Ateismo e libertà
Benvenuto sul forum "Ateismo e libertà"

Per partecipare alle discussioni effettua il login. Non sei ancora iscritto? Registrati per iniziare a partecipare!

Da dove iniziare?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Da dove iniziare?

Messaggio Da Tommy the Cat il Ven Feb 07 2014, 18:38

Hey raga, stavo pensando di iniziare a imparare un pò di filosofia in modo un pò più strutturato che leggere qualcosa qui e lì senza ordine e a cazzo di cane e pensavo di chiedere consiglio su come partire. Al che ho pensato che sia interessante avere un thread generale in cui chiedere consiglio su come iniziare ad addentrarsi in qualche grosso settore della conoscenza.
Io in caso posso aiutare almeno un pochetto se a qualcuno interessasse addentrarsi nella matematica o nella fisica in modo formale.

Tornando a me, mi chiedevo appunto se c'è qualche buon punto di partenza per addentrarsi nella filosofia: non so, un analogo della teoria degli insiemi in matematica da cui partire per addentrarsi in cose più specifiche.
Non so, se mi interessasse imparare qualcosa della filosofia della scienza, dovrei avere basi di, la butto lì, metafisica magari? Trovo molto difficile leggere tanto per leggere, devo avere una spinta ad addentrarmi in qualcosa ed avere un quadro della situazione mi aiuta sempre.

Storia della filosofia magari?
Welp!
avatar
Tommy the Cat


Messaggi : 1566
Data d'iscrizione : 30.12.13

http://ateismoeliberta.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da dove iniziare?

Messaggio Da Tommy the Cat il Ven Feb 07 2014, 19:14

Specifico che come interesse sono più orientato all'aspetto fondazionale della filosofia più che a cose come la moralità o la politica, al momento.
avatar
Tommy the Cat


Messaggi : 1566
Data d'iscrizione : 30.12.13

http://ateismoeliberta.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da dove iniziare?

Messaggio Da Avalon il Ven Feb 07 2014, 19:15

Io mi terrei una storia della filosofia, come 'mappa' del territorio. Se poi a te interessa in particolare la filosofia della scienza, eviterei del tutto i primordi che tanto è roba completamente fuffosa e starei sulla parte contemporanea che ha effettivamente una formalizzazione e sostanza molto più adeguata alle esigenze di una mente scientifica.

C'è l'ottimo volume di Boniolo - Vidali, edito da Bruno Mondadori, Filosofia della scienza, che per me è stato utilissimo.
Poi penso che so, ad autori singoli su aspetti specifici, Thomas Kuhn per alcuni aspetti di epistemologia, ad esempio. Devo fare mente locale che non sono davanti alla mia libreria...

_________________
Adesso sono un pirata.
Un pirata è tenerezza che esplode fiera,
è giustizia incompresa, è amore sconsolato,
è lottare,
è solitudine condivisa,
è navigare senza mai porto, è perenne tormenta,
è possesso sempre insoddisfatto,
è senza riposo.

El Sup
avatar
Avalon


Messaggi : 2454
Data d'iscrizione : 30.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da dove iniziare?

Messaggio Da elima il Ven Feb 07 2014, 19:50

 Comincerei piano e certo non con la  classica storia della filosofia, se no ti fai 2 palle subito e smetti. C'è un libercolo divulgativo sulla filosofia presocratica di De Crescenzo, penso che si trovi anche in e-book, l'ho letto ed è carino oltre ad essere anche accurato, continua con i post-socratici e poi va avanti, ma quelli non li ho letti, ma se tanto mi da tanto...  
Poi, magari poi puoi approfondire, ma comincia a imparare che la realtà è un punto di vista  clown 

_________________
"Primo di tutti fu il Caos" Esiodo (Theog. 116)

Jesus promised the end of all wicked people
Odin promised the end of all Ice Giants
I don't see many Ice Giants around ....
avatar
elima


Messaggi : 1316
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da dove iniziare?

Messaggio Da Mix il Sab Feb 08 2014, 09:08

http://wwwwarburton-nigel/breve-storia-della-filosofia <== link


Estemamente scorrevole, piacevole da leggere. Costa poco. Un libro onesto.

Mix

Messaggi : 1974
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da dove iniziare?

Messaggio Da Diva il Sab Feb 08 2014, 10:34

Potresti iniziare con una breve introduzione come quella che ti ha consigliato Mix, pero' io ti consiglio di concentrarti prevalentemente su cio' che ti interessa, senza badare troppo "all'avere delle basi"... quelle te le puoi fare man mano. Voglio dire, e' utile in linea teorica partire da Talete e seguire uno sviluppo cronologico, in quel modo non avresti "buchi", ma se non lo devi fare a fini "scolastici", forse risulta un po' noioso e rischieresti di ridurre il tutto ad una specie di lista per la spesa.
Piu' interessante invece e' un approccio alla filosofia per temi... e a questo proposito io ti consiglio un libro che ho letto di recente, s'intitola "Terminologia Filosofica" di Theodor Adorno. Si tratta di una introduzione alla filosofia un po' particolare, scritta tra l'altro per studenti non di Filosofia. Non e' simile ai manuali che presentano i vari filosofi in ordine di tempo e in qualche modo scollegati gli uni dagli altri, appiattendo il tutto come se si trattasse di una lista di visioni del mondo e non di tentativi della filosofia di risolvere i "problemi" che sin dall'inizio (e in maniera sempre diversa) si sono posti all'uomo. Pero' ha il grande pregio di dare l'idea della filosofia come di un processo continuo e sempre in movimento, dove i temi si intrecciano, vengono ripresi su diversi livelli e mette ben in evidenza come gli opposti siano il motore che permette al pensiero umano di svilupparsi.

_________________
Il fatto che, quando sono innamorati, quasi tutti facciano della poesia mostra chiaramente che il pensiero concettuale non basta a esprimere l'infinità interiore. (E. Cioran)
avatar
Diva


Messaggi : 1133
Data d'iscrizione : 30.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da dove iniziare?

Messaggio Da Mix il Sab Feb 08 2014, 10:40

Il link era errato
Questo nel quote qui sotto adesso è corretto.
@Mix ha scritto:warburton-nigel/breve-storia-della-filosofia <== link


Estemamente scorrevole, piacevole da leggere. Costa poco. Un libro onesto.

Mix

Messaggi : 1974
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da dove iniziare?

Messaggio Da Akka il Sab Feb 08 2014, 14:18

ma divozza che filosofi ti piacciono a te? solo per curiosità

ha ha, io credevo che ai matematici i filosofi stessero sul gozzo!!  risata 

io praticamente non so un tubo di ste cose, però secondo me non serve a molto partire da una storia della filosofia... cioè non serve a molto sapere che leibniz ha parlato di monadi... occorre capire quali sono i problemi cui ha tentato di rispondere piuttosto.. altrimenti sono discorsi di fate(diceva b. russell)

poi dipende da che temi ti interessano... avalon ti consiglia i filosofi della scienza, meno mistici e più aggiornati su cosa succede nel mondo...

inoltre, per via di rigore, tutta la corrente della filosofia analitica anglo-americana è apprezzabile... occorre una certa preparazione in logica per affrontare certe questioni... quelli parlano di logiche non standard, di teorie dei mondi possibili, di questioni di filosofia della matematica, tutto con un attenzione particolare al linguaggio... e ''adesso'' c'è in corso tutta una disputa tra realisti e anti-realisti... insoluta ed insolubile, come ogni questione filosofica interessante  risata 

in questo versante i nomi sono frege(uno dei padri della logica moderna tra l' altro), wittgenstein, quine, putnam, kripke, davidson, dummett, rorty, field.. poi bo, adesso non saprei... in italia conosco solo diego marconi(famoso anche all' estero) e franca d' agostini...

naturalmente gli analitici considerano i continentali(cioè quelli che sarebbero da considerarsi gli eredi della tradizione filosofica occidentale, gli heidegger per capirci) dei mezzi mistici ammattiti che van dietro a questioni vecchie di 2500 anni... servendosi di un linguaggio volutamente oscuro... avranno ragione? a me piace heidegger a dire il vero...

ah, cosa curiosa(e poi la mollo li che so che son noioso), i difensori di una certa impostazione metafisica del conoscere sono proprio gli analitici! mentre i continentali, almeno quelli contemporanei, criticano la tradizione metafisica dell' occiente... in quanto, nelle parole di heidegger l' oscuro, la metafisica velerebbe l' essere dell' ente... e questo sarebbe il vizio di tutta la filosofia occidentale, che, come estrema conseguenza di ciò, non poteva che culminare nel nichilismo nietzschiano e nella ''mobilitazione globale della tecnica''...
avatar
Akka

Messaggi : 1525
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da dove iniziare?

Messaggio Da Lyallii il Sab Feb 08 2014, 15:44

Diva ( ma anche akka o masada ) potreste darci delle ' lezioni di filosofia ' e poi magari ne potremmo parlare di qualcosa...
Cominciando dalle basi, cose semplici semplici quindi...

Quando avete tempo e se vi va!

_________________
Il mio zito virtuale è fuxino, il mio amante geloso è akka!
 cuori
avatar
Lyallii


Messaggi : 2626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da dove iniziare?

Messaggio Da Akka il Sab Feb 08 2014, 16:00

no no akka si chiama fuori, che non sa un tubo!!  mgreen 

mazda e diva sono fighi invece!!! e sono bravi a spiegare anche!
avatar
Akka

Messaggi : 1525
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da dove iniziare?

Messaggio Da Tommy the Cat il Sab Feb 08 2014, 16:29

Allora, intanto vi ringrazio tutti per la disponibilità e i consigli, ho, a partire dalla prossima settimana, 15 giorni "liberi" che intendo sfruttare per almeno "inserirmi" dentro certe letture, sperando senza troppe difficoltà. Ho notato che effettivamente in generale bisogna trovare il punto di ingresso giusto ad un argomento e poi di solito una discesa si trova.

Quindi ok, penso che proverò a leggere l'introduzione consigliata da Diva e poi mi cerco qualcosa di accessibile su qualche argomento che può interessarmi fortemente.
Adesso almeno per una settimana devo ancora buttarmi su spazi di hilbert, operatori compatti, ecc...  bigballs  bigballs 

@Akka ha scritto:ha ha, io credevo che ai matematici i filosofi stessero sul gozzo!!
Ma no, diciamo che sono due cose che in pratica richiedono approcci molto differenti e quindi magari c'è una certa diffidenza mgreen
avatar
Tommy the Cat


Messaggi : 1566
Data d'iscrizione : 30.12.13

http://ateismoeliberta.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da dove iniziare?

Messaggio Da Mazda il Sab Feb 08 2014, 22:26

Volevo consigliarti qualcosa di straordinario per farti una idea di cosa sia la filosofia oggi in un suo approccio sintetico, una sua "rifondazione":

Introduzione al pensiero complesso E.Morin


ma a essere onesti e realistici se ti interessa approfondire tutto il discorso attorno alla filosofia, il perchè del suo esistere e la sua natura, credo sia più pratico passare da questo manuale classico:

Storia della filosofia, Gianni Reale, Dario Antiseri


C'è solo un problema nell'affrontare la filosofia:
capire il senso, la necessità della domanda che ci si pone.

Se la domanda non ti interessa, allora evita quell'argomento.
Non lo capiresti, non ne gusteresti la ragione del suo essere domanda a cui si deve rispondere.
La domanda deve essere nata in te prima di cercare una risposta nella filosofia, da centinaia di bachi nel sistema senso del tuo paradigma interpretativo della vita, perchè se da subito non capisci la necessità della domanda, tutto lo sforzo razionale per giungere a una risposta ti sembrerà solo una ridicola masturbazione mentale, fantasia di fantasie,
senza appiglio.

Ma quando capisci che nella storia è sempre stato tutto fantasia di fantasie, e tutto è rappresentazione, storico, culturale, mutevole... allora nasce dentro il bisogno di chiedersi : che cosa è davvero ... ?
e trovare un appiglio.
e saper stare a lungo senza appigli...

Questo è la filosofia.
Azzerare ogni mito e ripartire da zero chiedendosi se la realtà forse non sia completamente diversa dalla nostra rappresentazione.

E reinventarla,
riscoprendola.
avatar
Mazda

Messaggi : 513
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da dove iniziare?

Messaggio Da primaverino il Dom Feb 09 2014, 01:55

Avevo scritto un post... Ma poi volevo cancellarlo...
Quindi ci ho riscritto sopra.
Niente di che.
Sorry...  Embarassed 
avatar
primaverino


Messaggi : 1626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da dove iniziare?

Messaggio Da Mix il Dom Feb 09 2014, 05:22

@Mazda ha scritto: . . . una ridicola masturbazione mentale, fantasia di fantasie, senza appiglio.
Che mi pare sia, di per se, una attività utile (in un mondo sovrappopolato) e piacevole, se non è l'unica in cui si esprime la propria personalità.

Rimescolando fantasiosamente i mattoncini del Lego delle idee, e assemblandoli in modi diversi, a volte si costruiscono nuovi *oggetti* ideali, mai esistiti prima, che vengono presi a modello per la vita reale delle persone.

Esempi fondamentali possono essere, tra moltissime altre, l'idea generica di democrazia (niente affatto naturale) o quella di socialismo/comunismo. E quella più recente di Dichiarazione dei Diritti Umani.
Senza una complessa elaborazione di idee non si giunge a dare definizioni finali compatte che possono essere usate proficuamente nel corso successivo della Storia.
Se poi non ci si interessa di politica, resta il classico slogan, [ . . . sarà la politica ad interessarsi di te ]
e non poter esprimere nessuna posizione personale opportunamente fondata non è il miglior presupposto per uscirne positivamente, da questo *interessamento*.

Mix

Messaggi : 1974
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da dove iniziare?

Messaggio Da SergioAD il Dom Feb 09 2014, 12:31

Se trovo scritto quello che avrei detto io, i collegamenti che esistono tra noi, questo tema, aumenta la consapevolezza della partecipazione.

Ci sono alcuni temi che io ho connesso da quando mi sono registrato, poi ho scoperto che sono dei temi che avevo scoperto da bambino e questo sono io.

Quindi vado subito ad aprire un tema! Bisogna tenere "legate" le cose che ci diciamo perché se non sono relazionate allora possono essere delle recitazioni.

Recitare non è un problema, il problema è "vivere" la parte, avere la fedele riproduzione di una realtà, verosimile non nel senso lato ma dell'origine di quella.

Intendo che recitare una follia sia compatibile con l'origine della follia stessa anche se essa rispetto alle altre realtà risulta completamente inverosimile.

Queste cose non si fanno nel tempio dell'ingegneria, sono stato fortunato ad aver inserito in quel tempio interdisciplinare considerazioni umane.

SergioAD

Messaggi : 875
Data d'iscrizione : 06.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da dove iniziare?

Messaggio Da Akka il Dom Feb 09 2014, 13:11

ha ha, voi la buttate sempre sul sociale!! non lo dico per fare polemica, in realtà rispecchia tutta una corrente di pensiero, rispettabile tra l' altro... mi ricorda un po' l' atteggiamento di un filosofo italiano morto da poco, costanzo preve, che analizza ogni fase storica della riflessione occidentale in relazione alla ''ontologia sociale'' che questa implica e produce... sulla scia dei francofortesi ovviamente...

naturalmente i nomi che sottostanno a questa linea di pensiero sono fichte, hegel, marx... secondo questi la storia sarebbe la via attraverso cui l' uomo può realizzare completamente se stesso attraverso procedimenti di superamento storico-dialettici(servo-padrone), e questo naturalmente avviene sempre anteponendo il tutto alla parte, lo stato(o la comunità) all' individuo... perchè solo così l' uomo può realizzare se stesso e vivere completamente la sua natura di animale sociale razionale, in armonia...

io ne capisco le ragioni, però ormai mi sembrano posizioni quantomeno demodè, e criticate trasversalmente, specie per l' aspetto teleologico che attribuiscono alla storia(il che è scorretto da un punto di vista meramente scientifico)... e personalmente mi ''schiero'' con la linea opposta, quella dei nietzsche, degli heidegger(non nel senso che sia nazista ovviamente), dei postmoderni... di quelli che quando gli parli di ''totalità'', di ''società'', di ''egualitarismo'', in senso  ingenuamente costruttivo, storgono un po' il naso... e ti dicono che se un qualche barlume di felicità l' uomo può ancora realizzare, questo va conquistato individualmente...

ma è solo la mia è...
avatar
Akka

Messaggi : 1525
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da dove iniziare?

Messaggio Da Diva il Mar Feb 11 2014, 22:32

@Akka ha scritto:ma divozza che filosofi ti piacciono a te? solo per curiosità

Non e' una risposta facile, insomma di quelle che potrei soddisfare dando qualche nome e via... per risponderti mi ricollego ad una frase nel post (bellissimo, come sempre) di Mazda:

@Mazda ha scritto:C'è solo un problema nell'affrontare la filosofia:
capire il senso, la necessità della domanda che ci si pone.

Per me amare la filosofia non significa abbracciare una visione del mondo preconfezionata, non vuole dire scovare tra i vari pensatori dall'antichita' ad oggi quello che meglio ci rappresenta... e' ovvio che in 2000 anni di riflessione sull'esperienza di mondo sia piu' o meno stato detto tutto quello che c'era da dire, anche se i modi in cui lo si puo' dire sono molteplici e molti restano inesplorati, garantendo in questo modo una certa possibilita' di avanzare sulla strada della conoscenza (come in una sorta di spirale -e non di cerchio).

Io vivo la filosofia come la tensione verso l'Assoluto che viene frustrata in un certo senso, vuoi dai limiti della ragione, vuoi da quelli dell'esperienza... quella del filosofo che non sa prendere posizione e' una situazione drammatica, ma e' per me l'unico modo vero di fare filosofia. Le questioni filosofiche (esistenza di dio, metafisica, conoscibilita' del reale, boh, mettici quel che vuoi) sono tutte momentaneamente decidibili, ma nessuna lo e' fino in fondo... leggo la prova ontologica dell'esistenza dio di Anselmo e mi sembra filare, poi leggo l'obiezione di Kant e mi sembra plausibile... passo ad Hegel che la riprende e il suo ragionamento non fa una piega... impossibile decidere. Insomma, uscendo dal particolare del quadro, dalla singola scena nel paesaggio, il dipinto nel suo insieme presenta moltissimi punti oscuri sui quali non si riesce a tifare per questo o per quello (cioe', io qui mi immagino una cosa alla Hieronymus Bosh!!)

Posso pero' in parte soddisfare la tua curiosita' dicendoti a quale posizione filosofica mi sento piu' vicina, anche se la mia e' una tendenza piu' esistenziale che strettamente espistemologica, ed e' la posizione scettica. La vedo come l'inevitabile deriva di chiunque si ponga a riflettere seriamente sulle possibilita' conoscitive del'uomo. Che assumere una posizione di questo tipo abbia pesanti effetti collaterali e' scontato... si deve innanzitutto ridimensionare la nostra esperienza umana (sotto tutti i punti di vista), rinunciare alla verita' e persino alla ricerca di essa, cosa non facile contando che molti si avvicinano alla filosofia come si avvicinano alla scienza o alla religione, ovvero in cerca di certezze, di risposte... insomma accettare che fare filosofia significa porsi domande e lasciare da parte le risposte del buon senso che fungono da tappo del lavandino, tolto il quale, tutto refluisce nel buco lasciandoci spesso vuoti dentro. E no, io non la vedo come una posizione puramente normativa. Io la sento proprio. Non voglio ora promuovere un nichilismo/pessimismo... che pero' mi sembra quanto meno inevitabile... e nel quale sono "caduti" molti di quelli che hanno (per loro natura e predisposizione) sposato la causa scettica... vedi Pirrone che, per impossibilita' di distinguere il vero dal falso, rischiava ad ogni passo di volare nei precipizi... poi certo, ci sono anche scettici che trovano delle soluzioni per continuare a vivere senza finire per cadere nei burroni... penso a Descartes che per risolvere il problema tira in ballo Dio (altrimenti penso che avrebbe fatto una brutta fine a forza di dubbi), anche se a questo punto preferisco la soluzione (piu' umile) di Hume che riduce tutto all'abitudine... ma sono sempre soluzioni "di ripiego", che non archiviano definitivamente la questione.

Ad ogni modo, sara' per come l'ho vissuto nel leggerlo, uno tra i filosofi scettici che piu' ho amato e ai quali mi sento maggiormente legata, in maniera per altro molto affettiva, oltre che filosofica, e' Montaigne... penso che dipenda dal fatto che ho letto tutte le sue opere e che questo mi ha dato modo di sentirlo vicino non solo come pensatore, ma anche e soprattutto come persona... diciamo che il fatto d'aver condiviso con lui molte gioie e dolori, me lo ha fatto diventare amico (ecco, alla fine un nome l'ho fatto!  wink ).

_________________
Il fatto che, quando sono innamorati, quasi tutti facciano della poesia mostra chiaramente che il pensiero concettuale non basta a esprimere l'infinità interiore. (E. Cioran)
avatar
Diva


Messaggi : 1133
Data d'iscrizione : 30.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da dove iniziare?

Messaggio Da cofee&Tea il Mer Feb 12 2014, 08:48

in edicola c'è Platone a un euro!
avatar
cofee&Tea

Messaggi : 789
Data d'iscrizione : 09.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da dove iniziare?

Messaggio Da Akka il Mer Feb 12 2014, 19:00

wau divozza che bel post!! gli scetticoni dunque... chissà perchè ma m' aspettavo kant... va a capire perchè...
avatar
Akka

Messaggi : 1525
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da dove iniziare?

Messaggio Da Akka il Dom Feb 16 2014, 21:09

comunque un libro che consiglio a tutti quelli che sono un po' interessati a capire certi tempi fondamentali per la filosofia è 'breve storia del verbo essere' di andrea moro, edito da adelphi..

in realtà non ha un taglio puramente filosofico, perchè l' autore è un linguista, ma tratta un tema che naturalmente è essenziale per la filosofia... per me come primo approccio a queste questioni è ottimo, scritto chiaramente anche per i non iniziati...
avatar
Akka

Messaggi : 1525
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Da dove iniziare?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum