Ateismo e libertà
Benvenuto sul forum "Ateismo e libertà"

Per partecipare alle discussioni effettua il login. Non sei ancora iscritto? Registrati per iniziare a partecipare!

Libri della nostra adolescenza

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Libri della nostra adolescenza

Messaggio Da joker il Dom Mar 23 2014, 17:00

Quali sono i libri che hanno lasciato un segno indelebile nel nostro immaginario all'inizio della nostra esperienza in campo letterario?
Io non ho mai dimenticato (ci ho ancora l'originale con appunti e tutto) "Orzowei" di Alberto Manzi, libro di testo programmato per la prima o la seconda media. Delle elementari ricordo "La torta in cielo" di Gianni Rodari ed un altro di cui non ricordo il titolo ma solo che parlava di un robottino extraterrestre.
Poi venne "Birdy" di William Warton da cui venne ricavato anche un bel film.
E poi, immancabile, "Il gabbiano Jonathan Livinstone".
avatar
joker

Messaggi : 410
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri della nostra adolescenza

Messaggio Da Ludwig von Drake il Dom Mar 23 2014, 17:25

Ricordo molto Gli Indifferenti di Alberto Moravia, ma non in maniera positiva, fui costretto a leggerlo dall'insegnante di italiano.

I libri che, invece, ho letto con piacere durante tutta l'adolescenza sono gli Urania + la serie della Fondazione.
avatar
Ludwig von Drake

Messaggi : 1121
Data d'iscrizione : 03.01.14

http://martinedentree.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri della nostra adolescenza

Messaggio Da Mix il Dom Mar 23 2014, 18:41

@joker ha scritto:Quali sono i libri che hanno lasciato un segno indelebile nel nostro immaginario all'inizio della nostra esperienza in campo letterario?
Io non ho mai dimenticato (ci ho ancora l'originale con appunti e tutto) "Orzowei" di Alberto Manzi, libro di testo programmato per la prima o la seconda media. Delle elementari ricordo "La torta in cielo" di Gianni Rodari ed un altro di cui non ricordo il titolo ma solo che parlava di un robottino extraterrestre.
Poi venne "Birdy" di William Warton da cui venne ricavato anche un bel film.
E poi, immancabile, "Il  gabbiano Jonathan Livinstone".
Salgari, Kipling, Verne ma, anch'io, *Il Gabbiano Jonathan Livingston*  ça_va 

Mix

Messaggi : 1974
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri della nostra adolescenza

Messaggio Da elima il Dom Mar 23 2014, 18:53

P.G. Wodehouse  facepalm 

_________________
"Primo di tutti fu il Caos" Esiodo (Theog. 116)

Jesus promised the end of all wicked people
Odin promised the end of all Ice Giants
I don't see many Ice Giants around ....
avatar
elima


Messaggi : 1316
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri della nostra adolescenza

Messaggio Da Boeche il Dom Mar 23 2014, 19:42

Gli unici libri letti in adolescenza che ho tenuto sono :

- 60 racconti e la boutique del mistero di Dino Buzzati
- il signore delle mosche
- la fattoria degli animali e 1984
- alcuni libri di Stephen King (Misery, l'uomo in fuga, IT, l'ombra dello scorpione e altri che ora non ricordo)
- La rabbia e l'orgoglio e la forza della ragione della Fallaci
- flatlandia
. alcuni libri di palahniuk
- tutti i racconti di lovecraft
avatar
Boeche

Messaggi : 145
Data d'iscrizione : 04.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri della nostra adolescenza

Messaggio Da Niques il Dom Mar 23 2014, 22:43

Mastro Zacharius o l'orologiaio che aveva perduto l'anima di Verne
Hikmet, Ritsos, Catullo... nell'adolescenza.
Pirandello, Calvino e Freud nella pre adolescenza (scuole medie).
Nell'infanzia... Pancreas di Giobbe Covatta, l'Antologia di Spoon River  lookaround

Ma Harry Potter... nulla come Harry Potter
avatar
Niques

Messaggi : 1437
Data d'iscrizione : 19.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri della nostra adolescenza

Messaggio Da Ludwig von Drake il Dom Mar 23 2014, 22:49

@Niques ha scritto:[...]
Ma Harry Potter... nulla come Harry Potter
 ça_va ça_va ça_va 

lookaround ... ma io non ero più adolescente quando l'ho letto...  lookaround 
avatar
Ludwig von Drake

Messaggi : 1121
Data d'iscrizione : 03.01.14

http://martinedentree.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri della nostra adolescenza

Messaggio Da primaverino il Dom Mar 23 2014, 22:59

@Niques ha scritto:Mastro Zacharius o l'orologiaio che aveva perduto l'anima di Verne
Hikmet, Ritsos, Catullo... nell'adolescenza.
Pirandello, Calvino e Freud nella pre adolescenza (scuole medie).
Nell'infanzia... Pancreas di Giobbe Covatta, l'Antologia di Spoon River  lookaround

Ma Harry Potter... nulla come Harry Potter


Freud alle medie!?...  ekk 
avatar
primaverino


Messaggi : 1626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri della nostra adolescenza

Messaggio Da Ludwig von Drake il Dom Mar 23 2014, 23:02

Ehi, che male c'è a leggere Freud alle medie?
Anch'io lo feci... :-(
avatar
Ludwig von Drake

Messaggi : 1121
Data d'iscrizione : 03.01.14

http://martinedentree.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri della nostra adolescenza

Messaggio Da primaverino il Dom Mar 23 2014, 23:22

@Ludwig von Drake ha scritto:Ehi, che male c'è a leggere Freud alle medie?
Anch'io lo feci... :-(

Per amor del cielo, nulla di male...
Solo che io a quell'età leggevo i ragazzi della via Paal o il giro del mondo in 80 giorni...
avatar
primaverino


Messaggi : 1626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri della nostra adolescenza

Messaggio Da Niques il Dom Mar 23 2014, 23:59

@primaverino ha scritto:
@Ludwig von Drake ha scritto:Ehi, che male c'è a leggere Freud alle medie?
Anch'io lo feci... :-(

Per amor del cielo, nulla di male...
Solo che io a quell'età leggevo i ragazzi della via Paal o il giro del mondo in 80 giorni...
Sì ma nel frattempo c'era anche Harry Potter, eh!

Ho letto il primo libro a 11 anni (era già stato pubblicato pochi anni prima) e l'ultimo libro a 17 anni (cuccato fresco fresco di stampa, prenotato in libreria con largo anticipo)
Coetaneiiii  yeah
avatar
Niques

Messaggi : 1437
Data d'iscrizione : 19.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri della nostra adolescenza

Messaggio Da primaverino il Lun Mar 24 2014, 00:36

@Niques ha scritto:
@primaverino ha scritto:
@Ludwig von Drake ha scritto:Ehi, che male c'è a leggere Freud alle medie?
Anch'io lo feci... :-(

Per amor del cielo, nulla di male...
Solo che io a quell'età leggevo i ragazzi della via Paal o il giro del mondo in 80 giorni...
Sì ma nel frattempo c'era anche Harry Potter, eh!

Ehm... No...  Embarassed 
Nel frattempo c'erano le prime TV a colori, il telefono col disco combinatore, il giradischi, due canali Rai (ma noi vedevamo anche la Tv della Svizzera italiana, perché si sa che siamo più avanti...)  mgreen e i computer (grossi come armadi) ce li aveva solo la Nasa...
avatar
primaverino


Messaggi : 1626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri della nostra adolescenza

Messaggio Da Mix il Lun Mar 24 2014, 01:22

Ah! *I ragazzi della via Paal*  ça_va 

Sono stato un grande lettore, tra i 5 ed i 15 anni.
Onnivoro.  ça_va 

Mix

Messaggi : 1974
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri della nostra adolescenza

Messaggio Da primaverino il Lun Mar 24 2014, 01:32

@Mix ha scritto:Ah! *I ragazzi della via Paal*   ça_va 
 

Meraviglioso! (se letto all'età giusta, naturalmente...)
Nel mio caso non mi identificai particolarmente con nessuno dei personaggi.
Semplicemente "c'ero anch'io". Ero uno di loro...  sorriso

EDIT:
penso che l'educazione alla lettura sia fondamentale per un ragazzo.
Non sempre, nelle mie reminiscenza scolastiche, anche indirette, posso dire di aver avuto a che fare con degli insegnanti validi a tal proposito.
Se in Italia vengono scritti più libri di quanti ne vengano letti (luogo comune, ma non troppo) un motivo ci sarà pure...
Ricordo che a suo tempo (diversi anni fa) a mio cognato (che faceva la "prima ITIS" non il Liceo Classico) come "compito per le vacanze di Natale" la prof. d'Italiano diede da leggere "Il nome della Rosa". Al rientro dalle vacanze sarebbe seguita "verifica/dibattito" al riguardo.
Con tutto il rispetto per le nobili intenzioni della sua prof. mi permetto di muovere un piccolo rilievo...
Alla signora in questione avrei detto: "Gentilissima, improvvida e del tutto sganciata dalla realtà, benemerita testa di rapa. Mi permetta di farle notare che, con buona probabilità, nella sua classe di caproncini, presumo risieda un buon 90% di ragazzi che non abbiano mai letto un libro in vita loro... Volerli educare (obtorto collo) alla lettura proponendo un testo di Umberto Eco a mio modesto avviso potrebbe rappresentare un azzardo.
Costoro si sono iscritti ad una scuola professionale che dovrebbe avviarli ad attività di carattere artigianale, oppure (col tempo che poi ci vorrà) all'acquisizione di determinate tecniche appannaggio della formazione professionale che i futuri datori di lavoro sapranno fornire. In genere non rappresentano l'élite dei migliori cervelli "pari età" (parlo della massa ovviamente, quindi sto generalizzando) e lei, eminentissima letterata*, con impegno degno di miglior causa e senza nemmeno informarsi preventivamente sul "grado culturale" precedentemente acquisito dagli ex-pargoli inopinatamente affidatigli, appioppa loro una "mappazza" da seicento pagine, con la stessa "nonchalance" con la quale direbbe loro di leggere Topolino...
E' chiaro che il rischio di ingenerare nelle giovani menti (magari pure turbate dalle tempeste ormonali tipiche dell'adolescenza) la falsa equazione "cultura=noia" col probabilissimo esito contrario in merito alle sue pur buone intenzioni".

*) lo dico senza ironia... Posso comprendere che l'insegnante di Italiano in determinate scuole possa contare quanto il numero 91 al gioco del lotto. Tuttavia bisogna pur remdersi conto che insegnare "lettere" al Classico o all'IPSIA non è la stessa cosa...
Non è lo stesso campo da gioco, non è lo stesso campionato e probabilmente non è nemmeno lo stesso sport (cit.)


Ultima modifica di primaverino il Lun Mar 24 2014, 01:57, modificato 1 volta
avatar
primaverino


Messaggi : 1626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri della nostra adolescenza

Messaggio Da Niques il Lun Mar 24 2014, 01:40

Io ricordo il mio primissimo libro letto (scelto da sola, letto da sola per intero) con graaaaande emozione, mi piacque tantissimo


Non se andavo a scuola ancora,
comunque tempo fa l'ho rivisto in una libreria dell'usato (però lo stampano ancora) e mi ha dato una strizzatina al cuore.
Questo è IT?  lookaround



La via Paal è un altro di quei libri che mi hanno conisgliato tutta la vita e che non ho mai letto...
avatar
Niques

Messaggi : 1437
Data d'iscrizione : 19.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri della nostra adolescenza

Messaggio Da primaverino il Lun Mar 24 2014, 01:58

@Niques ha scritto:
La via Paal è un altro di quei libri che mi hanno conisgliato tutta la vita e che non ho mai letto...

Lascia perdere.
Ormai non è più tempo...
avatar
primaverino


Messaggi : 1626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri della nostra adolescenza

Messaggio Da Mix il Lun Mar 24 2014, 02:14

@primaverino ha scritto:
@Niques ha scritto:
La via Paal è un altro di quei libri che mi hanno conisgliato tutta la vita e che non ho mai letto...

Lascia perdere.
Ormai non è più tempo...
Non me lo ricordo bene, il libro, ma l'impressione vaga è quella.
Ero tentato di scrivertelo, ma avevo tralasciato proprio per mancanza di precisa memoria.
Ma leggere la stessa cosa scritta da primaverino mi conferma l'impressione vaga rendendola più ferma.

Mix

Messaggi : 1974
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri della nostra adolescenza

Messaggio Da primaverino il Lun Mar 24 2014, 02:31

@Mix ha scritto:
@primaverino ha scritto:
@Niques ha scritto:
La via Paal è un altro di quei libri che mi hanno conisgliato tutta la vita e che non ho mai letto...

Lascia perdere.
Ormai non è più tempo...
Non me lo ricordo bene, il libro, ma l'impressione vaga è quella.
Ero tentato di scrivertelo, ma avevo tralasciato proprio per mancanza di precisa memoria.
Ma leggere la stessa cosa scritta da primaverino mi conferma l'impressione vaga rendendola più ferma.

Si Mix... E' quella che io chiamo "la magia delle cose perdute".
Un mio amico (coetaneo) mi narrava di quanto meraviglioso fosse "il gabbiano Jonathan Livingstone" (non ricordo mai se ci va la "e" finale oppure no...). Alla fine (avevo già oltre trent'anni) lo lessi.
Mi parve "carino" non lo nego, ma niente più... Lo dissi al mio amico, il quale rispose: "Lo hai letto con almeno quindici anni di ritardo. Normale che ti paia così... Lo avessi letto, come me, a tredici anni saresti stato TU il gabbiano in questione... Comprendi? Non l'avresti semplicemente letto. Lo avresti vissuto".
La bellezza intima e profonda della letteratura si esprime nel "vivere" dentro il libro che stai leggendo (mi riferisco ai romanzi ovviamente) allorquando assumi le "sembianze" del dato personaggio di riferimento, oppure ti immagini comprimario alla storia e compagno del protagonista (o dell'antagonista, perché no? Io ad esempio tra Achille ed Ettore faccio il tifo per Ettore... Anche se so già come va a finire. A me sto Achille mi è sempre stato sulle balle...)  mgreen
avatar
primaverino


Messaggi : 1626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri della nostra adolescenza

Messaggio Da Niques il Lun Mar 24 2014, 11:05

Dite?
Perché mi è stato riconsigliato ancora poco fa, ma avevo ignorato il consiglio perché era di un antipatico fascistone di quelli arcidevoti del libro cuore...
ma.. ma..
Io i libri per bambini/ragazzi li leggo ancora... con piacere...  Embarassed 
In alcuni casi mi rendo conto che mi manca qualcosa per arrivare al cuore del libro (ecco, il gabbiano di JL è stato uno di quelli), altri me li gusto con puro piacere infantile...
Tipo la guerra dei bottoni... io l'ho letto qualche mese fa... lookaround
avatar
Niques

Messaggi : 1437
Data d'iscrizione : 19.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri della nostra adolescenza

Messaggio Da Avalon il Mar Mar 25 2014, 06:19

Guarda, io lo leggerei.
Lo lessi da bambina e non mi piacque punto, una sofferenza finirlo... poi, adulta l'ho letto tante più volte.
Come il libro Cuore... oggi è diverso quello che ci vedo, e mi piace da morire. Si cambia, ma non necessariamente in un senso che allontana da quel tipo di sensibilità.

Da ragazzina leggevo roba che ora... mmh... sono troppo tenerina per apprezzare  clown  e ora mi sono scoperta una passione per il romanzo vittoriano, che beh...

Ma per restare in tema, i romanzi che mi sono portata nel cuore e con cui sono cresciuta:
La storia infinita di Micheal Ende
La spada di Shannara di Terry Brooks
Il signore degli anelli
Il conte di Montecristo di A. Dumas
La mia famiglia e altri animali di Gerald Durrell
Il ciclo di galassia/fondazione di Asimov
Cose sagge e meravigliose di James Herriot

_________________
Adesso sono un pirata.
Un pirata è tenerezza che esplode fiera,
è giustizia incompresa, è amore sconsolato,
è lottare,
è solitudine condivisa,
è navigare senza mai porto, è perenne tormenta,
è possesso sempre insoddisfatto,
è senza riposo.

El Sup
avatar
Avalon


Messaggi : 2454
Data d'iscrizione : 30.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri della nostra adolescenza

Messaggio Da Fux il Mar Mar 25 2014, 14:19

Senza dubbio Il Signore degli Anelli, la saga di Harry Potter e il ciclo della Fondazione di Asimov.
Da bambino invece leggevo i Piccoli Brividi, qualcuno se li ricorda?  asd 

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri della nostra adolescenza

Messaggio Da alberto il Mar Mar 25 2014, 18:47

la torta in cielo e altri di rodari
il giornalino di gian burrasca.
tutto salgari
verne


i ragazzi della via paal, quoto primaverino e mix, è inutile rileggerlo adesso.
(ok lo confesso ho letto anche piccole donne)
il gabbiano JL l'ho letto a 16 anni quindi un po' in ritardo rispetto alla pubblicazione, mi parve molto bello. i suoi successivi mi sembrarono stucchevoli anche se Illusioni fu un bel modo di rafforzare il mio ateismo. rileggendo il gabbiano mi è sembrato stucchevole pure quello.

sparatemi: harry potter l'ho saltato a piè pari. e dubito che lo leggerò mai. quindi non giudico. molte persone di cui ho fiducia come lettori me ne parlano molto bene.
avatar
alberto


Messaggi : 845
Data d'iscrizione : 31.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri della nostra adolescenza

Messaggio Da primaverino il Mar Mar 25 2014, 19:08

@alberto ha scritto:

sparatemi: harry potter l'ho saltato a piè pari. e dubito che lo leggerò mai. quindi non giudico. molte persone di cui ho fiducia come lettori me ne parlano molto bene.

Beh, pure io... Mai provata nessuna curiosità per il maghetto...
Per non parlare del Signore degli Anelli... Se solo il libro fosse noioso la metà del film (insopportabile) sarebbe comunque da suicidio.
avatar
primaverino


Messaggi : 1626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri della nostra adolescenza

Messaggio Da Fux il Mar Mar 25 2014, 19:09

diffidente 

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri della nostra adolescenza

Messaggio Da primaverino il Mar Mar 25 2014, 19:17

@Fux ha scritto:diffidente 

Non so che dirti, amico mio...
Ho provato (due volte) a vedere il primo... Mi sono addormentato in entrambi i casi... Potrei riprovarci dato che ce l'ho in DVD.
Il secondo invece, l'ho visto al cinema... Una tortura: tre ore di film (in un cazzo di multisala, come usa di questi tempi, senza nemmeno una pausa... Addormentatomi dopo un'ora circa... E risvegliato di tanto in tanto a "colpi di gomito" perché russavo...).
Col terzo manco ci ho provato (lo davano in TV tempo fa...).
Comunque so che inizia con un'improbabile porta rotonda che si apre e finisce con la stessa porta che si richiude. (il film, intendo dire).
Mi pare un mattone pazzesco. Nemmeno Bergman era arrivato a tanto. Però era Bergman, echeccazzo!
avatar
primaverino


Messaggi : 1626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Libri della nostra adolescenza

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum