Ateismo e libertà
Benvenuto sul forum "Ateismo e libertà"

Per partecipare alle discussioni effettua il login. Non sei ancora iscritto? Registrati per iniziare a partecipare!

storia e storie

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

storia e storie

Messaggio Da JoJo il Lun Feb 17 2014, 09:10

premetto che non so se questa possa essere considerata la sezione giusta... al max chiedo la gentilezza ai mods di spostare in luogo più consono.

vengo subito al punto: la storia è materia intricata, per certi aspetti.
ad esempio, tutto ciò che riguarda o che sfiora minimamente i fatti di "fede", soprattutto cristiana, diventa controverso e incredibilmente confuso.
stessa cosa dicasi per la storia recente: a seconda delle fonti c'è chi dice tutto e chi controbatte che è vero il contrario di tutto.

ora, io personalmente a scuola non ho mai amato studiare storia, credo proprio a causa di questa non univocità delle interpretazioni (e forse anche perchè nel mio libro di scuola la storia era un elenco di fatti che raramente dava una chiara idea della connessione tra cause ed effetti).
Devo dire, però, che la storia, se spiegata bene, mi intriga, per cui vorrei avere la possibilità di approfondire alcune parti, quando mi sovviene la voglia e la curiosità.

di qui la richiesta di alcuni suggerimenti, richiesta che si può riassumere con la seguente domanda:
come faccio a distinguere una fonte affidabile da una non affidabile?

(poi magari chiederò anche suggerimenti per testi/autori, ma più avanti, quando mi sarà chiaro su quale periodo storico mi interessa documentarmi per iniziare)

grazie per l'aiuto

JoJo

Messaggi : 838
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: storia e storie

Messaggio Da nemo il Lun Feb 17 2014, 09:19

direi di leggere le diverse versioni dello stesso avvenimento
fondamentale leggere saggi antropologici e sociologici, da cui far discendere le dinamiche che continuamente si ripetono nel corso della storia
testi fondamentale in questo senso:
armi acciaio e malattie di jared diamond
psicologia delle folle di gustave le bon
opere politiche di vilfredo pareto

nemo

Messaggi : 1866
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: storia e storie

Messaggio Da JoJo il Lun Feb 17 2014, 09:57

@nemo ha scritto:direi di leggere le diverse versioni dello stesso avvenimento
fondamentale leggere saggi antropologici e sociologici, da cui far discendere le dinamiche che continuamente si ripetono nel corso della storia
testi fondamentale in questo senso:
armi acciaio e malattie di jared diamond
psicologia delle folle di gustave le bon
opere politiche di vilfredo pareto

ok, grazie, allora comincerò con i testi che mi hai suggerito (in particolare psicologia delle folle mi pare di averlo già da qualche parte, mi sa che sarà il primo)  yessir

comunque il mio problema principale consiste nel fatto che mi trovo spaesato: con la roba scientifica so gestirmi, cercarmi le fonti e valutare quelle più o meno affidabili, nonchè comprendere e valutare la trattazione dell'argomento (mi riesce più facile, pur non conoscendo perfettamente le basi, capire se non altro se A --> B è sensato e logico o meno).
in storia, appunto, questo non riesco a farlo, per cui vado in crisi.

grazie per le dritte

JoJo

Messaggi : 838
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: storia e storie

Messaggio Da elima il Lun Feb 17 2014, 10:16

La storia la scrivono i vincitori.
Questo è un assioma su cui tutti quelli che si occupano di storia prima a poi vanno a sbattere.
Storia e storie: proprio così !!
In ogni caso è assurdo soltanto pensare di poter approfondire "la storia": è un campo vastissimo, un concatenarsi di eventi caotici che manda in visibilio gli scrittori di fantasy e fantascienza proprio per le delicatissime meccaniche.
Suggerimento: infarinatura rapida con libri delle elementari, max delle medie, giusto per avere la consecuzio temporis, dopo di che: innamorarsi di un periodo ed eviscerarlo, leggendo il leggibile (anche, o proprio partendo da, i romanzi) per poi continuare andando indietro e capirne le cause e avanti per capirne gli effetti. I buoni romanzi storici portano una bibliografia di riferimento a cui attingere.
Da qualsiasi "luminare" di storia avrai sempre la risposta: - mi spiace, non è il mio periodo...

_________________
"Primo di tutti fu il Caos" Esiodo (Theog. 116)

Jesus promised the end of all wicked people
Odin promised the end of all Ice Giants
I don't see many Ice Giants around ....

elima


Messaggi : 1316
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: storia e storie

Messaggio Da Mix il Lun Feb 17 2014, 13:29

nemo ha già scritto il 99% della risposta.
Mi resta solo lo spazio per ridire le cose dette da lui in un altro modo.
Per come la vedo io le dinamiche generali si ripetono con una certa dose di fissità. Cercare questi elementi che reggono le trame è un passaggio di base.
Dopodiché ogni singolo evento è prodotto da circostanze particolari di quell'unico caso. Selezionare dai diversi racconti, dalle diverse rappresentazioni, gli elementi verosimili da quelli propagandistici (altra costante riconosciutissima nella trama dei racconti storici) è l'abilità che si deve poi autonomamente sviluppare.
Se poi nella tua storia formativa incontri un professore di italiano/storia come Piloni, onore e gloria a Lui, le tue possibilità di instradarti bene esplodono.
(Che non significa assolutamente il contrario: che solo per averlo incontrato sei automaticamente una persona che ne capisca qualcosa. Non dico nella maniera più assoluta questo).

Mix

Messaggi : 1974
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: storia e storie

Messaggio Da JoJo il Lun Feb 17 2014, 15:39

grazie a tutti e tre.

solo che la risposta di mix mi ha fatto ripensare a quanto scritto da nemo... io ho detto ok, ma in realtà non è così ok. mi spiego meglio di quanto abbia fatto prima: nel ringraziare nemo ho scritto, tra le altre cose:
io ha scritto:il mio problema principale consiste nel fatto che mi trovo spaesato: con la roba scientifica so gestirmi, cercarmi le fonti e valutare quelle più o meno affidabili.....

.....in storia .... questo non riesco a farlo

quindi nemo (e indirettamente mix, che se non ho capito male condivide quanto detto da nemo) mi suggerisce di "leggere le diverse versioni dello stesso avvenimento".

Il problema però comincia qui: a me mancano le capacità per capire quale delle versioni è quella più obiettiva (anche perchè penso di essere influenzabile dalle mie idee e simpatie "politico-filosofiche")

per questo credo che quello che vado cercando è qualcosa che mi dia una chiave di lettura, come possono essere i testi che mi ha consigliato sempre nemo (psicologia delle folle di gustave le bon e opere politiche di vilfredo pareto in particolare... l'altro dal titolo non mi sembra ma ci darò un'occhiata lo stesso, ovviamente).

ho scritto tutto ciò perchè penso di non essermi spiegato bene prima e spero di aver chiarito un po' di più ora (anche nella mia testa intendo).

Grazie di nuovo a tutti e tre.

Poi, quando avrò letto, vi dirò se mi ha aiutato o se il problema è altro.

JoJo

Messaggi : 838
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: storia e storie

Messaggio Da elima il Lun Feb 17 2014, 15:40

Mah, a me le risposte date, sia per quel che riguarda la filosofia che la storia, mi sembrano tanto della serie:
D: - Non so nuotare
R: - Iscriviti ad un corso di nuoto!
Io parlo d'altro: di amare la storia e la filosofia (non a caso nei ginnasi le due materie si insegnano insieme).
Di approcciarla non come materia di studio, ma di hobby.
D'altra parte forse parto da un punto di vista di chi ha già una formazione umanistica, forse per una mente maggiormente portata all'analisi scientifica il percorso da voi indicato è il migliore.  boh 

_________________
"Primo di tutti fu il Caos" Esiodo (Theog. 116)

Jesus promised the end of all wicked people
Odin promised the end of all Ice Giants
I don't see many Ice Giants around ....

elima


Messaggi : 1316
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: storia e storie

Messaggio Da Mix il Lun Feb 17 2014, 16:13

@JoJo ha scritto:grazie a tutti e tre.
È sempre piacevole l'interazione intelligente. GRAZIE a te.

solo che la risposta di mix mi ha fatto ripensare a quanto scritto da nemo... io ho detto ok, ma in realtà non è così ok. mi spiego meglio di quanto abbia fatto prima: nel ringraziare nemo ho scritto, tra le altre cose:
io ha scritto:il mio problema principale consiste nel fatto che mi trovo spaesato: con la roba scientifica so gestirmi, cercarmi le fonti e valutare quelle più o meno affidabili.....

.....in storia .... questo non riesco a farlo

quindi nemo (e indirettamente mix, che se non ho capito male condivide quanto detto da nemo)
Hai capito benissimo.
nemo ha detto il 99% di quello che io avrei detto, (se ne fossi capace come lo è stato lui).


mi suggerisce di "leggere le diverse versioni dello stesso avvenimento".

Il problema però comincia qui: a me mancano le capacità per capire quale delle versioni è quella più obiettiva (anche perchè penso di essere influenzabile dalle mie idee e simpatie "politico-filosofiche")
Secondo me questa affermazione già induce a pensare che hai risolto buona parte della questione. Infatti leggere un *racconto* con la consapevolezza che c'è da tenere sempre in conto della necessaria non obiettività della fonte ti può permettere di tenere un atteggiamento molto produttivo (a mio parere): la sospensione del giudizio. I giudizi meglio sono fondati, su più dati contrastanti possibile, più possono essere validi.

La via facile è quella dei giudizi tagliati giù con l'accetta, da pochi dati grezzi andati a reperire da fonti *selezionate* (non per il valore assoluto delle fonti, ma per la corrispondenza con le proprie opinioni) e letti pure con filtri deformanti opportuni, per far dire ai dati di fatto quello che interessa agli impulsi irrazionali profondi, ai bisogni, che guidano le azioni.

La via sicura, è quella più faticosa, di tenere il giudizio fluido in vista di ulteriori dati che confermino o smentiscano le proprie opinioni e rappresentazioni del mondo.
Con questa impostazione (simile a quella scientifica, se vai al fondo a ragionarci) si evitano almeno gli errori più tragici, che sorgono dalla diffusione di credenze errate, che mal si combinano con la realtà, mai disponibile gratuitamente alla flessione ai desideri e ai bisogni umani.

per questo credo che quello che vado cercando è qualcosa che mi dia una chiave di lettura, come possono essere i testi che mi ha consigliato sempre nemo (psicologia delle folle di gustave le bon e opere politiche di vilfredo pareto in particolare... l'altro dal titolo non mi sembra ma ci darò un'occhiata lo stesso, ovviamente).

ho scritto tutto ciò perchè penso di non essermi spiegato bene prima e spero di aver chiarito un po' di più ora (anche nella mia testa intendo).

Grazie di nuovo a tutti e tre.

Poi, quando avrò letto, vi dirò se mi ha aiutato o se il problema è altro.
Buona lettura e di nuovo grazie a te, è un piacere.

Mix

Messaggi : 1974
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: storia e storie

Messaggio Da JoJo il Lun Feb 17 2014, 16:31

@elima ha scritto:Mah, a me le risposte date, sia per quel che riguarda la filosofia che la storia, mi sembrano tanto della serie:
D: - Non so nuotare
R: - Iscriviti ad un corso di nuoto!
Io parlo d'altro: di amare la storia e la filosofia (non a caso nei ginnasi le due materie si insegnano insieme).
Di approcciarla non come materia di studio, ma di hobby.
D'altra parte forse parto da un punto di vista di chi ha già una formazione umanistica, forse per una mente maggiormente portata all'analisi scientifica il percorso da voi indicato è il migliore.  boh 

eh, mi pareva di avere intuito che stavi parlando del grassettato  sorriso
purtroppo non posso decidere di amare nè la storia nè la filosofia, proprio perchè non ne capisco i fondamenti (per la filosofia è dovuto al fatto di come l'ho fatta a scuola... insegnanti che fanno gli insegnanti solo "per lavoro", senza il piacere di insegnare, non possono farti amare una materia, se non la ami già di tuo, e questo mi è mancato per la filosofia... solo a sentirla nominare ho un moto di disgusto, unito ad un gigante punto di domanda).
non so che passaggio mi sono perso durante gli anni di scuola, ma mi manca proprio il quid  boh 



@Mix ha scritto:
mi suggerisce di "leggere le diverse versioni dello stesso avvenimento".

Il problema però comincia qui: a me mancano le capacità per capire quale delle versioni è quella più obiettiva (anche perchè penso di essere influenzabile dalle mie idee e simpatie "politico-filosofiche")
Secondo me questa affermazione già induce a pensare che hai risolto buona parte della questione. Infatti leggere un *racconto* con la consapevolezza che c'è da tenere sempre in conto della necessaria non obiettività della fonte ti può permettere di tenere un atteggiamento molto produttivo (a mio parere): la sospensione del giudizio. I giudizi meglio sono fondati, su più dati contrastanti possibile, più possono essere validi.

La via facile è quella dei giudizi tagliati giù con l'accetta, da pochi dati grezzi andati a reperire da fonti *selezionate* (non per il valore assoluto delle fonti, ma per la corrispondenza con le proprie opinioni) e letti pure con filtri deformanti opportuni, per far dire ai dati di fatto quello che interessa agli impulsi irrazionali profondi, ai bisogni, che guidano le azioni.

La via sicura, è quella più faticosa, di tenere il giudizio fluido in vista di ulteriori dati che confermino o smentiscano le proprie opinioni e rappresentazioni del mondo.
Con questa impostazione (simile a quella scientifica, se vai al fondo a ragionarci) si evitano almeno gli errori più tragici, che sorgono dalla diffusione di credenze errate, che mal si combinano con la realtà, mai disponibile gratuitamente alla flessione ai desideri e ai bisogni umani.

ok, mi sembra che sono riuscito a spiegarmi: ovviamente l'aiuto l'ho chiesto proprio per evitare la "via più facile" visto che sono consapevole che difficilmente le cose vanno (o sono andate) come piace a noi e non sempre ci troviamo dalla parte dei "buoni".  yessir

JoJo

Messaggi : 838
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: storia e storie

Messaggio Da elima il Lun Feb 17 2014, 16:49

@JoJo ha scritto:
Il problema però comincia qui: a me mancano le capacità per capire quale delle versioni è quella più obiettiva (anche perchè penso di essere influenzabile dalle mie idee e simpatie "politico-filosofiche")
Questo è assolutamente inevitabile.
Non esiste una versione obiettiva di nessun fatto storico esistono solo vari punti di vista. Cioè: esiste il concatenarsi degli eventi, ma i le cause e gli effetti sono soggetti alle interpretazioni e il "punto di vista politico" è inevitabile.
Esempio: La guerra di Troia.
La narrazione ci dice che è stato un fatto di corna, ma molto più probabilmente è stato per il controllo che aveva la città sul commercio sul Dardanelli. Come si sia creata la coalizione ellenica e le ripercussioni che ha avuto sono ancora oggetto di accanite controversie.
Non Esiste una via facile, ma trovo assurdo sceglierne una "faticosa" invece di una divertente.


_________________
"Primo di tutti fu il Caos" Esiodo (Theog. 116)

Jesus promised the end of all wicked people
Odin promised the end of all Ice Giants
I don't see many Ice Giants around ....

elima


Messaggi : 1316
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: storia e storie

Messaggio Da Mix il Lun Feb 17 2014, 17:16

@elima ha scritto:
@JoJo ha scritto:
Il problema però comincia qui: a me mancano le capacità per capire quale delle versioni è quella più obiettiva (anche perchè penso di essere influenzabile dalle mie idee e simpatie "politico-filosofiche")
Questo è assolutamente inevitabile.
Non esiste una versione obiettiva di nessun fatto storico esistono solo vari punti di vista. Cioè: esiste il concatenarsi degli eventi, ma i le cause e gli effetti sono soggetti alle interpretazioni e il "punto di vista politico" è inevitabile.
Esempio: La guerra di Troia.
La narrazione ci dice che è stato un fatto di corna, ma molto più probabilmente è stato per il controllo che aveva la città sul commercio sul Dardanelli. Come si sia creata la coalizione ellenica e le ripercussioni che ha avuto sono ancora oggetto di accanite controversie.
Non Esiste una via facile, ma trovo assurdo sceglierne una "faticosa" invece di una divertente.

IO l'ho scritto (via facile) per mettere a paragone due approcci. IO intendo in senso relativo: c'è una via più facile ed una meno.
Non voglio affermare nulla sull'esistenza di una via facile ben etichettata, nè consigliarne una faticosa.
IO focalizzavo l'attenzione sulla sicurezza, fondatezza, del giudizio, elemento che mi pareva stesse a cuore a Jo Jo.

Per il resto è facile essere daccordo con i tuoi assunti, condivisibilissimi e tutti condivisi, Elima.

Mix

Messaggi : 1974
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: storia e storie

Messaggio Da silvio il Lun Feb 17 2014, 22:36

Personalmente dividerei le interpretazioni dai fatti come sono andati, insomma c'è una storia obiettiva, la cronaca degli avvenimenti, la Germania invade la Polonia, è una cronaca, il perché, chi aveva ragione o torto è un'altra cosa.

silvio


Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: storia e storie

Messaggio Da elima il Lun Feb 17 2014, 23:08

@silvio ha scritto:Personalmente dividerei le interpretazioni dai fatti come sono andati, insomma c'è una storia obiettiva, la cronaca degli avvenimenti, la Germania invade la Polonia, è una cronaca, il perché, chi aveva ragione o torto è un'altra cosa.
La storia "obiettiva" , come la chiami tu, è la cronologia degli avvenimenti.
La storia, ovvero quello che studiamo per imparare, quello che ci dovrebbe insegnare a non commettere gli stessi errori, è l'interpretazione di questi avvenimenti.
La Germania invade la Polonia: quando? perchè in quel momento, non prima e non dopo? quali spinte hanno prodotto questi avvenimenti? quali conseguenze? a lungo e a breve termine? erano o non erano quelle volute?

_________________
"Primo di tutti fu il Caos" Esiodo (Theog. 116)

Jesus promised the end of all wicked people
Odin promised the end of all Ice Giants
I don't see many Ice Giants around ....

elima


Messaggi : 1316
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: storia e storie

Messaggio Da silvio il Lun Feb 17 2014, 23:16

@elima ha scritto:
@silvio ha scritto:Personalmente dividerei le interpretazioni dai fatti come sono andati, insomma c'è una storia obiettiva, la cronaca degli avvenimenti, la Germania invade la Polonia, è una cronaca, il perché, chi aveva ragione o torto è un'altra cosa.
La storia "obiettiva" , come la chiami tu, è la cronologia degli avvenimenti.
La storia, ovvero quello che studiamo per imparare, quello che ci dovrebbe insegnare a non commettere gli stessi errori, è l'interpretazione di questi avvenimenti.
La Germania invade la Polonia: quando?  perchè in quel momento, non prima e non dopo? quali spinte hanno prodotto questi avvenimenti? quali conseguenze? a lungo e a breve termine? erano o non erano quelle volute?

Si infatti ho detto cronaca come descrizione asettica, la cronologia i fatti incasellati nel tempo.
Forse l'errore è il pretendere il lato pedagogico della Storia, sarà sempre viziato da mode e percorsi politici e culturali.
Anche se l'interpretazione è per noi inevitabile.
Ma almeno evitiamo la "mitificazione" degli eventi,

silvio


Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: storia e storie

Messaggio Da nemo il Lun Feb 17 2014, 23:25

jojo, la storia non contiene verità
gli avvenimenti spesso si basano su falsità (pensa alle guerre!)
cercare di trovare la ragione da una parte e il torto dall'altra non è un buon approccio
bisogna essere scevri da pregiudizi
leggi un'avvenimento, esempio l'olocausto e cerca di guardarlo come lo vedrebbe un tedesco se la guerra fosse stata vinta dai nazisti
poi rileggi lo stesso avvenimento e pensalo come se fossi un veterano americano
poi come se fossi un partigiano italiano o francese

per poter fare questo però bisogna leggere (come suggerisce elima) molti testi e punti di vista
il rischio che si corre a studiare la storia in modo scolastico è che si accetti supinamente la versione ufficiale dei vincitori (vele per qualsiasi periodo storico)
che non è detto che sia quella falsa, ma che contenga delle falsità e delle verità, così come le altre versioni non ufficiali o parziali ne contengono

sta alla tua sensibilità ed erudizione (che otterrai col tempo e con lo studio) trovare le verità sparse e ricomporre il mosaico

è un esercizio affascinante
ma poi vedrai ogni cosa, anche l'attualità con altri occhi
e ti accorgerai di esprimere giudizi che la massa non condividerà, abituata com'è a camminare e vedere con i paraocchi
e farai la figura dello strambo, eccentrico, saccente, pazzo o idiota
a seconda di chi incontrerai  e del tipo di paraocchi che essi indossano

se ti va di fare questa "fine"
continua pure

(io penso che ne valga la pena)

nemo

Messaggi : 1866
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: storia e storie

Messaggio Da JoJo il Mar Feb 18 2014, 00:49

@nemo ha scritto:jojo, la storia non contiene verità
gli avvenimenti spesso si basano su falsità (pensa alle guerre!)
cercare di trovare la ragione da una parte e il torto dall'altra non è un buon approccio
bisogna essere scevri da pregiudizi
leggi un'avvenimento, esempio l'olocausto e cerca di guardarlo come lo vedrebbe un tedesco se la guerra fosse stata vinta dai nazisti
poi rileggi lo stesso avvenimento e pensalo come se fossi un veterano americano
poi come se fossi un partigiano italiano o francese

per poter fare questo però bisogna leggere (come suggerisce elima) molti testi e punti di vista
il rischio che si corre a studiare la storia in modo scolastico è che si accetti supinamente la versione ufficiale dei vincitori (vele per qualsiasi periodo storico)
che non è detto che sia quella falsa, ma che contenga delle falsità e delle verità, così come le altre versioni non ufficiali o parziali ne contengono

sta alla tua sensibilità ed erudizione (che otterrai col tempo e con lo studio) trovare le verità sparse e ricomporre il mosaico

è un esercizio affascinante
ma poi vedrai ogni cosa, anche l'attualità con altri occhi
e ti accorgerai di esprimere giudizi che la massa non condividerà, abituata com'è a camminare e vedere con i paraocchi
e farai la figura dello strambo, eccentrico, saccente, pazzo o idiota
a seconda di chi incontrerai  e del tipo di paraocchi che essi indossano

se ti va di fare questa "fine"
continua pure

(io penso che ne valga la pena)

MOLTO chiaro!

questo post ora me lo copio e me lo stampo perchè non voglio rischiare di dimenticarmelo e/o perderlo.

risponde perfettamente ai dubbi che avevo e mi fornisce una via chiara da intraprendere (per quanto fottutamente difficile: scevri da pregiudizi dici? mi sa che mi ci vorrà tempo per imparare! ma è un obiettivo alla portata credo)

grazie  yessir

JoJo

Messaggi : 838
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: storia e storie

Messaggio Da nemo il Mar Feb 18 2014, 01:00

@JoJo ha scritto:
@nemo ha scritto:jojo, la storia non contiene verità
gli avvenimenti spesso si basano su falsità (pensa alle guerre!)
cercare di trovare la ragione da una parte e il torto dall'altra non è un buon approccio
bisogna essere scevri da pregiudizi
leggi un'avvenimento, esempio l'olocausto e cerca di guardarlo come lo vedrebbe un tedesco se la guerra fosse stata vinta dai nazisti
poi rileggi lo stesso avvenimento e pensalo come se fossi un veterano americano
poi come se fossi un partigiano italiano o francese

per poter fare questo però bisogna leggere (come suggerisce elima) molti testi e punti di vista
il rischio che si corre a studiare la storia in modo scolastico è che si accetti supinamente la versione ufficiale dei vincitori (vele per qualsiasi periodo storico)
che non è detto che sia quella falsa, ma che contenga delle falsità e delle verità, così come le altre versioni non ufficiali o parziali ne contengono

sta alla tua sensibilità ed erudizione (che otterrai col tempo e con lo studio) trovare le verità sparse e ricomporre il mosaico

è un esercizio affascinante
ma poi vedrai ogni cosa, anche l'attualità con altri occhi
e ti accorgerai di esprimere giudizi che la massa non condividerà, abituata com'è a camminare e vedere con i paraocchi
e farai la figura dello strambo, eccentrico, saccente, pazzo o idiota
a seconda di chi incontrerai  e del tipo di paraocchi che essi indossano

se ti va di fare questa "fine"
continua pure

(io penso che ne valga la pena)

MOLTO chiaro!

questo post ora me lo copio e me lo stampo perchè non voglio rischiare di dimenticarmelo e/o perderlo.

risponde perfettamente ai dubbi che avevo e mi fornisce una via chiara da intraprendere (per quanto fottutamente difficile: scevri da pregiudizi dici? mi sa che mi ci vorrà tempo per imparare! ma è un obiettivo alla portata credo)

grazie  yessir
prego
mi fa piacere che ti sia utile

(tieni presente che uso questa metodica sempre
per questo risulto spesso "sgradevole" al di là del linguaggio,
metto al vaglio chiunque - anche gli amici - a questo tipo di verifica
gli scorsi giorni l'ho fatto riguardo le vicende del forum
e mi sono preso anche la tua furiosa reprimenda
ma non stavo facendo altro che mettere in pratica- work in progress - quanto sopra)  wink

work in progress in quanto non affermavo verità (che come ho detto è sempre sfumato questo concetto)
ma palesavo le mie opinioni man mano che si formavano nella mia analisi dei fatti
con estrema onestà le esponevo a voi tutti
(e mi beccavo i cori infamanti tipici)  sorriso 

nemo

Messaggi : 1866
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: storia e storie

Messaggio Da alberto il Mar Feb 18 2014, 01:19

io mi ricordo di aver letto poco tempo fa un libro che della guerra dei balcani dava tutta una lettura "diversa", non posso dire "vera" perché concordo in pieno con quanto dice nemo, se riesco a ricordarmi il titolo te lo passo.

alberto


Messaggi : 845
Data d'iscrizione : 31.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: storia e storie

Messaggio Da JoJo il Mar Feb 18 2014, 01:35

@nemo ha scritto:(tieni presente che uso questa metodica sempre
per questo risulto spesso "sgradevole" al di là del linguaggio,
metto al vaglio chiunque - anche gli amici - a questo tipo di verifica
gli scorsi giorni l'ho fatto riguardo le vicende del forum
e mi sono preso anche la tua furiosa reprimenda
ma non stavo facendo altro che mettere in pratica- work in progress - quanto sopra)  wink

work in progress in quanto non affermavo verità (che come ho detto è sempre sfumato questo concetto)
ma palesavo le mie opinioni man mano che si formavano nella mia analisi dei fatti
con estrema onestà le esponevo a voi tutti
(e mi beccavo i cori infamanti tipici)  sorriso 

tanto per chiarire, visto che hai tirato fuori l'argomento.

la mia non era una furiosa reprimenda. ero scocciato, questo sì, ed infastidito dai toni e dagli argomenti e dall'aria in generale che si respirava da qualche tempo, a causa di un utente che non meritava tutte queste attenzioni (rasputin).
ti ho messo un rosso (sinceramente non mi ricordo più neanche su che intervento e non ho voglia di cercare) e ti ho spiegato i motivi (in maniera un po' colorita, lo ammetto, ma come ti ho già detto avevo i miei cazzi) visto che li hai chiesti accusando di vigliaccheria.
poi nel mio secondo intervento mi pare di essere stato tranquillo quanto basta.
e poi ho smesso di rispondere.

onestamente non ho ancora capito bene la natura della tua verifica, ma in ogni caso non puoi aspettarti che gli altri utenti non interagiscano e restino solo a far da spettatori.
anche perchè pure io, come te, sono uno che quando ne ha voglia esprime le proprie opinioni con estrema onestà: è quello che ho fatto con te.

poi, ripeto, può essere che mi faccia prendere la mano dal momento, dall'umore e da altre cose e magari alzo i toni (ma non mi pare il caso dell'altro giorno) ma poi quando il discorso è chiuso, per me è chiuso, e amici come prima.
voglio dire: se io ho i miei scazzi, può averceli chiunque, e chiunque ha diritto di tanto in tanto a sbarellare. ma la cosa si chiude lì

quindi, per quanto mi riguarda, la questione (che non è una "questione", ma un episodio) si è già chiusa giovedì 13 febb  sisi

JoJo

Messaggi : 838
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: storia e storie

Messaggio Da JoJo il Mar Feb 18 2014, 01:35

@alberto ha scritto:io mi ricordo di aver letto poco tempo fa un libro che della guerra dei balcani dava tutta una lettura "diversa", non posso dire "vera" perché concordo in pieno con quanto dice nemo, se riesco a ricordarmi il titolo te lo passo.  

sì grazie, molto volentieri  ça_va

JoJo

Messaggi : 838
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: storia e storie

Messaggio Da nemo il Mar Feb 18 2014, 02:04

@JoJo ha scritto:
@nemo ha scritto:(tieni presente che uso questa metodica sempre
per questo risulto spesso "sgradevole" al di là del linguaggio,
metto al vaglio chiunque - anche gli amici - a questo tipo di verifica
gli scorsi giorni l'ho fatto riguardo le vicende del forum
e mi sono preso anche la tua furiosa reprimenda
ma non stavo facendo altro che mettere in pratica- work in progress - quanto sopra)  wink

work in progress in quanto non affermavo verità (che come ho detto è sempre sfumato questo concetto)
ma palesavo le mie opinioni man mano che si formavano nella mia analisi dei fatti
con estrema onestà le esponevo a voi tutti
(e mi beccavo i cori infamanti tipici)  sorriso 

tanto per chiarire, visto che hai tirato fuori l'argomento.

la mia non era una furiosa reprimenda. ero scocciato, questo sì, ed infastidito dai toni e dagli argomenti e dall'aria in generale che si respirava da qualche tempo, a causa di un utente che non meritava tutte queste attenzioni (rasputin).
ti ho messo un rosso (sinceramente non mi ricordo più neanche su che intervento e non ho voglia di cercare) e ti ho spiegato i motivi (in maniera un po' colorita, lo ammetto, ma come ti ho già detto avevo i miei cazzi) visto che li hai chiesti accusando di vigliaccheria.
poi nel mio secondo intervento mi pare di essere stato tranquillo quanto basta.
e poi ho smesso di rispondere.

onestamente non ho ancora capito bene la natura della tua verifica, ma in ogni caso non puoi aspettarti che gli altri utenti non interagiscano e restino solo a far da spettatori.
anche perchè pure io, come te, sono uno che quando ne ha voglia esprime le proprie opinioni con estrema onestà: è quello che ho fatto con te.

poi, ripeto, può essere che mi faccia prendere la mano dal momento, dall'umore e da altre cose e magari alzo i toni (ma non mi pare il caso dell'altro giorno) ma poi quando il discorso è chiuso, per me è chiuso, e amici come prima.
voglio dire: se io ho i miei scazzi, può averceli chiunque, e chiunque ha diritto di tanto in tanto a sbarellare. ma la cosa si chiude lì

quindi, per quanto mi riguarda, la questione (che non è una "questione", ma un episodio) si è già chiusa giovedì 13 febb  sisi

anche io faccio come te
per questo non provo fastidio e non vedo urtata la mia sensibilità se mi si rivolge con parole sopra di qualche tono!
mi interessa la sostanza
e spesso reagisco piccato più a post puliti e forbiti, ma malevoli che a quelli onesti ma "coloriti"

- noterai che dopo poco la nostra interazione su di giri, poi non ti ho più preso in causa, a differenza di altri, perchè avevo notato l'estemporaneità del tuo intervento -

per questo vedevo la polemica contro di me (basata sul fatto che usassi un linguaggio troppo colorito contro rasputin) leggermente pretenziosa
e i fatti mi hanno dato ragione

pace - ma per me non c'era guerra - e per me fine OT  yessir 

nemo

Messaggi : 1866
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: storia e storie

Messaggio Da elima il Mar Feb 18 2014, 11:06

@alberto ha scritto:io mi ricordo di aver letto poco tempo fa un libro che della guerra dei balcani dava tutta una lettura "diversa", non posso dire "vera" perché concordo in pieno con quanto dice nemo, se riesco a ricordarmi il titolo te lo passo.  
Se passi a me un libro sulla guerra dei Balcani, so a stento di cosa si sta parlando, figuriamoci sapere la differenza tra quella originale e quella diversa !!  risata risata 
Forse mi orienterei meglio con un testo sulle stringhe.  Ed è quanto dire.

_________________
"Primo di tutti fu il Caos" Esiodo (Theog. 116)

Jesus promised the end of all wicked people
Odin promised the end of all Ice Giants
I don't see many Ice Giants around ....

elima


Messaggi : 1316
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: storia e storie

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato Oggi a 13:44


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum