Ateismo e libertà
Benvenuto sul forum "Ateismo e libertà"

Per partecipare alle discussioni effettua il login. Non sei ancora iscritto? Registrati per iniziare a partecipare!

Notizie interessanti dalla Scienza

Pagina 1 di 8 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Notizie interessanti dalla Scienza

Messaggio Da silvio il Lun Gen 06 2014, 11:12

Mi sono imbattuto in questa

Scoperto un 'terzetto stellare' d'eccezione, composto da due nane bianche e una stella di neutroni molto densa, che potrà costituire un laboratorio unico per la fisica e un banco di prova per testare la teoria della relatività generale di Einstein. Descritto su Nature, il trio di stelle è stato scoperto dal gruppo coordinato da Scott Ransom dell'Osservatorio Nazionale di Radio Astronomia degli Stati Uniti, a Charlottesville.
Le tre stelle, situate a circa 4.200 anni luce dalla Terra, si trovano in uno spazio più piccolo dell'orbita terrestre intorno al Sole. La stella di neutroni è una pulsar, ossia una stella molto densa che ruota molto velocemente su se stessa ed emette fasci di onde radio a intervalli regolari. Tali astri sono usati come strumenti di precisione per lo studio di molti fenomeni, comprese le sfuggenti onde gravitazionali, distorsioni nello spazio tempo causate da eventi violenti come esplosioni di gigantesche stelle.
La pulsar gira su se stessa in modo velocissimo, 366 volte al secondo, e ruota molto vicina a una nana bianca e a una seconda un po' più distante. La vicinanza delle stelle e le loro caratteristiche molto particolari hanno permesso di misurare in modo molto preciso le complesse interazioni gravitazionali che si sviluppano in un sistema del genere. ''Le perturbazioni gravitazionali inflitte a ogni membro di questo sistema da parte degli altri sono incredibilmente forti'' ha detto Ransom.
''La pulsar – ha aggiunto – è uno strumento estremamente potente per misurare tali perturbazioni''. Studiando il sistema con telescopi spaziali e radiotelescopi basati a Terra, è stato possibile registrare l'orario di arrivo degli impulsi radio della pulsar. Queste misure hanno permesso di calcolare la geometria del sistema e le masse delle stelle con una precisione senza precedenti. È stato scoperto, a esempio, che le orbite degli oggetti sono sorprendentemente complanari, ossia quasi sullo stesso piano, e quasi circolari, indicando un passato evolutivo complesso.
avatar
silvio


Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie interessanti dalla Scienza

Messaggio Da alberto il Lun Gen 06 2014, 12:28

interessantissimo.

avatar
alberto


Messaggi : 845
Data d'iscrizione : 31.12.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie interessanti dalla Scienza

Messaggio Da silvio il Lun Gen 06 2014, 13:09

Si perché da la possibilità di eseguire misurazioni precise, mi sembra di capire che avrà sviluppi notevoli
avatar
silvio


Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie interessanti dalla Scienza

Messaggio Da silvio il Lun Gen 06 2014, 13:21

Mi veniva in mente, dato che sono un tiratore sportivo, l'importanza della correzione del parallasse, ma poi ho pensato l'importanza che ha avuto nelle misurazione dei corpi celesti, come la distanza.

Per parallasse intendiamo lo spostamento apparente in cielo di un oggetto visto da due punti diversi di osservazione. Si sfrutta questo effetto per determinare la distanza dell’oggetto per mezzo di triangolazioni. Facciamo un esempio: protendiamo il avanti un braccio con un dito disteso verso l’altro, e chiudiamo un occhio; se ora chiudiamo ed apriamo alternativamente prima un occhio e poi l’altro, ci sembra che il dito salti ora da un lato, ora dall’altro rispetto allo sfondo più distante; in linea di principio potremmo determinare la lunghezza del nostro braccio misurando l’angolo di cui il nostro dito sembra spostarsi, anche se questo calcolo non sarebbe di grande utilità, dato che questa è una misura che si può ottenere in modo più semplice; tale procedimento ha invece molto più senso per oggetti astronomici come Luna e pianeti, di cui non siamo in grado di misurare direttamente la distanza. Se due osservatori, da due località lontane, vedono la Luna proiettata in due punti del cielo distanti fra loro, per esempio, 1’ rispetto allo sfondo di stelle fisse, conoscendo tale angolo e la distanza fra i due punti d’osservazione si può completare il triangolo e calcolare trigonometricamente la distanza della Luna.


avatar
silvio


Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie interessanti dalla Scienza

Messaggio Da cosmos il Mar Gen 07 2014, 21:59

Bello mi piace! Unire tutte le notizie scientifiche in un unico topic!
avatar
cosmos

Messaggi : 281
Data d'iscrizione : 04.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie interessanti dalla Scienza

Messaggio Da cosmos il Mar Gen 07 2014, 22:06

Manipolazione 3D di Frammenti Sospesi in Levitazione Acustica





Controllare oggetti tramite la levitazione è da molto uno dei grandi sogni tecnologici degli ingegneri, e ora, un team giapponese ha dimostrato com'è possibile farlo attraverso la levitazione acustica, usando svariate frequenze ultrasoniche. L'essenza della tecnologia è controbilanciare la gravità e lo si fa usando onde ultrasonore che hanno già permesso di far levitare piccole particelle, gocce d'acqua e persino piccole creature. Ma nei studi precedenti, l'asse acustico del raggio ad ultrasuoni era parallelo alla forza gravitazionale, e quindi gli oggetti levitati potevano essere manipolati soltanto in una direzione fissa (ad una dimensione). Nel nuovo studio però, vengono usate matrici acustiche in grado di far levitare e muovere particelle in tutte le direzioni.

"Il nostro sistema di manipolazione ha due caratteristiche nuove ed originali. Una è la direzione del raggio ultrasonico, che è arbitraria perché viene usata anche la forza che agisce verso il centro. L'altra è il principio di manipolazione per cui un'onda localizzata fissa viene generata ad una posizione arbitraria e viene mossa in 3D grazie ad array ultrasonici. Abbiamo confermato il principio in maniera sperimentale usando vari materiali." spiegano gli scienziati dell'Università di Tokyo.

Data abbastanza energia, gli ingegneri possono, teoreticamente, usare gli stessi principi per far levitare qualsiasi cosa, incluse macchine, carichi molto pesanti, pazienti in ospedali, detriti dopo disastri naturali, etc.





http://www.link2universe.net/2014-01-07/spettacolare-manipolazione-3d-di-frammenti-sospesi-in-levitazione-acustica/
avatar
cosmos

Messaggi : 281
Data d'iscrizione : 04.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie interessanti dalla Scienza

Messaggio Da silvio il Mar Gen 07 2014, 22:10

Comunque penso che funzioni su oggetti leggeri, bisogna vedere su oggetti pesanti quanta energia è necessaria
avatar
silvio


Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie interessanti dalla Scienza

Messaggio Da cosmos il Mar Gen 07 2014, 22:28

silvio ha scritto:Comunque penso che funzioni su oggetti leggeri, bisogna vedere su oggetti pesanti quanta energia è necessaria
E' un'operazione sicuramente più complessa, ma non avrei mai immaginato si potessero ottenere simili risultati  yessir 
avatar
cosmos

Messaggi : 281
Data d'iscrizione : 04.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie interessanti dalla Scienza

Messaggio Da silvio il Mar Gen 07 2014, 22:30

Non capisco però come il suono, possa tenere in sospensione dei corpi solidi
avatar
silvio


Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie interessanti dalla Scienza

Messaggio Da cosmos il Mar Gen 07 2014, 22:39

Lo lessi in un giornale scientifico qualche tempo fa... avevo capito il meccanismo ma ora non ricordo, dovrei andare a rivedere.
avatar
cosmos

Messaggi : 281
Data d'iscrizione : 04.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie interessanti dalla Scienza

Messaggio Da silvio il Mar Gen 07 2014, 23:29

Indubbiamente sono onde meccaniche, quindi possono creare un cuscino acustico, una serie di vibrazioni che sostengono un corpo
avatar
silvio


Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie interessanti dalla Scienza

Messaggio Da Mix il Mer Gen 08 2014, 00:23

silvio ha scritto:Indubbiamente sono onde meccaniche, quindi possono creare un cuscino acustico,   una serie di vibrazioni che sostengono un corpo
Credo che la devi vedere come zone a differente *pressione*.
Se un oggetto è confinato in una zona a bassa pressione circondato spazialmente da zone a più alta pressione è costretto a restare dove la pressione è più bassa. Quelle apparecchiature creano onde stazionarie che hanno i picchi e le valli di pressione stabili negli stessi punti geometrici.
Un'onda acustica normale ha picchi e valli che si spostano progressivamente dall'origine verso l'infinito, smorzandosi man mano si allontanano.

Mix

Messaggi : 1974
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie interessanti dalla Scienza

Messaggio Da Jael il Mer Gen 08 2014, 03:36

È come dice mix, onde stazionarie non lineari. In assenza di gravità (che poi è microgravità) il punto di levitazione saranno i nodi (punti di equilibrio di pressione). In gravità poco sotto di essi, giacché bisogna contrastare la gravità.
avatar
Jael

Messaggi : 1037
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie interessanti dalla Scienza

Messaggio Da silvio il Mer Gen 08 2014, 21:01

la pressione è quella d'aria ?
avatar
silvio


Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie interessanti dalla Scienza

Messaggio Da cosmos il Ven Gen 10 2014, 19:29

Per approfondire meglio questa notizia (che può magari incuriosire maggiormente Silvio e gli altri) voglio riportare direttamente ciò che ho letto nella rivista scientifica che ho citato qualche mess addietro che riportava la notizia...
_ _ _

La levitazione acustica era stata già inventata dalla NASA negli anni '80 del secolo scorso, ma finora era stata utilizzata scientificamente soltanto per trattenere un oggetto oppure ruotarlo in maniera statica. Oggi i ricercatori dell'Istituto Tecnologico federale svizzero di Zurigo hanno trovato il modo di spostare gli oggetti e manipolarne più di uno per volta.
Il sistema è fondato su piattaforme vibranti, piccoli riquadri grandi quanto un'unghia grazie ai quali le onde sonore vengono emesse e poi riflesse da una superficie sovrastante.
A particolari frequenze, le riflessioni si combinano con le onde in movimento verso l'alto, creando un sistema detto "onda stazionaria", lungo il quale si trovano punti detti "nodi" che rimangono fissi anche in fase di oscillazione dell'onda. Un oggetto collocato in uno di questi punti nodali può fluttuare nell'aria, perché la forza applicata dalle onde sonore compensa l'attrazione gravitazionale diretto verso il basso. Allineando una serie di levitatori e modulando la potenza delle onde sonore emesse da ciascuno di essi, i ricercatori sono in grado di trasportare gli oggetti da una piattaforma all'altra.

Bruce Drinkwater risponde così a questi risultati...

"Hanno fatto un ottimo lavoro, raggiungendo un eccellente grado di controllo sugli oggetti fatti levitare. La levitazione in sé non è un settore di ricerca particolarmente innovativo; ma, mentre nei campi magntici loggetto deve avere proprietà magnetiche, nei sistemi elettrici deve essere caricato ellettricamente e nei sistemi ottici deve necessariamete essere trasparente, nei sistemi acustici il materiale di cui è fatto l'oggetto è molto meno importante. Per sollevare corpi di maggiori dimensioni, occorre incrementare la lunghezza d'onda sonora. Questa è fondamentalmente, lo strumento idoneo ad "afferrare" l'oggetto: può essere paragonata alla nostra mano, che ci consente di raccogliere una pallina da tennis, ma non una casa, né un atomo. Analogalmente, l'onda sonora deve essere di lunghezza comparabile all'oggetto da far levitare. Dunque, per far fluttuare nell'aria un essere umano, tale parametro dovrebbe aumentare notevolmente, riducendo in parallelo la frequenza sonora. Questo rappresenterebbe un problema, perché sposterebbe le onde sonore nel campo delle frequenze percepibili, eventualità molto dolorosa per noi umani. Inoltre, sarebbe necessario un livello di potenza acusticamente estremamente elevato e non sappiamo esattamente come reagirebbe il nostro organismo"
avatar
cosmos

Messaggi : 281
Data d'iscrizione : 04.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie interessanti dalla Scienza

Messaggio Da silvio il Ven Gen 10 2014, 20:41

Poi l'azione sui materiali e macchinari, potrebbe essere deleteria, si eseguono anche le saldature con gli ultrasuoni
avatar
silvio


Messaggi : 1510
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie interessanti dalla Scienza

Messaggio Da Jael il Sab Gen 11 2014, 19:07

silvio ha scritto:la pressione è quella d'aria ?
right
avatar
Jael

Messaggi : 1037
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie interessanti dalla Scienza

Messaggio Da cosmos il Sab Gen 11 2014, 21:33

Osservatorio ottiene fotografia diretta di un lontano esopianeta



Esopianeta Beta Pictoris b visto attraverso il GPI (Gemini Planet Imager) dell'Osservatorio Gemini. Il pallino bianco è il pianeta, il disco al centro è la stella. Per riuscire a vedere il pianeta, è stata mascherata tutta la forte luce della stella, per concentrare quella che veniva dal pianeta Credit: Gemini/Christian Marois, NRC Canada

Dopo quasi un decennio di lavoro per il suo sviluppo, la costruzione ed i test, il più avanzato strumento al mondo per ottenere immagini dirette di esopianeti è finalmente entrato in funzione ed i risultati sono strepitosi! Lo strumento, chiamato "GPI" (Gemini Planet Imager), è stato costruito e ottimizzato per bloccare la luce delle stelle in modo da riprendere la pallida luce riflessa dai pianeti vicini. Oltre a questi, il GPI permette anche di osservare i dischi di gas e polvere intorno alle stelle più giovani. Una volta completato è stato montato sul Gemini South, un telescopio con uno specchio da 8 metri in diametro, che si trova in Cile.

Il pianeta fotografato è Beta Pictoris b, che orbita intorno alla stella Beta Pictoris, la seconda più brillante della Costellazione del Pittore. Il pianeta è molto ovvio nell'immagine sopra, a differenza di tante precedenti immagini simili. Beta Pictoris b è grande 60% in più di Giove, e questo aiuta sicuramente a vederla meglio, ma è distante 63 anni luce da noi.

Gli scienziati però promettono che questo è solo l'inizio. Moltissimi pianeti sono stati scoperti nell'arco degli ultimi due decenni, usando anche una varietà molto grandi di tecniche, ma abbiamo pochissime immagini dirette della luce dei pianeti e questo rende difficile effettuare analisi più approfondite riguardo alle condizioni su questi mondi, ma il GPI è stato costruito apposta per aiutarci in questo.

"La maggior parte dei pianeti che conosciamo sono stati scoperti attraverso metodi indiretti che ci dicono che dev'esserci un pianeta accanto ad una determinata stella, e al massimo ci dicono qualcosa sulla sua orbita e massa, ma non molto altro." ha spiegato Bruce Macintosh, del Lawrence Livermore National Laboratory, che ha guidato il team che ha costruito lo strumento. "Con il GPI possiamo fotografare direttamente i pianeti intorno ad altre stelle, è questo ci permetterà di comprendere la composizione atmosferica del pianeta e le sue caratteristiche."

Un'altro vantaggio non da poco di questo nuovo strumento è la sua velocità. "Anche queste primissime immagini di prova ci danno un risultati migliore di un fattore di 10 rispetto alla precedente generazione di strumenti." ha spiegato Macintosh. "In un minuto, vediamo pianeti che riuscivamo ad intravedere dopo ore precedentemente."



Immagine del disco intorno a Beta Pictoris, visto dagli occhi del VLT. Credit: ESO

Sopra potete vedere le precedenti migliori immagini di questo sistema, ottenute con Hubble ed il VLT, dell'ESO. Il GPI aggiunge tantissime nuove informazioni, e da agli astronomi molta più luce proveniente direttamente dal pianeta, in modo da effettuare analisi più fedeli riguardo alla composizione atmosferica di questo mondo.

Parlando del pianeta, Beta Pictoris b è molto giovane! Come potete vedere anche dall'immagine Hubble, l'intero sistema è ancora molto giovane ed è pieno di polvere. La stella dovrebbe avere appena 12 milioni di anni di età, mentre il pianeta ne ha meno di 10. La sua presenza è una prova concreta di come pianeti molto grandi possono formarsi molto rapidamente intorno alle stelle giovani.

"Riuscire a vedere un pianeta vicino alla propria stella dopo appena un minuto è stato molto eccitante, e ce l'abbiamo fatta già nella prima settimana di lavoro con il nuovo strumento appena montato sul telescopio!" ha aggiunto Fredrik Rantakyro, scienziato dell'osservatorio Gemini South. "Immaginate cosa saremmo in grado di fare quando perfezioneremmo le nostre tecniche per usarlo al meglio, con lunghe esposizioni."

http://www.link2universe.net/2014-01-10/osservatorio-ottiene-fotografia-diretta-di-un-lontano-esopianeta/
avatar
cosmos

Messaggi : 281
Data d'iscrizione : 04.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie interessanti dalla Scienza

Messaggio Da Tommy the Cat il Sab Gen 11 2014, 21:53

Scientist from Astana has solved one of the most difficult mathematical tasks of the millennium


ASTANA. January 10. KAZINFORM Mukhtarbai Otelbayev, a professor from Astana, has solved one of the seven most difficult mathematical tasks included in the number of "millennium problems". Previously such success was reached by Grigori Perelman who proved Poincaré conjecture, as is reported by the press service of the Eurasian National University.
Mukhtarbai Otelbayev, professor, Doctor of physics and mathematics of the National Academy of Sciences of the Republic of Kazakhstan, the director of the Eurasian mathematical institute of Gumilev ENU, has completed and published his work "Existence of the strong solution of Navier-Stokes equations" in public media. The importance of the publication is that this problem is included in the list of 7 most difficult mathematical tasks called "millennium problems". It's worth noting that the Clay Mathematics Institute announced the prize of 1 million USD for solution of each of these problems in the beginning of the year 2000. Until today only one of these problems was solved (Poincaré conjecture). Fields Medal for its solution was awarded to Grigori Perelman.

The press service notes that the sphere of scientific interest of Mukhtarbai Otelbayev includes spectral operator theory, operator narrowing and widening theory, functional spaces input theory, approximation theory, computing mathematics, inverse problems.

Mukhtarbai Otelbayev is the owner of the title "Scientific figure of the year" in the contest "Altyn adam" in the year 2002; in 2002-2003, and 2004-2005 he was the owner of the state scientific scholarship for scientists and specialists contributing to scientific and technical development; laureate of the premium of the Economical cooperation organization in the nomination "Science and technologies", 2004; and he is the owner of the grant from the Ministry of education and science of the Republic of Kazakhstan as "Best university professor", laureate of the state premium of the republic of Kazakhstan in the sphere of science and technology.
Source: astana.gov.kz

 bravo bravo
avatar
Tommy the Cat


Messaggi : 1566
Data d'iscrizione : 30.12.13

http://ateismoeliberta.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie interessanti dalla Scienza

Messaggio Da cosmos il Mer Gen 15 2014, 10:59

Scoperto un grande dinosauro che dominava la Terra prima di T.rex



Il nuovo dinosauro scoperto nello Utah. Ricostruzione di Jorge Gonzales

Quando si parla di grandi dinosauri carnivori, il pensiero va immediatamente a Tyrannosaurs rex. Ma prima della sua comparsa, circa 98 milioni di anni fa, un altro grande carnivoro dominava la catena alimentare in quello che oggi è il Nordamerica.

Battezzato Siats meekerorum, il dinosauro bipede, descritto nello studio pubblicato su Nature Communications, poteva pesare più di quattro tonnellate e raggiungere la lunghezza di un autobus. Il nome del dinosauro spiegano i paleontologi Lindsay Zanno della North Carolina State University e Peter Makovicky del Field Museum of Natural History di Chicago, è un omaggio al siats, un mostro vorace che popolava le leggende degli Ute, una popolazione indigena.

Ossa nere

Zanno ha capito di essere in presenza di una scoperta importante quando ha individuato una serie di ossa fossilizzate e annerite sulla superficie della  Cedar Mountain Formation, nello Utah orientale.

In quelle rocce è difficile trovare tracce di grandi dinosaui carnivori. "Anche se non avevamo ancora visto tutto il reperto, abbiamo capito subito di aver trovato un grande teropode che avrebbe riempito un intervallo temporale importante
per ricostruire l'evoluzione dei teropodi sul continente", dice la studiosa.

Il reperto è costituito da uno scheletro parziale che comprende vertebre, parte dell'anca e un arto inferiore provvisto di dita.

Inizialmente, continua Zanno, pensava che Siats potesse essere simile al crestato Acrocanthosaurus, un altro grande carnivoro, ma il nuovo dinosauro si è rivelato essere un Neovenatoridae - una famiglia di dinosauri carnivori, vissuti tra il Cretaceo inferiore e il superiore, "cugini" del più noto (e precedente) allosauro.

Rispetto ai tirannosauridi, Siats era dotato di una testa meno puntuta e squadrata, e aveva arti superiori più lunghi provvisti di tre artigli.

Scheletro incompleto

Poiché il fossile rinvenuto è incompleto e appartiene a un individuo giovane, è difficile stabilire con esattezzza quali fossero le sue dimensini da adulto. Dalle stime ricavate dal confronto con altri dinosauri, Zanno ritiene che un giovane individuo potesse misurare "almeno 11 metri di lunghezza e pesare 4 tonnellate".

Sono dimensioni notevoli, che pongono "il pur giovane Siats al terzo posto nella lista dei più grandi predatori mai scoperti nel Nordamerica". Ciò implica, secondo Zanno, che una volta raggiunta la maturità l'animale fosse ancora più grande. "Ulteriori testimonianze fossili potrebbero rivelare che Siats fu uno dei più gandi predatori mai vissuti sulla Terra", conclude la studiosa.

Le dimensioni contano, ma non troppo

Le dimensioni di Siats sono solo una delle ragioni dell'importanza della scoperta. "Nello strato roccioso in cui erano racchiuse le enormi ossa di Siats, abbiamo trovato anche le ossa di un piccolo tirannosauride, grande più o meno come un cane di grossa taglia".

I primi tirannosauridi vivevano all'ombra dei giganteschi allosauridi carnivori come Siats. È stato solo dopo la scomparsa di questi ultimi, spiega Zanno, che "i tirannosauridi furono liberi di evolvere diventando i giganteschi predatori che tanto ci piacciono".

Secondo il paleontologo Roger Benson della University of Oxford, che per primo ha identificato i neovenatoridi in uno studio del 2010, Siats contribuisce a scrivere un capitolo ancora mancante nella storia dei dinosauri carnivori.

Fino ad oggi, avevamo "25 milioni di anni privi di informazioni", sottolinea Benson. Grazie alla scoperta di Siats, antico 98 milioni di anni, oggi sappiamo "che gli allosauridi sono rimasti al vertice della catena alimentare per almeno altri 10 milioni di anni". Quello che resta da capire è perché siano scomparsi lasciando il posto ai tirannosauridi, ultimi protagonisti dell'Era dei Dinosauri che si sarebbe conclusa 65 milioni di anni fa.

http://www.nationalgeographic.it/scienza/2013/11/22/news/scoperto_nuovo_dinosauro_siats_meekerorum-1902272/
avatar
cosmos

Messaggi : 281
Data d'iscrizione : 04.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie interessanti dalla Scienza

Messaggio Da Fux il Gio Gen 16 2014, 13:48

Gli effetti positivi della caffeina sulla memoria a lungo termine
Una dose di caffeina da 200 milligrammi, l'equivalente di circa due tazzine e mezza di caffè espresso, assunta dopo aver visualizzato su uno schermo una serie di oggetti, consente di migliorare le prestazioni in un test di riconoscimento condotto 24 ore dopo. E' questo il risultato di uno studio che dimostra per la prima volta un effetto specifico della sostanza sul processo di consolidamento dei ricordi

Una dose di caffeina in pillole dopo un test di apprendimento è in grado di migliorare la memoria, secondo uno studio pubblicato su “Nature Neuroscience” a firma di Daniel Borota e Hopkins University a Baltimora, nel Maryland, e colleghi dell'Università della California a Irvine.

Varie ricerche, sia sugli esseri umani sia sul modello animale, hanno già documentato il miglioramento delle prestazioni cognitive in seguito all'assunzione di caffeina, ma nessuno aveva ancora indagato in dettaglio l'impatto sulla memoria a lungo termine. Nonostante questa mancanza di dati precisi, tra gli studiosi finora è prevalsa la convinzione che questa sostanza non abbia effetto sulla memorizzazione a lungo termine delle informazioni. Inoltre, finora in tutti gli esperimenti la caffeina veniva somministrata prima dei test cognitivi, rendendo indistinguibile un suo eventuale effetto sulla memoria da quello sulla vigilanza, sull'attenzione e sulla rapidità di elaborazione delle informazioni.

Per verificare l'effetto della caffeina specificamente sul processo di consolidamento del ricordo d'informazioni appena acquisite, Borota e colleghi hanno ideato un test cognitivo in cui 160 volontari assumevano la caffeina solo dopo essere stati esposti a una serie di item da memorizzare. Si trattava, in sintesi, di un test di riconoscimento: i soggetti, tutti di età compresa tra 18 e 30 anni non abituali consumatori di caffè, dovevano visualizzare su uno schermo una serie di oggetti e poi assumere 200 milligrammi di caffeina. A 24 ore di distanza, visualizzavano un'altra serie di oggetti, in parte identici a quello del giorno prima, in parte simili, in parte completamente differenti. Per ciacuno degli oggetti visualizzati, ogni volontario doveva dire se esso era identico o a uno visto il giorno prima o del tutto nuovo.

Dall'analisi statistica delle risposte, è emersa una notevole differenza tra i soggetti che avevano assunto caffeina e quelli che avevano assunto il placebo: i primi dimostravano di riuscire a riconoscere con maggiore frequenza gli oggetti simili a quelli del giorno prima. Chi aveva assunto placebo infatti ricorreva più spesso nell'errore di riconoscere come “già visti” oggetti che in realtà erano solo simili ai precedenti. Non sono state riscontrate differenze invece nella frequenza di risposte corrette riguardanti gli oggetti ripetuti e quelli nuovi.

Secondo gli autori, questi risultati portano a concludere che l'assunzione di caffeina ha avuto l'effetto di migliorare la fase di consolidamento dei ricordi delle informazioni acquisite nella prima sessione del test. A conferma del fatto che l'effetto fosse specificamente in questa fase, gli studiosi hanno ripetuto gli stessi test cognitivi somministrando la sostanza un'ora prima del test: in questo caso, non è emersa alcuna differenza tra i soggetti che avevano assunto caffeina e quelli che avevano preso un placebo.

Ma a quali dosi si ottiene l'effetto migliore? Nella fase successiva dello studio, il test è stato effettuato anche con dosi di 100 e 400 milligrammi. Risultato: per vedere qualche effetto sulla memoria occorre assumere almeno 200 milligrammi di caffeina, mentre aumentando le dosi l'effetto aumenta di poco.

Per tradurre in pratica il risultato dello studio, occorre tenere conto che la caffeina è contenuta in quantità variabile in cibi e bevande: in una tazzina di caffè espresso (45-60 millilitri) ce ne sono circa 80 miligrammi, in una tazza di caffè americano “percolato” o filtrato (200 millilitri circa) da 80 a 175, in una tazza di tè (180 millilitri) da 20 a 75 milligrammi, a seconda della qualità e del tempo d'infusione.

http://www.lescienze.it/news/2014/01/15/news/caffeina_effetti_positivi_sulla_memoria_a_lungo_termine-1963797/

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie interessanti dalla Scienza

Messaggio Da Fux il Gio Gen 16 2014, 17:29

Tiktaalik, l'animale che inventò la “trazione integrale”
La scoperta di nuovi fossili di questa specie di transizione tra pesci e animali terrestri vissuta 375 milioni di anni fa dimostra che i primi animali che colonizzarono la terraferma non si muovevano sfruttando solo la forza degli arti anteriori, ma che l'evoluzione delle zampe posteriori era iniziata già nell'ambiente acquatico

L'evoluzione delle zampe posteriori iniziò già nei pesci, e non, come si pensava, solo dopo i primi tentativi di colonizzazione della terraferma da parte di animali che si sarebbero trascinati facendo leva su quelle anteriori, un po' come le foche. A testimoniarlo è la scoperta di nuovi reperti di Tiktaalik roseae, una specie di transizione tra i pesci e i primi animali dotati di zampe vissuta 375 milioni di anni fa. La scoperta è descritta dai paleontologi Neil Shubin, Edward B. Daeschler e Farish A. Jenkins, Jr. in un articolo pubblicato sui “Proceedings of the National Academy of Sciences”.

Questi nuovi fossili includono anche una pelvi ben conservata e una pinna ventrale parziale che permettono di ricostruire in modo più dettagliato la struttura anatomica di questo animale di cui, sulla base dei reperti scoperti nel 2004, finora si conosceva solo la parte anteriore del corpo.

Con un aspetto che evoca un incrocio fra un pesce e un coccodrillo, Tiktaalik era un pesce dalle pinne lobate, con un ampia testa piatta e denti affilati, che poteva crescere fino a nove metri di lunghezza. Dotato di branchie, squame e pinne, viveva cacciando in ambienti d'acqua dolce poco profondi. Tuttavia mostrava già diverse caratteristiche proprie degli animali che deambulano su quattro zampe, i tetrapodi, come per esempio un collo mobile, una robusta gabbia toracica e polmoni primitivi. In particolare, le grandi pinne anteriori con articolazioni corrispondenti a quelle di spalle, gomiti e, in parte, polsi. Strutture queste che permettevano a Tiktaalik di spostarsi agevolmente anche sulla terraferma.

I nuovi reperti indicano però che anche la struttura del suo bacino, pur mostrando le caratteristiche di base tipiche dei pesci, ne condivideva altre con i primi tetrapodi. Il suo cingolo pelvico per esempio aveva dimensioni uguali a quelle del cingolo scapolare, una caratteristica da tetrapode. Inoltre aveva un acetabolo (l'incavo che ospita la testa del femore) di dimensioni e forma che provano il collegamento con un femore (non trovato) altamente mobile, articolabile, e forte, come testimoniato dalle strutture di inserzione dei muscoli sulla cresta iliaca. Nel complesso questi tratti indicano che la pinna posteriore era lunga e complessa come quella anteriore.

"E' ragionevole ipotizzare che, grazie ai robusti raggi della pinna, Tiktaalik usasse le pinne posteriori come una pagaia per nuotare - conclude Shubin – ma è possibile che con quelle stesse pinne potesse anche camminare. Indipendentemente dall'andatura di Tiktaalik, è comunque chiaro che il potenziamento della appendici posteriori e la locomozione basata su una propulsione a livello pelvico è una tendenza che ha avuto inizio nel pesce, per essere poi esaltata durante l'origine dei tetrapodi."

http://www.lescienze.it/news/2014/01/16/news/tiktaalik_pinne_transizione_zampe_posteriori_bacino-1962756/

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie interessanti dalla Scienza

Messaggio Da Fux il Sab Gen 18 2014, 17:20

Gli astronomi hanno scoperto un sistema binario formato da una stella Be (link) e un buco nero che le orbita attorno.

Articolo (in inglese): http://www.iflscience.com/space/astronomers-discover-black-hole-orbiting-%E2%80%98spinning%E2%80%99-star-first-time

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie interessanti dalla Scienza

Messaggio Da nemo il Sab Gen 18 2014, 18:08

Fux ha scritto:Gli astronomi hanno scoperto un sistema binario formato da una stella Be (link) e un buco nero che le orbita attorno.

Articolo (in inglese): http://www.iflscience.com/space/astronomers-discover-black-hole-orbiting-%E2%80%98spinning%E2%80%99-star-first-time
e come mai non l'attira a sè?

nemo

Messaggi : 1866
Data d'iscrizione : 03.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie interessanti dalla Scienza

Messaggio Da Fux il Sab Gen 18 2014, 18:47

nemo ha scritto:
Fux ha scritto:Gli astronomi hanno scoperto un sistema binario formato da una stella Be (link) e un buco nero che le orbita attorno.

Articolo (in inglese): http://www.iflscience.com/space/astronomers-discover-black-hole-orbiting-%E2%80%98spinning%E2%80%99-star-first-time
e come mai non l'attira a sè?
Intendi perché la stella non "cade" nel buco nero? Immagino per la stessa ragione per cui la Luna non cade sulla Terra. sisi

_________________
Il mio blog su ateismo e dintorni: https://ioateo.wordpress.com/

Fux


Messaggi : 7890
Data d'iscrizione : 02.01.14

https://ioateo.wordpress.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Notizie interessanti dalla Scienza

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 8 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum