Ateismo e libertà
Benvenuto sul forum "Ateismo e libertà"

Per partecipare alle discussioni effettua il login. Non sei ancora iscritto? Registrati per iniziare a partecipare!

Etica e obsolescenza programmata

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Etica e obsolescenza programmata

Messaggio Da Ludwig von Drake il Sab Mar 08 2014, 19:41

Avete mai sentito parlare di obsolescenza programmata?

Io credo sia una follia peggiore di quella che portò alla rovina degli abitanti dell'isola du Pasqua.

In pratica, i prodotti vengono costruiti in modo da non durare, per far sì che si consumi e si compri di più.

Questo porta a uno sfruttamento folle, insano e irragionevole dep nostro pianeta - fatto con scelta cosciente!!!

Per me è una cosa vergognosa.

Ludwig von Drake

Messaggi : 1121
Data d'iscrizione : 03.01.14

http://martinedentree.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica e obsolescenza programmata

Messaggio Da SergioAD il Dom Mar 09 2014, 07:49

Visto che siamo atei e contrastiamo le religioni voglio ricordare il senso del rigore chiesto dalle religioni a cui sono contrapposte le frivolezze.

Frivolezze poi promosse su larga scala dal modello sociale hanno battuto o modificato i messaggi originali delle religioni e portato a quello che siamo.

Noi oggi corriamo dietro ad ogni tendenza, moda, brillocco e soddisfazione temporanea che non è mai soddisfatta veramente come una droga.

Il modello sociale si basa sul mercato ma la relativa industria è rigorosa per garantire il margine di guadagno adopera stabilità e innovazione.

Ho letto che in America sono tornati a dare mutui a tassi agevolati, apparentemente insostenibili e riparte il ciclo ma cosa resta dietro?

Guardate un po' questo filmato, guardatelo tutto se vi va anche se bastano i primi 3 o 4 minuti e dovreste capire quello che resta dietro.


Obsolescenza apparente programmata come quasi tutto ciò che piace al nostro modello sociale, l'apparenza. Ma nessuno di questi farà nulla.

Si deve battere il modello sociale, si deve partire dalla pianificazione. Novantacinque percento del tempo serve per l'analisi e cinque per realizzare.

Parlare di obsolescenza programmata s'intende (quella vera) garantire la sostenibilità ma se costa aumentano anche i costi del prodotto e non vende.

Mercato libero => Locuste - lo diceva la religione questa delle locuste. Simbolicamente è questa la carestia biblica. Poi parliamo di Religione senza Dio.

Essere atei dovrebbe avere un senso ed un significato.

SergioAD

Messaggi : 875
Data d'iscrizione : 06.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica e obsolescenza programmata

Messaggio Da Ludwig von Drake il Dom Mar 09 2014, 10:41

Ma no, Sergio, non cè bisogno di essere atei, basterebbe avere un po' di buon senso.

Ludwig von Drake

Messaggi : 1121
Data d'iscrizione : 03.01.14

http://martinedentree.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica e obsolescenza programmata

Messaggio Da SergioAD il Dom Mar 09 2014, 12:22

Si! Basta non esasperare il senso del guadagno, ridurre il margine del guadagno come se le tasse andassero a recuperare i danni ambientali.

Il mio esempio era calato sui significati delle religioni, vivere secondo modelli di sostenibilità e ci sarebbero nelle sacre scritture a noi come atei.

Religione senza Dio, senza dogmi, senza le relative moralità e resterebbe l'etica - quello volevo dire concludendo il mio messaggio prima.

SergioAD

Messaggi : 875
Data d'iscrizione : 06.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica e obsolescenza programmata

Messaggio Da Akka il Mar Mar 11 2014, 20:27

ha ha ormai lo sapete che io sono 'dell' altra sponda' , nel senso che non concordo con voi

certo, l' obsolescenza programmata è un' assurdità, le mode sono assurdità, i finti se non persino indotti bisogni anche ecc...

il problema è 'chi lo decide cosa è assurdo e cosa no?', caspita, quando qualcuno si arroga questo diritto iniziano i problemi veri, altrochè mercato, qui è in ballo la libertà, i rischi quelli che abbiamo conosciuto coi regimi totalitari!!

ho capito, la ragione, il suo retto uso ecc... eppure la ragione ha dei limiti, abusare della ragione produce effetti disastrosi, non si può pianificare tutto, non ne siamo in grado, sarebbe bello, ma non si può... o si può? io credo di no... ma si può discuterne..

quindi? quindi tutto sommato, io, mi tengo il nostro sistema democratico e il nostro libero mercato(con le opportune regole) con tutti gli infiniti problemi associati..

qui entra in gioco anche l' inclinazione personale, è ovvio, io sono disposto a tollerare gli squilibri(magari riuscendo a contenerli) e il costo(pure molto alto) della democrazia...

pianificare... certo pianificare sembrerebbe una soluzione ideale, ma non si può pianificare ciò che è complesso, ciò che ingloba le scelte e i desideri umani...

lo so, io sono un po' fatalista, ma le cose avvengono e si svolgono in un certo modo, non siamo noi che ci decidiamo arbitrariamente, a tavolino, le nostre leggi economiche e sociali

almeno questo è il punto di vista... lo ammetto che sono di parte!

Akka

Messaggi : 1525
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica e obsolescenza programmata

Messaggio Da cofee&Tea il Mer Mar 12 2014, 10:10

Bellissimo post, Akka! Mi ci ritrovo molto.
 ça_va 

cofee&Tea

Messaggi : 789
Data d'iscrizione : 09.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Etica e obsolescenza programmata

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum