Ateismo e libertà
Benvenuto sul forum "Ateismo e libertà"

Per partecipare alle discussioni effettua il login. Non sei ancora iscritto? Registrati per iniziare a partecipare!

L'idea di dignità

Pagina 4 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: L'idea di dignità

Messaggio Da SergioAD il Mer Feb 05 2014, 14:20

Avalon, Così è, intendo come via breve e senza ambiguità.

S'era quasi aperto un sotto tema però sono percezioni e so che vanno per certe capacità sensoriali - quasi a pelle.

SergioAD

Messaggi : 875
Data d'iscrizione : 06.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'idea di dignità

Messaggio Da Avalon il Mer Feb 05 2014, 14:29

Sergio, sì. Ben venga il sotto tema, è stata una discussione molto interessante e articolata... a me ha dato da riflettere su molti punti.
Bello così  happy10 

_________________
Adesso sono un pirata.
Un pirata è tenerezza che esplode fiera,
è giustizia incompresa, è amore sconsolato,
è lottare,
è solitudine condivisa,
è navigare senza mai porto, è perenne tormenta,
è possesso sempre insoddisfatto,
è senza riposo.

El Sup

Avalon


Messaggi : 2454
Data d'iscrizione : 30.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'idea di dignità

Messaggio Da SergioAD il Mer Feb 05 2014, 15:32

Faccio un esempio - uso una scrittura telegrafica per comodità.

Oggi accompagno Katia in un centro commerciale e metto carburante nella macchina piccola;

Arriva telefonata per prendere i nipoti che Alessio ha fatto tardi, non ci stiamo nella macchina piccola;

Porto Katia sotto casa di Alessio, così prende i bambini, almeno Alessio è libero di andare ed io vado a prendere la macchina grande, è vicino e serve la macchina grande;

Arrivo e Andrea dalla sua stanza chiede della mamma. Io dico che la vado a prendere;

Lui dice di lasciargli la macchina piccola;

Dico di si, metto le chiavi dove mettiamo tutte le chiavi (una cosa che feci anni fa coi chiodi d'ottone ad "L" per "vedere" le chiavi disponibili);

Torniamo e Andrea è alterato con me per il malinteso;

Iniziano cattivellerie.

Ma sostanzialmente spiego questo - inutile, ah ah.

AndreaSergio
mamma?vado a prederla
lasciami la macchina piccola!va bene! 
ciao!ciao!
Questa evidenza non è servita... quando si va vicino da quelle parti del cervello avviene il rumore della comunicazione, ricatti morali e vittimismi ma anche accuse - questi per essere risolti sono della serie piatto freddo, magari indiretto e riuscendo girandolo in modo che venga dall'interlocutore... altrimenti continua il palleggio e l'escalation.

L'inconveniente addizionale? Katia ha difeso Andrea... alle brutte converrà andare sul concorso di colpa - l'idea è la comodità - l'intesa è rara quando la si vuole anche coi dettagli, le sfumature - i respiri, sguardi e le mezze parole. Muoio di goduria a percepire queste cose.

Dignità si diceva.

SergioAD

Messaggi : 875
Data d'iscrizione : 06.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'idea di dignità

Messaggio Da cofee&Tea il Ven Feb 07 2014, 14:55

già....
Dignità

cofee&Tea

Messaggi : 789
Data d'iscrizione : 09.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'idea di dignità

Messaggio Da cofee&Tea il Lun Feb 10 2014, 12:40

L'alterigia e l'arroganza possono, agli occhi dei meno esperti, somigliare alla dignità, ma della dignità non sono neanche parenti lontane.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

cofee&Tea

Messaggi : 789
Data d'iscrizione : 09.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'idea di dignità

Messaggio Da nemo il Lun Feb 10 2014, 22:11

rispetto della dignità altrui è anche non cancellare post senza preavviso!

nemo

Messaggi : 1866
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'idea di dignità

Messaggio Da cofee&Tea il Mer Feb 12 2014, 15:24

mod. ot:

sono qui!  lelele lelele lelele 
Spoiler:
prova coerenza  shit 

fine mod. ot.

Vi auguro un felice e DIGNITOSO fine settimana.  party


200° post!  yeah 

cofee&Tea

Messaggi : 789
Data d'iscrizione : 09.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'idea di dignità

Messaggio Da SergioAD il Mer Feb 12 2014, 16:53

Sarebbe stata una continuazione di ciò che dicevo e che stando nella scatola sbagliata s'è rimosso d'autorità.

Il senso del fuori tema

Andare fuori tema è ledere in qualche modo la dignità di chi ha invitato a dibattere su un certo argomento. Per dirla sulla fattispecie del contenitore e contenuto, il responsabile del servizio di qualità accertato il contenuto non conforme lo rimuove. C'è scritto nel regolamento ma cancellare è  indice di comportamento scorretto, ovviamente cancellare o modificare i messaggi altrui, non è il massimo della correttezza e allora in alcuni posti si può venire invitati ad applicare l'azione correttiva necessaria e si fa, si ottengono due risultati, ambe due corretti.

In questo modo si valorizza il contenuto ed il contenitore attesta quello che c'è dentro.

La scatola

Tutti i contenitori sono messi nella scatola che è il foro. Il valore del foro è dato dalla qualità del contenuto di ogni contenitore, i relatori sono opinionisti, amici, amatori o anche specialisti dei vari temi e c'è anche la tematica ludica come in ogni posto. Infine per il valore dei contenitori ci si rifà al controllo della qualità che nel caso nostro è direttamente connessa alla forma, la modalità di esecuzione si, perché per quanto riguarda a sostanza essendo un foro, uno spazio per dibattere opinioni non avrebbe senso controllare i contenuti appunto oltre la forma.

Quindi ordine, applicazione e condotta. Mancare qui è incoscienza o incompetenza.

Il peso e la misura

Il ciclo di vita del contenitore che soddisfa le richieste d'intervento si contraddistingue facilmente: a) ricevere una richiesta, b) onorare la richiesta, c) verificare l'avvenuta azione asseconda delle necessità, e d) chiudere la richiesta. Ogni altra cosa è superflua e può considerarsi fuori tema. Rispetto alla tematica della scatola, il foro l'attività della moderazione è un servizio identico ad ogni altro foro, diversamente dal contenuto delle tematiche che sono associate al titolo del sito e che sono il prodotto offerto alla comunità, nello specifico inerente all'ateismo.

Il servizio vale quando il prodotto viene usato, dibattuto, fornito alla comunità della rete.

Curiosità e bizzarrie

Io col tentativo di mettermi tra Rasputin e la moderazione criticata da lui e avevo anche chiesto di lasciarmelo fare, intendevo rispondere pacatamente ad ogni affermazione ricordando il rancore che hanno alcuni utenti verso di lui, la consequente scontentezza per loro a dibattere con lui e che effettivamente non è roba da regolamento ma condizione eccezionale con una storia che ha motivato l'uscita da AI e l'apertura di AL. Mi sono messo come sconfitto io stesso ma avevo allentato la presenza in AI per manifesta inferiorità, il mio problema incompreso.

Insistere a vedere la coscienza allo scopo di fare analisi va bene altrimenti è doloroso.

Il doppio peso e la doppia misura

Fatta la distinzione tra prodotto e servizio non è chiara la necessità di tenere pulito uno spazio e penalizzare l'altro, s'intende vedere da una parte il comportamento esasperato ed esasperante mentre dall'altra gli stessi moderatori produrre dei fuori tema, benché siano accettati per simpatia ma qui si tratta di usare la cucina degli altri per non sporcare la propria. Se si tratta di fare dei piaceri allora la moderazione è in grado di farseli da sola e vale la locuzione latina “Quis custodiet ipsos custodes?” ovvero, Chi sorveglierà i sorveglianti stessi? Ma non c'è rancore.

Si tratta di stati di coscienza e le lezioni della vita servono per vivere meglio.

Significa che se Rasputin riconosce l'errore per me sarà un grande piacere confermargli la mia amicizia. Il mio stato di coscienza mi permette di farle queste cose. Ma questi due siti hanno regole incompatibili con la mia natura. Forse qualcuno farà percorsi che porteranno alle stessi mie considerazioni. Altri che sono anarchici lo sanno che le posizioni di persone di sinistra mirano a non aver bisogno di autorità perché hanno le regole compatibili con l'equità senza equivoci.

Uno come me che manda a fare in culo non può ne deve ferire nessuno.

Almeno questo Rasputin lo sa di me.

Privilegio gli emotivi per forza, sento sulla pelle le cose che dicono ma sopratutto quello che non dicono, Nemo e Cofee&Tea sono due e loro non hanno filtri tra pensiero e parole, per questo sono vulnerabili per quanto riguarda la dignità ma io, a me, ho il collante direttamente sulle emozioni.

Non importa se resto, quanto resto o cosa penso - le cose cambiano, tutto cambia purché si riesca cogliere le cose buone nel momento che esse sono vicino.

Che roba, oggi avevo scritto una delle mie opinioni ma il tema era stato chiuso serrato, ho premuto "invia" ed ho perso tutto e mi sono rotto un po' a sottostare a queste cose - sono pezzi di dignità che vanno via per darne a qualcosa che non so e che forse non mi appartiene nemmeno.

SergioAD

Messaggi : 875
Data d'iscrizione : 06.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'idea di dignità

Messaggio Da cofee&Tea il Mer Feb 12 2014, 16:59

Una grande lezione.

A volte le parole non servono poi tanto... o almeno, io non le trovo...

(E' bello, essere compresi...fa bene al cuore. Grazie. Non te ne andare. Sei prezioso, qui...)

 vicini

@sergio: lo so che di solito lo fa l'uomo. Ma con te.. lo faccio io, "spudoratamente"! eheheh
E te la chiedo
Spoiler:
l'amicizia
. Vuoi? (se non vuoi esporti ti capirei... pas de problem, mon ami "a prescindere" ;p)

cofee&Tea

Messaggi : 789
Data d'iscrizione : 09.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'idea di dignità

Messaggio Da Lemond il Mer Feb 12 2014, 17:42

Ecco allo specchio un esempio di non dignità umana:

Questo, secondo me, è un esempio perfetto di manicheismo intellettuale

http://www.youtube.com/watch?v=Q5xX5Ez_ngQ

da una parte Umberto Galimberti che rappresenta l'uomo degno di sé e con glia ltri ... contro tutti: Augias e le altre, che sono proprio il simbolo della non dignità umana e, non a caso, cattoliche. Anche qui l'intervento di Augias si fa apprezzare, lodando la fede ingenua, senza, purtroppo, ironia,


************************


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
...
e i barbieri il lunedì .

Lemond

Messaggi : 381
Data d'iscrizione : 06.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'idea di dignità

Messaggio Da SergioAD il Ven Feb 14 2014, 09:10

Qualcuno avrà letto quello che ho scritto sopra (metto un collegamento per comodità):
http://ateismoeliberta.forumattivo.eu/t230p75-l-idea-di-dignita#8278

Cofee&Tea che ha mostrato il suo consenso e lei già aveva il mio sentimento di amicizia, ho trovato anche io la sua mail box inaccessibile ed ho compreso la difficoltà oggettiva, il senso della partecipazione emotivamente complessa - è proprio questo mi ha sempre reso un utente più attento (almeno ci provo) verso gli altri; ricorderete quante altre volte accadde; senza togliere niente a nessuno che si tratta di costruzioni individuali.

Però c'è questa deriva verso l'individuo, la concentrazione sugli umori individuali, esigenze private trasferite in ambito pubblico, ricerca di comprensione non curante dell'eventuale imbarazzo; morali individuali obbligate agli altri.

Vale per tutti, per l'utente, per il moderante e per l'ibrido l'utente/moderante; quindi è l'insieme.

Cosa cambia tra il vecchio sito ed il nuovo sito, si sono mischiate le esigenze degli utenti, le esigenze dei moderanti e le moralità guardate da un punto di vista etico.

Ricorderete che lo dissi in AI dei siti commerciali, amatoriali, istituzionali e la pubblicità.

In AL non ho notato particolari differenze, ma sapete che non l'ho presa bene quella dei miei messaggi cancellati e se devo fare il confronto tra la mia e le altrui dignità allora quando non sono io a concedere maggiore dignità agli altri, in questo caso, la mia la voglio difendere secondo il mio metro di valutazione.

Se non vengono cancellati tutti i fuori tema, da ogni parte, spazi dei servizi (moderanti/moderazione) e spazi dei dibattiti (utenti/materiale del sito), risulta un (uno dei) tentativo di lustrare la scatola del quale contenuto si da inferiore importanza.

Mah, chi comprenderà e mi piace chi sospetterà del mio tono (l'idea di essere franchi contro l'intelligenza, la beltà, l'onestà); un po' questa volta voglio mantenere la mia di dignità (lo dissi altre volte di questo problema dell'essere umanista=>superiorità).

Allora se la qualità dei temi, gli interventi e ovviamente l'amichevolezza tra AI e AL è immutata allora cos'è che si è sistemato oltre alla dimostrazione che "si può fare a meno di questo o di quello e andare via sbattendo la porta". Ma noi utenti siamo venuti via per seguire la moderazione oppure un ideale? Da quello che si vede evidentemente e a questo punto sarà meglio basarsi:


    Sulla tematica offerta da questo o quel sito;

    Sulla capacità di applicarci l'azione correttiva appropriata;

    Su come si è trattati;

    Insomma non solo a cosa serve, commercio, ideale, etc... ma come funziona l'interfaccia utente, fisica, mentale e ideale;


Inutile dirvi che chi minaccia, ordina o obbliga con toni forti la propria volontà manifesta il proprio malumore e li si sta alla capacità della moderazione di o confinare o accomodare o be' non sono io a doverlo dire perché rifiutando l'autorità non la voglio proporre nemmeno.

Una mia amica mi aveva chiesto di verificare l'inglese di un suo testo e vi metto un paio di cose che mi sono piacciute:

Respect persons and opinions;

Do not discuss member's private matter or anything that can reveal the member's identity against her or his will;

Do not make Proselytism;

The staff does not erase or edit your messages as this is contrary to our policy; Communications from the staff are minimal because we believe that dialogue has to be free; Members that make serious violations will be banned, temporarily or permanently; All bans are described, explicit and public.

L'idea di pubblicare le violazioni, pseudonimi e indirizzi IP (l'indirizzo è pubblico se si legge l'interfaccia), all'interno del server che ospita un blocco di forum è interessante perché contempla una richiesta d'attenzione a livello di piattaforma.

La mia nuova carta di credito è catturabile senza il classico lettore di striscia magnetica, può essere visibile dai satelliti. Questa è un'altra forma di progresso/evoluzione lesione della dignità/accettazione dell'innovazione, se vedete la relazione.

Non sono tanto d'accordo con le modalità di Mix, Nemo ma nemmeno di Lya, Fux mentre sento il malessere di Diva ma non ci posso fare nulla (a lei e solo a lei ho minacciato di dare il rosso, ovviamente io non do rossi ma volevo che lo capisse).

Differenza tra Avalon, io ed alcuni altri? Avalon si pone sul piano distaccato della sostanza anche dove matterellerebbe di piatto a spianare dopo la battitura della massa - lo sa fare e non lo fa, per parlare dei piani distaccati; io non appartengo volutamente al gruppo e se manca lo spazio attendo che ci sia, poi le cose accadono; gli altri alcuni sono dei veri signori (vi vedo e vi apprezzo) altri non sanno cosa fare ed altri ancora stanno per sbottare e non sanno perché resistono.

Se non c'è dignità da analizzare qui allora è difficile che possiate percepire sia il male che il bene che c'è intorno a questo argomento. Tra coscienza e incapacità c'è un mondo chi non lo capisce non può stare zitto, come fa? A Roma un bella frase...

Fa un po' come ti pare!

Sarei curioso di vedere la distribuzione del casino e la volontà di migliorare ao... sto dicendo tra AI e AL.

Ah ah! Siccome la moderazione non riesce a confinare i fuori temi in modo razionale cercate di ragionare su questo irrazionale termine, se ci riuscite - ovvio.

SergioAD

Messaggi : 875
Data d'iscrizione : 06.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'idea di dignità

Messaggio Da Mix il Ven Feb 14 2014, 09:24

Di quali modalità parli, Sergio, nei miei confronti?
Quelle tenute con alberto vanno bene?
C'è qualche aspetto che ti coinvolge direttamente nelle mie modalità che vorresti cambiasse?
Sono perfettamente consapevole di altre mie modalità.
Secondo te sono incompatibili con la mia presenza su questo forum?
Mi interessa molto la tua opinione.
Se é troppo OT, scusami e non rispondere.
NON sarà un problema.

Mix

Messaggi : 1974
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'idea di dignità

Messaggio Da cofee&Tea il Ven Feb 14 2014, 09:29

Sergio: grazie di avermi capita....

non è cosa da poco

hai ragione, come sempre...

Sensibilità

p.s. non sai quanto mi piacerebbe, "riaprire" la comunicazione degli MP...ma si era trasformata in un'arma che mi pioveva pesantemente addosso... Preferisco seguire il tuo stile... per il momento.
Magari pochi estimatori, ma buoni.

un bacio, anche se da qui  jail

cofee&Tea

Messaggi : 789
Data d'iscrizione : 09.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'idea di dignità

Messaggio Da SergioAD il Ven Feb 14 2014, 09:38

Sono degli esempi Mix.

Ti ho citato perché ho idea di essere stato cancellato perché il mio messaggio era vicino al tuo che non sembrava conforme con il regolamento.

Alberto ha detto di sentirsi colpevole per essere stato poco presente, che c'è bisogno di tempo per andare a regime (la normalità sperata) e anche lui non è stato molto attento.

Io non vedo tue incompatibilità ma sofferenza, roba di anni, inascoltata e ora non se molto razionale ma io non vedo incompatibilità - sui pesi degli errori pesi sulla modalità eccessiva non sulla ragione... che è e deve essere smorzata anche quella.

Non sei troppo OT, o lo sei o non lo sei e non lo sei stato, ah ah bada che partiamo così e poi finiamo fuori.

Se non ho risposto richiedi, poi ti comprendi i sensi ed i significati. Alcuni di noi non meritano "la forza" e noi non la dovremmo usare Mix! Non faccio nomi per sentimento ma è così, se vuoi fare gruppo è così, gli spazi comuni usali per tutti come spazi integrati... questo tu lo vedi ma altri lo sentono solo.

@Mix ha scritto:Di quali modalità parli, Sergio, nei miei confronti?
Quelle tenute con alberto vanno bene?
C'è qualche aspetto che ti coinvolge direttamente nelle mie modalità che vorresti cambiasse?
Sono perfettamente consapevole di altre mie modalità.
Secondo te sono incompatibili con la mia presenza su questo forum?
Mi interessa molto la tua opinione.
Se é troppo OT, scusami e non rispondere.
NON sarà un problema.

SergioAD

Messaggi : 875
Data d'iscrizione : 06.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'idea di dignità

Messaggio Da Mix il Ven Feb 14 2014, 10:01

Mi pare che ieri nemo abbia fatto notare ad Avalon la mancanza di uno spazio per la messa in atto della volontà di un dialogo tra staff ed utenza e che lei abbia detto di attendere.
Temo che la necessità "di quella cosa lì" stia diventando tecnicamente urgente.

@SergioAD ha scritto:Sono degli esempi Mix.

Ti ho citato perché ho idea di essere stato cancellato perché il mio messaggio era vicino al tuo che non sembrava conforme con il regolamento.
Sicuramente. Hanno cancellato il blocco, in cui purtroppo c'erano anche alcuni tuoi messaggi correttissimi.
Che poi siano invece scorretti i miei è da me opinabile, in teoria, non in pratica evidentemente.

Alberto ha detto di sentirsi colpevole per essere stato poco presente, che c'è bisogno di tempo per andare a regime (la normalità sperata) e anche lui non è stato molto attento.
Una volta riconosciuta la causa dell'assenza in altri impegni e non dissenso non espresso il problema sfuma subito a zero.
Ho notato che c'è un difetto di percezione nello staff, che il silenzio genera naturalmente ipotesi. E spesso le ipotesi tarlano i pensieri. Una annotazione tecnica, la mia, già espressa meglio direttamente a chi di dovere, senza connotazioni accusatorie.
È un effetto di più e per primi indesiderato dagli stessi componenti dello staff.

Io non vedo tue incompatibilità ma sofferenza, roba di anni, inascoltata e ora non se molto razionale ma io non vedo incompatibilità - sui pesi degli errori pesi sulla modalità eccessiva non sulla ragione... che è e deve essere smorzata anche quella.
VERO. La mia pazienza è rimasta con scorte esigue. Speravo che i fatti avessero *svegliato* le coscienze, ma invece pare che così non sia poi troppo stato.

Non sei troppo OT, o lo sei o non lo sei e non lo sei stato, ah ah bada che partiamo così e poi finiamo fuori.

Se non ho risposto richiedi, poi ti comprendi i sensi ed i significati. Alcuni di noi non meritano "la forza" e noi non la dovremmo usare Mix!
Molto discriminatorio. Ma forse è una soluzione pratica più efficace, nella sua infinita tristezza.

Non faccio nomi per sentimento ma è così, se vuoi fare gruppo è così, gli spazi comuni usali per tutti come spazi integrati... questo tu lo vedi ma altri lo sentono solo.
Deprimente, ma è forse l'unica soluzione praticabile.

GRAZIE.

@Mix ha scritto:Di quali modalità parli, Sergio, nei miei confronti?
Quelle tenute con alberto vanno bene?
C'è qualche aspetto che ti coinvolge direttamente nelle mie modalità che vorresti cambiasse?
Sono perfettamente consapevole di altre mie modalità.
Secondo te sono incompatibili con la mia presenza su questo forum?
Mi interessa molto la tua opinione.
Se é troppo OT, scusami e non rispondere.
NON sarà un problema.

Mix

Messaggi : 1974
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'idea di dignità

Messaggio Da alberto il Ven Feb 14 2014, 11:16

ho letto delle belle cose in questo 3d, da parte di tutti, e ringrazio in particolare sergio per tutto quello che ha scritto.

io vorrei che tutti, di nuovo, pensassimo che questo è un forum che nasce da un evento traumatico, che è giovanissimo, che è stato tirato su in tempi record proprio per permettere a una comunità di non disperdersi, di continuare ad esistere.
ci sono dentro tante emotività, aspettative, e anche paure, prudenze, ipersensibilità.

tutto questo fa dei nostri rapporti in questa fase qualcosa di piuttosto delicato. c'è bisogno di sensibilità da parte di chi si trova a gestire in concreto il forum, e di questo ne parleremo, ne stiamo parlando, anche tutti assieme, c'è bisogno di alleati e non di giudici, e anche di questo bisogna parlare.

la cancellazione di un post è un fatto che PUO' essere gravissimo in un determinato contesto. è giustissimo mettere questo sul tavolo e chiedere chiarezza e garanzie, penso che sarebbe giusto in questa fase accompagnare tutto questo con una apertura di credito verso chi ha buttato letteralmente l'intero periodo delle ferie natalizie (non che ci fosse da andare alla messa) occupandosi solo e soltanto di allestire questo spazio per tutti noi.

se si parte con l'ipercriticità si rischia di trovare dall'altro lato delle persone stanche che vedendo a zero il livello di apprezzamento e di comprensione perdono la voglia di continuare. si parla - e perfettamente a ragione - di dignità, credo che anche i mod ne abbiano diritto e che non siano da trattare come disprezzabili sbirri.

io avverto nell'aria una sensazione di "ecco i nuovi padroni" che dobbiamo capire come sia stato possibile che si sia creata, responsabilità nostra di sicuro, sicuri che non ci sia nient'altro? io da certi toni e da certi modi ho la sensazione che ci sia altro, e dobbiamo mettere le mani anche su quello.

ripeto, non dico di non mettere i problemi sul piatto, tutt'altro. dico di appoggiarceli e di non sbatterceli. una cosa che sergio ha fatto in questo 3d e di cui lo ringrazio. una cosa gli voglio dire però. sentire una specie di filo pronto a spezzarsi ogni volta rende faticosissimo il rapporto secondo me. fa sentire continuamente sotto esame e questo, te lo dico con la massima sincerità e anche con la bonarietà di un bicchiere di vino tra vecchiarelli, io proprio non lo voglio vivere. se sei disposto a dare spazi larghi agli istintivi e ad essere più attento verso di loro, allarga magari a tutti, se ti va!  smile 
un abbraccio.

alberto


Messaggi : 845
Data d'iscrizione : 31.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'idea di dignità

Messaggio Da SergioAD il Ven Feb 14 2014, 12:14

La prima parte di questo messaggio è stata scritta prima dell'intervento di Alberto, traccerò un riga dov'è il dopo.

Ok! Occhio che c'è un insieme di dignità, di connessioni e richiami nei miei messaggi precedenti - in genere rispondete all'ultimo eppoi navigate su quello restando in superficie e qualcuno lo dice che si distrae dal particolare altri fanno finta di aver saltato il superfluo intenzionalmente, ah ah poi sbrodola su messaggi simili da altre fonti, rendendo giustizia al coledoco (quello che trasporta la bile nello stomaco), ah ah.
____________________________________________________________

Il filo che tiene insieme le cose è una treccia, o meglio vederlo come una connessione multipla, fisica, mentale, ideale ma anche quelle che sono cose profonde come anche la concertazione, etc... chi non comprende questi particolari s'immagini le discussioni interminabili di quelli della sinistra che fuori tutto della politica si sa di passione, giustizia, disponibilità - quindi il senso della motivazione.

Che fare? Come fare? E adesso c'è pure il dove fare?

In linea di massima per conto mio quando interviene la moderazione è un fallimento o della moderazione stessa per errata interpretazione o mio (dell'utente) per NON SOLO non sottostare al regolamento ma per aver trovato ed usato i punti di rottura!

Io per me non la voglio la moderazione, voglio parlare ovunque anche dove mi si dice di no, purché quello che dico abbia senso - se ci pensate in genere le vite si salvano perché qualcuno interferisce - tutte le novità sono normalità spezzate. No! Non voglio fare il filosofo, io sono un tecnico ed opero sulla realtà - le regole non fanno per me.

Ovviamente, certamente e sicuramente, chi non sa lottare per l'integrazione, usando regole "etiche" comuni per tutti deve avere un regolamento fatto di regole "morali" che forse hanno qualche relazione con l'etica..."qui non è permesso per te" è la morte per me ma forse permette a te ("te altro", ah ah sembrava che dicessi "te moderatore" e ci caperebbe pure ma è filosofia un po' spiccia da giochi di parole) di esistere.

Io non faccio parte del gruppo, mi rifiuto di rivivere cose che non mi sono piaciute - prima del 2009 le mie frequentazioni erano fatte da tecnici e nessuno di noi amava particolarmente la gestione dell'amministrazione (il mark-up, la valorizzazione del prodotto oltre le sue caratteristiche, etc...). Il mercante, il suono del mercato, mi è ostile - ricorderete la separazione tra Paolo ed io, alla fine anche sui modi. Questo breve apparente fuori tema indica che io resto fuori dalle classificazioni, schieramenti e vado in giro in pantofole dove gli altri sembrano manichini.

Ma quante volte l'avrò detto.

Il filo si spezza ma per spezzarli tutti ci vuole qualcosa e diciamo che ho assistito a troncature di netto e risaldature - in questa ultima frase c'è qualcosa da ricordare.

Infine si deve trattare di ambiente integrato e qui si che vale il detto "così è" perché è lo spirito - ragazzi, io sarei andato via con Mix quando era attaccato da tutti! Non era uno o due giorni ed era una tensione fabbricata su delle supposizioni.

Infine, infine, se uno resta in un posto è perché trova quello che vuole e quel filo non si discute e difatti è così che ci sono gli abbandoni temporanei, i cambi d'aria, lo smaltimento dei rifiuti - quante volte s'è fatto e si fa? Io sempre, che rompo i coglioni a fare? Voi probabilmente non vi rileggete quando sbavate, sia figurativo che astratto... ricorda Toto' con la nuca rossa che diceva di non essere Pasquale e pertanto quei scapaccioni non erano diretti a lui... "che me frega mica mi chiamo Pasquale io!"

Non è solo un forum, così proprio non lo è! Proseguiamo su quest'insieme di concetti perché io sarei più divertito e divertente a riempire il tema del "Contenitore" che ho aperto più che questo degli umori e dignità calpestate.

Ero andato via così solo ora leggerò il seguito dopo il messaggio a cui ho risposto perché il sistema mi dice che c'è altra roba... spero costruttiva! Poi edito per indicare a cosa ho risposto. Niente ho risposto al messaggio di Alberto, eppure lo sapevo! Avevo anche messo una riga di separazione... Sto invecchiando.

SergioAD

Messaggi : 875
Data d'iscrizione : 06.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'idea di dignità

Messaggio Da cofee&Tea il Ven Feb 21 2014, 09:28

Sei UNICO.......

cofee&Tea

Messaggi : 789
Data d'iscrizione : 09.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'idea di dignità

Messaggio Da elima il Ven Feb 21 2014, 12:41

@Daniela1968 ha scritto:Dignità e onore non fanno parte del mio vocabolario interno. Trovo i due vocaboli contenitori di qualcosa che qualcuno ha voluto appiccicare inutilmente all'essere umano per opprimerlo.
Riparto da qui, in quanto non sono per nulla d'accordo.
Pur essendo vero che le due parole sono intimamente legate alla morale, più che all'etica, è proprio nello svuotare queste parole di significato che stiamo andando incontro ad una società sempre più "maleducata".
Essere rispettati all'interno della propria comunità è una necessità intrinseca degli animali gregari e una società che non è in grado di insegnare l'etica alle generazioni che vengono, in nome di un libertarismo che sfocia nel libertinaggio, si ritrova inevitabilmente nelle mani di chi impone le proprie regole morali.
In Italia ci siamo permessi di non scandalizzarci più di nulla, di svuotare le parole "dignità" e "onore" e ci becchiamo una società dove fanno carriera gli squali e le escort (non le puttane che hanno la dignità di esserlo), che non hanno più bisogno di essere "dignitose" per essere accettate.


_________________
"Primo di tutti fu il Caos" Esiodo (Theog. 116)

Jesus promised the end of all wicked people
Odin promised the end of all Ice Giants
I don't see many Ice Giants around ....

elima


Messaggi : 1316
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'idea di dignità

Messaggio Da Lyallii il Ven Feb 21 2014, 13:13

Quoto!

Ma in parte son d'accordo con Daniela, sul fatto che son due parole contenitore, pensa solo a cosa vuol dire uomo d onore dove sto io...

_________________
Il mio zito virtuale è fuxino, il mio amante geloso è akka!
 cuori

Lyallii


Messaggi : 2626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'idea di dignità

Messaggio Da elima il Ven Feb 21 2014, 14:47

Me è proprio quando il contenitore  diventa vuoto che le cose peggiorano.
Pensa al vecchio Sinagra dei romanzi di Camilleri che si vanta di essere Uomo d'Onore, mentre i giovani che uccidono donne e bambini l'onore non sanno neanche dove sia, e considera Montalbano Uomo d'Onore al suo pari : l' onorato nemico, di cui ci si può fidare. Certo, sono concetti d'altri tempi, ma ancora oggi io penso che un uomo (o una donna, naturalmente) valga il peso delle sue parole. E' successo che il mio compagno abbia detto nella rabbia delle cose per poi farne altre e quando gliel'ho rinfacciato lui mi ha risposto che erano parole senza valore perchè dette nell'ira. Io gli ho risposto di stare sempre attento alle mie parole, perchè quello che dico nell'ira poi lo mantengo, costi quello che costi. A modo mio, ho un'alto senso dell'onore e della dignità, per questo in questo paese mi sono sempre trovata male.
Edit: ho un mal di denti mostruoso e ho appena avvertito il mio compagno di non far caso a quello che dico, se dico cattiverie: è il dolore che parla  mgreen 

_________________
"Primo di tutti fu il Caos" Esiodo (Theog. 116)

Jesus promised the end of all wicked people
Odin promised the end of all Ice Giants
I don't see many Ice Giants around ....

elima


Messaggi : 1316
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'idea di dignità

Messaggio Da Lyallii il Ven Feb 21 2014, 15:52

È già tanto che tu le cose prima le dici e poi le fai, io nemmeno ho smesso di pensarle e le ho già fatte...
Almeno una volta, ora devo dare l esempio.

Cmq... Capisco benissimo quello che intendi, solo che a volte mantenere ciò che dici nell ira costa piu a te che a l altro.

Ricordo da piccole, io e mia cugina, la domenica a pranzo... Se litigava con sua mamma e mia zia le diceva ' non avrai il dolce ' lei rispondeva ' tanto non lo mangiavo comunque ' ( ma è sempre stata golosissima ).
Al momento del dolce, nonostante mia zia le dicesse ' dai mangia, sei perdonata ' lei si rifiutava e si vedeva bene che lottava con se stessa.

Ecco io son una tipa che non farebbe mai una cosa del genere. Cerco di non lottare troppo con me stessa.

_________________
Il mio zito virtuale è fuxino, il mio amante geloso è akka!
 cuori

Lyallii


Messaggi : 2626
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'idea di dignità

Messaggio Da elima il Ven Feb 21 2014, 17:07

@Lyallii ha scritto:È già tanto che tu le cose prima le dici e poi le fai, io nemmeno ho smesso di pensarle e le ho già fatte...
Almeno una volta, ora devo dare l esempio.
E qui entra in ballo la maturità  mgreen 

Cmq... Capisco benissimo quello che intendi, solo che a volte mantenere ciò che dici nell ira costa piu a te che a l altro.
E questo ti insegna a non parlare mai nell'ira.

Ricordo da piccole, io e mia cugina, la domenica a pranzo... Se litigava con sua mamma e mia zia le diceva ' non avrai il dolce ' lei rispondeva ' tanto non lo mangiavo comunque ' ( ma è sempre stata golosissima ).
Al momento del dolce, nonostante mia zia le dicesse ' dai mangia, sei perdonata ' lei si rifiutava e si vedeva bene che lottava con se stessa.
Tutta la mia stima a tua cugina, tua zia invece è una pessima educatrice che innanzitutto insegna a non fare affidamento su quello che dice.

Ecco io son una tipa che non farebbe mai una cosa del genere. Cerco di non lottare troppo con me stessa.
Da quel che ho letto ho l'impressione che invece sei molto più intransigente di quello che vuoi sembrare, anche se con l'età stai imparando a non sporcare se non vuoi stare sempre a pulire ....  wink 

_________________
"Primo di tutti fu il Caos" Esiodo (Theog. 116)

Jesus promised the end of all wicked people
Odin promised the end of all Ice Giants
I don't see many Ice Giants around ....

elima


Messaggi : 1316
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'idea di dignità

Messaggio Da SergioAD il Dom Feb 23 2014, 06:23

C'è più tempo a disposizione per chi se lo prende, ce n'è di più per gli esigenti. Quando invece viene chiesta attenzione senza clamori e non la si ottiene allora sono due le possibilità, diventare esigenti oppure lasciare perdere.

Accade a quelli che hanno poco da dire, ai miti oppure ai timidi – accade anche quando non c'è la percezione per ascoltare la minoranza, ascoltare tutti – prima si proclamavano vincitori quelli che non avevano la stampelle.

Questa storia della dignità si perde nella sua definizione, se è quella che si da a se stessi oppure quella che fa si che gli altri la percepiscano. Quelli che senza stampelle non ce la farebbero ovvero, la dignità permessa agli altri.

SergioAD

Messaggi : 875
Data d'iscrizione : 06.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'idea di dignità

Messaggio Da elima il Lun Feb 24 2014, 16:44

Nel mio pantheon c'è una dea che amo in modo paricolare a cui accendo idealmente incensi: la dea Maat
La dea Maat, la dea avvoltoio, è la dea della giustizia ed in modo particolare della parola data, quella che una volta si chiamava "parola d'onore", su cui gli Egizi dicevano fosse fondamenta del cielo e della terra.
Tradire la propria parola, giurare il falso era minare l'intero costrutto del creato.
Una volta un avvocato penalista mi descriveva la severità con cui viene perseguito il reato di falsa testimonianza: non è un reato contro la persona, nè contro il patrimonio, nè contro lo stato, è un reato contro il concetto stesso di giustizia.
Ah - dissi io - un reato contro la dea Maat ...  sorriso 
Nell'antico Egitto vigeva una discreta parità dei diritti e non vi erano restrizioni morali o religiose al sesso consenziente. Eppure l'adulterio era punito con la pena di morte: non perchè avevi recato danno all'altra persona, ma perchè avevi tradito la parola data e quindi la dea Maat.
La penso in maniera analoga: nessuno ci obbliga a stringere un patto di fedeltà con un'altra persona e se si sente l'esigenza di non mantenere questo patto nulla ci vieta di scioglierlo.
Per me l'adulterio aveva senso quando era un reato, adesso è solo roba da vigliacchi senza dignità.

_________________
"Primo di tutti fu il Caos" Esiodo (Theog. 116)

Jesus promised the end of all wicked people
Odin promised the end of all Ice Giants
I don't see many Ice Giants around ....

elima


Messaggi : 1316
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'idea di dignità

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato Oggi a 03:54


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum