Ateismo e libertà
Benvenuto sul forum "Ateismo e libertà"

Per partecipare alle discussioni effettua il login. Non sei ancora iscritto? Registrati per iniziare a partecipare!

Etica e Alimentazione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Etica e Alimentazione

Messaggio Da nemo il Mar Mar 18 2014, 12:14

Sollevo questo dubbio:
servirsi di esseri viventi per alimentarsi è eticamente accettabile per alcuni, per altri no
tutto dipende dall'etica
ora mi chiedo
come si differenziano le "etiche" da questo punto di vista?

vorrei partire dalle risposte di alcuni di voi, per cominciare a ragionarci sopra ed esporre poi quello che ne penso
senza oberarvi prima dei miei pensieri al riguardo.

nemo

Messaggi : 1866
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica e Alimentazione

Messaggio Da Avalon il Mar Mar 18 2014, 12:29

Secondo me possono essere differenziate a seconda del grado crescente di inclusività, con in ordine sparso quelle che prevedono non discriminazione intraspecie per genere, fenotipo, orientamento sessuale, fino all'etica antispecista che per quanto ne so è la maggiormente inclusiva estendendo una serie di diritti agli animali non umani.

Spero che finalmente si riesca a parlare di questo argomento senza doverlo abortire per idiozia ricorrente  yeah 

_________________
Adesso sono un pirata.
Un pirata è tenerezza che esplode fiera,
è giustizia incompresa, è amore sconsolato,
è lottare,
è solitudine condivisa,
è navigare senza mai porto, è perenne tormenta,
è possesso sempre insoddisfatto,
è senza riposo.

El Sup

Avalon


Messaggi : 2454
Data d'iscrizione : 30.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica e Alimentazione

Messaggio Da nemo il Mar Mar 18 2014, 12:35

ecco, esattamente quello che avevo in mente scrivendo e parlando di etica
l'inclusività
dal passato ad oggi si è passati da una inclusività bassissima (membri del gruppo)
ad una sempre più alta
per cui criticare un tipo di inclusività che comprenda altre specie non è paragonabile alle critiche che in passato si portavano a chi invocava una maggiore inclusività intra specie?

nemo

Messaggi : 1866
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica e Alimentazione

Messaggio Da Avalon il Mar Mar 18 2014, 12:43

Parlando da specista, ovviamente... secondo me si tratta di un processo lento ma inevitabile: l'inclusività intraspecie non ha fondamenta ideali tanto diverse da quella extraspecie.

Mi rendo conto anzi che le mie motivazioni ad essere specista (ovvero a sostenere/condividere/non disapprovare alcune forme di sfruttamento animale) sono fondamentalmente di tipo emotivo, non razionale, e che il ragionamento etico va invece inevitabilmente nella direzione opposta.

Penso che il paragone - ideale - possa starci, ma che ancora non sia neppure concepibile dalla quasi totalità delle persone.

_________________
Adesso sono un pirata.
Un pirata è tenerezza che esplode fiera,
è giustizia incompresa, è amore sconsolato,
è lottare,
è solitudine condivisa,
è navigare senza mai porto, è perenne tormenta,
è possesso sempre insoddisfatto,
è senza riposo.

El Sup

Avalon


Messaggi : 2454
Data d'iscrizione : 30.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica e Alimentazione

Messaggio Da Niques il Mar Mar 18 2014, 12:43

L'inclusività determina la differenziazione fra le varie etiche...
A mio parere la scelta più opportuna può orientarsi sulle necessità fisiologiche dell'individuo...

Niques

Messaggi : 1437
Data d'iscrizione : 19.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica e Alimentazione

Messaggio Da elima il Mar Mar 18 2014, 13:18

Eticamente ci stiamo sempre più spostando da una visione antropocentrica, tipicamente monoteista, ad una antispecista. Una volta rinnegato il dio che crea gli animali ad uso e consumo degli uomini, cominciamo ad avere una visione di condivisione della terra con le altre specie. Non sono particolarmente sfavorevole a mangiare gli altri animali, visto che buona parte di essi lo fanno, ma sono contraria allo sfruttamento. il giorno che potremo mangiare bistecche cresciute in coltura idroponica saremo tutti più contenti.
Edit: parafrasando la firma di JoJo: sono una vegetariana non praticante  clown 

_________________
"Primo di tutti fu il Caos" Esiodo (Theog. 116)

Jesus promised the end of all wicked people
Odin promised the end of all Ice Giants
I don't see many Ice Giants around ....

elima


Messaggi : 1316
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica e Alimentazione

Messaggio Da Ludwig von Drake il Mar Mar 18 2014, 13:54

Vegetariano non praticante anch'io!

Ludwig von Drake

Messaggi : 1121
Data d'iscrizione : 03.01.14

http://martinedentree.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica e Alimentazione

Messaggio Da Mix il Mar Mar 18 2014, 15:56

@nemo ha scritto:Sollevo questo dubbio:
servirsi di esseri viventi per alimentarsi è eticamente accettabile per alcuni, per altri no
tutto dipende dall'etica
ora mi chiedo
come si differenziano le "etiche" da questo punto di vista?

vorrei partire dalle risposte di alcuni di voi, per cominciare a ragionarci sopra ed esporre poi quello che ne penso
senza oberarvi prima dei miei pensieri al riguardo.
L'alimentazione è un'attività che riguarda tra le altre cose anche le tradizioni culturali, le abitudini, i saperi delle genti.
A me mangiare carne (poca, raramente) piace, fa parte delle mie abitudini acquisite in tempi infantili, non mi sento spinto a ridurre ancora più di quello che ho fatto l'uso di questa fonte d'alimentazione.

Le etiche in questo aspetto delle scelte secondo me si differenziano (oltre ad altri aspetti) dal punto di vista dell'attenzione alla sostenibilità ecologica e da quello della relazione con esseri viventi senzienti di altre specie.
Sono entrambi argomenti culturali in rapida evoluzione, quello ecologico diventato urgente nell'ultimo secolo, e quello delle sofferenze inflitte ad altri esseri viventi in evoluzione millenaria, come già fatto notare in precedenza in altri post, passando tra successivi allargamenti degli ambiti di confronto tra simili.

Mix

Messaggi : 1974
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica e Alimentazione

Messaggio Da Tommy the Cat il Mar Mar 18 2014, 18:27

L'inclusività mi sembra il modo giusto di classificare le etiche.
Il paragone comunque è difficile, non mi aspetterei un continuo in questo senso, ma c'è un bel salto tra, se vogliamo, l'etica intraspecie e quella extraspecie.
L'etica limite a cui ci siamo avvicinati e continuiamo ad avvicinarci storicamente può essere secondo me identificata come quella che minimizza il malessere del prossimo quanto più possibile.
Ci si allarga perché se stretti qualcuno ne soffre(diritti degli omosessuali, rigetto della nozione di superiorità razziale, ecc...).

Il prossimo passo sarebbe la minimizzazione della sofferenza di ogni creatura vivente, ma c'è un grosso salto tra le due etiche limite e non sono sicurissimo che basarsi sull'inclusività sia necessariamente la strada giusta in questo nuovo dominio.

Tommy the Cat


Messaggi : 1566
Data d'iscrizione : 30.12.13

http://ateismoeliberta.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica e Alimentazione

Messaggio Da nemo il Mar Mar 18 2014, 19:27

e quale sarebbe?

nemo

Messaggi : 1866
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica e Alimentazione

Messaggio Da Lyallii il Mar Mar 18 2014, 19:42

La penso come elima.


_________________
Il mio zito virtuale è fuxino, il mio amante geloso è akka!
 cuori

Lyallii


Messaggi : 2626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica e Alimentazione

Messaggio Da Tommy the Cat il Mar Mar 18 2014, 19:45

@nemo ha scritto:e quale sarebbe?
question 
Se ti riferisci al salto, è quello che si determina quando l'uomo passa dal basare la sua etica sulle sue problematiche dirette(come specie) a basarla sul mondo dei viventi e quindi su problematiche al massimo indirette(tralasciando quindi questioni di sostenibilità).
Poi, sia chiaro, se proprio si va in "alto", per me non c'è alcuna differenza tra queste, ma volendo essere più restrittivi sulle ragioni per costruire nuove etiche, ci vedo un grosso salto.

Se ti riferisci alla strada giusta non ne ho idea, a pelle dico che non trovo piacevole l'idea di uccidere un altro essere vivente per cibarmene, ma non al punto da rifiutarmi, non so bene perché. Suppongo sia l'inerzia.

Tommy the Cat


Messaggi : 1566
Data d'iscrizione : 30.12.13

http://ateismoeliberta.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica e Alimentazione

Messaggio Da nemo il Mer Mar 19 2014, 01:22

direi che dovremmo provare a trovare qualcosa di oggettivo
so che è difficile
ma trovare un altro parametro è necessario per ogettivizzare un'etica extraspecista

nemo

Messaggi : 1866
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica e Alimentazione

Messaggio Da Odis il Mer Mar 19 2014, 18:59

@nemo ha scritto:Sollevo questo dubbio:
servirsi di esseri viventi per alimentarsi è eticamente accettabile per alcuni, per altri no
tutto dipende dall'etica
ora mi chiedo
come si differenziano le "etiche" da questo punto di vista?
Beh, considerando che sia le piante, che i funghi, che i batteri, che le alghe, che gli animali, che gli insetti, che i molluschi, per farla breve tutto ciò che è commestibile, è composto o deriva da esseri viventi, direi che le etiche alimentari che si interrogano sull'eticità dello sfruttamento degli esseri viventi si dividono in "seguite da persone vive" e "ipocrisie".
asd lookaround teh

Ad ogni modo, vorrei ricordare che sia insetti che pesci sono commestibili anche se non previsti nella dieta vegetariana nè vegana.

Odis

Messaggi : 59
Data d'iscrizione : 07.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica e Alimentazione

Messaggio Da Avalon il Mer Mar 19 2014, 19:04

Visto che vivere di solo sale è un po' un casino, qualcosa mangiare si deve... il discrimine è sul regno animale, nell'etica antispecista.

Che quindi tecnicamente è antispecianimalista, perché dai regni plantae, fungi, protista e monera si è costretti comunque ad attingere, volendo continuare a campare.  mgreen 

_________________
Adesso sono un pirata.
Un pirata è tenerezza che esplode fiera,
è giustizia incompresa, è amore sconsolato,
è lottare,
è solitudine condivisa,
è navigare senza mai porto, è perenne tormenta,
è possesso sempre insoddisfatto,
è senza riposo.

El Sup

Avalon


Messaggi : 2454
Data d'iscrizione : 30.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica e Alimentazione

Messaggio Da silvio il Gio Mar 20 2014, 00:30

@nemo ha scritto:Sollevo questo dubbio:
servirsi di esseri viventi per alimentarsi è eticamente accettabile per alcuni, per altri no
tutto dipende dall'etica
ora mi chiedo
come si differenziano le "etiche" da questo punto di vista?

vorrei partire dalle risposte di alcuni di voi, per cominciare a ragionarci sopra ed esporre poi quello che ne penso
senza oberarvi prima dei miei pensieri al riguardo.

A pensarci bene è una cosa orrenda

silvio


Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica e Alimentazione

Messaggio Da alberto il Gio Mar 20 2014, 00:54

vorrei cercare di evitare di dire ovvietà e provo invece a buttare un sasso nello stagno.
la vita come valore supremo.
ognuno di noi è abbastanza affezionato alla propria  wink 
ma guardando la natura, la vita "individuale" è un bene assolutamente sacrificato e sacrificabile.
morire è la norma, morire "prima del tempo" è la norma.

io parto da qui. la mia etica tiene conto anche di questo.

poi inizia una evoluzione culturale della specie uomo che la porta a interessarsi al tema in modo diverso. credo che negli ultimi 100 anni si sia fatto un passo nella direzione del rispetto TEORICO degli altri esseri viventi superiore al tragitto compiuto dalla determinazione della specie in poi.
eppure, dato di fatto, dall'inizio della rivoluzione industriale in poi le specie stanno scomparendo a un ritmo che è superiore a quello stimato per i periodi di estinzione di massa.
non si uccidono animali solo mangiandoli ma in una miriade di altri modi.
tali forse da rendere impossibile una condotta "rispettosa".

e la mia etica tiene conto anche di questo.

sono anch'io un vegetariano non praticante. durante il festival di teatro qui passano più di 100 persone a cui dò la cena e quest'anno ho proposto praticamente solo roba vegetariana (anche per comodità, perché sono in molti che non mangiano carne). ci ho pensato, ho sorriso, ho pensato che le cose procedono a un ritmo vertiginoso che solo agli occhi drogati di noi toporagni appare lento. vorremmo che le cose cambiassero nel giro di "qualche anno"... ma qualche anno non vuol dire nulla se non nel mondo dei computer.

io ho vissuto decine e decine di anni aspettando il momento in cui ammazzavano il maiale. e ancora oggi anche da vegetariano non praticante sono affascinato dai processi culturali e dallo sfoggio di intelligenza che viene mostrata nelle metodiche di utilizzo di queste carni. tra qualche secolo, quando le persone come me saranno scomparse, tutto questo sarà visto come le metodiche di mummificazione dei crani delle tribù antropofaghe dayake. sono un animalofago dayako, lo so, posso anche vergognarmene, spero dentro di me che in breve tempo questa abitudine primitiva si perda, ma non lo farà con me. a ognuno il suo posto nella storia.

ultima cosa... non sarà facile riuscire a smettere del tutto i panni del carnefice. dove mettiamo il limite?
mangerò solo animali adulti
non mangio mammiferi
non mangio uccelli
non mangio pesci
non mangio vertebrati
non mangio cordati
non mangio animali dotati di sistema nervoso
non mangio animali
ecc.

e come la metteremo con tutte quelle popolazioni (miliardo e passa!!) per cui IL (non UN) maiale o il bue o 10 polli sono l'unica risorsa dignitosa che hanno? l'unico accesso che hanno a proteine essenziali? riusciremo a fornirgli una alimentazione sostitutiva sufficiente? forse per ora potremmo testare le nostre presunte capacità portando loro un po' d'acqua...

la mia etica tiene conto anche di questo.





alberto


Messaggi : 845
Data d'iscrizione : 31.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica e Alimentazione

Messaggio Da Ludwig von Drake il Gio Mar 20 2014, 10:04

Bell'intervento, alberto.
Come spesso capita, ultimamente, non avrei altro da aggiungere alle tue parole se non "quoto e ci ragiono".

Ludwig von Drake

Messaggi : 1121
Data d'iscrizione : 03.01.14

http://martinedentree.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica e Alimentazione

Messaggio Da elima il Gio Mar 20 2014, 10:33

@alberto ha scritto:
e come la metteremo con tutte quelle popolazioni (miliardo e passa!!) per cui IL (non UN) maiale o il bue o 10 polli sono l'unica risorsa dignitosa che hanno? l'unico accesso che hanno a proteine essenziali? riusciremo a fornirgli una alimentazione sostitutiva sufficiente? forse per ora potremmo testare le nostre presunte capacità portando loro un po' d'acqua...

la mia etica tiene conto anche di questo.


Queste persone adorano letteralmente il loro maiale, mio nonno chiamava i buoi per nome e questi venivano ad un suo fischio, ho visto allevamenti di bufale felici: animali che vivono la loro vita dignitosamente e quando e se diventeranno cibo lo faranno nel migliore dei modi possibile. molto diverso da questo:



o ancora :
http://video.ilmessaggero.it/animali/maiali_torturati_nell_allevamento_la_video_denuncia_choc-18140.shtml

Perchè ciò sia possibile dobbiamo allentare la pressione e mangiare carne il meno possibile.

_________________
"Primo di tutti fu il Caos" Esiodo (Theog. 116)

Jesus promised the end of all wicked people
Odin promised the end of all Ice Giants
I don't see many Ice Giants around ....

elima


Messaggi : 1316
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica e Alimentazione

Messaggio Da Niques il Gio Mar 20 2014, 12:26

@elima ha scritto:Perchè ciò sia possibile dobbiamo allentare la pressione e mangiare carne il meno possibile.

E il pesce?
Nessuno mai difende il pesce  lookaround 
meno truculento?

Niques

Messaggi : 1437
Data d'iscrizione : 19.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica e Alimentazione

Messaggio Da Ludwig von Drake il Gio Mar 20 2014, 14:53

@Niques ha scritto:
@elima ha scritto:Perchè ciò sia possibile dobbiamo allentare la pressione e mangiare carne il meno possibile.

E il pesce?
Nessuno mai difende il pesce  lookaround 
meno truculento?
È una cosa che mi chiedo sempre anch'io.

Ludwig von Drake

Messaggi : 1121
Data d'iscrizione : 03.01.14

http://martinedentree.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica e Alimentazione

Messaggio Da elima il Gio Mar 20 2014, 15:08

Meno, ma non del tutto:
http://www.my-personaltrainer.it/nutrizione/pesce-allevamento.html

Ho nuotato nelle vasche dei tonni e non vedevo animali che cercavano di uscire, ma molti cercavano di entrare  ekk 

_________________
"Primo di tutti fu il Caos" Esiodo (Theog. 116)

Jesus promised the end of all wicked people
Odin promised the end of all Ice Giants
I don't see many Ice Giants around ....

elima


Messaggi : 1316
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica e Alimentazione

Messaggio Da Tommy the Cat il Mer Mar 26 2014, 21:33



Non so, forse è meglio che aggiusti quello che ho detto prima: non sono sicurissimo che basarsi sull'inclusività sia necessariamente la strada giusta in questo nuovo dominio, ma spero vivamente che lo sia.
Tutto ciò lo sento come sbagliato, non posso negarlo.

Tommy the Cat


Messaggi : 1566
Data d'iscrizione : 30.12.13

http://ateismoeliberta.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica e Alimentazione

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum