizzazione giovanile vicina a Forza Nuova, hanno esposto uno striscione contornato da bandiere e fumogeni gialli con la scritta: "Maschi selvatici, non checche isteriche". Simile l'azione del collettivo di destra Rotta di collisione che ha esposto un lenzuolo con la scritta "Emergenza omofollia".

Due azioni decise contro la scelta di alcuni docenti di far leggere ai propri alunni il romanzo "Sei come sei" di Melania Mazzucco. Il libro, edito lo scorso anno, racconta la storia di una ragazzina, Eva, figlia di due papà, Christian e Giosé. Una famiglia piegata dal lutto per la morte del secondo uomo, dall'abbandono quando l'undicenne viene affidata a uno zio perché l'altro genitore non viene riconosciuto come tale e dalle offese dei compagni di classe di Eva che la scherniscono.

Un testo finito per questo nella black list dei giovani neofascisti di Lotta studentesca (Ls) che lo ritengono "di carattere decisamente omosessualista e fin troppo esplicito".

''Apprendo con sbigottimento e dispiacere la notizia dell'esposto presentato contro i docenti del liceo che hanno fatto leggere e discutere 'Sei come sei' ai loro studenti - replica la scrittrce - Trovo del tutto pretestuosa l'accusa di oscenità a un romanzo che parla, semplicemente, di famiglia e d'amore, e ridicola l'accusa rivolta agli insegnanti''. ''Leggere romanzi che parlano di cose reali e di temi anche complessi della nostra vita - aggiunge la Mazzucco - non ha mai corrotto nessuno. Il compito di un romanzo è anche quello di far riflettere sul mondo che ci circonda. A meno che non si voglia mettere in discussione il diritto di considerare i ragazzi delle persone capaci di intendere e di volere, e di formarsi delle opinioni. Dare loro gli strumenti per capire il mondo e se stessi - anche con un libro: è proprio questo che significa svolgere correttamente il proprio mestiere di insegnanti''.

Nei giorni scorsi anche l'associazione Giuristi per la Vita e l'associazione Pro Vita Onlus avevano presentato in procura un esposto perché alcuni passi del libro "rivelano, in realtà, un chiaro contenuto pornografico". Alcuni professori della scuola che ha appena compiuto 80 anni erano stati così denunciati per "divulgazione di materiale osceno". Sotto accusa è infatti finito un brano che narra del tema del sesso tra gay. Ma l'aspra critica colpisce anche l'Ufficio nazionale antidiscriminazione razziale (Unar) per un documento dal titolo "Strategia nazionale per la prevenzione e il contrasto delle discriminazioni basate sull'orientamento sessuale e sull'identità di genere (2013-2015) che per i querelanti "contiene in realtà misure volte al rafforzamento dei gruppi Lgbt (Lesbiche, gay, bisessuali e transgender) all'interno del vivere sociale ed alla diffusione delle pratiche omosessuali in ogni ambiente".

"E' inaccettabile - affermano invece i ragazzi di Ls nel comunicato di 'rivendicazione' dell'azione - che al giorno d'oggi, con la crisi che impera e con la disoccupazione a livelli record,  vengano presentati ai giovani studenti modelli di vita deviati e perversi come se fossero la normalità o rappresentassero una priorità".
Il responsabile dell'organizzazione Andrea Di Cosimo va oltre: si augura addirittura che "episodi di questo tipo non avvengano più e che romanzi del genere vengano eliminati definitivamente dalla scuola pubblica". Una vera e propria messa all'indice, una sorta di rogo virtuale e omofobo di libri.

Per Maria Rita del Moige, l'episodio rappresenterebbe perfino "una gravissima violazione del patto di corresponsaiblita' tra genitori e scuola''.

La scuola difende invece la scelta e respinge le posizioni dei contestatori: "La lettura integrale del libro in due quinte ginnasio rientrava in un percorso più ampio di sostegno alla lettura su temi di attualità - spiega la preside del liceo Micaela Ricciardi - La storia narrata dalla Mazzucco è molto delicata, anche nella scrittura e nel linguaggio, non sono certo quelle due frasi sotto accusa a poter riportare il senso di un romanzo che io credo sia adatto all'età degli alunni visto che la protagonista ha appena 11 anni".

Anche i docenti bollano come "strumentale e offensiva" la polemica. "Il romanzo non è affatto porno, è stato letto nell'ambito di un progetto che prevedeva la lettura di 21 testi su varie tematiche, una cosa molto seria svolta con grande professionalità" spiega un docente all'Adnkronos. "Sono stati i ragazzi a chiedere di parlare di queste tematiche, discusse per tre ore con l'insegnante. Nessuno di loro si è sentito toccato dal libro". "Il brano che è stato estrapolato - dice un'altra docente - e di cui si è discusso, è un periodo di 10 righe da un libro di oltre 200 pagine in cui c'è una poesia nella narrazione dove emergono i sentimenti di una ragazza figlia di due persone omosessuali che hanno fatto ricorso all'utero in affitto per averla. E' una riflessione delicatissima che è stata seguita dai docenti. Noi professori - sottolinea - compresa la preside, siamo sconvolti".

Le associazioni. Il circolo di cultura omosessuale Mario Mieli ha espresso piena solidarietà e vicinanza agli insegnanti e agli studenti del Giulio Cesare per la "gravissima azione di violenza politica e intimidazione dal sapore dichiaratamente fascista, a pochi giorni dal 25 aprile" giudicando "addirittura surreale, poi, l'iniziativa di alcuni genitori che hanno denunciato i docenti in questione". "Chi pretende di affermare le proprie posizioni limitando la libertà e i diritti altrui e, ancor peggio, censurando la cultura e l'educazione è un rischio grave per la democrazia" dichiara Andrea Maccarrone presidente del Circolo. "La nostra storia - conclude -  ha già visto le pagine oscure dell'indice e il rogo dei libri proibiti, dello stato etico e delle minacce intimidatorie alle minoranze, speriamo che gli anticorpi democratici sappiano riconoscere in tempo questi germi e che le istituzioni comprendano che combattere contro omofobia e transfobia significa difendere i valori della democrazia e della libertà per tutte e tutti".

"Inaccettabili i manifesti omofobi e discriminatori esposti questa mattina davanti al Giulio Cesare" per il presidente del Gay Center, Fabrizio Marrazzo che bolla l'episodio come una "ridicola provocazione portata avanti da chi non vuole che la scuola
sia un luogo aperto e inclusivo, oltre che palestra di senso civico".

La Regione. Condanna dura anche del governatore del Lazio Nicola Zingaretti: "La scuola deve essere un luogo aperto e inclusivo. Chi voleva proibire la lettura di un libro contro l'omofobia oggi è uscito sconfitto".

Per Massimiliano Smeriglio, vice presidente della Regione Lazio, quanto avvenuto è "veramente inconcepibile. Manifestazioni platealmente omofobe e discriminatorie, oltretutto contro la lettura di un libro, ci riportano a periodi bui della storia italiana. La Regione Lazio, come già fatto con il bando Fuoriclasse e con il recente bando proprio contro l'omofobia, continuerà a combattere ogni tipo di discriminazione proprio a partire dalle scuole" ha detto.

Il Campidoglio. Anche dal Campidoglio arriva le netta presa di posizione sul blitz omofobo. "Le constazioni di oggi al Giulio Cesare non sono solo ridicole, sono espressione di un'arretratezza culturale prossima all'analfabetismo. Bisogna investire sempre più risorse in programmi culturali nelle scuole per contrastare ogni forma di omofobia" ha detto il vicesindaco di Roma Luigi Nieri. Mentr l'assessore alla Scuola e alle Pari Opportunità ha parlato di "un inaccettabile atto di minaccia e di censura omofoba".

Gli studenti. Compatta anche la Federazione degli studenti che sostiene "la scelta dei professori del liceo Giulio Cesare del libro di testo" e condanna la manifestazione di stamani davanti all'istituto giudicandola "un atto retrogrado e vile che dimostra l'incapacità di una parte della società a progredire".

"Nella nostra città non pochi sono gli episodi anche drammatici connessi all'omofobia: contrastare chi discrimina e propaganda messaggi omofobi è per noi una priorità sistematica, dovrebbe diventarlo anche per le istituzioni scolastiche tutte" dichiara anche Adriano Nardo dell'Unione degli studenti di Roma.

Fonte

Fascisti vomito

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Omofobia

Messaggio Da Jael il Mar Apr 29 2014, 09:45

Com'era il detto, la madre dei coglioni è sempre incinta?
avatar
Jael

Messaggi : 1037
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Omofobia

Messaggio Da elima il Mar Apr 29 2014, 10:08

Ma che razza di liceo è !?!?

A partire dal nome : Giulio Cesare, noto bsx, non studiano la storia greca ? La forza distruttrice della falange macedone era dovuta al fatto che fossero tutti omosessuali che combattevano fianco a fianco e l'uccisione o il ferimento di uno scatenava la furia vendicatrice dell'altro. Per non parlare della poesia di Saffo...
Ovviamente la storia poi continua...

_________________
"Primo di tutti fu il Caos" Esiodo (Theog. 116)

Jesus promised the end of all wicked people
Odin promised the end of all Ice Giants
I don't see many Ice Giants around ....
avatar
elima


Messaggi : 1316
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Omofobia

Messaggio Da Fux il Mar Apr 29 2014, 17:28

"Indignazione in una scuola di Roma per una lettura sull'amore omosessuale. Ora i gay di quella classe rischiano di non suicidarsi." (Spinoza.it)

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Omofobia

Messaggio Da Fux il Sab Mag 10 2014, 19:48

Gay, esposta la bandiera arcobaleno in Campidoglio

Da lunedì al 18 maggio una settimana dedicata ai diritti Lgbt con dibattiti, spettacoli e iniziative in ogni municipio

Una bandiera rainbow, simbolo della lotta all'omofobia e delle battaglie per i diritti delle persone lesbiche, gay, bisessuali e transessuali, sventola da questa mattina sulla facciata di Palazzo Senatorio in Campidoglio.
Da 12 al 18 maggio, infatti, Roma si tingerà dei colori dell'arcobaleno per una intera settimana dedicata ala lotta all'omofobia e alla transfobia. La settimana Rainbow nasce dalla mozione approvata all'unanimità dall'assemblea capitolina e firmata da tutti i capigruppo in seguito al suicidio di un ragazzo gay a Roma, avvenuto lo scorso ottobre. "Abbiamo avviato un percorso, insieme alle cittadine e i cittadini romani- ha detto il sindaco Ignazio Marino, per trasformare Roma in una città aperta e tollerante, dove nessuno debba sentirsi minacciato per le sue scelte di vita" E la bandiera rainbow esposta in Campidoglio rappresenta, dice il primo cittadino "un simbolo importante per ricordare a tutti, cittadini e turisti, che i diritti non sono una merce di scambio, ma un presupposto della nostra democrazia". All'esposizione della bandiera hanno partecipato l'assessore alle Pari Opportunità Alessandra Cattoi, la consigliera Imma Battaglia (Sel) e Giulia Tempesta (Pd) e alcuni presidenti di municipi.

L'iniziativa arcobaleno coinvolgerà tutta la capitale e i municipi con un calendario ricco di iniziative. In programma dibattiti e seminari, eventi di sport e spettacolo, proiezioni di film e documentari, riunioni straordinarie dell'Assemblea capitolina e dei consigli dei municipi, stand informativi, letture per bambini e bambine e anche veglie di preghiera per le vittime di omofobia e transfobia.

"La mozione approvata dall'assemblea capitolina in seguito al suicidio di un ragazzo gay pone l'accento anche sulla necessità di promuovere nelle scuole una coscienza vivace e aperta sul tema delle differenze- spiega l'assessore capitolino alla Scuola, Alessandra Cattoi-  Questo passaggio è pienamente in sintonia con l'attività che stiamo svolgendo in molti istituti superiori della città per combattere il bullismo omofobico, in particolare attraverso il progetto lecosecambiano@roma, che proprio durante la settimana arcobaleno si concluderà con un grande evento in programma mercoledì 14 maggio al Teatro dell'Opera, con la partecipazione di oltre mille studentesse e studenti".

Fonte

Tutto molto bello, peccato che poi, in concreto, nel nostro paese si faccia di tutto per non riconoscerli, quei diritti che "non sono una merce di scambio, ma un presupposto della nostra democrazia"... desert 
Belle le "veglie di preghiera per le vittime di omofobia e transfobia", considerando che tra gli omofobi c'è proprio la Chiesa...  vomito 

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Omofobia

Messaggio Da Fux il Sab Giu 28 2014, 10:54

26-06-2014
PARI OPPORTUNITA' - In riferimento all'iniziativa delle Sentinelle in Piedi del 28 giugno

Presa di posizione di firmatari del P.I.C.O: contro le discriminazioni e in favore dei diritti civili

I sottoscritti firmatari del Protocollo Interistituzionale per il Contrasto all'Omofobia (P.I.C.O.): Provincia di Ferrara, Comune di Ferrara, Università degli Studi di Ferrara, CGIL - Area nuovi diritti Ferrara, UIL Ferrara, UISP - Comitato Provinciale di Ferrara, Consigliera di Parità della Provincia di Ferrara, Centro Donna Giustizia, CAM - Centro d'Ascolto Uomini Maltrattanti e le associazioni ferraresi; Circomassimo - Arcigay e Arcilesbica, Agedo e Famiglie Arcobaleno,
prendono le distanze
dall'iniziativa fortemente discriminatoria delle Sentinelle in Piedi, che sabato 28 giugno manifesteranno a Ferrara.

Le Sentinelle in Piedi conducono una battaglia, tutta ideologica, contro le rivendicazioni dei diritti delle persone gay, lesbiche e transessuali. Affermano che il senso del loro manifestare sarebbe quello di "vegliare sulla libertà di espressione e opinione", ma la stessa si declina solo ed esclusivamente sul tema della negazione dei diritti per le persone omosessuali.

Questo movimento sta alzando i toni contro ogni discorso e pratica di apertura nella scuola e nella società a visioni inclusive e non assolutistiche della famiglia e delle relazioni umane e sessuali. Distorcendo la realtà delle leggi proposte e delle misure educative che si vogliono intraprendere nelle scuole, cerca di legittimare e giustificare la discriminazione contro le persone omosessuali, negando i più elementari e fondamentali diritti umani, che devono essere garantiti nell'esistenza di qualsiasi individuo.

Secondo l'Agenzia per i diritti Fondamentali dell'Unione Europea, l'omofobia danneggia ogni anno la salute e la carriera di milioni di persone. L'Italia è il paese dell'Unione Europea con il maggior tasso di omofobia sociale, politica e istituzionale: secondo i dati del Dipartimento di Salute Pubblica, i suicidi della popolazione gay legati alla discriminazione omofobica costituirebbero il 30% di tutti i suicidi tra gli adolescenti.

Il messaggio omofobico delle Sentinelle in Piedi che manifestano per " difendere la vita, la famiglia, la morale, le relazioni tra i generi", con un uso politico della religione e della fede, è un messaggio che divide e alimenta un clima di pregiudizio e di discriminazione e non può e non deve trovare spazio a Ferrara, città dell'associazionismo e del volontariato che, negli ultimi anni, si è distinta per i suoi valori di inclusività e di rispetto per il suo impegno civile contro ogni forma di discriminazione.

A questi valori si ispira il rifiuto di vedere lo spazio pubblico, la città di tutti che non ha bisogno di "sentinelle" o di "milizie", invaso dal fondamentalismo, qualsiasi esso sia.

Sabato 28 giugno, data la concomitanza con l'Onda Pride, le associazioni LGBT di Ferrara hanno scelto di non presidiare il territorio, ma di partecipare al Pride di Venezia per difendere i diritti di tutti, per l'educazione alle differenze, per la lotta all'omotransfobia e la costruzione di una società più accogliente e inclusiva, per la tutela delle famiglie e delle convivenze LGBTQI, per la tutela dell'omogenitorialità, per la tutela della salute della comunità LGBTQI con politiche sanitarie community based e l'educazione a una sessualità consapevole, contro ogni forma di oppressione ed esclusione sociale e per rivendicare il diritto universale alla felicità e all'autodeterminazione.

L'augurio è che a Ferrara le Sentinelle si trovino a vegliare da sole contro i propri fantasmi.
Ferrara e le sue Istituzioni sono già "sentinelle" di valori collettivi; sentinelle attive che si muovono con iniziative e progetti condivisi finalizzati all'inclusione e al contrasto a ogni forma di discriminazione.

Alle Sentinelle in Piedi ricordiamo le parole di Simone, 21 anni, che si è buttato da un palazzo di undici piani perché deriso, discriminato ed emarginato in quanto gay: «L'Italia è un Paese democratico, libero. Ma è anche una nazione dove ci sono persone omofobe. E chi ha questi atteggiamenti dovrà fare i conti con la propria coscienza».

In concomitanza con la manifestazione delle Sentinelle in piedi, la Giunta comunale renderà manifesto il proprio impegno contro tutte le discriminazioni e la propria condanna di ogni forma di violenza omofoba esponendo alle finestre della Residenza municipale il messaggio ("La città di Ferrara condanna l'omofobia e la transfobia", in italiano e inglese) che rafforza l'immagine di Ferrara come città inclusiva e rispettosa dei diritti di tutte le persone ribadendo inoltre, con le parole dell'Assessora alle Pari Opportunità Annalisa Felletti, la "volontà che ogni individuo debba poter rivendicare il diritto universale alla felicità e all'autodeterminazione".

Comunicato a cura di firmatari del Protocollo Interistituzionale per il Contrasto all'Omofobia (P.I.C.O.)

Fonte

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Omofobia

Messaggio Da joker il Sab Giu 28 2014, 20:14

Mario Adinolfi ha scritto:
PERCHE' QUELLA LEGGE SULLE UNIONI GAY NON DEVE PASSARE
di Mario Adinolfi
Ho scritto Voglio la mamma per un dannato motivo, per affermare come direbbe Chesterton che "due più due fa quattro", cioè che non può nascere un bambino senza madre. La realtà lo proclama, la natura lo pretende. Perché ci sia la vita umana, deve esserci una mamma. E il bambino che nasce a una mamma ha diritto. Per sostenere questa verità sono pronto, sempre chestertionanamente, a "appiccare fuochi" e "sguainare la spada". Ho detto ieri ai 23mila amici di VLM: preparatevi alla guerra. Perché guerra dovrà essere, senza timidezze e senza acconciamenti, senza compromessi e senza paraculismi. La legge sulle unioni gay ventilata per settembre non deve passare né a settembre né mai, non deve passare il liberticida ddl Scalfarotto, dobbiamo avere chiaro come ho scritto qualche settimana fa che siamo davanti a un'offensiva senza precedenti e a quella offensiva dobbiamo far fronte senza essere tiepidi, ma umanamente e giustamente incazzati, pronti a far valere i diritti dei più deboli e a batterci veramente per loro. E' una guerra per i senza voce: per i bambini mutilati della figura materna, per le donne ridotte a uteri da affittare, per le mamme che non possono essere costrette a vendersi. Per la logica, che non può vedere equiparato ciò che è strutturalmente diverso.
Un matrimonio, cioè l'unione di un uomo e di una donna potenzialmente aperta alla procreazione, è strutturalmente diverso dall'unione tra due uomini o tra due donne. In Voglio la mamma ho spiegato tutti i motivi di questa irriducibile diversità e equiparare ciò che è radicalmente diverso è un grave errore logico. Da cui inevitabilmente deriverà, come è già attualmente tra le richieste della piattaforma LGBT presentata nero su bianco all'ultimo gay pride, la richiesta di tutela dei "poliamori". Come anticipato in VLM, logica vuole che se apri al riconoscimento della coppia omosessuale, il passaggio successivo sarà il riconoscimento delle attruppate a quattro, a otto, perché nessuno potrà spiegare la valenza ontologica del numero "due". Ci si può amare in tanti, perché la discriminante è solo l'amore, no?
E veniamo al punto più ipocrita della proposta fatta passare ieri attraverso i giornali: queste unioni gay in tutto equiparate al matrimonio hanno una limitazione nell'adozione di bambini, fatta salva la "stepchild adoption". Che cos'è? Semplice: l'adozione da parte del partner gay del figlio naturale di uno dei due componenti la coppia. In sostanza è il via libera all'utero in affitto. Caso concreto: il senatore del Pd Lo Giudice dice in una lunga intervista a Repubblica il 25 maggio 2014 di aver avuto un figlio con il proprio compagno gay. Ovviamente in natura la cosa non può accadere, dunque approfondendo si scopre che è stato il compagno ad avere un figlio con una donna utilizzandola come utero in affitto. Lo Giudice spiega che la procedura è costosa, ma ormai la moda corrente spiega che i figli si possono comprare. E Lo Giudice se lo compra. Se passa il progetto di unioni gay con la stepchild adoption il figlio sarà del suo compagno e da lui adottato. Che fine fa la mamma in tutto questo processo? Niente, sparisce con un tratto di penna ed un mucchietto di banconote.
E' davvero questo, caro il mio amico Matteo Renzi, il mondo che vuoi costruire per i tuoi tre figli. Io per Livia e Clara mi batterò contro questo scempio della logica, del diritto, dei diritti dei bambini e delle madri. "I figli non si pagano" faceva dire all'immortale Filumena Marturano (prostituta e antiabortista) il comunista Eduardo de Filippo. I figli non si pagano, ripeto oggi a Matteo Renzi. Un mondo in cui la vita si compra e si vende, la natura si distorce, la logica si offende è un mondo contro cui bisogna combattere. Quel progetto sulle unioni civili è un prodotto di quel mondo e contro quel progetto ho scritto un libro (le copie di Voglio la mamma possono essere ordinate a adinolfivogliolamamma@gmail.com che in libreria ve la fanno lunga), contro quel progetto si riuniranno a Roma i circoli VLM il 20 luglio prossimo all'hotel Nazionale di piazza Montecitorio, contro quel progetto sarà necessaria una mobilitazione nazionale che a settembre fronteggi l'offensiva senza precedenti.
Mi spiace che per mero calcolo Matteo Renzi voglia mettere il proprio timbro su un progetto così pericoloso ed anche così ipocrita. La nostra comune radice di formazione politica avrebbe dovuto costituire un antidoto contro il caos modaiolo a cui invece il premier pare voglia prostrarsi. Caro Matteo, lascia perdere le menate del Muccassassina, quelle non sono richiesta di popolo, è solo un piccolo club che vuole muovere verso di sé potere e denaro: la "piattaforma politica" del gay pride era scritta contro di te, non cedere a richieste senza senso.
Non ci sarà in questa nostra battaglia alcun tratto omofobo. Non provo alcun fastidio per gli omosessuali, ritengo che sul piano individuale alcuni diritti in più debbano essere loro riconosciuti (visitare il partner in ospedale o in carcere, ad esempio, è un tratto di civiltà che deve essere garantito), ma toccare il diritto di famiglia e cancellare la parola mamma per genitore 1 e genitore 2 è inaccettabile. Impedire con il ddl Scalfarotto che queste idee possano essere scritte e sostenute in pubblico, è la premessa ideologica da regime per arrivare a normative come quelle annunciate contro cui ci batteremo. Io, almeno, mi batterò. Credo, non da solo.

fonte

 vomito 
avatar
joker

Messaggi : 410
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Omofobia

Messaggio Da Fux il Sab Giu 28 2014, 21:32

shit 

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Omofobia

Messaggio Da Tommy the Cat il Sab Giu 28 2014, 21:38

Ha ragione, è scientificamente provato:
Nigerian Student Uses Magnets To 'Prove' Gay Marriage Is Wrong

 lookaround lookaround lookaround lookaround lookaround lookaround 
avatar
Tommy the Cat


Messaggi : 1566
Data d'iscrizione : 30.12.13

http://ateismoeliberta.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Re: Omofobia

Messaggio Da Fux il Sab Giu 28 2014, 21:40



 lookaround 

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Omofobia

Messaggio Da Fux il Mer Lug 02 2014, 17:58

Gay: consiglio lombardo chiede istituzione festa famiglia naturale

(AGI) - Milano, 1 lug. - Il Consiglio regionale lombardo ha approvato a maggioranza la mozione che chiede l'istituzione in Lombardia della 'Festa della famiglia naturale' "fondata sull'unione fra uomo e donna". A favore del documento ha votato la maggioranza di centrodestra (Lega Nord, Lista Maroni, Forza Italia, Ncd e Fratelli d'Italia), mentre le opposizioni (Pd, Patto civico e M5S) sono uscite dall'aula al momento del voto perche' hanno ritenuto strumentale il modo in cui e' stato trattato l'argomento. Sostanzialmente la mozione chiede alla giunta Maroni di trovare una data per celebrare la 'Festa della famiglia naturale' e di fare pressioni sul governo nazionale affinche' non venga applicato il 'Documento standard per l'educazione sessuale in Europa', redatto dall'Organizzazione mondiale della sanita'. Il capogruppo della Lega Nord in Consiglio regionale, Massimiliano Romeo, ha attaccato: "Siamo assolutamente contrari a ogni forma di discriminazione nella nostra societa', ma oggi vogliamo denunciare con forza che dietro lo spettro dell'omofobia si sta cercando di imporre un modello culturale preciso che e' ostile alla famiglia naturale". "Noi - aggiunge il capogruppo leghista - non vogliamo imporre nulla, ma e' nostra intenzione difendere e tutelare la famiglia naturale, anche istituendo una Festa regionale che ne promuova la valorizzazione". Sul fronte dell'opposizione di centrosinistra, il consigliere Marco Carra (Pd) ha sottolineato che "il tema della famiglia meriterebbe una trattazione piu' seria di quanto non sia avvenuto in aula". Secondo Carra, infatti, "il Consiglio ha votato una mozione del tutto strumentale e priva di effetti pratici". (AGI)

Fonte

Che minchia è la "famiglia naturale"? risata

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Omofobia

Messaggio Da Niques il Mer Lug 02 2014, 18:04

Quella senza coloranti, conservanti e glutammato  ça_va 
avatar
Niques

Messaggi : 1437
Data d'iscrizione : 19.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Omofobia

Messaggio Da Psyre il Mer Lug 02 2014, 18:17

a parte il parlare retrogrado (?) e le scuse da pulcinella

ma questo:
@Fux ha scritto:... la mozione chiede alla giunta Maroni di trovare una data per celebrare la 'Festa della famiglia naturale' e di fare pressioni sul governo nazionale affinche' non venga applicato il 'Documento standard per l'educazione sessuale in Europa', redatto dall'Organizzazione mondiale della sanita'. ...
non ho parole  diffidente 

avatar
Psyre

Messaggi : 403
Data d'iscrizione : 26.06.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Omofobia

Messaggio Da primaverino il Mer Lug 02 2014, 18:42

@Psyre ha scritto:a parte il parlare retrogrado (?) e le scuse da pulcinella

ma questo:
@Fux ha scritto:... la mozione chiede alla giunta Maroni di trovare una data per celebrare la 'Festa della famiglia naturale' e di fare pressioni sul governo nazionale affinche' non venga applicato il 'Documento standard per l'educazione sessuale in Europa', redatto dall'Organizzazione mondiale della sanita'. ...
non ho parole  diffidente 


E' "politica"... Nello stesso modo errato (parere mio) di risposta ai vari Gay Pride...
Ma che diavolo ci sarà mai da essere "orgogliosi" di come si è?... Lo si è e basta...
Quindi così come trovo del tutto ridicolo il Gay pride altrettanto trovo ridicole iniziative di segno uguale ma inverso.
avatar
primaverino


Messaggi : 1626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Omofobia

Messaggio Da Niques il Mer Lug 02 2014, 19:41

@primaverino ha scritto:E' "politica"... Nello stesso modo errato (parere mio) di risposta ai vari Gay Pride...
Ma che diavolo ci sarà mai da essere "orgogliosi" di come si è?... Lo si è e basta...
Quindi così come trovo del tutto ridicolo il Gay pride altrettanto trovo ridicole iniziative di segno uguale ma inverso.

Rispondono solo a quelli che credono che quel "ciò che si è" sia qualcosa di cui vergognarsi.
avatar
Niques

Messaggi : 1437
Data d'iscrizione : 19.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Omofobia

Messaggio Da Avalon il Mer Lug 02 2014, 19:48

E sono stati massacrati, oppressi, condizionati, perseguitati per secoli.

Facciamogliela fare, un po' di festa... nei pochi posti in cui possono senza rischiare la vita.

_________________
Adesso sono un pirata.
Un pirata è tenerezza che esplode fiera,
è giustizia incompresa, è amore sconsolato,
è lottare,
è solitudine condivisa,
è navigare senza mai porto, è perenne tormenta,
è possesso sempre insoddisfatto,
è senza riposo.

El Sup
avatar
Avalon


Messaggi : 2454
Data d'iscrizione : 30.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Omofobia

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 7 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum