Ateismo e libertà
Benvenuto sul forum "Ateismo e libertà"

Per partecipare alle discussioni effettua il login. Non sei ancora iscritto? Registrati per iniziare a partecipare!

l'uomo horribilis

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

l'uomo horribilis

Messaggio Da alberto il Gio Feb 20 2014, 10:18

molto spesso si parla della negatività della specie uomo, che distruggerà il pianeta, che è aggressivo, falso, uccide gli animali, e compagnia cantante.
è assolutamente tutto vero.
PERO'.
è anche vero che la specie uomo è quella in cui alcuni aspetti come amore, altruismo, generosità, sono espressi ai massimi livelli riscontrabili in natura.
in più: mentre rispondevo a un post sull'evoluzione mi sono detto: "già, perché l'uomo occidentale, questo mostro osceno e ripugnante, non ammazza ad esempio tutti gli africani per impadronirsi delle incredibili ricchezze di quel continente? e già che c'è, perché non fa fuori anche tutti i sudamericani?"
il continente asiatico fornirebbe ampia manodopera per il fabbisogno, e in caso ci sarebbe tutta la robotica sviluppabile per svolgere un sacco di mansioni adatte...
risorse a quel punto quasi illimitate, tanto spazio dove far andare i fricchettoni in cerca di fuga da questa brutta società, risolto il problema della sovrappopolazione, ecc ecc.

TESI: l'uomo è una specie giovane, ancora coinvolta in dinamiche "animali" piuttosto che culturali - vedasi tutte le pippe sull'amore. ma anche se in modo ancora poco concreto ha un senso di "umanità" inteso come insieme delle persone che vivono sulla Terra, un senso che possiamo contribuire a sviluppare, ad aumentare, per separarci da pratiche che ritengo primitive - ad esempio il mito della "competizione".
avatar
alberto


Messaggi : 845
Data d'iscrizione : 31.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: l'uomo horribilis

Messaggio Da Mix il Gio Feb 20 2014, 12:40

A me sembra che l'uomo occidentale depredi già efficientemente le ricchezze africane e sudamenricane: ha inventato l'arma della finanza per farlo con la massima resa.
Ora ha il problema che stanno inserendosi i cinesi in quelle miniere di ricchezza continentali.
Cinesi che hanno usato l'arma finanziaria comprandosi metà del debito U.S.A. (anche se sanno che è inesigibile).
Forse *i Cinesi* è un concetto leggermente, solo leggermente, più consistente di *uomo occidentale*.
Non esiste un'entità coesa che agisce con identità solida riconoscibile in quanto *uomo occidentale*. Ci sono corporation planetarie & gruppi finanziari, che possono utilizzare per promuovere i loro interessi apparati militari formalmente sotto il controllo di stati nazionali. Corporation e gruppi che nessun interesse hanno in comune con la massa degli altri individui loro connazionali o *occidentali* , mirando a sfruttare come meglio possibile indifferentemente anche questi. Molto democraticamente.

In una realtà a risorse limitate la competizione è il nome compatto del concetto dello sforzo per la sopravvivenza.
Il *mito della competizione* merita un chiarimento: cosa intendi, più precisamente?

La tensione ad assumere atteggiamenti culturali condivisi che esprimano un egoismo più intelligente è cosa che incontra i miei gusti estetici.
Un processo in corso con successivi progressi e regressi, come sempre accade nella rappresentazione della Storia.

Mix

Messaggi : 1974
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: l'uomo horribilis

Messaggio Da alberto il Gio Feb 20 2014, 12:55

per mito della competizione intendo quel senso di ineluttabilità che accompagna il comportamento competitivo. naturalmente la natura si muove in larghissima parte seguendo questo schema, ma ho una gran fiducia sulla possibilità dell'uomo di superarlo e di ottimizzare invece un altro aspettico etologico animale che è quello della simbiosi mutualistica.

quello che dici su occidente e cinesi è naturalmente vero ma non è esattamente il punto su cui mi volevo soffermare.
tornando all'esempio animale direi che si è passati dalla predazione tout court a una forma di parassitismo finora piuttosto violenta ma che già in alcuni casi - scusate spero di non sembrare cinico - è salita qualitativamente di livello perché evita di "uccidere" l'ospite e lo mantiene in uno stato patologico ma ancora in vita. lo so che ci sono anche "convenienze" in questo, ad esempio il non scatenare reazioni da parte di altri parassiti, ma si tratta comunque di qualcosa di diverso e certo preferibile al genocidio. sia chiaro: non approvo e non apprezzo affatto!!!!
un altro esempio penso che potrebbe essere fatto qui da noi: perché non ci sono i morti come ricci lungo la strada? eppure è pieno di gente violenta, malfattori, disperati, squilibrati. fior di studi e statistiche sembrano indicare che l'azione repressiva non è componente determinante. per contro però ricordo uno studio "dal vero" condotto su un caso di "sciopero delle forze dell'ordine" in una città canadese - sorry non ricordo quale - durante il quale anche i comuni cittadini si resero colpevoli di reati.

beh insomma, è chiaro che l'argomento è tutt'altro che semplice e monotematico, le variabili sono tantissime come quasi sempre in sociologia, ma a me sembra di vedere un generico incoraggiante trend positivo nella evoluzione sociale dell'uomo, un trend che non deve farci accontentare e che deve essere sempre spinto in avanti ma c'è.
avatar
alberto


Messaggi : 845
Data d'iscrizione : 31.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: l'uomo horribilis

Messaggio Da Mix il Gio Feb 20 2014, 13:29

alberto ha scritto:un altro esempio penso che potrebbe essere fatto qui da noi: perché non ci sono i morti come ricci lungo la strada? eppure è pieno di gente violenta, malfattori, disperati, squilibrati.
Sei vittima della propaganda. Quelli da te richiamati sono una percentuale piccola dentro al tessuto sociale. Quasi tutte le persone sono tendenzialmente neutre, distanti da quegli estremi da te richiamati. Solo che pochi casi estremi fanno molto rumore sugli strumenti di propaganda.
Serve per agevolare l'accettazione supina delle ingiustizie. Non è casuale.
Serve a fare i propri interessi disonestamente con più facilità.

fior di studi e statistiche sembrano indicare che l'azione repressiva non è componente determinante. per contro però ricordo uno studio "dal vero" condotto su un caso di "sciopero delle forze dell'ordine" in una città canadese - sorry non ricordo quale - durante il quale anche i comuni cittadini si resero colpevoli di reati.
Un'espressione di solidarietà con la lotta sindacale di quei lavoratori, forse la più efficace espressione di approvazione delle istanze degli scioperanti.
 clown  mgreen  risata 

beh insomma, è chiaro che l'argomento è tutt'altro che semplice e monotematico, le variabili sono tantissime come quasi sempre in sociologia, ma a me sembra di vedere un generico incoraggiante trend positivo nella evoluzione sociale dell'uomo, un trend che non deve farci accontentare e che deve essere sempre spinto in avanti ma c'è.
È secondo me connesso direttamente con lo sviluppo dell'istruzione.
La quale . . . ci porterebbe forse troppo OT.
Lascio a nemo l'onere (armi, acciaio e malattie?)

Mix

Messaggi : 1974
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: l'uomo horribilis

Messaggio Da alberto il Gio Feb 20 2014, 13:41

Mix ha scritto:
Sei vittima della propaganda. Quelli da te richiamati sono una percentuale piccola dentro al tessuto sociale. Quasi tutte le persone sono tendenzialmente neutre, distanti da quegli estremi da te richiamati. Solo che pochi casi estremi fanno molto rumore sugli strumenti di propaganda.
Serve per agevolare l'accettazione supina delle ingiustizie. Non è casuale.
Serve a fare i propri interessi disonestamente con più facilità.

concordo! se vuoi è un altro punto di vista a supporto del quadro generale. non ci sono i morti ai lati delle strade. strano, dovrebbero esserci, è pieno di... e invece a quanto pare no, non è affatto pieno di... e se anche fosse pieno, comunque non si comportano da tali.

Un'espressione di solidarietà con la lotta sindacale di quei lavoratori, forse la più efficace espressione di approvazione delle istanze degli scioperanti.
 clown  mgreen  risata 

 ahahaha mgreen 

È secondo me connesso direttamente con lo sviluppo dell'istruzione.

quotissimo.
avatar
alberto


Messaggi : 845
Data d'iscrizione : 31.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: l'uomo horribilis

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum